Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedge

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· Libri

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

 
 
comeDonChisciotte.net: India

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  India IN CHE MODO L'INDIA E' DIVENTATA LA CAVIA DI BILL GATES

DI NORBERT HARING
norberthaering.de

Bill Gates di Microsoft è una delle persone più ricche e influenti sulla faccia della terra. Ha annunciato, nel 2015, che la sua Bill & Melinda Gates Foundation puntava a ottenere la completa digitalizzazione dei sistemi di pagamento dell’India e di altri Paesi popolosi in via di sviluppo, entro il 2018. Per l’India tale programma di “inclusione finanziaria” risale a ben prima che Narendra Modi salisse al potere. È stato elevato a linea politica ufficiale degli Stati Uniti per mezzo di Ordine Esecutivo nel 2012, perché il Presidente considerava che fossero a rischio interessi di sicurezza di vitale importanza degli Stati Uniti.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/03/2017 (183 letture)
(Leggi Tutto... | 34490 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  India INDIA - CRIME OF THE CENTURY - FINANCIAL GENOCIDE

Peter Koenig
Information Clearing House

A Financial genocide, if there was ever one. Death by demonetization, probably killing hundreds of thousands, if not millions of people, through famine, disease, even desperation and suicide – because most of India’s money was declared invalid. The official weak reason for this purposefully manufactured human disaster is fighting counterfeiting. What a flagrant lie! The real cause is of course – you guessed it – an order from Washington.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/01/2017 (139 letture)
(Leggi Tutto... | 18498 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  India L'INDIA E LA SCOPERTA DEL SEGRETO DI PULCINELLA

money 6UN SEGRETO NEMMENO TANTO NASCOSTO: WASHINGTON DIETRO IL BRUTALE ESPERIMENTO DI ABOLIRE L'USO DEL CONTANTE IN INDIA

NORBERT HARING
norberthaering.de

All’inizio di novembre, senza nessun preavviso, il Governo Indiano ha dichiarato le due banconote più diffuse nel paese non più valide, abolendo la validità di oltre l’80% del denaro in circolazione. In mezzo a tutto questo trambusto e  tutta l’indignazione che questa decisione ha provocato, nessuno sembra aver preso atto del ruolo decisivo che ha giocato Washington  in tutto questo. E’ una cosa sorprendente, per il fatto che il ruolo svolto da Washington è stato coperto solo molto superficialmente.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/01/2017 (483 letture)
(Leggi Tutto... | 25372 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  India LE FOLLI TEORIE ECONOMICHE DEL NAZIONALISTA INDIANO NARENDRA MODI

FONTE: MOON OF ALABAMA

L’attuale Primo Ministro indiano, Narendra Modi, ha un passato di razzismo e può essere descritto come un neofascista. Un’etichetta più moderata è quella di Hindu nazionalista, ma di base il significato è lo stesso.

Ora salta fuori che l’estremismo di Modi non si limita solo al lato nazionalista, ma comprende anche alcune folli teorie economiche.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/12/2016 (264 letture)
(Leggi Tutto... | 6601 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  India INDIA'S SHAME

Kashmir intifadaGENOCIDE IN KASHMIR

by ANDRE VLTCHEK
counterpunch

Welcome to Kashmir! It is deep winter. The mountains are covered with snow and the naked trees above the lakes at sunset, look melancholic and magnificent, precisely like a completed Chinese brush painting.
Welcome to a nation overrun by the 700,000-strong security forces of the occupying power – India. Welcome to the continuous presence of barbed wire, of military columns, and ‘security checks’. Welcome to a brutality unimaginable almost anywhere else on earth!
Welcome to a land of joint military exercises conducted by the United States, Israel and India.
Kashmir! Still beautiful but scarred. Still proud but bleeding and thoroughly exhausted… Still standing, still resisting, still free and independent, at least in its heart!
 
