Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
 
comeDonChisciotte.net: Siria

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Siria Thierry Meyssan: MILIARDI DI DOLLARI IN ARMI CONTRO LA SIRIA

UNA RETE DI TRAFFICI D'ARMI CHE COINVOLGE ALMENO 17 STATI

Negli ultimi sette anni, in Siria sono stati illegalmente introdotti armamenti per diversi miliardi di dollari, un fatto che in sé è sufficiente a smentire la narrazione secondo cui questa guerra sarebbe una rivoluzione democratica. Numerosi documenti attestano che il traffico è stato organizzato dal generale David Petraeus, dapprima in veste pubblica, tramite la CIA, di cui è stato direttore, poi in veste privata, tramite la società finanziaria KKR con l’aiuto di alcuni funzionari di alto livello statunitensi e internazionali, fra cui il segretario generale aggiunto dell’Onu. Così il conflitto, che era inizialmente un’operazione imperialista degli Stati Uniti e del Regno Unito, è diventato un’operazione capitalistica privata, mentre a Washington l’autorità della Casa Bianca veniva contestata dallo Stato profondo. Nuovi elementi mostrano ora il ruolo segreto dell’Azerbaigian nell’evoluzione di questa guerra.

 
 
  Postato da cdcnet il 21/07/2017 (142 letture)
(Leggi Tutto... | 22764 bytes aggiuntivi | Thierry Meyssan | Voto: 0)
 

 
  Siria LA NUOVA VIA DELLA SETA ATTRAVERSERA' LA SIRIA

In mezzo alle varie disgrazie, la Siria sembra intravedere un raggio di sole.

Domenica, infatti, l’Associazione Cinese-Araba e l’Ambasciata siriana hanno organizzato un Syria Day Expo, alla presenza di investitori cinesi. È stata una sorta di mini-assemblea dell’Asia Infrastructure Investment Bank (AIIB), definita come “la prima fiera matchmaking per la ricostruzione della Siria”.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/07/2017 (102 letture)
(Leggi Tutto... | 5375 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: U.S. BASES STRATEGICALLY PLACED TO PREVENT SYRIAN MILITARY FROM ADVANCING

OUTLINING BORDERS OF KURDISTAN

Despite the spits and spurts of World War Three, it seems the United States (at least part of the establishment) and Russia are beginning to move toward a cooling of their approaches to the Syrian crisis. While we have seen this many times in the past – the apparent mutual understanding of Russia and the U.S. – we have been consistently been rattled by an abrupt push by the United States toward a greater involvement in Syria and a push that could very well be the catalyst for a third world war.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/07/2017 (67 letture)
(Leggi Tutto... | 40258 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

 
  Siria LA PACE IN SIRIA A VANTAGGIO DI ISRAELE E DELLA TURCHIA ?

Mentre ci avviciniamo alla fine della guerra contro la Siria, nessuno degli obiettivi iniziali degli anglosassoni è stato pienamente raggiunto: non solo i Fratelli Musulmani non hanno trionfato nella primavera araba, ma sembrano sconfitti in tutta la regione, tranne che in Qatar e in Turchia; se la Siria è in gran parte distrutta, la società siriana e il suo modello multiconfessionale hanno resistito; infine la via della seta dovrebbe essere ripristinata. Tuttavia, Israele e Turchia stanno per tirare le castagne dal fuoco tanto da risultare, a modo loro, perfino vincitori anch’essi della guerra.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/07/2017 (103 letture)
(Leggi Tutto... | 7490 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Coercizione mentale: LE BALLE DEI CASCHI BIANCHI

Mi sono costretto a guardare il documentario The White Helmets, disponibile su Netflix. È lungo 40 minuti, è tecnicamente ben fatto e racconta una storia molto convincente. È un gran bel pezzo di propaganda, tanto che ha vinto numerosi premi, tra cui l’Oscar per il Miglior Documentario Corto, e i Caschi bianchi stessi sono stati nominati al Nobel per la Pace. Racconta cosa sta accadendo in Siria: dipinge i “ribelli” come i buoni e Assad e il suo governo come il male assoluto.

