Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedges

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· John Pilger

· John W. Whitehead

· Libri

· Michael Hudson

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Peter Koenig

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Thierry Meyssan

· Tony Cartalucci

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  Stat

 

 
 
comeDonChisciotte.net: Ungheria

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Ungheria William Engdahl: PROPONGO VIKTOR ORBAN PER IL PREMIO NOBEL DELLA PACE

DI F.WILLIAM ENGDAHL
New Eastern Outlook

Ora, prima che tutti voi abbiate una qualsiasi reazione, confermo di essere pienamente cosciente del fatto che il Comitato Norvegese del Nobel, che decide appunto i vincitori del Premio Nobel, scelga ispirandosi all’agenda globalista. Qualcuno potrebbe sostenere che siano addirittura corrotti. Sono altresì consapevole che in passato hanno conferito il premio a candidati non propriamente amanti della pace, come Henry Kissinger, Barack Obama, persino l’Unione Europea. Ciononostante voglio proporre il coraggioso Primo Ministro dell’Ungheria, Viktor Orban, per il premio. Lasciatemi spiegare le mie ragioni.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/11/2016 (225 letture)
(Leggi Tutto... | 17614 bytes aggiuntivi | William Engdahl | Voto: 0)
 

 
  Ungheria William Engdahl: SARA' L'UNGHERIA LA PROSSIMA AD USCIRE DALL'UNIONE EUROPEA ?

Hungarian prime minister Viktor Orbán DI F. WILLIAM ENGDAHL
journal-neo.org

Sarà l'Ungheria ad essere la prossima nazione a uscire dalla disfunzionale Unione Europea? La domanda non è affatto peregrina così come potrebbe sembrare. Il 2 ottobre, in Ungheria, gli elettori parteciperanno a un referendum nazionale per votare se acconsentono o meno alla dislocazione forzata di immigrati in Ungheria da parte dell'UE. Si tratta di una domanda importante in Ungheria, una terra di gente fiera e fermamente indipendentemente che ha subito 150 anni di dominio ottomano; guerre con gli Asburgo d’Austria fino a quando il compromesso austro-ungarico del 1867 ha creato una convivenza pacifica sotto la duplice monarchia d'Austria-Ungheria.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/08/2016 (352 letture)
(Leggi Tutto... | 17770 bytes aggiuntivi | William Engdahl | Voto: 0)
 

 
  Ungheria LEZIONI DI UNGHERESE

ParlamentDI LINH DINH
unz.com

Sono rimasto sorpreso da quanto era sporca e grigia Budapest. Molti di quegli edifici, quelli che un tempo erano  fastosi, li ho trovati in avanzato stato di decadimento.

Forse questa città sembrava meglio prima della seconda guerra mondiale e, di sicuro, lo era un secolo fa.

Da quando è sfuggita dal Comunismo, Budapest sta recuperando le sue glorie, anche se non allo stesso ritmo di Praga.

Pare che sia alla moda frequentare dei  "pub-semi-diroccati" dove si beve e si balla in posti mezzi distrutti, troppo pericolanti per entrarci, io, comunque ho dato un'occhiata da fuori e non mi è sembrato poi così male.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/02/2016 (686 letture)
(Leggi Tutto... | 20092 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria VIKTOR ORBAN: UNA CLONAZIONE FASCISTA

HungarianDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Il futuro post umano è già in marcia, con le sue milizie di cloni, profughi e migranti, gestiti dall’eugenetica migratoria, che pesca nel mucchio e sceglie i migliori, quelli professionalmente più preparati, quindi i siriani invece degli iracheni, i cattolici invece degli islamici. E mentre l’altro razziale viene visibilmente segnalato come strano e irriconoscibile, appartenente a quei sottogruppi umani, che vengono selezionati per svolgere lavori di manovalanza a basso costo, i cloni attraversano i non-luoghi e quelli li abitano, li invadono, sono ovunque. Aeroporti, stazioni, porti, spiagge sono il nostro futuro, non-luoghi dove le persone si accalcano per partire o per tornare, per sfuggire all’alienazione che le attraversa, travolte da scenari distopici, animate solo da un disperato furioso terrore.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/09/2015 (744 letture)
(Leggi Tutto... | 14393 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria L'UNGHERIA E LA 'STAMPA DEMOCRATICA'

Hungarys-central-bank DI MINCUO
Forum di comedonchisciotte.org

Se c'è un Paese che gode di cattiva stampa, giusto per non dire diffamazione, quello è l'Ungheria.
E quando non è presente un articolo costruito per parlarne in termini negativi allora è silenzio totale.
Tutti i giornali “progressisti” (ma anche quelli cosiddetti di centro-destra), come qui la solita Repubblica, o il Corriere, o altrove il N.Y.T., l'Economist, la Bild-Zeitung, le Figarò, l'Humanitè ecc...se scrivono un articolo è solo di critica se non proprio per calunniare.
E non è certo un caso.

