Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
comeDonChisciotte.net: Libano

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]

Orrore a Beirut

Incidente o avvertimento?

Traduzione automatica

11/08/2020 (136 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Stati Uniti, Israele e Beirutshima

Ovunque vi sia un omicidio di massa in Medio Oriente, lì si troverà lo zampino israeliano. Ed è sempre stato così, da sempre.

10/08/2020 (65 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Chi trae vantaggio dall'esplosione di Beirut?

Mettiamo il caso che sia stato un attentato.

Traduzione automatica

09/08/2020 (419 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Hezbollah nega categoricamente qualsiasi colpa per l'esplosione a Beirut

Hassan Nasrallah, leader del potente partito politico libanese e organizzazione militante Hezbollah, ha rilasciato le sue prime osservazioni pubbliche sull'esplosione mortale di martedì a Beirut, definendo l'evento una "grande tragedia", negando categoricamente le affermazioni che l'esplosione potrebbe essere avvenuta in un deposito di armi degli Hezbollah e chiedendo solidarietà nazionale.

07/08/2020 (101 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Israele distrugge Beirut Est con una nuova arma

"E Israele farà tutto ciò che deve fare per difendersi dall'aggressione dell'Iran. Continueremo ad agire contro di te in Siria. Agiremo contro di te in Libano. Agiremo contro di te in Iraq. Agiremo contro di te in ogni momento e ovunque". Benjamin Netanyahu alla 73° Sessione dell'Assemblea Generale dell'ONU (27 settembre 2018)

07/08/2020 (153 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Israele e' sotto shock, in un disgustoso spettacolo di ipocrisia

Il funzionario israeliano si è presentato scioccato dal disastro che ieri ha colpito il vicino Libano. Quasi tutti hanno assunto una faccia triste. Ad eccezione di Richard Silverstein, che scrive un blog, Tikkun Olam, nessuno ha accusato Israele di aver causato il disastro. A parte Moshe Feiglin e pochi altri razzisti, nessuno ha espresso gioia satanica per questo.

07/08/2020 (136 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



BEIRUT SOFFRE UN ATTACCO TERRORISTICO DEVASTANTE DI LIVELLO 11/9: chi l'ha fatto e perche'

CHI? Il MOSSAD l'ha fatto.

