Home  ·  Downloads  ·  Login  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
comeDonChisciotte.net: Turchia

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]

Turchi iniziano pesante bombardamento delle posizioni curde in Siria


13/12/2018 (61 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Turchia: L'ora della resa dei conti in Siria


29/11/2018 (137 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Washington determinata a riportare Ankara all'ordine


15/10/2018 (149 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Emiro Tamim regala un palazzo volante al sultano Erdogan


20/09/2018 (156 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Forze di Ankara chiedono 10000 $ per permettere ai terroristi di scappare in Turchia


11/09/2018 (229 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



La crisi valutaria turca


12/08/2018 (275 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



LA TURCHIA MINACCIA DI INVADERE LA GRECIA

Due settimane fa, il ministero della Difesa greco ha annunciato che la Turchia ha violato lo spazio aereo ellenico 138 volte in un solo giorno. Ebbene, il 13 febbraio una pattuglia della guardia costiera turca ha speronato una nave della guardia greca al largo di Imia, una delle tante isole greche su cui la Turchia rivendica la sovranità.

20/02/2018 (415 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



ERDOGAN HA SCELTO

Erdogan ha scelto

Sembra che Erdogan abbia già deciso, ma le congetture riguardo agli accordi che sono e non sono stati fatti, sembrano offuscate, a dir poco.

Nel Levante, alla fine i curdi perdono sempre, qualunque sia l’alleanza che stringano e chiunque sia l’alleato, finiscono per essere pugnalati alla schiena, o per lo meno abbandonati. Ma quando fai squadra con soci come gli USA, o addirittura Israele, che altro si possono aspettare?

01/02/2018 (393 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



LA TRAPPOLA KARMICA DI ERDOGAN

La trappola karmica di Erdogan

[NdR: Articolo del 17/1/18]

La zona di sicurezza che l’America intende stabilire in Siria è destinata al fallimento presto o tardi. Come si può fare quest’asserzione e su cosa può essere basata? Bene, sulle due cose veramente importanti: la storia e i fatti sul terreno.

26/01/2018 (332 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



LA STRATEGIA MILITARE DELLA NUOVA TURCHIA

L’esercito turco ha ideato una strategia militare sotto forma di matrioska. Le operazioni appena iniziate ufficialmente sono contro i jihadisti. In realtà, sono dirette contro la creazione dei nuovi Stati Rojava e Kurdistan, mascherando la possibile realizzazione del giuramento nazionale del 1920 con la conquista della Grecia nordorientale, dell’isola di Cipro, della Siria settentrionale e dell’Iraq settentrionale; irredentismo dichiarato pubblicamente dal presidente Recep Tayyip Erdogan.

22/10/2017 (651 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



IN TURCHIA, GLI USA HANNO SCELTO DI COMBATTERE CON UN PAESE CHE NON HA PAURA DI CONTRATTACCARE

In Turchia, gli USA hanno scelto di combattere con un paese che non ha paura di contrattaccare

Gli Stati Uniti subiranno un brusco risveglio se pensano che la Turchia risponderà docilmente come la Russia ai loro atti di bullismo.

10/10/2017 (509 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



LA TURCHIA INTERROMPE IL SOSTEGNO AI TERRORISTI ANTI-GOVERNATIVI IN SIRIA

Questa mossa è una vittoria diplomatica per il presidente russo Vladimir Putin e un grande smacco per gli Stati Uniti.

Articolo in inglese (non tradotto): CONFIRMED: Turkey to end support for anti-government terrorists in Syria

14/08/2017 (394 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



HOW TURKEY COULD CAUSE THE COLLAPSE OF NATO

Shaun Bradley
theantimediaorg

Turkey has built a reputation as the model for secular and stable government in the Middle East. It is the only Muslim-majority country in the NATO alliance and was inducted along with Greece back in 1952. One of the goals was to create a political bridge between Western and Arab nations that could improve relations in the region.

Unsurprisingly, Turkey has always been a controversial addition to NATO, but things began to unravel in 2015 when Turkish forces shot down a Russian fighter jet. For the first time, the mutual defense clause of the alliance brought the prospect of an international war in Syria to the table. Just a few months later, Russia claimed to have proof that Turkey had been illegally purchasing oil from ISIS, furthering skepticism about the current regime. The failed military coup last year was the final straw, and now there are calls for them to be kicked out of the organization altogether.

