Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedges

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· John Pilger

· John W. Whitehead

· Libri

· Michael Hudson

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Peter Koenig

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Thierry Meyssan

· Tony Cartalucci

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  Stat

 

 
 
comeDonChisciotte.net: Gran Bretagna

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Gran Bretagna MANCHESTER, L'M16, AL-QAEDA, DAESH E GLI ABEDI

Secondo Scotland Yard, l’attentato del 22 maggio 2017 contro gli spettatori del concerto di Ariana Grande all’Arena di Manchester è stato compiuto da Salman Abedi, identificato grazie a una carta di credito provvidenzialmente trovata in tasca al cadavere dilaniato del “terrorista”.

L’attentato è, in linea generale, interpretato come prova che il Regno Unito non è implicato nel terrorismo internazionale, ma, al contrario, ne è vittima.

SalmanAbedi è nato nel Regno Unito da famiglia d’immigrati libici. Negli ultimi mesi s’è recato in Libia più volte, da solo o in compagnia del padre.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/05/2017 (189 letture)
(Leggi Tutto... | 6287 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Peter Koenig: FALSE FLAG IN MANCHESTER?

Information Clearing House

Government assisted killing of their own citizens for political purposes has become a common pattern. The media are getting ever bolder in disguising such events as ‘Terror’, spreading fear. The public swallows these lies again and again.

British elections are planned for 8 June 2017.

At the end of a pop concert by US singer Ariana Grande in Manchester, an enormous ‘controlled’ explosion killed at least 22 people and injured 59, as reported by British media. Many of them are children and adolescents, as most of the concert-goers were young people.

(TRADUZIONE)

 
 
  Postato da cdcnet il 25/05/2017 (62 letture)
(Leggi Tutto... | 10874 bytes aggiuntivi | Peter Koenig | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna MANCHESTER E I NUMERI. RETAIL TERRORISM. CANDELINE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Numeri di morti, anonimi orrendi numeri, ma sì dai, diamoli, perché serve a capire. E se mai si capisse, tutto finirebbe.

Retail Terrorism, lo dico da anni, cioè terrorismo islamico alla spicciolata, singole cellule distaccate da qualsiasi organizzazione, impossibili da intercettare, da prevedere, armi rudimentali quindi nessuna traccia dei trafficanti normali per i Servizi da seguire, impossibili da intimidire perché loro vogliono morire, noi no. Non li fermeremo mai più, a meno che… (si legga in fondo).

Ma diamoli questi numeri. Loro uccidono le nostre ragazzine. Noi uccidiamo le loro. Valgono uguali, un genitore inglese piange come uno afghano, identico. Chi ha iniziato? Noi. Gli abbiamo preso le terre, le risorse, la democrazia che tentavano di creare, li abbiamo massacrati, e loro si sono ritirati nelle moschee, per non finire nelle camere di tortura della CIA. E dopo 70 anni così, cosa è uscito da quelle moschee? Manchester e quelli prima.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/05/2017 (175 letture)
(Leggi Tutto... | 5219 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna WHAT THE MEDIA DOESN'T WANT YOU TO KNOW ABOUT THE MANCHESTER ATTACK

Here’s what the media and politicians don’t want you to know about the Manchester, UK, suicide attack: Salman Abedi, the 22 year old who killed nearly two dozen concert-goers in Manchester, UK, was the product of the US and UK overthrow of Gaddafi in Libya and “regime change” policy in Syria. He was a radicalized Libyan whose family fled Gaddafi’s secular Libya, and later he trained to be an armed “rebel” in Syria, fighting for the US and UK “regime change” policy toward the secular Assad government.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/05/2017 (96 letture)
(Leggi Tutto... | 4368 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna AS POLLS SHIFT IN ENGLAND AND CONSERVATIVES START TO LOSE GROUND .... TERRORISM

by Scott Creighton
willyloman.wordpress.co

UPDATE: All campaigning suspended “until further notice” which means Mays’ slide is forced to come to a halt.

Last night in Manchester, England as young people were flocking out of a concert by US singer Ariana Grande, a bomb went off in a subway station (Victoria station) that services the venue that was hosting the event (Manchester Arena)

It was said to have been a suicide bomb.

 
 
  Postato da cdcnet il 23/05/2017 (67 letture)
(Leggi Tutto... | 9289 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna SARA' DAVVERO UN DISASTRO LA BREXIT PER GLI INGLESI?

