Home  ·  Downloads  ·  Login  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
comeDonChisciotte.net: Grecia

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]

Il sacco di Atene

Nei due articoli seguenti, pubblicati nel mese di marzo, si racconta come stiano aumentando le aste immobiliari ad Atene, e non sia infrequente che siano acquistati anche lotti di cento appartamenti alla volta, di solito da stranieri. Ma la Polizia ha avvertito il governo che non intende più prestarsi alle esecuzioni di pignoramenti, perchè sono decisioni dettate dai memoranda e contro i greci. E, mentre i giornali parlano del presidente del PAOK che entra in campo armato, i turchi sequestrano due militari greci (in territorio greco) e nessuno ne parla,nonostante la gente scenda in strada per manifestare. L’unica resistenza possibile sembra, come in tempo di guerra, ballare e cantare le canzoni tradizionali greche, cosa che molti giovani hanno ripreso a fare.

29/03/2018 (290 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)



ISTANTANEE ELLENICHE (MACEDONIA IS GREECE)

Manifestazione nazionalista, il 4 febbraio ad Atene, in opposizione ai progetti della FYROM (ex Repubblica Yuogoslava di Macedonia) di assumere la denominazione di Macedonia tout-court; manifestazione non del tutto spontanea eppure indicativa di una corrente sotterranea, ma fortissima, di ribellione, che stavolta parte da destra e poggia sui residui sentimenti di identità nazionale, offesi dal governo di Tsipras, che offre simboli nazionali (Cipro, Macedonia) agli stranieri, in cambio di appoggio alle proprie politiche. La sinistra – che non si mobilita più da quasi tre anni – attacca l’uomo simbolo della manifestazione, Mikis Theodorakis per non ammettere la propria sconfitta ed il proprio tradimento e cerca di mantenere il potere disseppellendo gli scheletri di chi l’ha preceduta, (cosa non difficile) con scandali che toccano diversi ex capi del governo e ministri, sia del Pasok (i socialisti) che di Nuova Democrazia. Ma la gente ne ride, riconoscendo l’impostura, l’ennesima.

21/02/2018 (168 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



MACEDONIA INDIGESTA

In questi due articoli, Panagiotis Grigoriou racconta le fasi seguenti l’approvazione dell’ennesimo provvedimento dettato dalla Troika, quello che ha limitato il diritto di sciopero, istituito i tribunali privati e che ha, tra le altre cose, fissato la privatizzazione di altri porti greci.

06/02/2018 (231 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)



PERCHE' I GRECI NON SI RIBELLANO?

I sindacati salvano le apparenze organizzando irruzioni nei ministeri e scioperi, ma tutto sembra ormai un rito stanco e passa sotto silenzio anche la notizia dell’approvazione dell’ennesima legge-omnibus di 1300 pagine, scritta in inglese, che, presentata il venerdì, deve essere approvata entro il lunedì perchè quel giorno si riunisce l’Eurogruppo. Perchè i greci non reagiscono? Perchè sono talmente depressi e sradicati dai tempi e dai luoghi di una vita normale, da non riuscire nemmeno più a pensare ad una reazione. In centro ad Atene si devastano palazzi che poi vengono comprati a poco prezzo dagli stranieri, strana coincidenza di interessi tra poveri e ricchi. E, mentre nessuno più conosce il numero degli immigrati giunti in Grecia negli ultimi due anni, i greci che possono, emigrano all’estero. E’ questo il futuro riservato ai perdenti d’Europa?

30/01/2018 (385 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GRECIA - COMODA VITTIMA O COMPIACENTE MASOCHISTA?

Grecia – comoda vittima o compiacente masochista?

Perché questo titolo? – Perché la Grecia non è obbligata a continuare a giocare la carta della vittima, né ad essere masochista. La Grecia sembra soffrire la Sindrome di Stoccolma – è innamorata del proprio sequestratore. La Grecia potrebbe cambiare questa (situazione). Uscire dalla prigione, uscire dalla UE e uscire dall’euro. La Grecia potrebbe tornare alla propria moneta sovrana, alla propria banca centrale sovrana, fare la propria politica monetaria e realizzarla con un sistema bancario pubblico che funzioni ad esclusivo beneficio dell’economia greca. In meno di 10 anni la Grecia si riprenderebbe e sarebbe addirittura in grado di ripagare una  parte del suo debito illegalmente creato.

