Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedges

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· John Pilger

· John W. Whitehead

· Libri

· Michael Hudson

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Peter Koenig

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Thierry Meyssan

· Tony Cartalucci

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  Stat

 

 
 
comeDonChisciotte.net: Siria

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Siria U.S.A. ATTACCANO MILITARI SIRIANI VICINO TANF, AL CONFINE GIORDANO

Brandon Turbeville
activistpost

Dopo la conferma del movimento dell'esercito siriano verso Deir ez-Zour e al-Tanf, sembrava quasi inevitabile uno scontro tra le forze governative siriane e quelle anglo-statunitensi oltre ai terroristi ospitati e addestrati alla base occientale di Tanf.

Alla fine, il 18 maggio, la forza aerea di Al-Qaeda ha colpito di nuovo con un assalto degli USA su un convoglio militare dell'esercito siriano.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/05/2017 (153 letture)
(Leggi Tutto... | 4810 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria FORZE SIRIANE AVANZANO VERSO BASE ANGLO-AMERICANA

IL RAPPORTO AFFERMA CHE L'ESERCITO SIRIANO SI TROVA A 15 MIGLIA

Precedenti segnalazioni di forze siriane dirette verso Deir ez-Zour e, quindi, verso le truppe occidentali sono state ora a quanto pare confermate. Secondo numerose fonti, i militari siriani stanno sempre più avvicinandosi ad una base di forze speciali congiunte anglo-americane, situata ad al-Tanf e adesso si trovano a 15 miglia di distanza.

La probabilità di uno scontro diretto dei siriani con le forze anglo-americane e perciò tra russi e le forze anglo-americane sta ora divenendo reale in quanto il governo siriano non sembra disposto a permettere che USA e Gran Bretagna semplicemente invadano e occupino ancora più territorio di quanto già non abbiano.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/05/2017 (222 letture)
(Leggi Tutto... | 6550 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Coercizione mentale: FORNI CREMATORI IN SIRIA: VECCHIA E SMASCHERATA PROPAGANDA

La propaganda degli USA scende ogni anno a livelli sempre più infantili, anche se mantiene lo scopo di giustificareun maggiore coinvolgimento militare nella crisi siriana da loro creata. Sempre pronti ad invocare le memorie di Adolf Hitler, dei nazisti e dell'olocausto ad ogni occasione, vanno ora affermando che non solo Bashar al-Assad controlla imponenti strutture carcerarie dove civili per lo più innocenti sono affamati e torturati ma che abbia messo in funzione forni crematori dove vengono distrutti i corpi delle vittime.

Questo nuovo giro di propaganda si basa su un rapporto smascherato di Amnesty International rilasciato nel febbraio 2017 intitolato “Human Slaughterhouse: Mass Hangings And Extermination At Sednaya Prison, Syria.” Il rapporto conteneva molto materiale scritto ma naturalmente nessuna vera prova. Il solo indizio contenuto in quelle pagine erano foto satellitari che mostravano un edificio che Amnesty International indicava come carcere. Le foto mostravano la stessa cosa che poteva apparire a qualsiasi americano come una scuola pubblica statunitense.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/05/2017 (118 letture)
(Leggi Tutto... | 12565 bytes aggiuntivi | Coercizione mentale | Voto: 0)
 

 
  Siria Mike Whitney: IS NORTH KOREA A DIVERSION FOR A US-JORDAN INVASION OF SYRIA?

Syrian President Bashar Al-Assad said that his country has information that Jordan is planning to send its troops into southern Syria in cooperation with the United States….’Jordan is not an independent country. Whatever the United States wants, it will happen,’ said Assad.”

— Middle East Monitor

In the event of a de-facto partition of Syria, the US and its allies will get a strategically important region. It is through Deir Ezzor that the proposed gas pipeline from Qatar is supposed to run….The Deir Ezzor province is also home to Syria’s largest oil deposit, the Al-Omar. …the city and the province are of particular value since the deposits there contain the highly valuable light sweet crude usable in the production of gasoline and diesel fuel.

