Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
 
comeDonChisciotte.net: Egitto

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Egitto EGYPTAIR MS804: US NAVY REMOVED PAGE ON PHOENIX EXPRESS FROM WEBSITE

by Scott Creighton
willyloman.wordpress.com

This is interesting.

The US Navy has removed the Phoenix Express page from their website.

Here’s a screenshot of their search page. You can see the article they had up talking about how the Phoenix Express drills in the Mediterranean Sea had begun. This is the same article I used as a source in my first article about the drill.

1

And here is what that links to now.

2

Gone. History. Down the rabbit hole. That’s not suspicious, now is it?

 
 
  Postato da cdcnet il 30/05/2016 (498 letture)
(Leggi Tutto... | 3298 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Egitto GIULIETTO CHIESA: SONO STATI I NEOCON USA PER COLPIRE HOLLANDE E AL SISI

18fab2aDI PIETRO INVERNIZZI
ilsussidiario.net

Un Airbus della compagnia EgyptAir con a bordo 66 persone si è inabissato ieri tra l’isola greca di Karpathos e la costa egiziana dopo essere scomparso dai radar. Tra i passeggeri e l’equipaggio non ci sono superstiti. Il volo era partito da Parigi in mattinata ed era diretto al Cairo. Alle 3.39 del mattino, poco dopo essere entrato nello spazio aereo egiziano, ha iniziato a seguire una traiettoria impazzita. Prima una virata di 90 gradi verso sinistra, quindi una rotazione completa di 360 gradi nella direzione opposta. Due fonti anonime della Casa Bianca citate dalla Cnn hanno affermato che la dinamica del disastro rivela che a bordo del velivolo è esplosa una bomba. Per Giulietto Chiesa, giornalista, commentatore politico ed ex europarlamentare, “non c’è il minimo dubbio sul fatto che sia stato un attentato. E’ una punizione inflitta contemporaneamente all’Egitto e alla Francia”.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/05/2016 (1013 letture)
(Leggi Tutto... | 7452 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto GIULIO REGENI: MANDANTI, COLPEVOLI, COMPLICI

giulioFONTE: INFOAUT.ORG

Negli ultimi due mesi del 2015, in Egitto ci sono stati circa 340 sparizioni forzate. In media, tre persone ogni giorno vengono prelevate da membri dei servizi segreti e delle forze dell’ordine egiziane per essere portati in diverse zone del paese dove subiscono torture, stupri e violenze. Il governo, denunciavano a fine anno alcuni attivisti, ha dato carta bianca agli ufficiali per gestire come meglio credono “le minacce alla sicurezza nazionale”, mentre i media locali passano sotto silenzio i rapimenti di Stato.

Il 25 gennaio Giulio Regeni esce di casa per andare a prendere la metro. Il giovane studente italiano si trova al Cairo per un dottorato e collabora occasionalmente con Il Manifesto. Quella sera scompare, i suoi amici lo cercano senza successo. Parte una campagna per ritrovarlo, vengono interrogate le autorità che, come sempre, dichiarano di non sapere dove si trovino le persone sparite.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/02/2016 (830 letture)
(Leggi Tutto... | 4560 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto LES CAUSES POSSIBLES DE L'ACCIDENT DE L'AIRBUS RUSSE DANS LE SINAI

JPEG - 32.9 kopar Valentin Vasilescu
Traduction Avic, Réseau Voltaire, 10 novembre 2015
www.voltairenet.org/article189228.html

On ignore toujours les causes du crash de l’Airbus russe au dessus du Sinaï. Valentin Vasilescu étudie les pistes les plus fréquemment évoquées (explosion d’un moteur ou d’un réservoir de carburant, collision avec un autre avion, attaque d’un missile sol-air ou air-air, ou une bombe à bord). Alors que cet article était en cours de traduction, on apprenait qu’aucune trace d’explosif n’a été trouvée sur les débris, ce qui confirme l’écartement de la thèse de la bombe.

Le vol KGL 9268 de l’avion A321-231 exploité par la compagnie russe Kogalymavia, était un charter de passagers (irrégulier) qui, le le 31 octobre 2015, reliait l’aéroport de Charm el-Cheikh en Égypte à l’aéroport Pulkovo de Saint-Pétersbourg.