26/01/2018 (251 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



FIASCHI

In Grecia accadono strane cose. Accade, tra l’altro, che dopo 65 anni, venga in visita il presidente Turco Erdogan, e che i dialoghi non rispettino nessun tipo di protocollo, nemmeno formale, tanto da vedere perfino liti davanti alle telecamere. Perché tutto questo? Tsipras pensa di essere un grande statista e, forse, ha promesso agli USA di far “ragionare” Erdogan e di farlo recedere dalle sue recenti alleanze con Russia e Iran, in cambio di concessioni sulla soluzione del “problema” Cipro. Fatica inutile, a quanto pare: non sarà certo un fallimentare, piccolo, bugiardo uomo politico di Grecia a far cambiare idea al promotore del ritorno Ottomano sulla scena politica europea. Solo una guardia Evzone, ed il suo duro sguardo verso il capo di stato turco, sembra esprimere ancora un po’ di quella fierezza che guidò i greci alla liberazione dal dominio di Istanbul. Ad Atene, intanto, il calendario dice che si avvicinano le feste, ma nessuno sembra ascoltarlo.

20/12/2017 (311 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



ASIMMETRIE

Panagiotis Grigioriou ha partecipato il 2 e 3 dicembre al convegno organizzato a Montesilvano (PE) da Asimmetrie e, viaggiando, per mare dalla Grecia, ha potuto notare quanto l’Italia sia ancora – fortunatamente – ad uno stadio precedente di distruzione rispetto al suo paese. In altri articoli pubblicati nel mese di novembre, era stata descritta, tra le altre cose, la condizione disperata anche di chi lavora, in Grecia, ridotto spesso in povertà da stipendi da fame, o addirittura bloccato da datori di lavoro che non pagano del tutto (inchiesta di Der Spiegel tradotta da Vocidallestero). Oggi i greci vedono sempre più spesso le proprie case messe all’asta ed acquistate per frazioni del loro valore da fondi esteri, in quella che, secondo Panagiotis, è la Fase II dell’azione distruttrice della Troika, finalizzata a spogliare i cittadini ellenici di tutte le loro proprietà (sia private che pubbliche) in modo da favorire il disfacimento dell’idea stessa di Grecia indipendente. Processo, questo, che viene posto in essere dalla geopolitica mondiale anche attraverso la forzata conclusione di accordi sull’altra grande vittima dell’euro-austerità bancaria, ovvero Cipro, da trasformare in un protettorato dalle istituzioni inutili e quindi sotto tutela. E allora diventa chiaro che l’austerità, l’euro, la Troika etc non erano “meri” meccanismi di dominazione economica, ma dissimulavano finalità ancora più ampie, di mutamento del quadro geopolitico del mediterraneo, e quindi europeo.

13/12/2017 (404 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



CRONACHE DA UN PAESE LONTANO

Panagiotis Grigoriou (che sarà in Italia il 2 e 3 dicembre prossimo a Montesilvano (PE), ospite della 6°edizione del convegno Euro, mercati, democrazia organizzato da Asimmetrie ed intitolato “Più Italia”) racconta di un incontro di lobbisti fuori dal Parlamento, squarcio delle clientele che ben sopravvivono alla crisi, delle difficoltà degli imprenditori “normali” e dello scoramento dei più verso la politica, che alimenta l’attesa di un qualche “uomo forte” che metta fine all’occupazione “euro-germanica”, per troppi aspetti simile a quella schiettamente germanica che finì in questi stessi giorni del 1944. E molti si rifugiano nella religione, il che spiega in parte il boom di visite nei monasteri, ultimo baluardo della cultura greca.

Intanto, ad Atene aumentano gli omicidi, soprattutto intorno a “pesci piccoli” del potere (un’agente del fisco, un avvocato difensore di corrotti) e Tsipras vola negli USA per concludere affari lucrosi per gli americani, ovvero acquisto di nuovi aerei da caccia e apertura (forse) di nuove basi americane nel Mediterraneo. In cambio di cosa? I media dicono “solo l’America può porre fine al regime attuale”.