— South Front, “The Stronghold of Deir Ezzor; What You Need to Know”

 
 
  Postato da cdcnet il 04/05/2017 (83 letture)
(Leggi Tutto... | 20587 bytes aggiuntivi | Mike Whitney | Voto: 0)
 

 
  Siria Interviste: ASSAD: ISRAEL IS PROVIDING SUPPORT TO TERRORISTS IN SYRIA

By Telesur
Information Clearing House - SANA

Damascus, SANA-President Bashar al-Assad affirmed that the objective of the American and western allegations about chemical weapons is to support terrorists in Syria.

President al-Assad added in an interview given to Venezuelan Telesur TV that the solution in Syria should be through stopping outside support to the terrorists and reconciliation among the Syrians.

Journalist: Mr. President, thank you for receiving us.

President Assad: I welcome you and teleSUR TV in Syria. You are welcome.

Question 1: Let’s start directly with the latest developments. Russia has warned that there might be other alleged chemical attacks. What are the precautionary measures that Syria has taken in order to prevent that?

 
 
  Postato da cdcnet il 30/04/2017 (81 letture)
(Leggi Tutto... | 28054 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Siria Interviste: NAMAN TARCHA: VI RACCONTO IL MARTIRIO DELLA MIA PATRIA CHE RESISTE

La modernità ci presenta (spesso come aspetti dello stesso fenomeno) sfide e soluzioni. La rete ed i social network sono armi di “distrazione di massa” che inaridiscono la società e scoraggiano l’impegno politico, ma nello stesso tempo offrono gli unici spiragli alle voci di informazione alternativa. La facilità con cui è possibile produrre e contraffare documenti visivi (foto e filmati) ci espone a raffinate forme di  manipolazione, ma ci offre l’accesso ad un bacino pressoch√© infinito di informazione diretta e non mediata. Anche l’immigrazione, che da un lato rappresenta un problema ed una potenziale minaccia di destabilizzazione sociale, dall’altro ci fornisce il punto di vista di persone nate all’estero e cresciute in Italia, mediatori culturali “naturali” estremamente adatti a spiegarci le loro realtà di origine ed a “tradurle” per il pubblico italiano.
Naman Tarcha, siriano della comunità cristiana, nato ad Aleppo, vive nel nostro paese da più di 20 anni, giornalista, conduttore e tv reporter, occupandosi di Medio Oriente e mondo arabo, ha avuto significative esperienze in diverse testate ed emittenti tv tra i quali Sky e Rai, e attualmente collabora con diversi canali televisivi arabi da Roma.  Abbiamo deciso di approfittarne intervistandolo per voi.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/04/2017 (221 letture)
(Leggi Tutto... | 22797 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Siria Stephen Lendman: TERRORISTS ARE TERRORISTS AND NOT 'REBELS' IN SYRIA

By Stephen Lendman
ICH

Waging war depends on disinformation, deception and Big Lies – used to justify the unjustifiable.

Conflict in Syria isn’t civil. All anti-government forces are US-supported terrorists (under various “jihadist” Al Qaeda affiliated labels). Names of different groups don’t matter. 

They’re all cut out of the same cloth.  They can’t exist without foreign support. State actors bear full responsibility for turning Syria into a charnel house.

 
 
  Postato da cdcnet il 22/04/2017 (88 letture)
(Leggi Tutto... | 8201 bytes aggiuntivi | Stephen Lendman | Voto: 5)
 

 
  Siria LA STRAGE DEGLI INNOCENTI ALLA VIGILIA DI PASQUA

È brutto dover scrivere di simili fatti in periodo di feste, eppure ieri, sabato 15-4-2017, vigilia di Pasqua per il mondo cristiano, una strage tremenda ha sconvolto ancora una volta le nostre coscienze.

Un gruppo di civili di fede sciita era in corso di trasferimento concordato tra il governo siriano, le autorità delle Nazioni Unite e i capi dei terroristi che circondano da anni l’enclave nei pressi di Idlib, si trovava a bordo di autobus per essere portato al sicuro, lontano dai bombardamenti e dalle privazioni dell’assedio patito per anni.