 
 
  Postato da cdcnet il 04/07/2017 (171 letture)
(Leggi Tutto... | 7052 bytes aggiuntivi | Coercizione mentale | Voto: 0)
 

 
  Siria U.S. RETREATS FROM AL-TANF. GIVES UP ON OCCUPYING SOUTH EAST SYRIA

The U.S. is giving up its hopeless position at the Syrian-Iraq border crossing near  al-Tanf in south east Syria. The U.S. military had earlier bombed Syrian forces when they came near that position but it then found itself outmaneuvered, cut off from the north and enclosed in a useless area.

TRADUZIONE

 
 
  Postato da cdcnet il 01/07/2017 (88 letture)
(Leggi Tutto... | 4736 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria 5 ATTACCHI ISRAELIANI CONTRO LA SIRIA NEGLI ULTIMI 8 GIORNI

Israele ha ancora attaccato un contingente dell'esercito arabo siriano in Al-Quneitra, regione delle alture del Golan. Questo è il quinto attacco illegale che si svolge nelle alture del Golan negli ultimi 8 giorni.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/06/2017 (337 letture)
(Leggi Tutto... | 699 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria LA LINEA ROSSA DEL TRUMP-SHOW

DI SEYMOUR HERSH
Die Welt

Il presidente Donald Trump non ha preso in considerazione degli  importanti rapporti inviati dall’ intelligence, quando decise di attaccare la Siria dopo aver visto le immagini di bambini che morivano.  Seymour M. Hersh ci racconta il caso del presunto attacco di gas Sarin.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/06/2017 (272 letture)
(Leggi Tutto... | 40992 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Interviste: 'SENZA PUTIN, LA SIRIA AVREBBE CESSATO DI ESISTERE'

INTERVISTA A UN SACERDOTE FIAMMINGO CHE VIVE IN SIRIA

Secondo il fiammingo Padre Daniel Maes, che è vissuto in Siria dal 2010, la copertura giornalistica della guerra siriana è basata sulle menzogne. Il problema non è il presidente Bashar al-Assad , ma i nostri politici che sostengono ISIS e Al Nusra, al fine di rovesciare il governo siriano. “I veri capi terroristi sono in Occidente e in Arabia Saudita”.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/06/2017 (168 letture)
(Leggi Tutto... | 33046 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Siria Imperialismo: WHITE HOUSE SAYS IT WILL FAKE 'CHEMICAL WEAPON ATTACK' IN SYRIA

By Moon Of Alabama

Information Clearing House

The White House claims that the Syrian government is preparing "chemical weapon attacks". This is clearly not the case. Syria is winning the war against the country. Any such attack would clearly be to its disadvantage. The White House announcement must thereby be understood as preparation for another U.S. attack on Syria in "retaliation" for an upcoming staged "chemical weapon attack" which will be blamed on the Syrian government.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/06/2017 (100 letture)
(Leggi Tutto... | 16166 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Siria PUTIN CERCA DI EVITARE UN ALLARGAMENTO DEL CONFLITTO CON GLI USA

DI MIKE WHITNEY
counterpunch.org

“L’abbattimento di un SU-22 Siriano è ennesima dimostrazione del fatto che gli USA siano pronti a ricorrere ai mezzi più sconsiderati per mantenere la loro presenza in Siria e per porre le basi per il più ampio conflitto che stanno preparando”
Peter Symonds, World Socialist Web Site

 
 
  Postato da cdcnet il 25/06/2017 (349 letture)
(Leggi Tutto... | 8560 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria US SHOOTS DOWN SYRIAN GOVERNMENT AIRCRAFT

By Peter Symonds
Information Clearing House

In a marked escalation of the war in Syria, a US F-18 fighter jet yesterday shot down a Syrian government fighter bomber for the first time, claiming that it had been attacking pro-US rebel forces on the ground near Raqqa. While nominally fighting Islamic State of Iraq and Syria (ISIS) forces, the US shoot-down makes clear that the real target of American-led operations is the ousting of the Syrian government of President Bashar al-Assad.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/06/2017 (100 letture)
(Leggi Tutto... | 8364 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: WORLD ON THE PRECIPICE

