Welcome to comeDonChisciotte.net

HOME - DOWNLOADS - TOP - ARCHIVIO - ARGOMENTI - CATEGORIE - RSS
 
 

 
 
comeDonChisciotte.net: Cina

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Cina I DIRITTI UMANI IN CINA, UNA LEZIONE DA IMPARARE

I diritti umani in Cina, una lezione da imparare

Una società moderatamente prosperosa per tutti: questi obiettivi del Partito comunista cinese (CPC) non sono semplici frasi economiche o sociali, ma una chiara dichiarazione della posizione della Cina sui diritti umani.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/11/2017 (415 letture)
(Leggi Tutto... | 6117 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina MAO RECONSIDERED, PART TWO: WHOSE FAMINE?

Starving Chinese Child, 1946, Life Magazine
Starving Chinese Child, 1946, Life Magazine

 
 
  Postato da cdcnet il 13/11/2017 (145 letture)
(Leggi Tutto... | 34125 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina Economia: L'IMPERATORE GEO-ECONOMICO XI JINPING E' IN ANTICIPO DI QUINDICI ANNI

Mentre la stampa occidentale si è fatta beffe della messa solenne celebrata al Congresso del Partito Comunista Cinese, Alfredo Jalife prende molto sul serio quanto annunciato dal presidente Xi Jinping. Lungi dal paragonarlo a un imperatore, Jalife vede in Xi uno di quegli alti funzionari che hanno fatto della Cina una civiltà millenaria. Il progetto della via della seta prosegue ed è chiara la volontà cinese di associarvi investitori occidentali attraverso la sottoscrizione in dollari. Jalife sottolinea come anche la riforma strutturale del comando delle forze armate sia funzionale a un loro sviluppo.

 
 
  Postato da cdcnet il 04/11/2017 (252 letture)
(Leggi Tutto... | 14501 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Cina Pepe Escobar: LA ROAD MAP DI XI PER IL SOGNO CINESE

File:Xi Jinping-voa.jpg

Ora che il presidente Xi Jinping è debitamente entrato nel pantheon del Partito Comunista Cinese assieme al Pensiero di Mao Zedong e alla Teoria di Deng Xiaoping, il mondo avrà molto tempo per capire il significato de “Il pensiero di Xi Jinping sul socialismo con caratteristiche cinesi per una Nuova Era”.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/10/2017 (214 letture)
(Leggi Tutto... | 10239 bytes aggiuntivi | Pepe Escobar | Voto: 0)
 

 
  Cina Storia: MAO RECONSIDERED: ONE HUNDRED PERCENT GOOD

Mao and Family
Mao and Family

The simple facts of Mao’s career seem incredible: in a vast land of 400 million people, at age 28, with a dozen others, to found a party and in the next fifty years to win power, organize, and remold the people and reshape the land–history records no greater achievement. Alexander, Caesar, Charlemagne, all the kings of Europe, Napoleon, Bismarck, Lenin–no predecessor can equal Mao Tse-tung’s scope of accomplishment, for no other country was ever so ancient and so big as China. Indeed Mao’s achievement is almost beyond our comprehension. – John King Fairbank, The United States and China.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/10/2017 (153 letture)
(Leggi Tutto... | 13638 bytes aggiuntivi | Storia | Voto: 0)
 

 
  Cina HISTORIC SPEECH BY CHINA'S PRESIDENT Xi

http://theantimedia.org/wp-content/uploads/2017/01/16176511_1568515446510398_853383924_n.jpg

Beijing — As tensions continue to rise — and accelerate— over North Korea and its missile program, China’s President Xi Jinping gave his highly anticipated speech at the 90th-anniversary celebration of the founding of the People’s Liberation Army (PLA) on Tuesday.

 
 
  Postato da cdcnet il 03/08/2017 (179 letture)
(Leggi Tutto... | 7463 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina WHEN IN DOUBT, NUKE CHINA

A situation in which the US military feels 'unhampered' has precedent – and, as General MacArthur's endeavors in Korea prove, it's something to be afraid of

 
 
  Postato da cdcnet il 30/07/2017 (170 letture)
(Leggi Tutto... | 8308 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina DEBITO CINESE: TUTTO QUELLO CHE SAI E' FALSO

Praticamente tutto ciò che i nostri media ci dicono sulla Cina è sbagliato, o quantomeno parziale, compresa la storia di un suo ‘problema di debito’.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/07/2017 (339 letture)
(Leggi Tutto... | 10507 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina LA CINA SCHIERA 150000 MILITARI AL CONFINE CON LA COREA DEL NORD

China Just Deployed 150,000 Troops to North Korean Border

Anti-Media Staff
theantimedia.org

With the world waiting to see if the madness in Syria will devolve into a true global conflagration, Korean media reported Monday that China has just deployed around 150,000 troops to its border with North Korea.