Durante il trasferimento il convoglio √© stato fatto fermare, dopo sono esplose una o più auto bombe preparate dai terroristi di Al Qaeda. In questa zona il famigerato FSA Free Syrian Army è ridotto ad una presenza del tutto marginale, le milizie qui presenti sono tutte (o quasi) integrate nell’alleanza Qaedista. I moderati non sanno neppure cosa siano, esistono solamente nelle fantasie dei media occidentali.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2017 (214 letture)
(Leggi Tutto... | 6901 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria LA MENZOGNA INFINITA

luogocomune.net

Non se ne può più. Ormai viviamo sotto un flusso di menzogne continue, avallate dai nostri giornalistucoli da quattro soldi, e non riusciamo più a liberarcene.

L'ultima è di oggi: non solo sarebbero stati i siriani a perpetrare l'attacco chimico di Idlib, ma si sarebbero pure fatti intercettare nella preparazione di suddetto attacco. Dall'ANSA di oggi leggiamo: "Militari e intelligence Usa hanno intercettato comunicazioni di militari siriani ed esperti circa la preparazione per l'attacco con armi chimiche compiuto a Idlib la scorsa settimana."

Quindi, non solo Assad sarebbe così stupido da tirarsi addosso le ire del mondo con un attacco chimico assolutamente inutile, quando già stava vincendo la guerra con i mezzi convenzionali, ma i suoi militari sono così stupidi da farsi pure intercettare nella preparazione di tale attacco.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2017 (324 letture)
(Leggi Tutto... | 3646 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria BAMBINI UCCISI PER VIDEO DI PROPAGANDA

Ordered Censored by Trump ! Secondo le Associazioni Mediche Svedesi i Caschi Bianchi hanno ammazzato i bambini per girare il falso video sull’ Attacco con i Gas.

DI GORDON DUFF
Veterans Today

Quando arriveranno al pettine, anche per l’America, i nodi dei sensi di colpa, come fu per la guerra della Germania nazista ?

Il Presidente Trump ora minaccia  di portare l’America in guerra contro la Siria, l’Iran e anche contro la Russia, una guerra che dice sia giustificata dalla “prova” che hanno inviato i Caschi Bianchi dalla Siria.  

Dimostreremo oltre ogni dubbio che si tratta di una fiction organizzata dallo “stato profondo”, un misto tra CIA, al Qaeda e  Servizi Segreti britannici. Ora abbiamo la prova “  sicura” che Trump e le “fake News” che arrivano dal M.O. sono e sono sempre stati in sincronia, per prendersi gioco di tutti.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2017 (232 letture)
(Leggi Tutto... | 13514 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Siria ANALISI E CONSEGUENZE DELL'ATTACCO MISSILISTICO STATUNITENSE ALLA SIRIA

Una analisi a più livelli dell’attacco statunitense con missili da crociera alla Siria, e delle sue conseguenze

Il recente attacco missilistico americano contro una base dell’aeronautica siriana è un evento così importante, da così tanti punti di vista, da richiedere il suo esame in dettaglio. Proverò a farlo oggi, con la speranza di riuscire a fare un po’ di luce su un attacco piuttosto strano che, nondimeno, avrà profonde conseguenze. Ma per prima cosa, cominciamo dando un’occhiata a ciò che è effettivamente accaduto.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2017 (286 letture)
(Leggi Tutto... | 58070 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Imperialismo: CONVOGLIO MILITARE DEGLI U.S.A. DIRETTO ALLA NUOVA BASE NELLA SIRIA SETTENTRIONALE

Brandon Turbeville
activistpost.com

In ciò che appare essere il secondo evento di una accelerata, sebbene graduale, invasione della Siria da parte degli U.S.A., un importante convoglio di mezzi militari è stato visto dirigersi dalla Turchia alla nuova base statunitense in Kobane (Ayn al-Arab), nel nord della Siria, nella provincia di Aleppo.