AS RUSSIA THREATENS TO SHOOT DOWN U.S. JETS. U.S. REFUSES TO BACK DOWN

The world is now perhaps closer to World War Three than it has been in five decades as the situation in Syria is heating up yet again. In less than 24 hours, the United States has attacked the Syrian military, Iran has launched missiles into Syria, Russia is threatening to shoot down American planes, and the United States is digging in its heels and threatening to continue to provoke both the Russians and the Syrians.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/06/2017 (93 letture)
(Leggi Tutto... | 12027 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

 
  Siria SIRIA: LA FINE DELLA GUERRA E' ORA IN VISTA

Il cambiamento più importante negli ultimi giorni è stato quello delle forze governative siriane (zone e frecce rosse) nel sud-est verso il confine iracheno. Il piano originale era quello di recuperare al-Tanf più a sud-ovest per assicurare l'attraversamento della frontiera dell'autostrada Damasco-Baghdad. Ma al-Tanf era occupata dagli USA, dagli invasori britannici e norvegesi e da alcune delle loro forze mercenarie (blu). I loro aerei attaccano i convogli dell'esercito siriano quando si avvicinano. Il piano americano era quello di trasferirsi da Al-Tanf verso il fiume Eufrate a nord e quindi conquistare e controllare tutto il sud-est della Siria. Ma la Siria  e i suoi alleati hanno fatto una mossa inattesa e hanno impedito quel piano. Gli invasori sono ora tagliati fuori dall'Eufrate da una linea siriana da ovest a est che termina al confine iracheno. Elementi iracheni delle Unità Militari Popolari sotto il comando del governo iracheno si muovono per incontrare le forze siriane al confine.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/06/2017 (250 letture)
(Leggi Tutto... | 8460 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Siria SIRIA: GUERRA NON DICHIARATA E ILLEGALE DEGLI USA

theantimedia.org

Nonostante che i più importanti mezzi di informazione continuino volontariamente ad ignorarlo, è assolutamente certo che gli Stati Uniti hanno illegalmente invaso il territorio della Siria. Il fatto che l'esercito siriano non possa attualmente estromettere le truppe statunitensi (in quanto coinvolto in numerose battaglie con l'ISIS e le altre forze della guerriglia radicale) non costituisce un'accettazione tacita della presenza militare degli Stati Uniti sul territorio siriano. Come noto, il presidente siriano Bashar al-Assad ha definito "invasori" gli Stati Uniti e le sue forze associate  in quanto gli Stati Uniti non hanno alcuna base giuridica per operare all'interno del territorio siriano.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/06/2017 (303 letture)
(Leggi Tutto... | 4276 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria SIRIA - LA NATO SI PREPARA A COMBATTERE L'IRAN E LA RUSSIA

Siria – La verità trapela sul New York Times – La NATO si prepara a combattere l’Iran e la Russia

Il New York Times Magazine ha pubblicato un pezzo interessante su Aleppo est: Robert Worth l’ha visitata di recente e ha parlato con persone del luogo. I redattori/censori del NYT hanno inserito molte delle loro calunnie standard contro il governo siriano, ma non sono riusciti nascondere le realtà ivi descritte.

 
 
  Postato da cdcnet il 07/06/2017 (326 letture)
(Leggi Tutto... | 7839 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Siria Tony Cartalucci: INDEPENDENT JOURNALISTS REVEAL AMERICA'S SINISTER WAR IN SYRIA

By Tony Cartalucci
Information Clearing House

Syria is not experiencing a “civil war.” It is being targeted by both proxy and direct military force organized by the United States and its allies for the explicit purpose of dividing and destroying yet another Middle Eastern nation.

Worse than that, the United States is employing tactics to transform Syria’s heterogeneous multi-ethnic and religious communities into segregated ghettos, and using this as a means of dividing and conquering the nation and even the region.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/05/2017 (106 letture)
(Leggi Tutto... | 16791 bytes aggiuntivi | Tony Cartalucci | Voto: 0)
 

 
  Siria GLI USA CAMBIANO MARCHIO AD AL-QAEDA IN SIRIA ELIMINANDOLA DALLE LISTE DEL TERRORISMO

Il ramo siriano di al-Qaeda, cambiando nome e definendosi Hayat Tahrir al-Sham (HTS), è riuscito a garantire la sua rimozione dalle liste statunitensi e canadesi di sorveglianza del terrorismo , consentendo ai cittadini di questi paesi di donare denaro e di viaggiare per combattere con loro.