L’avion a été enregistré en Irlande (EI-ETJ) et avait 18 ans d’ancienneté et 57 000 heures de vol. L’avion a décollé à 05 h 50 heure locale (03 h 50 GMT), puis a effectué une manœuvre pour accéder au couloir aérien UL 550, où devait se dérouler le vol jusqu’à la Méditerranée. Il est monté au plafond de croisière de 10 200 m avec la vitesse de 748 kilomètres par heure et a maintenu ces paramètres de vol.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/11/2015 (595 letture)
(Leggi Tutto... | 21610 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto Opinioni: METROJET A321: E SE FOSSE TUTTA COLPA DI ISRAELE ?

Russian Airbus A321 on runwayDI CHRISTOPHER BOLLYN
thetruthseeker.org

Lo sapevate che dei cyberhackers possono dirottare un aereo, entrando nel sistema di computer di bordo e che possono farlo cadere? Sarebbe una una versione modificata de "I sospetti sull'incidente dell'aereo russo" di  questo sito, ripreso da un articolo con lo stesso titolo da Christopher Bollyn,  QUI , a cui fa seguito una nota di chiusura e un commento di Lasha Darkmoon.

Un funzionario del controllo del traffico aereo egiziano ha riferito alla stampa locale che l'ultima comunicazione con il pilota dell'aereo russo è avvenuta mentre stava volando a 30 mila piedi. Il pilota lamentava di malfunzionamento dei dispositivi wireless e ha chiesto un atterraggio di emergenza presso l'aeroporto più vicino. -  
da “Russian plane crash,” The Telegraph (UK), Oct. 31, 2015. 

Resta da vedere come risponderanno all'intervento russo gli Stati Uniti e le altre nazioni che sostengono le forze mercenarie che combattono in Siria. A differenza del gioco degli scacchi, questo gioco non ha nessuna regola.  – bollyn.com/changing-the-game-the-russian-move-in-syria/   – 

L'incidente dell’aereo passeggeri russo  Metrojet nel deserto del Sinai, vicino al confine tra Egitto e Israele, solleva fondati sospetti di un gioco sporco nel quale risulterebbe coinvolto l’ abbattimento dell'aereo. Anche se è troppo presto per dire che cosa abbia provocato l'incidente, alcune chiare indicazioni suggeriscono che l'aereo sia stato sabotato con controlli a distanza - per mezzo di connessione Internet.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/11/2015 (848 letture)
(Leggi Tutto... | 26074 bytes aggiuntivi | Opinioni | Voto: 0)
 

 
  Egitto US AND ISRAEL 'WAR GAMES' NEAR RUSSIAN PLANE CRASH LOCATION

US-Israel-war-games-Russian-plane-crash-900x350By Sean Adl-Tabatabai
Global Research, November 04, 2015
Your News Wire 2 November 2015

GR Editor’s Note:

While the issue of the US-Israeli war games must be addressed, there is no evidence that the plane crash is in any way related to the holding of the US-Israeli military exercises.

Israeli and the US took part in operation ‘Blue Flag’, an air-force combat drill taking place in the Arava desert at the same time Metrojet Flight 9268 went down.

Startling new revelations show that both the US and Israel were conducting war games in the Arava desert when Flight 9268 dropped off the radar, shortly before breaking up in mid-air and crashing in the Sinai, Egypt.
 
 
  Postato da cdcnet il 04/11/2015 (727 letture)
(Leggi Tutto... | 3798 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto E' STATO UN DRONE SENTINELLA AD ABBATTERE IL METROJET RUSSO ?

2015110DI JACK PERRY
lewrockwell.com

Il disastro aereo Russo è altamente sospetto. E’ormai detto e ribadito che l’aereo deve essere stato abbattuto da un impatto esterno.

L’ISIS non potrebbe in alcun modo essere in possesso del tipo di missili terra-aria capaci di abbattere questo tipo di velivolo a meno che non gli fosseri stati tempestivamente forniti da Stati Uniti o Arabia Saudita, cosa che non si può a priori escludere, ma che in ogni caso è pure parecchio dubbia.