Una nuova segnalazione di Al-Masdar riguarda infatti immagini satellitari che sono state in grado di catturare i veicoli che si dirigevano alla base recentemente costruita (e che nell'immagine dell'11 aprile appare quasi completata).

 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2017 (176 letture)
(Leggi Tutto... | 4686 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Siria Servizi segreti: CASA BIANCA: ECCO LE "PROVE" DELL'ATTACCO CHIMICO DI ASSAD

Ehm, scusate ma non possiamo rendere pubbliche tutte le prove accumulate dai servizi segreti per la necessità di proteggere le fonti e i metodi.
Per inciso, il
rapporto del 2013 del regime Obama cominciava quasi nello stesso identico modo,  mentre separatamente l'ONU stabiliva che erano i ribelli ad avere lanciato l'attacco.
Certo è che se non mostri uno straccio di prova (un video, un'immagine satellitare) è difficile che qualcuno ti creda ad eccezione dei mezzi di informazione ufficiali. 

 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2017 (260 letture)
(Leggi Tutto... | 5027 bytes aggiuntivi | Servizi segreti | Voto: 0)
 

 
  Siria FORZE STATUNITENSI ENTRANO IN SIRIA DAL CONFINE GIORDANO

Breaking Reports: U.S. Forces Entering Syria From Jordanian Border

By Brandon Turbeville
activistpost.com

Reports coming in from Lebanon and Syria are indicating that the United States is not done with its direct assault on Syria even as the al-Sha’aryat airbase that was targeted by American Tomahawk missiles is back up and running.

As independent journalist, Sarah Abdallah, reports, around 20 U.S. armored vehicles have poured across the Jordanian border into Syria. At this time, it remains unclear as to what the purpose of the vehicles might be. Abdallah is based in Lebanon.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2017 (637 letture)
(Leggi Tutto... | 2826 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria AGGIORNAMENTO IMPORTANTE SULL'ATTACCO AMERICANO ALLA SIRIA

Ho un aggiornamento importante: sulla base di fonti russe, che includono dei filmati e i servizi di un giornalista russo sul posto, Evgenij Poddubnyi, è ora chiaro che l’attacco degli Stati Uniti è stato in gran parte simbolico. Eccone la prova:

- I Russi hanno ricevuto un avvertimento che, ovviamente, hanno trasmesso ai Siriani. Gli Americani sapevano che questo sarebbe accaduto.

- La base aerea siriana è stata leggermente danneggiata: alcuni aerei sono stati danneggiati o distrutti, ma molti di questi erano in riparazione e non potevano volare; i serbatoi di carburante sono stati distrutti; un certo numero di bunker per aerei sono stati danneggiati o distrutti; sono stati distrutti anche alcuni alloggiamenti;

- Ci sono state 6 o 7 vittime, ovvero molto poche.

- Fondamentale, le piste non hanno subito danni.

 
 
  Postato da cdcnet il 07/04/2017 (536 letture)
(Leggi Tutto... | 8360 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Tony Cartalucci: US MISSILES STRIKE SYRIAN FORCES FIGHTING AL QAEDA

Tony Cartalucci
journal-neo.org

Upward to 60 cruise missiles fired by the US military struck a Syrian military air base near Homs – which currently constitutes the font line between Syrian Arab Army forces and multiple US State Department designated terrorist organizations, including Al Nusra and the self-proclaimed “Islamic State.”

The strike was allegedly carried out as retaliation for a supposed “chemical weapons attack” near the northern Syrian city of Idlib, which currently serves as the defacto capital of Al Qaeda forces remaining in Syria.

Rushed Strikes Based on Dubious WMD Claims

The strikes were carried out based on dubious claims unsubstantiated with material evidence – claims made by militants and foreign-funded fronts posing as aid organizations. Similar claims have been made, and verified as false since and including the Ghouta chemical attack in 2013.