WASHINGTON, D.C.- E' semplice uscire dall'elenco di sorveglianza degli Stati Uniti e del Canada: basta modificare il  nome. Mentre la lista di sorveglianza del terrorismo negli Stati Uniti è stata a lungo segreta e controversa, in quanto "un ragionevole sospetto" è sufficiente per etichettare un individuo come  "terrorista" - i gruppi terroristici legati ad al-Qaeda hanno scoperto che l'uscita dalla lista di controllo richiede solo un ritocco al nome.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/05/2017 (192 letture)
(Leggi Tutto... | 5844 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: U.S.A. ATTACCANO MILITARI SIRIANI VICINO TANF, AL CONFINE GIORDANO

Brandon Turbeville
activistpost

Dopo la conferma del movimento dell'esercito siriano verso Deir ez-Zour e al-Tanf, sembrava quasi inevitabile uno scontro tra le forze governative siriane e quelle anglo-statunitensi oltre ai terroristi ospitati e addestrati alla base occientale di Tanf.

Alla fine, il 18 maggio, la forza aerea di Al-Qaeda ha colpito di nuovo con un assalto degli USA su un convoglio militare dell'esercito siriano.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/05/2017 (180 letture)
(Leggi Tutto... | 4810 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: FORZE SIRIANE AVANZANO VERSO BASE ANGLO-AMERICANA

IL RAPPORTO AFFERMA CHE L'ESERCITO SIRIANO SI TROVA A 15 MIGLIA

Precedenti segnalazioni di forze siriane dirette verso Deir ez-Zour e, quindi, verso le truppe occidentali sono state ora a quanto pare confermate. Secondo numerose fonti, i militari siriani stanno sempre più avvicinandosi ad una base di forze speciali congiunte anglo-americane, situata ad al-Tanf e adesso si trovano a 15 miglia di distanza.

La probabilità di uno scontro diretto dei siriani con le forze anglo-americane e perciò tra russi e le forze anglo-americane sta ora divenendo reale in quanto il governo siriano non sembra disposto a permettere che USA e Gran Bretagna semplicemente invadano e occupino ancora più territorio di quanto già non abbiano.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/05/2017 (255 letture)
(Leggi Tutto... | 6550 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: FORNI CREMATORI IN SIRIA: VECCHIA E SMASCHERATA PROPAGANDA

La propaganda degli USA scende ogni anno a livelli sempre più infantili, anche se mantiene lo scopo di giustificareun maggiore coinvolgimento militare nella crisi siriana da loro creata. Sempre pronti ad invocare le memorie di Adolf Hitler, dei nazisti e dell'olocausto ad ogni occasione, vanno ora affermando che non solo Bashar al-Assad controlla imponenti strutture carcerarie dove civili per lo più innocenti sono affamati e torturati ma che abbia messo in funzione forni crematori dove vengono distrutti i corpi delle vittime.

Questo nuovo giro di propaganda si basa su un rapporto smascherato di Amnesty International rilasciato nel febbraio 2017 intitolato “Human Slaughterhouse: Mass Hangings And Extermination At Sednaya Prison, Syria.” Il rapporto conteneva molto materiale scritto ma naturalmente nessuna vera prova. Il solo indizio contenuto in quelle pagine erano foto satellitari che mostravano un edificio che Amnesty International indicava come carcere. Le foto mostravano la stessa cosa che poteva apparire a qualsiasi americano come una scuola pubblica statunitense.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/05/2017 (155 letture)
(Leggi Tutto... | 12565 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

 
  Siria Mike Whitney: IS NORTH KOREA A DIVERSION FOR A US-JORDAN INVASION OF SYRIA?

Syrian President Bashar Al-Assad said that his country has information that Jordan is planning to send its troops into southern Syria in cooperation with the United States….’Jordan is not an independent country. Whatever the United States wants, it will happen,’ said Assad.”

— Middle East Monitor

In the event of a de-facto partition of Syria, the US and its allies will get a strategically important region. It is through Deir Ezzor that the proposed gas pipeline from Qatar is supposed to run….The Deir Ezzor province is also home to Syria’s largest oil deposit, the Al-Omar. …the city and the province are of particular value since the deposits there contain the highly valuable light sweet crude usable in the production of gasoline and diesel fuel.