25/10/2017 (291 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GIUSTIZIA INTELLEGIBILE

In Grecia arriva l’autunno e metà degli abitanti di Atene già si prepara al sesto inverno senza riscaldamento. I senzatetto ricompaiono nei parchi di Atene, mentre a poca distanza, negli stessi parchi, ciò che resta dell’alta borghesia statale greca celebra i suoi vuoti rituali a base di lauti banchetti e musica di Teodorakis, il quale, peraltro, spara a zero appena può sui politici di oggi. La soluzione – dice – sarebbe che le opposizioni lasciassero il Parlamento, così da invalidare ogni seduta e costringere anche la maggioranza a dimettersi. Ma non lo faranno. E, mentre i lavoratori dipendenti vengono assunti, ma non pagati, senza che nessuno costringa i datori di lavoro a farlo (o almeno a lasciare liberi i loro dipendenti), Syryza vuole permettere il cambio di sesso a partire dai 15 anni, ennesimo dei diritti “cosmetici” con cui la sinistra morente camuffa il suo fallimento. Uno dei fautori dell’ascesa di Tsipras, Alavanos, si pente per l’ennesima volta di quello che chiama “un esperimento non riuscito” dal quale lui, personalmente, è uscito quasi subito, ma senza che questo servisse ad interromperlo, anzi.

15/10/2017 (281 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



ATENE - L'ESTATE CHE CI MERITIAMO

Molti vanno verso le spiagge, ma spesso non sono greci. Gli autoctoni vedono UFO ed annunci sui giornali per nuove tasse per l’autunno e i lavoratori autonomi chiudono le attività e passano a lavorare in nero. Nessuno vuol più saperne dei politici (che vedono deserte le proprie manifestazioni) e dello Stato.

27/08/2017 (449 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GREEKCRISIS - INCIDENTI E TOTALITARISMI

I media di Atene esultano al raggiungimento dell’ennesimo “accordo” che, come premio per le riforme messe in atto, prevede un nuovo finanziamento e una manovra che  “nel breve” (e solo nel breve) non avrà conseguenze sui greci, ma i pensionati non ci cascano e manifestano ugualmente, paventando il prossimo taglio degli assegni (quattordicesimo della serie).

23/08/2017 (361 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



IL FREDDO LUGLIO DEI LAVORATORI IN GRECIA

Di seguito trovate la traduzione dei punti salienti dei post pubblicati in luglio sul blog www.greekcrisis.fr da Panagiotis Grigoriou.

14/08/2017 (347 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GRECIA ... AL NATURALE

Lo sciopero dei netturbini finisce, stroncato dalle precettazioni e dall’impopolarità, così i porti si possono presentare puliti ai nuovi turisti cinesi che scendono dalle barche e, dopo essersi fatti i loro selfie, ordinano un’insalata al bar, ma bevono il vino portato da casa. I nuovi burocrati imposti dalla Troika guadagnano fior di soldi per smembrare ciò che resta dei beni pubblici, mentre l’”Alta Corte” europea si premura di renderli immuni dagli sporadici sussulti di chi ne denuncia le malefatte (ed i reati) tentando di portarli a giudizio, cedendo alle pressioni dei paesi di volta in volta implicati: c’è un processo contro un funzionario spagnolo? Ecco che la Spagna minaccia di mettersi di traverso alla prossima tranche di aiuti … et voilà, il processo contro il funzionario spagnolo non c’è più. Non resta che arrendersi ai 45° all’ombra, all’estate, alla musica-spazzatura delle radio, alla natura della Grecia, così bella, se non si guarda al resto…

06/07/2017 (334 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GUARDA IN CAMERA



DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

Fulvio Grimaldi è uno dei pochi giornalisti italiani che si interessa ancora della Grecia, ed è venuto ad Atene per girare immagini della crisi e per parlare con le persone che la vivono in prima linea. Sua guida è stato Panagiotis Grigoriou, che riporta quanto detto dagli intervistati. Le loro storie parlano di malati di cancro senza cure, di medicinali scaduti dal prezzo in Dracme e di malattie mentali in crescita esponenziale, mentre Tsipras fa finta di opporsi alle ennesime misure di austerità. Ma non mancano i ministri che ormai ammettono apertamente che le leggi le scrivono direttamente gli esponenti della Troika.