DI DANIEL SHELTER
think-beyondtheobvious.com

Oggi la signora May potrebbe annunciare ufficialmente la Brexit e dare il via al processo di divorzio dalla UE. Un disastro per la Gran Bretagna, secondo i funzionari di Bruxelles, Berlino e Parigi. È veramente così?

 
 
  Postato da cdcnet il 30/03/2017 (243 letture)
(Leggi Tutto... | 8135 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Libri: L'ASCESA DELLA DESTRA

Come la liberalizzazione della Sinistra ha portato all’ascesa dell’Estrema Destra.

Come la liberalizzazione della Sinistra ha portato all’ascesa dell’Estrema Destra Il crollo finanziario del 2008, determinato in gran parte dalla cupidigia e dalla sregolatezza di ricchissimi banchieri, avrebbe dovuto essere una grande opportunità per la Sinistra. Ma invece, contemporaneamente alla crescita dell’opposizione popolare alla globalizzazione amica delle élite, a guadagnare terreno nei paesi di tutto l’emisfero occidentale è stata la Destra, l’Estrema Destra in particolare.

Nel loro nuovo brillante libro, L’Ascesa della Destra [link ad un negozio virtuale in Inglese], tre importanti criminologi, Simon Winlow, Steve Hall e James Treadwell, hanno deciso di spiegare l’ascesa del Nazionalismo di Destra in Inghilterra.

Anche se il libro si occupa principalmente della società e della politica inglese, ci sono lezioni da imparare per i lettori statunitensi e del resto d’Europa. In realtà, vorrei spingermi a dire che se la Sinistra occidentale non presterà attenzione a ciò che Winlow e altri hanno da dire, allora su di essa potrebbe calare il sipario per sempre.

La situazione è davvero grave.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/02/2017 (194 letture)
(Leggi Tutto... | 11429 bytes aggiuntivi | Libri | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Thierry Meyssan: I SORRISI DELLA SIGNORA MAY

di Thierry Meyssan
voltairenet.org

Mentre l’investitura di Donald Trump apre una nuova era nelle relazioni internazionali, ogni Stato tenta di riposizionarsi. Tuttavia, il governo britannico, che si è visto imporre il Brexit dal referendum, cerca di conciliare gli interessi della sua classe dirigente con quelli del suo popolo. Per far questo, il primo ministro Theresa May esplora opzioni contrastanti.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/02/2017 (126 letture)
(Leggi Tutto... | 5534 bytes aggiuntivi | Thierry Meyssan | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna BREXIT: LA GRANDE FARSA BRITANNICA

DI MATTHEW JAMINSON
A seguito della scioccante decisione dell’alta corte di mercoledì 3 Novembre, il governo Britannico di Theresa May si ritrova nell’impossibilità di attivare l’articolo 50, senza previo consenso, e dunque maggioranza dei voti, in entrambe la Camera dei Comuni (eletta) e la Camera dei Lords (non eletta); la grande farsa Britannica nota come brexit sta prendendo una piega ancora più surreale di quanto avessi potuto immaginare. Di questo passo i cittadini Britannici, il resto d’Europa e del Mondo, non la smetteranno più di udire questa terribile non-parola, brexit.
 
 
  Postato da cdcnet il 11/11/2016 (373 letture)
(Leggi Tutto... | 12758 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna IN UN AUDIO SEGRETO, ECCO COSA PENSA VERAMENTE THERESA MAY SULLA BREXIT

DI NICK HOPKINS e ROWENA MASON 
guardian.com

Una registrazione segreta dell’incontro tra Theresa May e Goldman Sachs dello scorso Maggio rivela i suoi timori riguardo a una fuga di imprese dal Regno Unito e il suo vecchio desiderio di vedere il suo Paese leader dell’Europa.

Durante un incontro riservato con i banchieri d’investimento Goldman Sachs un mese prima del referendum inglese, Theresa May esprimeva i suoi timori circa una probabile fuga di imprese dal paese se questo avesse votato per la BRexit.
 