— South Front, “The Stronghold of Deir Ezzor; What You Need to Know”

 
 
  Postato da cdcnet il 04/05/2017 (111 letture)
(Leggi Tutto... | 20587 bytes aggiuntivi | Mike Whitney | Voto: 0)
 

 
  Siria Interviste: ASSAD: ISRAEL IS PROVIDING SUPPORT TO TERRORISTS IN SYRIA

By Telesur
Information Clearing House - SANA

Damascus, SANA-President Bashar al-Assad affirmed that the objective of the American and western allegations about chemical weapons is to support terrorists in Syria.

President al-Assad added in an interview given to Venezuelan Telesur TV that the solution in Syria should be through stopping outside support to the terrorists and reconciliation among the Syrians.

Journalist: Mr. President, thank you for receiving us.

President Assad: I welcome you and teleSUR TV in Syria. You are welcome.

Question 1: Let’s start directly with the latest developments. Russia has warned that there might be other alleged chemical attacks. What are the precautionary measures that Syria has taken in order to prevent that?

 
 
  Postato da cdcnet il 30/04/2017 (109 letture)
(Leggi Tutto... | 28054 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Siria Interviste: NAMAN TARCHA: VI RACCONTO IL MARTIRIO DELLA MIA PATRIA CHE RESISTE

La modernità ci presenta (spesso come aspetti dello stesso fenomeno) sfide e soluzioni. La rete ed i social network sono armi di “distrazione di massa” che inaridiscono la società e scoraggiano l’impegno politico, ma nello stesso tempo offrono gli unici spiragli alle voci di informazione alternativa. La facilità con cui è possibile produrre e contraffare documenti visivi (foto e filmati) ci espone a raffinate forme di  manipolazione, ma ci offre l’accesso ad un bacino pressoché infinito di informazione diretta e non mediata. Anche l’immigrazione, che da un lato rappresenta un problema ed una potenziale minaccia di destabilizzazione sociale, dall’altro ci fornisce il punto di vista di persone nate all’estero e cresciute in Italia, mediatori culturali “naturali” estremamente adatti a spiegarci le loro realtà di origine ed a “tradurle” per il pubblico italiano.
Naman Tarcha, siriano della comunità cristiana, nato ad Aleppo, vive nel nostro paese da più di 20 anni, giornalista, conduttore e tv reporter, occupandosi di Medio Oriente e mondo arabo, ha avuto significative esperienze in diverse testate ed emittenti tv tra i quali Sky e Rai, e attualmente collabora con diversi canali televisivi arabi da Roma.  Abbiamo deciso di approfittarne intervistandolo per voi.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/04/2017 (258 letture)
(Leggi Tutto... | 22797 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Siria Stephen Lendman: TERRORISTS ARE TERRORISTS AND NOT 'REBELS' IN SYRIA

By Stephen Lendman
ICH

Waging war depends on disinformation, deception and Big Lies – used to justify the unjustifiable.

Conflict in Syria isn’t civil. All anti-government forces are US-supported terrorists (under various “jihadist” Al Qaeda affiliated labels). Names of different groups don’t matter. 

They’re all cut out of the same cloth.  They can’t exist without foreign support. State actors bear full responsibility for turning Syria into a charnel house.

 
 
  Postato da cdcnet il 22/04/2017 (105 letture)
(Leggi Tutto... | 8201 bytes aggiuntivi | Stephen Lendman | Voto: 5)
 

 
  Siria LA STRAGE DEGLI INNOCENTI ALLA VIGILIA DI PASQUA

È brutto dover scrivere di simili fatti in periodo di feste, eppure ieri, sabato 15-4-2017, vigilia di Pasqua per il mondo cristiano, una strage tremenda ha sconvolto ancora una volta le nostre coscienze.

Un gruppo di civili di fede sciita era in corso di trasferimento concordato tra il governo siriano, le autorità delle Nazioni Unite e i capi dei terroristi che circondano da anni l’enclave nei pressi di Idlib, si trovava a bordo di autobus per essere portato al sicuro, lontano dai bombardamenti e dalle privazioni dell’assedio patito per anni.