(N.B. Qui da noi hanno perfino organizzato un “girotondo” per la “democrazia” contro l'antidemocratico Orban. Che però è stato eletto da un'ampissima maggioranza, mentre qui i "girotondi democratici" non si sono accorti che non si vota ormai da 4 anni e Monti è andato su con una congiura di Palazzo. Quisquilie.)
 
 
  Postato da cdcnet il 03/09/2015 (606 letture)
(Leggi Tutto... | 9558 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria CHIUSI DENTRO: UNGHERIA, IMMIGRAZIONE E ASILO POLITICO

000_Par8200991DI BINOY KAMPMARK
counterpunch.org

“Se venite in Ungheria, portereste un primo ministro sano di mente?” - Gergő Kovács, slogan luglio 2015

La mania di costruire barriere sta prendendo piede. Mentre l’Unione Europea si sforza di difendere le proprie idee influenzando i suoi membri con forze destabilizzanti, l’Ungheria è occupata a sigillare le sue frontiere dai cosiddetti migranti irregolari.

Questo sembra piuttosto strano per il più grande dei paesi di transito, bersagliato da tendenze migratorie. “Le particolari caratteristiche dell’Ungheria”, osserva Judit Juhász, “sono radicate in questa storia di confini mutevoli,  oltre alle forti tendenze migratorie degli antenati ungheresi” (Migration Policy Institute, Nov 1, 2003) (1).

Per secoli, come unità amministrativa di rilievo all'interno dell'Impero asburgico, l'idea stessa di frontiere era considerata assurda. Lo Stato multietnico era caratterizzato da movimenti interni verso le varie parti dell’impero. La migrazione, in breve, fu l’ultimo strumento di distribuzione della popolazione della monarchia austro-ungarica. Le due guerre mondiali misero fine alla tradizione: vennero istituiti confini lungo le linee nazionali, furono attuate espulsioni di massa e le etnie mescolate.    
 
 
  Postato da cdcnet il 16/07/2015 (543 letture)
(Leggi Tutto... | 10631 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria E' POSSIBILE UN COLPO DI STATO IN UNGHERIA ?

UNGHERIA: E’ POSSIBILE UN COLPO DI STATO STILE UCRAINA IN UNO STATO UE E MEMBRO DELLA NATO ?

orban DI VLASISLAV GULEVICH
strategic-culture.org

Il clima è teso a Budapest. Non è la prima volta che avvengono proteste contro il governo per le strade della capitale in cui tutti urlano a coro “Più democrazia!” e “Orban, vai via!”. L’ultima dimostrazione ha avuto luogo il 2 Gennaio. La prossima è in programma per il 1 Febbraio- il giorno della visita di Angela Merkel. Gli oppositori di Victor Orban dicono di voler mostrare al cancelliere tedesco che gli ungheresi scelgono l’Europa e non l’Asia (intendendo la Russia).

Al di là dei fallimenti economici, l’opposizione accusa il Primo Ministro e il suo legame con l’Est di “abuso geopolitico” includendo i piani intesi a sviluppare una cooperazione con la Russia e la Cina. La Russia è un importante punto di commercio per l’Ungheria e un partner economico fuori dall’EU. Entrambi i paesi hanno firmato un accordo sulla struttura generale delle due nuove unità da costruire dell’impianto di energia nucleare Paks situato a 100 km da Budapest.  L’impianto è responsabile del 42% dell’energia totale prodotta nel paese. L’Ungheria ha firmato un accordo dal credito di 10 miliardi di euro con la Russia per un potenziamento di Paks. Per la restituzione del prestito è stato stabilito un periodo di 21 anni.

 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (1030 letture)
(Leggi Tutto... | 7266 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria ELEZIONI IN UNGHERIA - OCCHIO ALLE ETICHETTE !

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI NEIL CLARK
rt.com

Da una parte c'è un governo che ha rinazionalizzato le aziende, si è scontrato con le imprese energetiche straniere, è riuscito a far crescere i salari reali e ad abbassare la disoccupazione. Ma questo governo ha anche imposto una tassa alle banche e ha preso altre misure per aiutare la gente - come un taglio sulle bollette energetiche - per decreto governativo.