 
  Postato da cdcnet il 28/10/2016 (306 letture)
(Leggi Tutto... | 12984 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna ATTENZIONE AGLI 'EXIT' BRITANNICI

16385-thumb.jpg DI MATTHEW JAMINSON
strategic-culture.org

Il nuovo governo inglese di Theresa May prende tempo e cerca di bloccare l’innesco dell’articolo 50 (del Trattato di Lisbona, NdT). È chiaro a tutti adesso che l’apparato politico era totalmente impreparato al risultato del referendum. È anche un segno che il ritiro dall’Unione Europea sarà un compito così massiccio che prenderà gran parte delle risorse di Whitehall per molti anni avvenire. In molti casi è una “missione impossibile” che in qualche modo rinforza l’irresponsabilità di David Cameron per aver permesso il Referendum in prima analisi. Nessun Primo Ministro che si dica responsabile avrebbe mai aperto questo vaso di Pandora.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/09/2016 (689 letture)
(Leggi Tutto... | 9073 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna UCCIDERE CORBYN

DI DAVID EDWARDS E DAVID CROMWELL
medialens.org

Il voto referendario del Brexit, con un risultato di 52%/48% a favore della separazione dall'Unione Europea, e' stato sfruttato dai media mainstream per lanciare un altro assalto al leader del partito laburista Jeremy Corbyn. “L'imparziale” BBC News, diretta dall'ex editor di Ruper Murdoch, James Harding, e' stata una dei maggiori colpevoli di questa operazione.

Consideriamo l'ondata di dimissioni dei Ministri del Governo Ombra targato Labour che era stata pesantemente promossa in anticipo sulla homepage del sito della BBC: “Meta' del top team Laburista pronto a rassegnare le dimissioni ... notizia scoop della nostra giornalista Laura Kuenssberg”. Quando le prime dimissioni sono cominciate a circolare, si poteva sentire nell'aria la Kuenssberg virtualmente gongolare per la difficile situazione in cui si trovava Corbyn: "Un brutto giorno nella sede per partito. Proprio un brutto giorno (BBC Weekend News, BBC1, 26 Giugno 2016)"

 
 
  Postato da cdcnet il 22/07/2016 (457 letture)
(Leggi Tutto... | 19560 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna BRITAIN: AN ISRAELI PUPPET WITHIN THE EU

Original Title: Haaretz Confirms: Britain Has Been Operating As An Israeli Puppet Within The EU

By Gilad Atzmon
ICH

;With Brexit, Israel Loses a Major Asset in the European-Union,” Haaretz reports. 

 “Britain helped moderate and balance EU decisions about the peace process, blunt criticism and even harness the member states against anti-Israel moves at the UN; voices sympathetic to the Palestinian cause could now become more dominant.”

 The Israelis have started to recognize that the Jewish State: “has lost a significant asset in the European-Union…, Britain leaving would not serve Israeli interests, especially on the Palestinian issue.”

(Traduzione in italiano): HAARETZ CONFERMA: LA GRAN BRETAGNA ERA UNA MARIONETTA DI ISRAELE ALL’INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA

 
 
  Postato da cdcnet il 05/07/2016 (427 letture)
(Leggi Tutto... | 8369 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna I GLOBALISTI VOGLIONO ANNULLARE IL BREXIT ... A RISCHIO LA DEMOCRAZIA!

DI MIKE ADAMS
naturalnews.com

Era il mio titolo principale del 22 giugno, il giorno precedente al voto per il BREXIT: PREVISIONI PER IL BREXIT : i globalisti scipperanno il referendum con un colossale broglio...     

Ed è esattamente quello che si sta verificando sotto i nostri occhi. Come riportato da Breitbart.com , una petizione per il "remain" che ha raggiunto oltre 3 milioni di firme è gestita da script robotici per gonfiare artificialmente i numeri.  

Si spinge per far impennare il numero della petizione oltre i 16 milioni, per poi citarla al fine di annullare il voto democratico del primo referendum e indirne un altro (che i globalisti questa volta potranno controllare meglio).  
 
 
  Postato da cdcnet il 04/07/2016 (625 letture)
(Leggi Tutto... | 11206 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna John Pilger: PERCHE' I BRITANNICI HANNO DETTO NO ALL'EUROPA

DI JOHN PILGER
johnpilger.com

Il voto di maggioranza dei cittadini britannici per lasciare l'Unione Europea è stato un atto di pura democrazia. Milioni di persone si sono rifiutate di sottostare al bullismo, di essere intimidite e ricusate con aperto disprezzo dai loro presunti superiori nei partiti principali, dai leader dell'oligarchia d'affari, delle banche e dei media.