Durante il trasferimento il convoglio é stato fatto fermare, dopo sono esplose una o più auto bombe preparate dai terroristi di Al Qaeda. In questa zona il famigerato FSA Free Syrian Army è ridotto ad una presenza del tutto marginale, le milizie qui presenti sono tutte (o quasi) integrate nell’alleanza Qaedista. I moderati non sanno neppure cosa siano, esistono solamente nelle fantasie dei media occidentali.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2017 (248 letture)
(Leggi Tutto... | 6901 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria LA MENZOGNA INFINITA

luogocomune.net

Non se ne può più. Ormai viviamo sotto un flusso di menzogne continue, avallate dai nostri giornalistucoli da quattro soldi, e non riusciamo più a liberarcene.

L'ultima è di oggi: non solo sarebbero stati i siriani a perpetrare l'attacco chimico di Idlib, ma si sarebbero pure fatti intercettare nella preparazione di suddetto attacco. Dall'ANSA di oggi leggiamo: "Militari e intelligence Usa hanno intercettato comunicazioni di militari siriani ed esperti circa la preparazione per l'attacco con armi chimiche compiuto a Idlib la scorsa settimana."

Quindi, non solo Assad sarebbe così stupido da tirarsi addosso le ire del mondo con un attacco chimico assolutamente inutile, quando già stava vincendo la guerra con i mezzi convenzionali, ma i suoi militari sono così stupidi da farsi pure intercettare nella preparazione di tale attacco.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2017 (349 letture)
(Leggi Tutto... | 3646 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria BAMBINI UCCISI PER VIDEO DI PROPAGANDA

Ordered Censored by Trump ! Secondo le Associazioni Mediche Svedesi i Caschi Bianchi hanno ammazzato i bambini per girare il falso video sull’ Attacco con i Gas.

DI GORDON DUFF
Veterans Today

Quando arriveranno al pettine, anche per l’America, i nodi dei sensi di colpa, come fu per la guerra della Germania nazista ?

Il Presidente Trump ora minaccia  di portare l’America in guerra contro la Siria, l’Iran e anche contro la Russia, una guerra che dice sia giustificata dalla “prova” che hanno inviato i Caschi Bianchi dalla Siria.  

Dimostreremo oltre ogni dubbio che si tratta di una fiction organizzata dallo “stato profondo”, un misto tra CIA, al Qaeda e  Servizi Segreti britannici. Ora abbiamo la prova “  sicura” che Trump e le “fake News” che arrivano dal M.O. sono e sono sempre stati in sincronia, per prendersi gioco di tutti.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2017 (254 letture)
(Leggi Tutto... | 13514 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Siria ANALISI E CONSEGUENZE DELL'ATTACCO MISSILISTICO STATUNITENSE ALLA SIRIA

Una analisi a più livelli dell’attacco statunitense con missili da crociera alla Siria, e delle sue conseguenze

Il recente attacco missilistico americano contro una base dell’aeronautica siriana è un evento così importante, da così tanti punti di vista, da richiedere il suo esame in dettaglio. Proverò a farlo oggi, con la speranza di riuscire a fare un po’ di luce su un attacco piuttosto strano che, nondimeno, avrà profonde conseguenze. Ma per prima cosa, cominciamo dando un’occhiata a ciò che è effettivamente accaduto.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2017 (321 letture)
(Leggi Tutto... | 58070 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Brandon Turbeville: CONVOGLIO MILITARE DEGLI U.S.A. DIRETTO ALLA NUOVA BASE NELLA SIRIA SETTENTRIONALE

Brandon Turbeville
activistpost.com

In ciò che appare essere il secondo evento di una accelerata, sebbene graduale, invasione della Siria da parte degli U.S.A., un importante convoglio di mezzi militari è stato visto dirigersi dalla Turchia alla nuova base statunitense in Kobane (Ayn al-Arab), nel nord della Siria, nella provincia di Aleppo.

Una nuova segnalazione di Al-Masdar riguarda infatti immagini satellitari che sono state in grado di catturare i veicoli che si dirigevano alla base recentemente costruita (e che nell'immagine dell'11 aprile appare quasi completata).

 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2017 (200 letture)
(Leggi Tutto... | 4686 bytes aggiuntivi | Brandon Turbeville | Voto: 0)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney
 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.