Dall'altra parte, c'è una alleanza di opposizione che  vuole altre privatizzazioni, vuole più politiche a favore degli "investitori globali", è spudoratamente a favore dei banchieri e della globalizzazione, dove il partito maggiore dell'alleanza, quando fu l'ultima volta al governo, fece drastici alla spesa pubblica, distrusse le aziende statali, tra cui la compagnia di bandiera Malev, lasciando milioni di persone disperate.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (705 letture)
(Leggi Tutto... | 12526 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ungheria Geopolitica: UNGHERIA: PERCHE' VIKTOR ORBAN E' UN BUON STRATEGA DELLA GEOPOLITICA

FONTE: STRATFOR.COM


La moderna Ungheria è spesso enigmatica agli occhi di un osservatore internazionale. Le politiche non ortodosse del primo ministro agitatore Viktor Orban hanno suscitato speranza , indignazione e scherno da quando è stato eletto per un secondo mandato nel 2010. Tuttavia, come il suo discorso a Chatam House di Londra [tale istituto si autodefinisce, nel proprio sito, come “una fonte indipendente, leader a livello mondiale, di analisi indipendenti, dibattiti informati e idee autorevoli su come costruire un mondo prospero e sicuro per tutti” NdT] dello scorso mercoledì [9 Ottobre NdT] mostra, Orban è un pensatore molto serio di fronte a problemi molto seri.

Le sei tesi che sosteneva [nel discorso a Chatam House NdT] contengono una discreta quantità di dissimulazione politica, ma, in ultima analisi sono la spiegazione più chiara della logica moralmente inquietante ma geopoliticamente coerente che guida le controverse politiche del suo partito Fidesz [in ungherese Fidesz Magyar Polgári Szövetség ovvero Unione Civica Ungherese è un partito politico ungherese di ispirazione conservatrice, populista e cristiana; membro del Partito Popolare Europeo, dell'Unione Democratica Internazionale (conservatori) e dell'Internazionale Democratica Centrista NdT].
 
 
  Postato da cdcnet il 18/10/2013 (770 letture)
(Leggi Tutto... | 7622 bytes aggiuntivi | Geopolitica | Voto: 0)
 

 
  Ungheria Economia: UNGHERIA NEL MIRINO

DI UMBERTO MAZZEI
Pagina 12

Le banche centrali si definiscono indipendenti se obbediscono ai dettami della banca internazionale. Il caso dell’Ungheria è rivelatore. Nel nuovo parlamento, hanno approvato modifiche alla costituzione ungherese con una maggioranza qualificata. Il cambiamento rilevante è la composizione della Banca Centrale dell’Ungheria, che migliora la supervisione del governo sulla propria moneta, il fiorino.

È scoppiato il pandemonio nell’Unione Europea. Il Primo Ministro, Victor Orban, è stato chiamato despota nazionalista e antidemocratico, tra altri epiteti peggiori. Washington ha parlato di “inquietudine” per la riforma. Parigi, del “problema con l’Ungheria” per la “deriva nazionalista e autoritaria” del governo. I media, del “grande debito pubblico dell’Ungheria” (Le Figaro), che è dell’80 per cento del PIL, come in Germania. Il FMI, la Banca Mondiale e l’UE hanno congelato i prestiti all’Ungheria. Il fiorino è crollato.
 
 
  Postato da cdcnet il 19/02/2012 (1181 letture)
(Leggi Tutto... | 6776 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Ungheria Politica: CRISI ECONOMICA: L'UNGHERIA SFIDA IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE

DI JEROME DUVAL
mondialisation.ca

L'Ungheria, che dal 1 ° gennaio 2011 assumerà per sei mesi la presidenza dell'UE , subisce pesantemente le conseguenze di una crisi finanziaria che sembra non finire. Pur non essendo così distante dai parametri di Maastricht in materia di deficit pubblico (3,8% nel 2008), l'Ungheria è il primo paese dell'Unione europea ad aver ottenuto il sostegno finanziario della Troika costituita da: Fondo Monetario Internazionale, Unione Monetaria e Bce (Banca Mondiale)

Nel mese di ottobre 2008 è stato concordato un piano di finanziamento di 20 miliardi di euro: 12,3 miliardi messi a disposizione dal FMI, 6,5 dall’Unione europea e uno dalla Banca Mondiale. Lo stock del debito è cresciuto in maniera automatica: oltre alla perdita secca dovuta al pagamento degli interessi, che aggrava il deficit, alla popolazione sono state imposte pesanti condizioni, l'aumento di 5 punti percentuali di IVA, attualmente al 25%, l’innalzamento dell’età pensionabile a 65 anni, il congelamento per due anni dello stipendio dei funzionari, la soppressione della tredicesima per i pensionati, la riduzione degli aiuti pubblici all'agricoltura e al trasporto ...
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2010 (1251 letture)
(Leggi Tutto... | 11688 bytes aggiuntivi | Politica | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.