12/06/2017 (614 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



MAGGIO IN GRECIA

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

Questo post riassume gli ultimi tre articoli pubblicati sul blog www.greekcrisis.fr nel mese di maggio 2017. Si riportano le reazioni iniziali dei greci all’elezione di Macron in Francia (e le similitudini con l’insediamento di Papandreou nel 2010), e i discorsi del governo Tsipras per giustificare l’accettazione del 4° memorandum, in nome della possibile riduzione del debito (già smentiti dalla muta dei creditori). Così, tra l’ennesimo taglio di stipendi e pensioni e l’apertura obbligatoria dei negozi alla domenica, le cronache riportano di persone che esagerano le proprie turbe psichiche pur di raggiungere la percentuale minima di invalidità che garantisce uno dei pochi sussidi rimasti. Le manifestazioni di protesta sembrano più atti simbolici che reali moti di ribellione e nei giorni successivi qualcuno comincia a passare alle intimidazioni fisiche. E anche i pochi soldi che la manovra conseguente al memorandum destina all’assistenza sono subordinati al raggiungimento dei surplus di bilancio, mentre è legge il provvedimento che autorizza le autorità a confiscare – a fronte di debiti con l’erario – tutti i beni non denunciati presenti nelle cassette di sicurezza e nei depositi titoli delle banche (traduzione su vocidallestero QUI). L’ultima parte del mese ha visto l’attentato a Papademos, ex primo ministro, e le manifestazioni dei motociclisti che effettuano le consegne a domicilio. ultimi tra gli ultimi, sfruttati dai padroni e dimenticati dalla stampa, a sei anni esatti dalla prima grande manifestazione di protesta, che fu silenziata dalla violenza (casuale?) di un piccolo gruppo di incappucciati che causò la morte di tre persone, impiegati di una banca.

01/06/2017 (449 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



GREECE IS COMMITTING 'FINANCIAL SUICIDE'

By Peter Koenig
Information Clearing House

Thursday late night, 18 May 2017, the Greek Parliament voted to accept another round of devastating troika (EC, IMF, ECB) conditions for an additional debt package of close to 5 billion euros. All of the 153 delegates of Alexis Tsipras’ Syriza-Anel coalition voted ‘en bloc’ for the suicide package, all 128 opposition members against. Nineteen didn’t show up. Perhaps they were too afraid to vote for the opposition. Just as a reminder, PM Tsipras, a socialist, is leading Syriza, Greece’s prominent left-wing party, that for reasons of majority decided to align with the extreme right-wing party ‘Anel’ which currently holds a mere 10 seats in Parliament.

23/05/2017 (353 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



IMF TO GREECE: SORRY WE'LL DESTROY YOU

Greece Passes New Austerity for New Loans, The Real New Network, May 6, 2017.

Bond holders, banks, and IMF bear responsibility for having made irresponsible loans to Greece, so it is not right for them to force yet more austerity on Greece, says Michael Hudson.

09/05/2017 (412 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 5)



SVOLTA ANTROPOLOGICA (MACRON E I POLPI)

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

La traduzione che segue riassume i passaggi essenziali dei due post pubblicati nell’ultima decade di aprile sul blog www.greekcrisis.fr , Svolta Antropologica e Primavera dei polpi.

La Pasqua in Grecia è una cosa seria e le manifestazioni tradizionali hanno visto massicce partecipazioni popolari, ma scarsi entusiasmi, tra un piatto tradizionale e un racconto di disoccupazione, povertà e crisi economica. Negli stessi giorni ricorreva il 50° anniversario del golpe dei colonnelli che, come tutti i regimi, ha dato luogo ad un suo tipo antropologico. Anche il regime della Troika ha generato un tipo antropologico, ma non nuovo: è un uomo preoccupato della mera sopravvivenza, bloccato sui bisogni essenziali e quindi quasi a-politico. Il governo, intanto, fa dichiarazioni che spingono ancora più in là l’asticella della misantropia, auspicando tagli alle pensioni (NdT: era un modo per preparare il terreno alle misure adottate subito dopo) mentre sempre più persone cominciano ad auspicare un nuovo intervento dell’esercito, che è tornato – agli occhi dei greci – ad essere l’istituzione più affidabile). Il tipo antropologico del “nuovo governante” è invece molto chiaro: Macron come Renzi, Renzi come Tsipras e via via risalendo la triste corrente dei leader sedicenti “progressisti”.