From the Chosun news agency:

“As the United States announced its independent North Korean behavior and moved the United States Navy’s nuclear-powered Calvinus (CVN-70) carrier class to Singapore, the Chinese army has deployed about 150,000 troops in two groups to prepare for unforeseen circumstances.”

 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2017 (509 letture)
(Leggi Tutto... | 3177 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina THAAD: LA CINA CONTINUA A MANTENERE LA PRESSIONE

Come abbiamo già accennato, la Cina ha già adottato diverse misure in risposta al dispiegamento in Corea del Sud di sistemi di difesa missilistica americani. Alla luce di questi sviluppi, inoltre, il dispiegamento del primo lotto di lanciamissili è stato accolto con delle contromisure.

Anche se non ha fatto alcuna dichiarazione ufficiale al riguardo, Pechino ha di fatto imposto sanzioni economiche contro Seul. I negozi appartenenti alla Lotte Corporation vengono chiusi (23 centri commerciali su 99 sono già stati chiusi), e i prodotti della società sono sottoposti ad un boicottaggio. Il Servizio di Quarantena di Tsingtao ha recentemente mandato al macero delle caramelle prodotte da uno dei marchi di proprietà della Lotte, dopo aver affermato di aver trovato un certo additivo proibito nella loro composizione. Il 3 marzo, la licenza di esercizio del negozio a Dandong nella provincia di Liaoning è stata revocata per un mese a causa di una presunta violazione delle norme di sicurezza antincendio. La costruzione di un complesso residenziale con annesso centro di intrattenimento, finanziato con fino a 8 miliardi di dollari, è stato sospeso. D’altra parte, i media cinesi stanno anche aggravando la situazione invitando al boicottaggio di tutti i negozi e i prodotti della Lotte.

 
 
  Postato da cdcnet il 19/03/2017 (335 letture)
(Leggi Tutto... | 11604 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina LA CINA MODERNA, UNA CREAZIONE DI WALL STREET? (L'AGENDA MONDIALISTA)

DI KERRY BOLTON
katehon

La Cina si appresta infine a dichiarare il suo assenso alla mondializzazione. Il presidente Xi Jinping farà questa dichiarazione nel corso del Forum economico mondiale di Davos, tra il 17 e il 20 gennaio. Si è detto che l’incontro di Davos si concentrerà sull’incremento delle reazioni antimondialiste incarnate dall’elezione di Trump. Probabilmente si occuperà anche del problema sempre più crescente del «populismo». La riunione di Davos rappresenterà il giubileo dei plutocrati statunitensi e dei loro prestanome, gli USA saranno rappresentati dal vicepresidente Biden e dal segretario di Stato John Kerry, probabilmente saranno i loro ultimi atti in questi ruoli.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/02/2017 (299 letture)
(Leggi Tutto... | 28973 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina IL MINISTRO DEGLI ESTERI CINESE METTE IN GUARDIA DA UNA GUERRA CON GLI USA

Il Ministro degli Esteri cinese mette in guardia da una guerra con gli USAPeter Symonds
World Socialist Web Site.


Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha dichiarato martedì a Canberra che una guerra tra gli Stati Uniti e la Cina è impensabile a causa delle perdite disastrose che il conflitto avrebbe arrecato a entrambe le parti. Tuttavia, il fatto stesso che a Wang sia stato chiesto della posizione bellicosa dell’amministrazione Trump nei confronti di Pechino è un’altra indicazione dei crescenti timori di un conflitto tra le due potenze nucleari.

Parlando ad una conferenza stampa congiunta con il suo omologo australiano Julie Bishop, a Wang è stata posta una domanda da un giornalista australiano circa la sua reazione alle dichiarazioni della nuova amministrazione americana, che indicano “una posizione ancora più forte e più aggressiva nei confronti della Cina su una serie di questioni… Quanto è realmente preoccupato della possibilità di una guerra tra gli Stati Uniti e la Cina?”