Alcuni “geni” sostengono si sia trattato di un ordigno piazzato a bordo del velivolo, senza notare che in questo caso non si tratterebbe di “impatto esterno” ma bensì di “esplosione dall’interno”. E sappiamo cosa provoca da quando un 747 fu abbattuto in volo sulla Scozia proprio con un esplosivo piazzato all’interno (Incidente del Volo Pan Am 103: https://en.wikipedia.org/wiki/Pan_Am_Flight_103)
 
 
  Postato da cdcnet il 03/11/2015 (1068 letture)
(Leggi Tutto... | 8378 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Egitto Misteri: SINAI. RUSSIAN AIRCRAFT. VIDEO OF SHOOT DOWN DEFINITELY AUTHENTIC

Jim Stone
jimstonefreelance.com

I finally got a high bandwidth connection and looked at all the pictures and video. It appears to me that the shoot down video is authentic. First of all, the shakiness of different versions, the camera focus, all of it confirms it as authentic. If it was faked, it simply would not have come out the way it did. All factors that would be present photographically are there. It was filmed with medium quality super zoom cameras, and more than one, from more than one vantage point. Also, in confirmation of claims, the engines really were blasted off both wings. Some jet engines can drop off the plane in the event of catastrophic failure (as a design feature) to help prevent passenger injury from flying parts. Both engines do not appear to be anywhere near the main wreckage, and appear to have fallen by themselves far from the wings. This proves a massive explosion, which sheared them off the plane, because only that or full blown engine explosions will provide enough of a shock to cause this to happen.

RUSSIA IS NOT STUPID, AND KNOWS THIS.
 
 
  Postato da cdcnet il 03/11/2015 (901 letture)
(Leggi Tutto... | 7863 bytes aggiuntivi | Misteri | Voto: 0)
 

 
  Egitto Misteri: ONLY EXTERNAL FORCE COULD HAVE BROKEN APART RUSSIAN AIRLINE

The Russian passenger jet that crashed in Sinai, Egypt, must have been damaged by a force in flight and couldn’t have just broken apart, the airline of the ill-fated Airbus A321 said.

There were no attempts by the crew to report an emergency on board, Metrojet (Kogalymavia) deputy chief Viktor Yung said.

DETAILS TO FOLLOW (RUSSIA TODAY)

Shortly after plane crash, Jim Stone played this analysis.

BEHEADING 2 BIG LIES

When anything big happens, such as the U.S./Israeli/whoever shootdown of a Russian airliner, troll teams test the water in think tanks trying to dream up whatever lie works. The two big lies are mechanical failure, and "tail strike damage" resulting in the tail falling off and causing the crash. Let's slay those quickly here . . . . . .

1. How can the tail falling off rupture all forward mounted fuel tanks, spray fuel all over the cabin and cause the plane to fall to the ground in a flaming mess, with pieces scattered everywhere? The reality in the wreckage proves a missile strike, if the tail fell off there would be two big pieces on the ground showing almost all of an airplane in the two, not two big pieces with a bunch of little pieces that have been burned to smithereens scattered across a 5 KM radius.
 
 
  Postato da cdcnet il 02/11/2015 (830 letture)
(Leggi Tutto... | 10342 bytes aggiuntivi | Misteri | Voto: 0)
 

 
  Egitto Politica: EGYPT VS THE MUSLIM BROTHERHOOD

2342Preventing the Next Syria

By Tony Cartalucci
journal-neo.org

The sentencing of over 500 Muslim Brotherhood members to death in Cairo – many in absentia – for their role in the attack, torture, and murder of an Egyptian policeman is the culmination of an all encompassing security crackdown across Egypt. The move has created a chilling effect that has left the otherwise violent mobs of the Muslim Brotherhood silent and the streets they generally terrorize, peaceful and empty.

The move by the Egyptian courts has attracted the predictable condemnation of the US State Department. The Washington Post’s article, “Egyptian court sentences 529 people to death,” quoted US State Department spokeswoman Marie Harf as claiming the US was “deeply concerned,” and “shocked.” She also claimed that the move “defied logic.”