 
 
  Postato da cdcnet il 07/04/2017 (135 letture)
(Leggi Tutto... | 9226 bytes aggiuntivi | Tony Cartalucci | Voto: 0)
 

 
  Siria LA PROPAGANDA ANTI SIRIANA RIALZA LA TESTA

È ormai evidente agli occhi di un cieco come le difficoltà crescenti del ressemblement qaedista, che controlla per intero la provincia di Idlib, spingano i terroristi ad intensificare le manovre di propaganda.

Oggi hanno inscenato nuovamente, come già fecero nel 2013, un attacco chimico, e naturalmente di questo accusano lo stato siriano.

Facciamo il punto della situazione militare nella provincia di Idlib, roccaforte di Al Qaeda e dei suoi dolci e petalosi “White Helmets”.

Una decina di giorni fa, Al Qaeda, con la sua rinnovata alleanza di gruppi jihadisti, ha lanciato una potente offensiva verso Hama. Hanno necessità di ottenere una vittoria importante, essendo ormai più di un anno e mezzo che retrocedono su tutti i fronti.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/04/2017 (304 letture)
(Leggi Tutto... | 9832 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria L'ESERCITO SIRIANO DISTRUGGE DEPOSITO DI ARMI CHIMICHE DEI TERRORISTI

Un portavoce dell'esercito siriano ha detto che nell'operazione hanno partecipato caccia Sukhoi Su-22 che non trasportano armi chimiche.

L'esercito siriano ha distrutto un deposito di armi chimiche nella città di Khan Shekhoun nella provincia nord-occidentale di Idlib.

L'agenzia Reuters riportava, citando il londinese Syrian Observatory for Human Rights, che un attacco aereo di caccia siriani o russi hanno presumibilmente ucciso 58 persone, compreso 11 bambini. L'attacco aereo secondo la Reuters era effettuato da forze governative con l'uso sospetto di armi chimiche. L'esercito siriano nega le accuse, affermando di non usare e di non avere usato armi chimiche.

Fonte: http://tass.com/world/939351

 
 
  Postato da cdcnet il 04/04/2017 (776 letture)
(Leggi Tutto... | 6118 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria DEIR EZ ZOR: UN NOME CHE DOVREBBE FAR VERGOGNARE TUTTO L'OCCIDENTE

Una catastrofe umanitaria nascosta, la complicità verso una tragedia ignobile

Padre Elias Janji, prete armeno cattolico siriano sui mezzi di informazione occidentali: “I media europei ci hanno tradito, non dicono la verità”.

Deir ez Zor o Deir Ezzor, una città nel governatorato omonimo della Siria orientale, era la settima più grande città del Paese; situata a circa 450 km da Damasco, situata sulle rive del fiume Eufrate, aveva circa 215.000 residenti. La maggioranza dei suoi abitanti è formata da arabi musulmani, oltre a una forte e radicata comunità armena siriana; a Deir ez Zor convivevano tutti insieme sunniti, assiri siriaci, arabi e kurdi e cristiani.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/03/2017 (212 letture)
(Leggi Tutto... | 9198 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Tony Cartalucci: ISRAEL: AMERICA'S MAD DOG IN SYRIA

By Tony Cartalucci
blacklistednews.com

Israel has played an increasingly provocative role in the destructive conflict unfolding within and along Syria’s borders since 2011. To many observers, it appears Israeli policy borders between opportunistic and unilateral aggression. In reality, Israel’s role in the Syrian conflict fits a much larger and long-term pattern with Anglo-American plans not only for Syria but for the entire region.

A more recent row between Israel and Syria was the reported incursion of Israeli warplanes into Syrian airspace, including attacks near the eastern Syrian city of Palmyra. Palmyra hosts an ongoing battle between Syrian forces and the self-proclaimed “Islamic State” (ISIS) terrorist organization. Israeli airstrikes against Syrian forces – then – would have facilitated ISIS operations in the region.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/03/2017 (134 letture)
(Leggi Tutto... | 9219 bytes aggiuntivi | Tony Cartalucci | Voto: 0)
 

 
  Siria TRUPPE RUSSE E STATUNITENSI SONO ORA NELLA STESSA CITTA' SIRIANA

March 19, 2017 at 10:55 am
Written by Darius Shahtahmasebi
ANTIMEDIA

A regional and international proxy war that began in 2011 could well be on its way to becoming a hot global conflict as Russian and American troops arrive in the same Syrian city.