In gran parte, questo è stato un voto di persone arrabbiate e demoralizzate dall'assoluta arroganza dei propugnatori della campagna "Remain" e dallo smembramento di una giusta e civile vita sociale in Gran Bretagna. L'ultimo baluardo delle riforme storiche del 1945, il Servizio Sanitario Nazionale, è stato così sovvertito dai Conservatori e da filibustieri spalleggiati dai Laburisti che sta combattendo per rimanere in vita.

Se ne ebbe un preavviso quando il Tesoriere, George Osborne, l'incarnazione sia dell'antico regime della Gran Bretagna che della mafia bancaria in Europa, minacciò il taglio di 30 miliardi di sterline ai servizi pubblici se le persone avessero votato nel modo sbagliato; un ricatto di enorme portata.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/06/2016 (602 letture)
(Leggi Tutto... | 8958 bytes aggiuntivi | John Pilger | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna BREXIT AND JEWISH OLIGARCHY

Gilad Atzmon
gilad.co.uk

Yesterday Britain voted to leave the EU. The causes of this result have been known for a while. More than half of the Brits are dismayed by the level of immigration, multiculturalism, lack of job opportunities, global capitalism, evaporation of manufacturing and a housing bubble that leaves most young Brits without the prospect of a decent future. 

The Brexit was an outlet for these legitimate frustrations. Yet the problematic symptoms listed above have little to do with the EU or Brussels. Their root cause lies elsewhere.

TRADUZIONE: «BREXIT E OLIGARCHIA EBREA»

 
 
  Postato da cdcnet il 27/06/2016 (769 letture)
(Leggi Tutto... | 11182 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna LA BUFALA DI "TRE MILIONI DI FIRME PER RIFARE IL REFERENDUM BREXIT"...

DI FRANCO TAUCERI
remitur.blogspot.it

A poche ore dal referendum che in Gran Bretagna avrebbe sancito l'uscita della stessa dalla U.E., sulla piattaforma di petizioni del governo britannico è comparsa una petizione per annullare il referendum e rifarne un secondo.

Ovviamente la ridicola iniziativa ha suscitato feroci ironie sul web ("E se al secondo turno vince il "Remain", fanno la "bella" oppure vanno ai rigori?"), e qualcuno si è divertito a proporre sulla stessa piattaforma, provocatoriamente, altre petizioni (esempio geniale: "Ridisputare la battaglia di Hastings del 1066 perché non sono soddisfatto del risultato")

I moderatori della piattaforma hanno comprensibilmente bloccato queste iniziative provocatorie, però è incomprensibile che abbiano lasciato quella originale che vorrebbe un secondo referendum... e dico "incomprensibile" perché non esiste nulla di più sovversivo ed antidemocratico di un'iniziativa che voglia "democraticamente" sovvertire i risultati di una voto popolare, giusto o sbagliato che sia.

 
 
  Postato da cdcnet il 26/06/2016 (411 letture)
(Leggi Tutto... | 8330 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna ECCO PERCHE' IL REGNO UNITO HA DETTO CIAO CIAO ALL'UE

brexitDI PEPE ESCOBAR
sputniknews.com

Quello che era cominciato come una scommessa di David Cameron come sbocco per il malcontento popolare, da usare come leva per contrattare con Bruxelles per maggiori favori, si è incancrenito fino ad un terremoto politico riguardo la dis-integrazione dell’UE.

Il mediocrissimo Donald Tusk, presidente del Consiglio Europeo, ponendosi come uno “storico”, aveva avvertito che il Brexit, “potrebbe essere l’inizio della distruzione non solo dell’UE, ma dell’interezza della civilizzazione politica occidentale”.

È follia. Il Brexit ha provato che si tratta di immigrazione, babbeo. E ancora una volta, che si tratta di economia, babbeo (nonostante l’establishment neoliberale non ci avesse mai dedicato attenzione). Si potrebbe scommettere pesante sul fatto che il sistema UE a Bruxelles non imparerà nulla da questa terapia dello shock – e non si riformerà. Ci saranno elucubrazioni sul fatto che dopotutto il Regno Unito è sempre stato lamentoso, importuno e sempre pronto a chiedere trattamenti privilegiati nei rapporti con l’UE. Per quanto riguarda la “civilizzazione politica occidentale”, ciò che finirà – ed è tanta roba – è la speciale relazione transatlantica tra USA ed UE con il Regno Unito a fare la parte del cavallo di Troia statunitense.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/06/2016 (984 letture)
(Leggi Tutto... | 11884 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna INCREDIBILI BRITANNICI ! RINASCE L'EUROPA DEI POPOLI E ORA PUO' CAMBIARE DAVVERO TUTTO