31/03/2017 (708 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



COULD TURKEY SWING OVER TO THE RUSSIAN CAMP?

JPEG - 33.9 kbThierry Meyssan
voltairenet.org

Even though, historically, Russia has a weighty past with Turkey, and even though it has not forgotten the personal rôle played by current President Erdoğan, to its detriment, during the the first Chechen war, it can not fail to be interested by the possibility of Ankara leaving NATO. On the other hand, the deep US state, which continues to pursue its imperial ambitions despite the election of Donald Trump, is ready to do whatever it takes to keep Turkey in the Atlantic Alliance.

Photo: What John Kerry does in daylight, Victoria Nuland undoes at night.

10/01/2017 (413 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



IL VOLTAFACCIA DELLA TURCHIA

JPEG - 31.9 KbThierry Meyssan
voltairenet.org

Il presidente Vladimir Putin ha annunciato di aver concluso un accordo di cessate il fuoco per la Siria con la Turchia, finora il principale supporto operativo per i jihadisti. Come si può spiegare questo colpo di scena? Riuscirà il presidente Erdoğan a far ribaltare la posizione del suo paese dall’influenza degli Stati Uniti verso quella della Russia? Quali sono le cause e le conseguenze di questa drammatica inversione di rotta?

La Turchia è un membro della NATO, un alleato dell’Arabia Saudita, un patrono del jihadismo internazionale a seguito del ricovero del principe Bandar Ben Sultan nel 2012, nonché lo sponsor della Fratellanza Musulmana dopo il rovesciamento di Mohamed Morsi e la lite tra Doha e Riyad nel 2013 -14. Oltre a questo, ha attaccato la Russia nel novembre 2015, distruggendo un Sukhoi-24 e causando l’interruzione dei rapporti diplomatici con Mosca.

Eppure, questa è la stessa Turchia che ha appena sponsorizzato il cessate il fuoco in Siria, concepito dalla Russia [1]. Perché?

08/01/2017 (693 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



AMBASCIATORE RUSSO ASSASSINATO: RAPPRESAGLIA, MA DI CHI?

Pochi giorni dopo la liberazione della città della Siria settentrionale di Aleppo, l’ambasciatore russo in Turchia, Andrej Karlov, è stato ucciso mentre teneva un discorso in una galleria d’arte nella capitale della Turchia, Ankara.

L’assassino, identificato come un ex agente della polizia turca, ha eseguito il familiare gesto del dito puntato verso il cielo utilizzato dalle organizzazioni terroristiche che operano nella vicina Siria, incluso il Fronte al-Nusra e l’autoproclamato “Stato Islamico” – gridando, secondo il Guardian:

Non dimenticate Aleppo. Non dimenticate la Siria. Fino a quando le nostre città non saranno sicure, voi non sarete al sicuro. Mi porterete via da qui solo da morto. Tutti coloro che sono coinvolti in questa sofferenza la pagheranno.

24/12/2016 (830 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



THE DANGEROUS IMPLICATIONS OF THE ASSASSINATION IN TURKEY

Martin Berger
journal-neo.org

On December 19 an armed man murdered Russia’s Ambassador to Ankara Andrey Karlov in cold blood during the speech that the victim was delivering to honor the opening of the photo exhibition “Russia through the eyes of the Turks” in the Turkish capital. It’s been reported that were three other victims.

The footage that appeared on the Internet shows how an armed man approaches the ambassador from the back and starts shooting at him, while shouting “Allah Akbar! Do not forget about Aleppo! Do not forget about Syria!”

The attacker was soon killed by local policemen and security guards. It is now reported that the terrorist known as Mevlut Mert Altintas was a former Turkish policeman that served in a quick response special unit, while the HaberTurk news agency claims that he was fired after the failed coup d’etat in July.

20/12/2016 (518 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



QUALCHE BREVE E PRELIMINARE CONSIDERAZIONE SULL'OMICIDIO DELL'AMBASCIATORE RUSSO AD ANKARA

FONTE: SAKER.IS

Okay, quindi stasera abbiamo il nome dell’assassino, è Mevlut Mert Aydintas, un poliziotto di 22 anni che era stato da poco licenziato a seguito della repressione anti-Gulen di Erdogan contro le forze che avevano recentemente tentato di rovesciarlo. Abbiamo anche un video molto utile dell’omicidio.

Il video dell’omicidio mostra anche qualcosa di molto importante: gli unici colpi sparati sono quelli dall’assassino. Guardate voi stessi.