 
 
  Postato da cdcnet il 12/02/2017 (256 letture)
(Leggi Tutto... | 9609 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina John Pilger: LA GUERRA IMMINENTE CON LA CINA

DI JOHN PILGER
newint.org

Quando andai per la prima volta a Hiroshima nel 1967, l’ombra sui gradini era ancora lì. Era l’impronta quasi perfetta di un essere umano a proprio agio: gambe divaricate, schiena piegata in avanti, una mano sul fianco mentre sedeva, aspettando che la banca aprisse. Alle otto e un quarto della mattina del 6 agosto 1945 lei e la sua sagoma si fusero con il granito. Fissai quell’ombra, ancora oggi indelebile nella mia mente, per un’ora o forse più. Quando ci ritornai molti anni dopo era sparita: rimossa, “scomparsa”, perché politicamente imbarazzante.

Ho trascorso due anni girando un film documentario, The Coming War on China, che raccoglie prove e testimonianze che dimostrano che la guerra nucleare non è più un’ombra, ma una possibilità concreta. È in corso il più imponente accumulo di forze militari sotto l’egida statunitense dalla Seconda Guerra Mondiale. Si trovano ai confini occidentali della Russia, in Asia e nel Pacifico, e sono puntate verso la Cina.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/12/2016 (649 letture)
(Leggi Tutto... | 32626 bytes aggiuntivi | John Pilger | Voto: 0)
 

 
  Cina WHY CHINA RISKS WAR OVER THOSE WET ROCKS

34534534534534F. William Engdahl
journal-neo.org

Perception is something we often take for granted. That’s very much the case in the world’s perception of the actions of the Peoples’ Republic of China regarding its claims to a number of offshore uninhabited rocks in the South China Sea and beyond. For the most of the collective Western mind, the perception is that Beijing has become hysterical, obsessive—in short, a bit mad—over its asserted claims of territory under various precepts of international law. The Permanent Court of Arbitration (PCA) at The Hague has now ruled against any and all claims of China to various islands or even rocks inside what is known as the “Nine Dash Line” between China’s coast and The Philippines. Washington has piously stepped up, demanding China “respect international law.” At the same time the Pentagon has started international naval war maneuvers in the region, “RIMPAC 2016,” provocatively involving the Navy of the Federal Republic of Germany for the first time since World War II, and largely excluding China. This is getting ugly and not at all what it appears in the general perception to be.

 
 
  Postato da cdcnet il 22/07/2016 (491 letture)
(Leggi Tutto... | 21760 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina TRA UNA ROCCIA E UN POSTO COMPLICATO (A SUD DELLA CINA)

DI PEPE ESCOBAR
counterpunch.org

La Corte Permanente di Arbitrato dell’Aia, sostenuta dall’ONU, ha di base stabilito che non ci sono basi legali per i proclami della Cina riguardo il diritto storico su vaste regioni del Mar Cinese del Sud, compresa la “linea dei nove punti”.

Ecco in legalese: “Le rivendicazioni cinesi circa un diritto storico o qualche altro tipo di diritto di sovranità o giurisdizione, rispetto alle aree marittima del Mar Cinese del Sud comprese tra zona di rilevanza della “linea dei nove punti” sono contro la Convenzione e senza diritto legale poiché eccedono i limiti geografici e sostanziali dei possedimenti marittimi cinesi sottostanti alla Convenzione stessa”.

Nulla è bianco o nero in una situazione tanto complicata. Le Filippine erano sostenute da un team legale anglo-americano. La Cina “non aveva tramite o rappresentanti nominati”.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/07/2016 (522 letture)
(Leggi Tutto... | 12578 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina Economia: IN DUBBIO LA CREAZIONE CINESE DI UNA BORSA PETROLIO IN YUAN

JPEG - 46 ko DI ALFREDO JALIFE RAHME
voltairenet.org

Pechino sta ripensando al suo progetto di aprire una borsa petrolifera in cantiere da 20 anni. Il motivo è che la Cina non intende rispondere subito alla guerra finanziaria che gli stanno facendo gli Stati Uniti. Discretamente, il presidente Xi sta avanzando altri progetti, tra cui lo sviluppo esponenziale della sua produzione di petrolio.