brexDI MARCELLO FOA
Il Cuore Del Mondo

E ora cambia, davvero, tutto. La decisione degli elettori britannici di lasciare l’Unione europea è storica innanzitutto per il contesto elettorale in cui è maturata. Tutto, ma proprio tutto, lasciava presagire una vittoria del fronte europeista, soprattutto dopo l’uccisione della deputata Joe Cox, che aveva cambiato la dinamica e il clima della campagna elettorale a sette giorni dal voto. L’ondata del cordoglio è stata enorme. E infatti i sondaggi, i mercati, gli scommettitori davano il sì praticamente scontato.

Ci voleva un miracolo per ricambiare il corso della campagna elettorale. E miracolo c’è stato. Forse quel miracolo ha un nome e un volto. Quello della Regina Elisabetta. O meglio del quotidiano popolare più influente del mondo, il Sun, che mercoledì ha fatto lo scoop, lasciando intendere che Sua Maestà era favorevole all’uscita dalla Ue, rivitalizzando così le corde di un patriottismo che si pensava fosse diventato marginale e che invece vibra ancora nel cuore del popolo

 
 
  Postato da cdcnet il 24/06/2016 (611 letture)
(Leggi Tutto... | 4597 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna WHO KILLED LITVINENKO?

Original title: I Assumed Putin’s Russia Had Litvinenko Killed … Then I Looked for Myself

January 25, 2016 "Information Clearing House" - January 22, 2016 - "Washington's Blog"

- I’ve always assumed that Putin’s KGB (now called the FSB) killed Alexander Litvinenko.

But today’s announcement by the British that Putin “probably” approved Litvinenko’s murder made me curious enough to take a look for myself.

Initially, Litvinenko was poisoned with radioactive polonium as he sipped tea in an upscale London hotel. The report makes it sound like only Russia had access to polonium, but it’s actually available online to anyone.
 
 
  Postato da cdcnet il 26/01/2016 (495 letture)
(Leggi Tutto... | 10465 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna CHI LAVA PIU' BIANCO ?

La Gran Bretagna è un centro di riciclaggio del denaro sporco

DI VLADIMIR PLATOV
journal-neo.org

Come risulta nel recente rapporto pubblicato dalla Banca d’Inghilterra, metà delle banconote inglesi vengono usate per il riciclaggio di denaro da organizzazioni criminali o circolano all’estero. L’economia ombra inglese riguarda soprattutto attività criminali che includono, in aggiunta ai traffici di droga e prostituzione, considerevoli pagamenti per beni e servizi come, per esempio, lavori edili che permettono di evitare le tasse. Secondo il rapporto, l’economia ombra ammonta al 10% circa del prodotto interno lordo della Gran Bretagna.

Il fatto che Londra sia la capitale mondiale di riciclaggio del denaro sporco è già stato menzionato dai mass media inglesi. In particolare, l’Indipendent ha svelato ai suoi lettori che miliardi di sterline vengono riciclate da criminali e funzionari esteri che comprano costosi beni immobili a Londra tramite società di comodo. Delle 36.342 proprietà private comprate recentemente da società di comodo offshore, un numero grandissimo di immobili è stato comprato anonimamente al fine di nascondere l’origine dei soldi rubati.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/12/2015 (510 letture)
(Leggi Tutto... | 5898 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna LA VITTORIA DI JEREMY CORBYN

v2-CorbynDI GILAD ATZMON
gilad.co.uk

La Vittoria di ieri di Jeremy Corbyn è un chiaro messaggio al mondo politico britannico. Voi politici è meglio che iniziate ad ascoltare la gente, altrimenti ve ne dovrete andare.

La sua vittoria  ha implicazioni che vanno al di là della politica inglese attuale. Nelle ultime settimane un'alleanza fatta da leadership inglesi ebraiche (BOD, Jewish Chronicle etc.) e fortemente sostenute da loro custodi all'interno dell'establishment britannico, hanno intrapreso come al solito una campagna molto pesante contro Corbyn. Una campagna violenta e calunniosa contro l'ultimo signore nella politica britannica e probabilmente l’uomo più bello in Parlamento.