 
 
  Postato da cdcnet il 01/04/2014 (1084 letture)
(Leggi Tutto... | 14442 bytes aggiuntivi | Politica | Voto: 0)
 

 
  Egitto Pepe Escobar: CIAO, IO SONO IL NUOVO ASSE DEL MALE

DI PEPE ESCOBAR
asiatimes.com



Ho sostenuto che ciò che è appena accaduto in Egitto è un bagno di sangue che non è un bagno di sangue , condotta da una giunta militare responsabile di un colpo di stato che non è un colpo di stato, con il pretesto di una "guerra al terrore" egiziano. Eppure questo balletto politichese - che facilmente sarebbe potuto essere scritto dalla Casa Bianca - è solo una parte del quadro.

In mezzo a una fitta nebbia di roteanti e contesi ordini del giorno in competizione, un fatto sorprendente si distingue. Solo 10 giorni fa un sondaggio del Centro egiziano per gli Studi sui mezzi di comunicazione e Pubblica Opinione aveva già mostrato che il 69% era contro il golpe militare del 3 luglio orchestrata dal Pinochet-esque Abdel Fattah al-Sisi.
 
 
  Postato da cdcnet il 19/08/2013 (975 letture)
(Leggi Tutto... | 11819 bytes aggiuntivi | Pepe Escobar | Voto: 0)
 

 
  Egitto Pepe Escobar: UN BAGNO DI SANGUE CHE NON E' UN BAGNO DI SANGUE

DI PEPE ESCOBAR
rt.com/

Il “bagno di sangue che non è un bagno di sangue” in Egitto ha dimostrato che le forze della repressione senza limiti e della corruzione regnano sovrane, mentre gli interessi stranieri - della Casa di Saud, di Israele e del Pentagono - sostengono questa spietata strategia dei militari.

Basta guardare le foto. Si soffermano su decine di corpi allineati in obitori improvvisati. Come si può giustificare un bagno di sangue tanto spaventoso? O questo è un remix egiziano di Piazza Tienanmen, o non è vero niente e questo non è un bagno di sangue perpetrato dai leader di un “colpo di stato che non è stato un colpo di stato “che aveva come obiettivo di combattere "il terrore".

 
 
  Postato da cdcnet il 18/08/2013 (927 letture)
(Leggi Tutto... | 16308 bytes aggiuntivi | Pepe Escobar | Voto: 0)
 

 
  Egitto Michel Chossudovsky: C'E' WASHINGTON DIETRO IL COLPO DI STATO EGIZIANO?

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global Research

Il Pentagono ha dato il "via libera"?

“[Il segretario della difesa USA] Hagel e [il capo dello Stato Maggiore] Dempsey stavano percorrendo una linea sottile … tra esprimere la propria preoccupazione ed evitare di dare l'impressione che gli Stati Uniti manipolavano gli eventi dietro le quinte.” (Military.com, 3 luglio, 2013)

Il movimento di protesta è contro gli Stati Uniti ed il loro regime delegato dei Fratelli Musulmani.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/07/2013 (954 letture)
(Leggi Tutto... | 10306 bytes aggiuntivi | Michel Chossudovsky | Voto: 0)
 

 
  Egitto Politica: MORSI: IL NUOVO FARAONE D'EGITTO

DI CHRIS HEDGES
Common Dreams

Quando l’ayatollah Ruhollah Khomeini tornò in Iran il 1° febbraio del 1979 dopo 14 anni di esilio, aveva intenzione di distruggere le forze dell’opposizione secolare, compreso il Partito Comunista iraniano, che era stato essenziale per rovesciare lo scià. La dichiarazione di Khomeini di un governo islamico, sostenuto da referendum, lo vide riscrivere la costituzione, chiudere i giornali dell’opposizione e bandirne i gruppi, compresi il Fronte Democratico Nazionale ed il Partito Repubblicano del Popolo Musulmano. I dissidenti che sotto lo scià erano stati rinchiusi per anni nel carcere iraniano, notoriamente brutale, vennero di nuovo imprigionati dal nuovo regime. Alcuni tornarono nelle loro celle accolti dai loro vecchi carcerieri, i quali avevano offerto i loro servizi al nuovo regime.
 