 
  Postato da cdcnet il 10/02/2015 (844 letture)
(Leggi Tutto... | 34951 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  India Economia: LA BOLLA DEL DEBITO INDIANO ? "NON NE PARLA NESSUNO"

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI JAYATI GHOSH
theguardian.com

I problemi economici dell'India riflettono il modello di un boom-fallimentare globale.
Perché i politici se ne sorprendono ?
L'India sarà l'ultima vittima tra le economie emergenti. Negli ultimi 10 giorni, la rupia è scivolato al suo minimo di sempre e l'economia indiana potrebbe essere sull'orlo di una crisi valutaria in piena regola. In questa situazione febbrile, si comincia a dar retta a tutti quei rumors e quelle previsioni pessimistiche, che poi fatalmente si avverano.

L'economia indiana è in difficoltà già da un bel po' di tempo, e solo una ostinata cecità ha fatto sì che fosse ignorata.—“ Illustrazione : Daniel Pudles”
 
 
  Postato da cdcnet il 28/09/2013 (974 letture)
(Leggi Tutto... | 8606 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  India Economia: POVERACCI CONTRO MILIARDARI

Di P. SAINATH
counterpunch.org

E' stata la notte dei lunghi coltelli per la popolazione miliardaria dell'India. Il club e' stato decimato, con un crollo di oltre la meta', da 53 a 24. La piu' recente lista dei miliardari di Forbes, lo rende ancora piu' chiaro. Siamo inoltre scesi di due tacche nella classifica delle nazioni con il maggior numero di miliardari. La posizione numero 4, precedentemente in mano indiana, e' stata scaltramente usurpata da un Cinese che si e' appropriato della posizione con un patrimonio di 29 miliardi. E ancora piu' mortificante, siamo un piolo sotto i Britannici, che si sono acchiappati la posizione 5, con 25 miliardi.

Nella foto, I cinque indiani piu' ricchi: Lakshmi Mittal, Azim Premji, K.P. Singh, Anil Ambani e Mukesh Ambani
 
 
  Postato da cdcnet il 04/04/2009 (1794 letture)
(Leggi Tutto... | 10097 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  India Economia: LA PIU' GRANDE ONDATA DI SUICIDI MAI AVVENUTA NELLA STORIA

DI P. SAINATH
Counterpunch

Il numero di agricoltori che si sono suicidati in India tra il 1997 e il 2007 ha raggiunto ora le 182.936 unità. Quasi i due terzi di questi suicidi si sono verificati in cinque stati (l’India è composta da 28 Stati e da sette Unioni territoriali). Questi 5 grandi stati, Maharashtre, Karnataka, Andhra Pradesh, Madya e Chattisgarh, rappresentano circa un terzo della popolazione dell’intero Paese e i due terzi dei contadini suicidi. In questi stati l’indice di suicidi tra gli agricoltori è molto più alto di quello rilevato in altre fasce sociali. I suicidi di questo tipo stanno aumentando anche in altri stati del Paese.

E’ significativo notare che il numero di contadini che si tolgono la vita è in aumento anche se il numero di agricoltori è in diminuzione, perciò l’indice è valutato su un numero base che si sta contraendo. Nel decennio che va dal 1991 e il 2001 quasi 8 milioni di persone hanno lasciato il lavoro nelle fattorie. Da allora l’indice di abbandono è sempre cresciuto, ma solo nel 2011 potremo avere dei dati aggiornati.

Questi dati sui suicidi sono ufficiali, ma sono tendenzialmente molto sottostimati anche se già così sono abbastanza brutti. Il numero dei suicidi in India viene registrato dal National Crime Records Bureau (NCRB), un settore del Ministero degli affari interni del Governo indiano. Lo stesso NCRB sembra dare poco credito a questi dati. Tuttavia gli Stati nei quali vengono raccolti lasciano fuori migliaia di persone dalla definizione di “agricoltori” e quindi questo abbassa le cifre. Ad esempio, le donne che fanno questo lavoro non vengono usualmente accettate come “agricoltrici” (abitualmente le terre non sono quasi mai a loro nome). Esse lavorano in agricoltura ma sono considerate solo “mogli di coltivatori”. Ciò permette al governo di escludere un’ infinità di donne suicide. Infatti vengono registrate solo come “morte per suicidio”, ma non come “contadine suicide”. In ugual modo anche molte altre fasce sociali sono state escluse da questa lista.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/02/2009 (2628 letture)
(Leggi Tutto... | 17213 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  India Geopolitica: IL SIGNIFICATO DI MUMBAI