Prima delle elezioni, appena è apparso chiaro che Corbyn era davanti ai suoi rivali e destinato a diventare il prossimo leader laburista, i media ebraici e sionisti hanno usato tutti i loro trucchi per distruggerlo.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/09/2015 (463 letture)
(Leggi Tutto... | 4023 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna PROPOSTA RADICALE DI JEREMY CORBIN: UN QUANTITATIVE EASING PER LE PERSONE

labourDI ELLEN BROWN
counterpunch.org

Jeremy Corbyn, il candidato sul ‘cavallo scuro’ [1] attualmente in testa nei sondaggi per la leadership del Partito Laburista Britannico, ha incluso nella sua piattaforma un ‘Quantitave Easing per le persone’. Nella presentazione del 22 Luglio egli ha detto:

”Il 'riequilibrio' di cui sto parlando si riferisce a quello della finanza nei riguardi dei settori sostenibili e ad alta crescita del futuro. Com’è che possiamo fare? Una possibilità sarebbe quella di conferire alla Banca d'Inghilterra un nuovo mandato, quello di migliorare la nostra economia investendo massicciamente in nuove abitazioni, nell'energia, nei trasporti e nei progetti digitali. Un Quantitative Easing per le persone, quindi, invece che per le banche”.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/09/2015 (779 letture)
(Leggi Tutto... | 14423 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna JEREMY CORBYN E GLI EBREI – GLI INGLESI VOGLIONO UN CAMBIAMENTO RADICALE

CLa5DI GILAD ATZMON
veteranstoday.com

Il rapporto tra Jeremy Corbyn e gli ebrei britannici può essere riassunto da questa breve considerazione: il successo di Corbyn rappresenta un cambiamento forte e popolare all'interno del pensiero politico britannico, mentre la campagna orchestrata contro di lui dimostra che gli ebrei, ancora una volta, si contrappongono alle persone che vogliono il cambiamento.

L’irresistibile e crescente popolarità di Jeremy Corbyn può essere spiegata con facilità. All’interno della sinistra inglese, dopo decenni di marxismo culturale, di divisive politiche identitarie e di dominazione sionista-neocon, Corbyn ha finalmente portato una valida alternativa ideologica.

Corbyn sembra poter riunire tutti gli inglesi. Si preoccupa dei deboli, degli studenti e dei giovani. Si oppone all’interventismo militare ed al legame del New Labour con il ‘grande capitale’, con i ‘privilegiati’ e con qualsiasi ‘eccezionalismo’. Egli pensa al futuro e promette di riparare ai danni creati da Blair e da Cameron. In altre parole, rappresenta il ritorno della buona, cara e vecchia sinistra.
 
 
  Postato da cdcnet il 02/09/2015 (499 letture)
(Leggi Tutto... | 6893 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Storia: WINSTON CHURCHILL: THE IMPERIAL MONSTER

churchill Fear-Monger, War Criminal, Racist

by MICHAEL DICKINSON
counterpunch.org

This week Britain is commemorating the fiftieth anniversary of the death of Winston Churchill. Millions of people worldwide watched his state funeral on television in 1965, and thousands of people lined the streets of London to pay their last respects as his cortege slowly passed. But I somehow doubt that President Obama will be adding his own warm words of remembrance for the iconic British wartime leader.
After all, his own paternal grandfather, Hussein Onyango Obama, was one of 150.000 rebellious Kikuyu “blackamoors” forced into detention camps during Churchill’s postwar premiership, when the British governnment began its brutal campaign to suppress the alleged “Mau Mau” uprising in Kenya, in order to protect the privileges of the white settler population at the expense of the indigenous people. About 11,000 Kenyans were killed and 81,000 detained during the British government’s campaign to protect its imperialist heritage.

[Churchill statue in London. Photo: Getty Images.]
 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2015 (875 letture)
(Leggi Tutto... | 15546 bytes aggiuntivi | Storia | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Musica: BOB GELDOF: IL TUO TEMPO E' FINITO. VATTENE PER FAVORE

DI LEO HENGHES E KWEZI TABARO
counterpunch.org

Lasciamo respirare (e cantare) l’Africa!

Questa settimana verrà ripubblicata su CD l’ultima versione di Band Aid della famosa canzone di beneficenza ‘Do they know it’s Christmas’ (Lo sanno che è natale? ndt)

Registrata per la prima volta nel 1984 per innalzare la consapevolezza sulla fame in Etiopia, la canzone è diventata uno dei single più venduti di tutti i tempi nel Regno Unito. Una seconda versione è uscita nel 2004, ed ora abbiamo la terza nel 2014.