&

PERCHÉ? ISRAELE ha ripetutamente minacciato di rimuovere Hezbollah dal Libano con ogni mezzo necessario.

~~~ Fine della storia ~~~

Traduzione automatica

06/08/2020 (132 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Israele ha bombardato Beirut (senza '?' nell'articolo tradotto)

Una lunga serie di attacchi missilistici contro postazioni e depositi di armi degli Hezbollah e degli iraniani in Siria, rimasta senza alcuna condanna da parte delle organizzazioni internazionali. Una lunga e recente serie di strani incidenti incendiari sono avvenuti in Iran, in particolare contro strutture nucleari e di produzione di energia. Ma nulla in Libano. Finora. Fino all'attentato di Beirut (attentato come hanno detto Bush e i suoi generali). Quando è esplosa una fabbrica di fuochi artificiali (leggi: deposito di armi degli Hezbollah) innescando l'esplosione di un vicino deposito di ammonio.
05/08/2020 (247 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Nella sua strada verso la poverta', il Libano e' ad un bivio

Il Libano sta andando verso una iperinflazione e un conflitto armato.

La ragione principale è lo sgonfiamento dello schema Ponzi con cui il Governatore della Banca Centrale ha arricchito le banche d’affari e i politici libanesi.

21/07/2020 (97 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



HEZBOLLAH TRA DUE FUOCHI: LA PROPRIA SOCIETA' E LE SUE ALLEANZE INTERNE

Il segretario generale libanese di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah gode di un sostegno senza pari tra gli sciiti in Libano e, più in generale, tra l '"Asse della Resistenza" che guida.
Traduzione automatica

08/07/2020 (92 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Libano: i retroscena della crisi bancaria del secolo

Il crollo della Banca Centrale del Libano, conseguenza di una vasta truffa di Stato, ha fatto precipitare il Paese in una crisi economica e finanziaria senza precedenti. Il Libano paga 76 anni di dipendenza politica e otto di vacanza politica totale. La situazione è in realtà molto diversa da come la percepiscono i libanesi.

20/12/2019 (253 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



Manifestazioni in Libano contro le interferenze statunitensi

25/11/2019 (217 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



PRESSIONI USA HANNO INNESCATO GLI SCONTRI IN LIBANO?

DI WAYNE MADSEN
Wayne Madsen Report

WMR è stata la prima fonte a riportare della costruzione di una grande base aerea Usa a Kleiaat (o Qlei'at) nel Libano settentrionale per facilitare la logistica della pianificata presenza a lungo termine dell'America nel medio oriente, che comprende l'occupazione dell'Iraq. Abbiamo adesso appreso dalle nostre fonti di intelligence in Libano che il cinque maggio un rappresentante dell'ambasciata Usa a Beirut ha passato tre ore a Kleiaat per ispezionare l'aeroporto e incontrarsi con i funzionari locali. La segretezza della visita del funzionario dell'ambasciata è stata evidenziata dalla proibizione di utilizzare videocamere nell'aeroporto.

Gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo con il governo del primo ministro Fuad Siniora, favorevole a Usa, Israele e Arabia Saudita, per trasformare gradualmente la base aerea di Kleiaat da un aereoporto civile a base militare. La base funzionerà sotto l'ombrello della Nato ma sarà controllata dagli Stati Uniti.
13/05/2008 (2671 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 5)



IL VENERDI' NERO DI BEIRUT

DI RANNIE AMIRI
Counterpunch

Quello che si è visto venerdì in Libano è stato teatro politico ai più alti livelli.

Dopo essere rimasto in carica per nove anni, il presidente Emile Lahoud ha abbandonato il suo posto allo scoccare della mezzanotte senza che il Parlamento avesse nominato un successore. Di fatto il Parlamento non si è nemmeno mai riunito dal momento che i partiti dell'opposizione guidati da Hezbollah e dal Libero Movimento Patriottico di Michel Aoun hanno boicottato l'elezione, impedendo che venisse raggiunto il quorum. Dal momento che l'elezione del presidente richiede una maggioranza di due terzi ne' l'opposizione ne' la Coalizione del 14 marzo, la maggioranza guidata dal primo ministro Fouad Siniora, possono far passare un candidato senza che gli altri partiti siano presenti.

Nonostante la Costituzione richieda che l'autorità venga conferita al primo ministro se la presidenza risultasse vacante, Lahoud si è rifiutato, affermando che l'amministrazione di Siniora è "illegittima e incostituzionale. Loro lo sanno, anche se Bush ha detto il contrario."
03/12/2007 (2764 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



DOVE LA GIUSTIZIA SEMBRA ESSERE PROPRIO LONTANA: LETTERA DAL LIBANO

DI KARIM MAKDISI
Counterpunch

La tregua estiva è ufficialmente terminata in Libano. Verso le cinque del pomeriggio una bomba pesante 40 Kg a occhio e croce, collocata in una Mercedes, è stata fatta esplodere in una zona affollata del quartiere Sin el-Fil di Beirut. L’obiettivo diretto dell’azione è stato Antoine Ghanim, membro del Parlamento, appartenente al partito conservatore Falangista Maronita e alla coalizione 14 Marzo [una formazione sunnita, drusa e cristiana, capitanata da Hariri, Joumblatt e Geagea ndt], considerata favorevole al governo. Ghanim è il quarto parlamentare ad essere ucciso da quando l’omicidio dell’ex Primo Ministro Rafiq Hariri, avvenuto nel Marzo del 2005, lacerò il paese e paralizzò lo stato.

A causa dell’esplosione sono stati contati altri sei civili morti e una cinquantina di feriti, con la maggior parte dei Libanesi che oscilla tra apprensione e disgusto nei confronti di una classe dirigente che non si è preoccupata di loro dal punto di vista politico, sociale, economico e della sicurezza.
01/10/2007 (2664 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



COME COMINCERA' LA TERZA GUERRA LIBANESE?

Nasrallah in un fuoco incrociato

DI RANNIE AMIRI
Counterpunch


Cade in questi giorni l’anniversario della seconda guerra libanese, come la chiamano gli israeliani da quando hanno trovato finalmente un nome alla loro fallimentare campagna contro Hezbollah. E’ stata una difficoltà comprensibile, trovare un nome appropriato, se si considera in che modo si è verificata la sconfitta della scorsa estate.