20/12/2016 (752 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



UN INFORMATORE ESPONE IL MODO IN CUI IL PRINCIPALE ALLEATO DELLA NATO ARMA E FINANZIA L'ISIS

1ha1rkplep81yys47ywdzeg DI NAFEEZ AHMED
medium.com

+ Il capo dei servizi segreti della Turchia, Hakan Fidan, è stato nominato membro di un gruppo terroristico legato ad al-Qaeda e all’ISIS
+ L’intelligence turca ha fornito direttamente all’ISIS aiuti militari per anni
 + Il governo turco ha dirottato forniture militari all’ISIS tramite un’agenzia di aiuti umanitari
 + I combattenti dell’ISIS, tra cui il vice di al-Baghdadi, hanno ricevuto cure mediche gratuite in Turchia e “protezione” dalla polizia turca
+ Il capo dell’ISIS in Turchia ha ricevuto “protezione H24/7” all’ordine personale del presidente Erdogan

+ Le indagini di polizia turche riguardanti l’ISIS vengono sistematicamente annullate

+ Il petrolio dell’ISIS viene venduto con la complicità delle autorità in Turchia e nella regione curda del nord dell’Iraq

+ La NATO afferma il ruolo della Turchia come alleato nella guerra all’ISIS
29/09/2016 (634 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



TURKEY - THE NEW STRATEGIC DOCTRINE

JPEG - 63.5 kbby Thierry Meyssan
voltairenet.org

Denouncing the interpretation of the military coup d’état in Turkey as a manoeuvre by the United States against Recep Tayyip Erdoğan, Thierry Meyssan proposes a larger view which integrates the prior resignation of Ahmet Davutoğlu and the re-establishing of commercial relations with Israël, Iran and Russia. Thereafter, he anticipates what the new Turkish strategy will probably be.

Photo: During the coup d’état, several soldiers were decapitated by Islamistes from the AKP (the Justice and Development Party) and their heads were thrown into the Bosphorus. Here, an Islamist whips soldiers who had been arrested. The secular army was «purged», with absolutely no connection between the soldiers who were punished and those implied in the attempted putsch.

03/09/2016 (850 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Argomento casuale

Libia
[ Libia ]

·Libia, sette anni di sventura


·Libia sette anni dopo: Una vergogna per l'occidente


·Saif al-Islam Gheddafi, il convitato di pietra dello scenario libico


·Caos in Libia: Piovono missili su Tripoli, battaglia nelle strade, fuga dal carcere


·Nuova fase di combattimenti in Libia


·La Libia secondo l'ONU e secondo la dura realta'


·La guerra silenziosa: Gran Bretagna, Europa, Schiavitu' e Abusi sessuali in Libia


·Il fantasma di Gheddafi perseguita Sarko


·LIBIA. ECCO GLI 'ATROCI CRIMINI CONTRO IL POPOLO LIBICO' COMMESSI DA GHEDDAFI


·MEMORANDUM SULLA LIBIA: DISINFORMAZIONE CONTRO STATO, GUIDA ED ESERCITO


·REMEMBERING MUAMMAR QADDAFI AND THE GREAT LIBYAN JAMAHIRIYA


·LIBYA UPDATE: ISIS MOVING IN?


·LE MAIL DELLA CLINTON RIVELANO IL VERO MOTIVO DELL'INTERVENTO IN LIBIA


·LA CORTE PENALE INTERNAZIONALE DOVREBBE ESSERE PROCESSATA, NON SAIF GHEDDAFI


·MASSACRE AT BRAK AL-SHATTI MAY TRIGGER LARGE CIVIL WAR


·LIBIA: SAIF AL ISLAM GHEDDAFI LIBERO E PRONTO PER LA VENDETTA?


·LIBIA, SEPOLTA NEL CRIMINE E NEL SILENZIO


·THE DREADFUL CHRONOLOGY OF GADDAFI'S MURDER


·ANCHE IL PARLAMENTO BRITANNICO CONFERMA CHE LA GUERRA CONTRO LA LIBIA SI FONDAVA SU FALSITA'


·US TERROR-BOMBS LIBYA ON THE PHONY PRETEXT OF COMBATING ISIS IT SUPPORTS



Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001


Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Finian Cunningham

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· Dmitry Orlov

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney


Motto del Sito
Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero (Anonimo)


 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.