According to the Military Times, the U.S. military has launched a “reassurance and deterrence” mission in the Syrian city of Manbij, which is set to become more complicated with the arrival of Russian troops and continued advances by Turkish-backed rebels.

 
 
  Postato da cdcnet il 19/03/2017 (204 letture)
(Leggi Tutto... | 3842 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Terrore e Guerre: US Illegal Invasion of Syria is an Act of War

It Didn’t Take Long for Trump to Become a Warmonger

friendsofsyria

Assad: No one invited US to Manbij, all foreign troops in Syria without permission are ‘invaders’

Donald Trump is continuing Obamas illegal invasions of Sovereign Nations against International law.

Only in power for a few months and US Warmongering continues. Trump has broken his election promises of no more invasions and has actually put boots on the ground in Syria.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/03/2017 (139 letture)
(Leggi Tutto... | 1970 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Siria US MARINES IN SYRIA TO PROTECT ISIS IN RAQQA

Marines have arrived in Syria to fire artillery in the fight for Raqqa

By Dan Lamothe and Thomas Gibbons-Neff

U.S. Marines with the 11th Marine Expeditionary Unit attach a concrete barrier to a CH-53E Super Stallion during helicopter external load training at Arta Beach, Djibouti, on Feb. 15. (Lance Cpl. Brandon Maldonado/Marine Corps)

Marines from an amphibious task force have left their ships in the Middle East and deployed to Syria, establishing an outpost from which they can fire artillery guns in support of the fight to take back the city of Raqqa from the Islamic State, defense officials said.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/03/2017 (170 letture)
(Leggi Tutto... | 6735 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria THE CANCER OF WAR: US USED DEPLETED URANIUM IN SYRIA

undefinedDaniel McAdams
ronpaulinstitute.org

Despite vowing not to use depleted uranium (DU) weapons in its military action in Syria, the US government has now admitted that it has fired thousands of the deadly rounds into Syrian territory. As Foreign Policy Magazine reports:

US Central Command (CENTCOM) spokesman Maj. Josh Jacques told Airwars and Foreign Policy that 5,265 armor-piercing 30 mm rounds containing depleted uranium (DU) were shot from Air Force A-10 fixed-wing aircraft on Nov. 16 and Nov. 22, 2015, destroying about 350 vehicles in the country’s eastern desert.

 
 
  Postato da cdcnet il 19/02/2017 (136 letture)
(Leggi Tutto... | 3623 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria AL-QAEDA CONSOLIDATES ITS FRONT GROUPS IN SYRIA

Moon Of Alabama

A few days ago Al-Qaeda in Syria and the Salafist Takfiri group Ahrar al Sham produced a show claiming they were fighting each other. I fell for it and wrote:

The Turkish, Russian and Iranian governments had agreed on talks in Astana in Kazakhstan between delegations from "moderate" militant groups in Syria and the Syrian government. Ahrar al Sham, which ideologically borders between al-Qaeda and the "moderates", was also invited. It declined to take part in solidarity with the not invited designated terrorist group Jaish Fateh al-Sham (the former Nusra Front aka al-Qaeda in Syria).

Russia had suggested the talks with the intent of separating the "moderate" Takfiris under Turkish control from the designated "terrorist" Takfiris. The talks had no immediate results but still achieved their purpose. Shortly after the talks began al-Qaeda attacked Ahrar al Sham. After some on and off fighting al-Qaeda started yesterday to attack all "moderate" Takfiri groups in Idleb and Aleppo governate.