La guerra multidimensionale che per il momento esclude il ricorso alla forza diretta – gli schieramenti sarebbero Russia e Cina da un lato e USA dall'altro – è passata di livello. Washington la sta conducendo su tre fronti in modo più osceno che brutale:
    •    La guerra energetica
    •    La guerra geo-finanziaria
    •    La guerra monetaria

 
 
  Postato da cdcnet il 08/06/2016 (753 letture)
(Leggi Tutto... | 10013 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Cina CHINA: AMERICA IS THE 'GREATEST THREAT TO PEACE AND STABILITY'

zerohedge.com

It is no secret that the relationship between the United States and China has been strained for quite some time.
Earlier this month when the US sailed its guided missile destroyer the USS William P. Lawrence within 12 nautical miles of Chinese-occupied Fiery Cross Reef, it ended in China scrambling of two fighter jets and three warships to shadow the destroyer and convince it to leave the area.

The US admitted that it sailed the USS William P. Lawrence by the disputed island in order to "challenge excessive maritime claims" made by China.
In turn, China had this to say about the US effort: "This action by the U.S. side threatened China's sovereignty and security interests, endangered the staff and facilities on the reef, and damaged regional peace and stability."
 
 
  Postato da cdcnet il 29/05/2016 (495 letture)
(Leggi Tutto... | 4177 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina IL PARTITO COMUNISTA CINESE E IL LIMITE DEL DEBITO COME NELLA DINASTIA QING

xi_3DI AMBROSE EVANS PRITCHARD
telegraph.co.uk

Il presidente Xi Jinping pensa che sia l'ora che la Cina la finisca con la sua dipendenza dal debito e ingoia una medicina amara. Fonte: South China Morning Post.

Nessuno scaglia la prima pietra sul massimo livello del ciclo di debito, per citare un vecchio adagio. Eccetto in Cina, dove qualcuno molto potente che fa esattamente questo.

Osservatori sulla Cina si stanno ancora struggendo alla ricerca dell'autore dell'elettrificante articolo comparso sul People's Daily che dichiara guerra al debito e alla "favola" dello stimolo perpetuo.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/05/2016 (792 letture)
(Leggi Tutto... | 13150 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina LA CINA PUNTA AD UNA MUTUA VITTORIA CON L'ISLAM

chnaDI PEPE ESCOBAR
strategic-culture.org

Le nuove vie della seta sostenute dalla Cina – conosciute anche come una cintura, una via (OBOR, One Belt One Road, nella definizione ufficiale) – si stanno diramando in tutte le direzioni. Il nuovo ponte di terra eurasiatico – dal porto di Lianyungang di Jiansu fino a Rotterdam, il corridoio mongolo-russo, il corridoio dell’Asia centro-occidentale, quello della penisola indocinese, quello pakistano, quello che attraversa Bangladesh, Cina e Myanmar.

OBOR copre tutta l’Eurasia – compreso il mondo arabo. Prendiamo ad esempio il settimo meeting dei ministri del China-Arab Cooperation Forum a Doha. Il Ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha descritto la cooperazione come un modello per i paesi in via di sviluppo. In una sua dichiarazione il Presidente Xi Jinping – per deliziare i delegati del GCC – ha affermato che Pechino vuole rafforzare maggiormente i legami. Ovviamente via OBOR.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/05/2016 (714 letture)
(Leggi Tutto... | 12998 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina LA BOMBA DEL DEBITO CINESE: NESSUNO SA QUANTO SIA POTENTE

DI TYLER DURDEN
zerohedge.com

Nessuno sa se sia una granata o una testata nucleare...

Il decollo dell'accumulo di debito in Cina è stata per anni la maggiore preoccupazione degli investirori. Il debito totale medio nelle economie di mercato emergenti è il 175% del PIL, e un debito non finanziario delle aziende salito alle stelle ha lanciato la Cina ben oltre tale stima.

La domanda: per quanto ancora?

La risposta è sconvolgente, avverte Jeff Desjardins di VisualCapitalist, perchè nessuno veramente lo sa.

Potete tutti immaginare l'impatto sui mercati se la bomba del debito cinese dovesse esplodere. Kyle Bass dice che le perdite ammonterebbero a 5 volte quelle della crisi dei subprime, mentre Moody's afferma che la bomba verrà disinnescata dalle autorità ben prima di esplodere. Nei grafici di oggi vediamo diverse stime sulle dimensioni della bomba del debito cinese, la sua carica e cosa potrebbe accendere la miccia....

 
 
  Postato da cdcnet il 20/05/2016 (811 letture)
(Leggi Tutto... | 5736 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.