DI JUSTIN RAIMONDO
Antiwar


Il massacro di Mumbai arriva nel momento in cui gli USA nella dichiarata guerra “generazionale”al terrorismo, stanno per spostare il campo di battaglia dal Medio Oriente all’Asia meridionale.

Mentre spostiamo le nostre forze verso est in Afghanistan ed inevitabilmente, in Pakistan gli avvenimenti di Mumbai accendono lo scenario geopolitico come un lampo a mezzanotte, facendo presagire un nuovo e forse maggiore pantano di quello che ci stiamo presumibilmente lasciando alle spalle in Irak. Dimentichiamoci delle differenze tra i Sunniti e gli Sciiti. Quello è un capitolo chiuso.
Adesso nella rivalità tra Indiani e Pakistani abbiamo a che vedere con una vera e propria guerra di civiltà, che scaglia i Musulmani contro gli Induisti.

L’11 settembre indiano: lo chiamano così, e il paragone è calzante per alcuni aspetti, particolarmente per quanto concerne i preavvisi. Dopo il più grande attacco terroristico della storia degli USA, è venuto alla luce che il governo statunitense aveva ricevuto informazioni che avrebbero potuto indurlo ad essere più vigile o a prendere determinate misure preventive.
Nel caso di Mumbai comunque, gli avvertimenti erano piuttosto specifici: gli Indiani erano stati apparentemente informati che fosse imminente un attacco da parte di terroristi con postazione in acqua sugli hotel di Mumbai – compreso il Taj Hotel, dove ha avuto luogo molto dell’azione. Il dato più indicativo è senza dubbio il fatto che la polizia indiana è semplicemente scappata per mettersi al riparo, anche se è difficile credere quello che se ne può dedurre. Può essere davvero possibile che un avvertimento così specifico possa essere stato ignorato?
 
 
  Postato da cdcnet il 06/12/2008 (1649 letture)
(Leggi Tutto... | 11930 bytes aggiuntivi | Geopolitica | Voto: 0)
 

 
  India Terrore e Guerre: IL MASSACRO DI MUMBAI E' OPERA DI ESTREMISTI HINDU?

A CURA DEL PAKISTAN DAILY

E' strano che nessuno dei media, televisione o stampa, ha ripreso questa storia. O l'hanno deliberatamente nascosta? Guardate la foto di uno dei terroristi qui in basso.

Notate sulla sua mano destra la banda/filo arancione.

Legarsi un filo o una corda arancione attorno al polso è una pratica Hindu ed è improbabile che un musulmano, specialmente così politicizzato da compiere un attacco come questo, avrebbe osservato tale pratica. Penso che ciò fornisca ulteriori prove che questa è stata una operazione false flag o quanto meno un attacco da parte di un gruppo non islamico. Per ulteriori informazioni sul significato del laccio rosso vedete wikipedia.

Inoltre è stato riferito che i terroristi all'interno del Nariman House Building avevano accumulato rifornimenti la sera di mercoledì, comprando, tra le altre cose, non solo cibo ma anche liquori da un negozio locale. Ancora una volta è fortemente improbabile che un musulmano, per non parlare di un ‘Mujahid’, specialmente uno così politicizzato da compiere un tale attacco, consumerebbe alcool nella vita di tutti i giorni, figuriamoci ore prima del suo inevitabile 'martirio'.

A seguire "Mumbai: quotidiano ufficiale cinese chiede di non escludere estremisti Hindu" (India Express) e "Il dramma di Mumbai" (Pakistan Daily).
 
 
  Postato da cdcnet il 30/11/2008 (2149 letture)
(Leggi Tutto... | 9073 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 5)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.