 
  Postato da cdcnet il 20/12/2012 (999 letture)
(Leggi Tutto... | 13686 bytes aggiuntivi | Politica | Voto: 0)
 

 
  Egitto L'ESERCITO EGIZIANO DIRIGE UN VASTO IMPERO COMMERCIALE

DI MIKE HEAD
WSWS

L’esercito egiziano è stato presentato dal governo di Obama, come anche dai dirigenti dell’opposizione ufficiale egiziana, quali Mohamed ElBaradei, come il garante di una “transizione in buon ordine” verso un nuovo ordine democratico. È completamente falso. I generali hanno una lunga storia di repressione contro la classe operaia, a cominciare dal passaggio alla corte marziale e l’esecuzione di due capi dello sciopero dei lavoratori del tessile solo un mese dopo il colpo di stato del 1952 che instaurò il regime di Nasser (si veda anche La classe ouvrière egyptienne prend le devant de la scene).

Contrariamente a ciò che afferma il mito della neutralità delle forze armate, tutte le crisi acute di questa dittatura militare al soldo degli Sati Uniti, hanno visto le truppe mobilizzate per controllare il malcontento della classe operaia. Queste occasioni comprendono la rivolta del pane del 1977, scatenata per l’applicazione da parte dellla Banca mondiale e del Fondo monetario internazionale di misure per l’aumento dei prezzi, come anche una rivolta degli arruolati nella polizia del Cairo e di altre città nel 1986.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/03/2011 (1344 letture)
(Leggi Tutto... | 12810 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto EGITTO: MOVIMENTI, CIA E MOSSAD

DI JAMES PETRAS
DissidentVoice

I limiti dei movimenti sociali

I movimenti di massa che hanno forzato la rimozione di Mubarak, mostrano sia le forze, sia le debolezze delle ribellioni spontanee. Da una parte il movimento ha dimostrato la sua capacità di mobilitare centinaia di migliaia, se non addirittura milioni, di persone a sostenere una battaglia vincente, culminata con il rovesciamento del dittatore in un modo che la pre-esistente opposizione non era riuscita, o forse non voleva fare.

Dall' altra parte, mancando qualsiasi leadership politica nazionale, i movimenti non potevano prendere il potere politico e realizzare le loro richieste, concedendo agli alti comandi militari di Mubarak di prendere il potere e definire il processo "post Mubarak", garantendo il mantenimento della subordinazione Egiziana verso gli Stati Uniti, la protezione dell' illecita ricchezza del clan Mubarak (70 miliardi di dollari), le numerose corporation dell' elite militare e la protezione delle classi sociali alte.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/03/2011 (1322 letture)
(Leggi Tutto... | 12044 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto Michel Chossudovsky: I ''DITTATORI'' NON DETTANO LEGGE ESSI OBBEDISCONO AGLI ORDINI

IL MOVIMENTO DI PROTESTA IN EGITTO

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
globalresearch.ca

Il regime di Mubarak potrebbe crollare di fronte al vasto movimento nazionale di protesta... Quali Prospettive per l'Egitto e Il mondo arabo?

I "Dittatori" non dettano legge, essi obbediscono agli ordini. Questo è vero in Tunisia, Algeria ed Egitto.

I dittatori sono sempre burattini politici. I dittatori non decidono.

Il Presidente Hosni Mubarak è stato un fedele servitore degi interessi economici occidentali e così lo è stato Ben Ali.

Il Governo nazionale e l'oggetto del movimento di protesta. L'obiettivo è quello di spodestare il burattino, piuttosto che il burattinaio. Gli slogan in Egitto sono "Abbasso Mubarak, abbasso il regime". Nessun manifesto anti-Americano è stato segnalato ... L'influenza dominante e distruttiva degli Stati Uniti in Egitto e in tutto il Medio Oriente resta nell’ombra.

Le potenze straniere che operano dietro le quinte sono schermate dal movimento di protesta.

Non si verificherà nessun cambiamento politico significativo a meno che il problema dell'interferenza straniera non sia affrontata significativamente dal movimento di protesta.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2011 (1819 letture)
(Leggi Tutto... | 25617 bytes aggiuntivi | Michel Chossudovsky | Voto: 0)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Surveys
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Finian Cunningham

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· Dmitry Orlov

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney

 

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.