I was wrong. Ahrar did not fight with al-Qaeda, al-Qaeda did not attack it.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2017 (139 letture)
(Leggi Tutto... | 7324 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria I "RIBELLI" CHE SI COMBATTONO TRA LORO E LE PERDITE TURCHE AIUTANO IL GOVERNO E ALLEATI

Durante gli ultimi giorni dell’amministrazione Obama, l’esercito degli Stati Uniti ha colpito un grosso campo di addestramento di al-Qaeda nella provincia di Idlib, in Siria. Il campo era noto come centro di addestramento per i combattenti europei. I bombardieri strategici B-52 hanno scaricato sulla zona un ingente quantitativo di bombe. Più di 100 persone sono rimaste uccise nell’attacco. L’esistenza del campo, anche se probabilmente non l’esatta collocazione, era nota fin dal 2013, ma gli Stati Uniti non lo avevano mai toccato prima d’ora. Qualcuno ha ipotizzato che l’attacco avesse lo scopo di distruggere le prove di una collaborazione fra USA e al-Qaeda in Siria.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2017 (255 letture)
(Leggi Tutto... | 10971 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria STRATEGIA IN SIRIA RICICLATA PER TRUMP

DI GARETH PORTER
Middle East Eye

Quelli che vogliono il cambio di regime in Siria stanno impacchettando nuovamente i loro piani per rivenderli a Trump.

Ma è sempre il solito pacco

Una nuova coalizione di organizzazioni con sede negli USA sta spingendo per un intervento ancora più aggressivo da parte degli Stati Uniti contro il regime di Assad. Purtroppo per loro sia la guerra in Siria sia la situazione politica in patria si sono rivoltate drammaticamente contro l’obiettivo.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/01/2017 (166 letture)
(Leggi Tutto... | 10093 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria ISRAEL BOMBS SYRIAN MILITARY AIRPORT NEAR ASSAD'S PRESIDENTIAL PALACE

by Sergey Gladysh
friendsofsyria.wordpress.com

Syrian media are reporting that Israeli jets have bombed the Mezzeh military airport west of Damascus, accusing Tel Aviv of supporting terrorism.

The airport was rocked by multiple explosions, SANA state news agency stated.

A spokesman for the Syrian army said that several missiles were fired at the Mezzeh airport from the Lake Tiberias area in northern Israel at around midnight on Friday. He has called the incident a “flagrant attack” which confirms Israel’s “support of terrorist groups,” and warned of repercussions.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/01/2017 (161 letture)
(Leggi Tutto... | 2945 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Galleria immagini: UN VIDEO DISGUSTANTE DI CIO' CHE GLI USA HANNO CREATO

A three-year-old child executes an ISIS prisoner (Photo: Video screenshot)friendsofsyria.wordpress.com

Attenzione: Immagini crude. BAMBINI DELL'ISIS.

Alcuni bambini, prelevati dal parco dei divertimenti, uccidono prigionieri dell'ISIS. Questo è il volto della prossima generazione dei Jihadisti.

Questo video estremamente crudo dello Stato Islamico (ISIS/ISIL) intitolato "MI ha reso vivo con il suo sangue" ritrae bambini anche di 3 anni che giustiziano prigionieri dell'Isis a Deir Ez-Zor in Siria.

I bambini sono stati tolti ai loro giochi e mandati a "fare jihad" "uccidendo agenti a mani nude".

 
 
  Postato da cdcnet il 09/01/2017 (483 letture)
(Leggi Tutto... | 1296 bytes aggiuntivi | Galleria immagini | Voto: 0)
 

 
  Siria LIBERARE IDLIB DOPO ALEPPO-EST

Thierry Meyssan
voltairenet.org

La liberazione di Aleppo Est segna la fine del tentativo di rovesciare la Repubblica araba siriana. È stato possibile solo con l’abbandono del Qatar e la parziale inversione di rotta della Turchia. Rimane il fatto una parte della Siria è ancora occupata dai jihadisti al servizio della NATO. Le prossime vittorie militari e la fine della guerra dipendono quindi da negoziati segreti che sono appena iniziati con membri dell’Alleanza Atlantica.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/12/2016 (207 letture)
(Leggi Tutto... | 6264 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.