Da allora ne' Israele ne' gli Stati Uniti hanno smesso di rimuginare sull’occasione sprecato di sconfiggere un’organizzazione che si è dimostrata capace in ciò in cui nessun paese, governo o partito arabi sono mai riusciti: causare una ritirata israeliana dai territori occupati come accadde nel 2000 e sfidare l’offensiva del loro celebrato esercito com’è accaduto l’anno scorso.

Hezbollah e il suo carismatico leader, Sayyid Hassan Nasrallah, non solo sono sopravvissuti ma sono diventati un augurio per una “via araba” (compito non da poco per un gruppo sciita in un mondo arabo dominato dal sunnismo). Dato che Nasrallah non ha mostrato di voler giocare la carta dell’appartenenza all’una o all’altra fazione , il suo appello nazionalista ha ricordato quello di Gamal Abdel Nasser e gli ha assicurato un vasto sostegno.
08/08/2007 (2936 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



CHIUSO IL CASO DEI MERCENARI DI FATAH AL-ISLAM

DI THIERRY MEYSSAN
Reseau Voltaire

L’esercito libanese ha vinto i mercenari di Fatah al-Islam trincerati da un mese nel campo palestinese di Nahr el Bared. La loro resa è una vittoria per il presidente Lahoud, così come la morte del loro capo è un sollievo per il clan Hariri che li aveva indirettamente ingaggiati per combattere gli Hezbollah e che era stato obbligato ad interrompere il versamento dei loro salari su richiesta del re dell’Arabia saudita.

Thierry Meyssan ritorna su questa operazione segreta finita male.

(Foto: Shaker el-Absi, capo di Fatah al-Islam, su un video diffuso dalla compagnia al-Jazeera. In passato colonnello dell’aviazione giordana, Shaker al-Absi era anche aiutante di al-Zarkawi prima in Afghanistan e poi nell’Iraq occupato dagli Stati Uniti).
05/07/2007 (2993 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



UCCIDETELI! UCCIDETELI TUTTI! TUTTI QUANTI!

DI URI AVNERY
Counterpunch

Una serata a Jounieh

Durante la prima guerra in Libano visitai Jounieh, una città a venti chilometri a nord di Beirut. In quel periodo era utilizzata come porto per le forze cristiane. Fu una notte animata.

Nonostante la violenta guerra nella vicina Beirut, Jounieh era piena di vita. L'elite cristiana passava la giornata nella marina coperta dal sole, le donne gironzolando in bikini, gli uomini sorseggiando whisky. Noi tre (io e due giovani donne del mio staff editoriale--una corrispondente e una fotografa) eravamo i soli israeliani in città, e perciò eravamo i festeggiati. Tutti ci invitarono nei loro yachts, e una ricca coppia insistette perchè andassimo a casa loro come ospiti di una celebrazione di famiglia.

Fu veramente qualcosa di speciale. Le dozzine dei membri della famiglia appartenevano alla crema dell'elite dei ricchi mercanti, un noto pittore, diversi professori universitari. Le bevande scorrevano come acqua, la conversazione fluiva in diverse lingue.
28/12/2006 (4253 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 0)



IL RUOLO DELLA GRAN BRETAGNA NELLA GUERRA TRA ISRAELE E GLI HEZBOLLAH

DI DAVID WEARING
Information Clearing House

E’ nota l’esistenza di un rapporto privilegiato tra Israele e Stati Uniti, oggetto spesso di dibattito, ben poco invece si sa del ruolo svolto dal governo britannico nella guerra tra Israele e gli Hezbollah. Londra durante il conflitto è stata accusata di “esser rimasta nell’ombra senza muovere un dito”. Al contrario, essa ha svolto un ruolo attivo nel sostenere le azioni d’Israele, fornendo un sostanziale supporto militare, diplomatico e politico.(1)
19/10/2006 (4691 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 5)



ISRAELE, HEZBOLLAH E L' ARTE DELLA GUERRA

DI LUIS EDGAR SHMID
Rodolfo Walsh

Probabili conseguenze strategiche dell’ultima battaglia arabo-israeliana

Essendo la fanteria un’ “arma economica” e la cavalleria un’ “arma cara”, la sconfitta di una o dell’altra possono avere conseguenze non solo militari ma anche politiche, sociali ed economiche, e molto spesso per un lungo periodo.

Verso il I secolo A.C., la Cina era divisa in sette grandi regni. L’arma principale dei re erano i carri da guerra, armi molto care ma infermabili. Ma in quel momento venne inventata la balestra, arma economica per la fanteria –e molto efficace quando si possedeva una fanteria numerosa-, ed il re Sin iniziò a sconfiggere i suoi rivali, unificando la Cina con un esercito di balestrieri
14/09/2006 (4870 letture)
(Leggi Tutto... | commenti? | Voto: 1)



Moduli
· Home
· AvantGo
· Contatti
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Submit_News
· Surveys
· Top
· Topics
· Your_Account

Login
Nickname

Password

Non hai ancora un tuo account? Crealo Qui!. Come utente registrato potrai sfruttare appieno e personalizzare i servizi offerti.

Covid-19

Rete 5G


Random Headlines

Messico
[ Messico ]

·Brevi appunti di storia sull'immigrazione messicana negli Stati Uniti


·Un esempio vivente di anarchia politica: No Stato, No Polizia, No Bande, No Reati


·CREPE NEL MURO DEL CAPITALISMO: ZAPATISTI E LOTTA PER DECOLONIZZARE LA SCIENZA


·DISMANTLING NEOLIBERAL EDUCATION: A LESSON FROM THE ZAPATISTAS


·LIGHTS OF REBELLION SHINE AT THE ZAPATISTA RESISTANCE FESTIVAL


·MEXICAN HOPE


·MESSICO: IL FALLIMENTO PIANIFICATO DELLO STATO


·AYOTZINAPA PROTESTS AWAKEN MEXICO FROM A NIGHTMARE


·GIU' NEL MESSICO


·IN MESSICO C'E' LA RIVOLUZIONE ? VIVA ''TIERRA COLORADA''!



Categorie
· Tutte le Categorie

· Andre Vltchek

· Approfondimenti

· Associazioni

· Brandon Turbeville

· Chris Hedges

· Cinema

· Coercizione mentale

· Dmitry Orlov

· Economia

· Eric Zuesse

· Filosofia

· Finian Cunningham

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· John Pilger

· John W. Whitehead

· Kurt Nimmo

· Libri

· Michael Hudson

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Peter Koenig

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Scie Chimiche

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Thierry Meyssan

· Tony Cartalucci

· Vaccini

· William Engdahl


Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001



 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.