Guidato dal musicista irlandese Bob Geldof, Band Aid ha rivoluzionato il modo in cui le opere di beneficenza raccolgono fondi, ha ispirato altre iniziative come “We are the World” e “Live 8”, ed ha avuto un sensibile  impatto sulla percezione dell’Africa da perte del pubblico inglese.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/12/2014 (860 letture)
(Leggi Tutto... | 12366 bytes aggiuntivi | Musica | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna SCAPPA SCOZIA, SCAPPA

DI JULIAN MCLEOD
mymanifesto.co

Per nascita ed educazione sono inglese, ma mi piace che per la mia ascendenza Scozzese e Gallese sono anche "British". Così come mi piace il fatto che con gli scozzesi siamo rivali negli sport, come il rugby e il calcio, e che le nostre storie e le nostre culture siano ricche, intrecciate e tuttavia diverse, ma queste profonde differenze sono parte di noi e della complessità che si crea nel condividere la stessa nazione.

Ma se io fossi scozzese e avessi l'opportunità di scappare dalla politica di Westminster, io voterei per l'indipendenza immediatamente. Il fatto è che certi scozzesi hanno visto che esiste una via di fuga dall'oppressione, ma sono riluttanti a prendere questa decisione, è come quando una moglie maltrattata non si decide, non ha il coraggio, di lasciare il marito.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/09/2014 (656 letture)
(Leggi Tutto... | 8286 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna SULL'INDIPENDENZA DELLA SCOZIA

scottishreferendumDI TARIQ ALI
counterpunch.org

Rompere con il decrepito stato britannico

La Scozia è stata a lungo una nazione. Scopriremo presto se i suoi cittadini vogliono che questa nazione diventi uno stato. Io spero che lo vogliano. Questo non soltanto offrirà nuove opportunità per il loro stesso paese, ma spezzerà il decrepito ed atrofizzato stato britannico e ridurrà la sua attitudine ad essere vassallo degli Stati Uniti.

Di qui gli appelli di Obama ed Hillary Clinton a votare “no”, una posizione che Blair condivide in pieno, ma non osa ammettere, temendo che il suo intervento possa far inclinare la bilancia nella direzione opposta. Non si tratta qui di questioni di principio, ma solo di interessi imperialisti.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/09/2014 (594 letture)
(Leggi Tutto... | 4296 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Terrore e Guerre: KILLER ROBOT FLIGHT

Video of UK’s autonomous drone released

rt.com

The UK’s BAE Systems have unveiled footage of the unmanned combat drone, Taranis, on its maiden flight. While it hails the drone - capable of self-selecting targets - as “inspiration for nation,” activists are urging to ban the use of its auto-kill mode.

Defense companies are keen for their new arms and hardware to look appealing to the public, as attested by a series of clips uploaded to BAE Systems’ YouTube channel on Wednesday.

Named “Taranis” after the Celtic god of thunder, a new British unmanned aerial combat vehicle was displayed in its full glory in a short test-flight filmed last year.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/02/2014 (746 letture)
(Leggi Tutto... | 5462 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Repressione: DISOBBEDIENZA CIVILE ? IL SINDACO DI LONDRA VUOLE GLI IDRANTI

FONTE: ZEROHEDG.COM

Anche se gli Stati Uniti sono sotto uno strato di ghiaccio, in Inghilterra si pensa già alla prossima estate che sarà calda e secca. A meno che la preoccupazione sia un’altra, perchè altrimenti la richiesta del sindaco di Londra, Boris Johnson, di mettere gli idranti lungo le strade della capitale può solo sembrare un segnale che almeno in certi quartieri ci si aspettino azioni di disobbedienza civile e che ci si stia attrezzando per cercare mezzi idonei ma "non letali”, per contenerla.

SkyNews  ha commentato che "Il sindaco di Londra dice che le armi saranno utilizzate solo in" circostanze estreme", però, si teme gli idranti possano essere usati anche per disperdere piccoli gruppi che protestano legittimamente.

Il Sindaco Johnson dice che gli idranti serviranno nel caso che si ripetano i tumulti estivi del 2011.


 
 
  Postato da cdcnet il 09/01/2014 (1488 letture)
(Leggi Tutto... | 6498 bytes aggiuntivi | Repressione | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.