05/05/2017 (527 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



(TEMPO) CIECO ED ANONIMO

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

Atene viene presentata (agli ateniesi) come la meta turistica dell’anno, con previsioni faraoniche per 26 milioni di turisti. Intanto, ricchi di ogni nazionalità, tra cui molti turchi (dopo il recente fallito golpe) e arabi di varia provenienza, stanno poco a poco acquistando le case in svendita della città, molte delle quali in zone chic. Un altro tipo di stranieri, invece, invade le altre parti della città, suscitando rigetto nei greci. Gli ospedali greci (quelli ancora aperti) stipano i malati nei corridoi, i medici eroicamente tentano di tenere botta mentre i pensionati manifestano contro l’ennesimo, inutile, taglio alle pensioni (il quarto in meno di un anno). Tempi ciechi e anonimi, come il fisarmonicista che un tempo allietava gli ateniesi in metropolitana.

20/04/2017 (593 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



NE' PEDONE NE' FOCA

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

La pioggia primaverile allaga le strade ad Atene, prima di rivedere il classico sole che riporta la gente in strada. Le navi da guerra del museo all’aperto di Faliro ricordano antichi gesti di ufficiali contro la dittatura dei colonnelli. Ma oggi la mollezza, la passività sono i mali maggiori della Grecia, contro cui si scaglia la lettera aperta ai greci, scritta da Peter Koenig, che li esorta a ribellarsi alla dittatura della Troika e ai socialisti al caviale di Syriza cogliendo al volo le frasi di Schauble che minacciano la Grexit. Metà di loro non paga i propri debiti all’erario e moltissimi si collegano abusivamente alla rete elettrica e forse è questa l’unica strada attraverso la quale oggi c’è resistenza sotto l’Acropoli. Resistenza, peraltro, obbligata dalle terribili condizioni economiche della ex classe media, condizioni che spingono H&M a chiedere che i dipendenti si spostino in giro per i negozi del paese pagandosi le spese. E intanto qualcuno spara a Theodosis, la foca simbolo delle Cicladi. Il perchè è ignoto e, forse, perfino incomprensibile, in questi tempi post-umani.

Foto: L’incrociatore Geórgios Averoff. Atene, marzo 2017

31/03/2017 (477 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Argomento casuale

Salute
[ Salute ]

·Analizzati i vaccini: peggio del previsto


·Scienza venduta


·Il nuovo che avanza?


·'NUOVE LINEE GUIDA SUL COLESTEROLO: UNA DISGRAZIA E UN BENEFICIO PER LA GRANDE INDUSTRIA'


·MOLTI PRODOTTI ALIMENTARI CONTAMINATI CON ACRILAMIDE


·L'ALLUMINIO DEI VACCINI SOMMINISTRATO NEI TOPI COMPROMETTE LA LORO VITA SOCIALE


·LA GROSSA BUGIA VACCINO-AUTISMO


·La bella favola del fluoro


·ALLUMINIO NEI VACCINI: NON POSSIAMO PIU' PERDERE TEMPO


·I VACCINI FANNO MALE ANCHE AI MILITARI. LO DICE IL PARLAMENTO.


·IMMUNODEPRESSIONE E VACCINI: UNA VOCE FUORI DAL CORO E UN PUNTO DI VISTA DIVERSO


·NON MI AVETE FATTO NIENTE (WE ARE NOT INTIMIDATABLE)


·GIGANTESCA EPIDEMIA DI INFLUENZA? ECCO LA VERA STORIA.


·GLIFOSATO? PD, FORZA ITALIA E LEGA HANNO DETTO SI'!


·FORSE LA VERITA' SUI VACCINI E': THINK


·VACCINI: IL DIBATTITO CHE NON C'E'


·GLAXO: NON AVRAI ALTRO VACCINO ALL'INFUORI DI ME


·VACCINAZIONE E DISORDINI NEUROPSICHIATRICI


·TECH-GLEBA ANCHE PER TE, BISTURIMAN, MEDICO. (NOI CIVILI AMMALATI CREPIAMO, PUNTO.)


·VACCINI: 'E FATEVI QUESTE DANNATE INIEZIONI'



NUOVE VISITE (test)
free counters
Free counters

Downloads
· 1: IL PROFITTO "UBER ALLES"! IL PROFITTO INNANZITUTTO!
· 2: LO STATO DI POLIZIA DEGLI STATI UNITI D'AMERICA E IL MERAVIGLIOSO STRUMENTO DEL GRANDE FRATELLO
· 3: PERCHE' DUNQUE SONO CROLLATI GLI EDIFICI DEL WTC?
· 4: LE INCREDIBILI STORIE DELLA COMMISSIONE SULL'11 SETTEMBRE
· 5: The Politics of Prisons and Prisoners
· 6: Facebook e Controllo della Popolazione


 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.