Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedge

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· Libri

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

 
 
comeDonChisciotte.net: Libano

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Libano Imperialismo: PRESSIONI USA HANNO INNESCATO GLI SCONTRI IN LIBANO?

DI WAYNE MADSEN
Wayne Madsen Report

WMR è stata la prima fonte a riportare della costruzione di una grande base aerea Usa a Kleiaat (o Qlei'at) nel Libano settentrionale per facilitare la logistica della pianificata presenza a lungo termine dell'America nel medio oriente, che comprende l'occupazione dell'Iraq. Abbiamo adesso appreso dalle nostre fonti di intelligence in Libano che il cinque maggio un rappresentante dell'ambasciata Usa a Beirut ha passato tre ore a Kleiaat per ispezionare l'aeroporto e incontrarsi con i funzionari locali. La segretezza della visita del funzionario dell'ambasciata è stata evidenziata dalla proibizione di utilizzare videocamere nell'aeroporto.

Gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo con il governo del primo ministro Fuad Siniora, favorevole a Usa, Israele e Arabia Saudita, per trasformare gradualmente la base aerea di Kleiaat da un aereoporto civile a base militare. La base funzionerà sotto l'ombrello della Nato ma sarà controllata dagli Stati Uniti.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/05/2008 (2017 letture)
(Leggi Tutto... | 3557 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 5)
 

 
  Libano Politica: IL VENERDI' NERO DI BEIRUT

DI RANNIE AMIRI
Counterpunch

Quello che si è visto venerdì in Libano è stato teatro politico ai più alti livelli.

Dopo essere rimasto in carica per nove anni, il presidente Emile Lahoud ha abbandonato il suo posto allo scoccare della mezzanotte senza che il Parlamento avesse nominato un successore. Di fatto il Parlamento non si è nemmeno mai riunito dal momento che i partiti dell'opposizione guidati da Hezbollah e dal Libero Movimento Patriottico di Michel Aoun hanno boicottato l'elezione, impedendo che venisse raggiunto il quorum. Dal momento che l'elezione del presidente richiede una maggioranza di due terzi ne' l'opposizione ne' la Coalizione del 14 marzo, la maggioranza guidata dal primo ministro Fouad Siniora, possono far passare un candidato senza che gli altri partiti siano presenti.

Nonostante la Costituzione richieda che l'autorità venga conferita al primo ministro se la presidenza risultasse vacante, Lahoud si è rifiutato, affermando che l'amministrazione di Siniora è "illegittima e incostituzionale. Loro lo sanno, anche se Bush ha detto il contrario."
 
 
  Postato da cdcnet il 03/12/2007 (2039 letture)
(Leggi Tutto... | 6388 bytes aggiuntivi | Politica | Voto: 0)
 

 
  Libano DOVE LA GIUSTIZIA SEMBRA ESSERE PROPRIO LONTANA: LETTERA DAL LIBANO

DI KARIM MAKDISI
Counterpunch

La tregua estiva è ufficialmente terminata in Libano. Verso le cinque del pomeriggio una bomba pesante 40 Kg a occhio e croce, collocata in una Mercedes, è stata fatta esplodere in una zona affollata del quartiere Sin el-Fil di Beirut. L’obiettivo diretto dell’azione è stato Antoine Ghanim, membro del Parlamento, appartenente al partito conservatore Falangista Maronita e alla coalizione 14 Marzo [una formazione sunnita, drusa e cristiana, capitanata da Hariri, Joumblatt e Geagea ndt], considerata favorevole al governo. Ghanim è il quarto parlamentare ad essere ucciso da quando l’omicidio dell’ex Primo Ministro Rafiq Hariri, avvenuto nel Marzo del 2005, lacerò il paese e paralizzò lo stato.

A causa dell’esplosione sono stati contati altri sei civili morti e una cinquantina di feriti, con la maggior parte dei Libanesi che oscilla tra apprensione e disgusto nei confronti di una classe dirigente che non si è preoccupata di loro dal punto di vista politico, sociale, economico e della sicurezza.
 
 
  Postato da cdcnet il 01/10/2007 (2005 letture)
(Leggi Tutto... | 9240 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Libano COME COMINCERA' LA TERZA GUERRA LIBANESE?

Nasrallah in un fuoco incrociato

DI RANNIE AMIRI
Counterpunch


Cade in questi giorni l’anniversario della seconda guerra libanese, come la chiamano gli israeliani da quando hanno trovato finalmente un nome alla loro fallimentare campagna contro Hezbollah. E’ stata una difficoltà comprensibile, trovare un nome appropriato, se si considera in che modo si è verificata la sconfitta della scorsa estate.

Da allora ne' Israele ne' gli Stati Uniti hanno smesso di rimuginare sull’occasione sprecato di sconfiggere un’organizzazione che si è dimostrata capace in ciò in cui nessun paese, governo o partito arabi sono mai riusciti: causare una ritirata israeliana dai territori occupati come accadde nel 2000 e sfidare l’offensiva del loro celebrato esercito com’è accaduto l’anno scorso.

Hezbollah e il suo carismatico leader, Sayyid Hassan Nasrallah, non solo sono sopravvissuti ma sono diventati un augurio per una “via araba” (compito non da poco per un gruppo sciita in un mondo arabo dominato dal sunnismo). Dato che Nasrallah non ha mostrato di voler giocare la carta dell’appartenenza all’una o all’altra fazione , il suo appello nazionalista ha ricordato quello di Gamal Abdel Nasser e gli ha assicurato un vasto sostegno.
 
 
  Postato da cdcnet il 08/08/2007 (2280 letture)
(Leggi Tutto... | 9141 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Libano Servizi segreti: CHIUSO IL CASO DEI MERCENARI DI FATAH AL-ISLAM

DI THIERRY MEYSSAN
Reseau Voltaire

L’esercito libanese ha vinto i mercenari di Fatah al-Islam trincerati da un mese nel campo palestinese di Nahr el Bared. La loro resa è una vittoria per il presidente Lahoud, così come la morte del loro capo è un sollievo per il clan Hariri che li aveva indirettamente ingaggiati per combattere gli Hezbollah e che era stato obbligato ad interrompere il versamento dei loro salari su richiesta del re dell’Arabia saudita.

Thierry Meyssan ritorna su questa operazione segreta finita male.

(Foto: Shaker el-Absi, capo di Fatah al-Islam, su un video diffuso dalla compagnia al-Jazeera. In passato colonnello dell’aviazione giordana, Shaker al-Absi era anche aiutante di al-Zarkawi prima in Afghanistan e poi nell’Iraq occupato dagli Stati Uniti).
 
 
  Postato da cdcnet il 05/07/2007 (2313 letture)
(Leggi Tutto... | 15467 bytes aggiuntivi | Servizi segreti | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: UCCIDETELI! UCCIDETELI TUTTI! TUTTI QUANTI!

DI URI AVNERY
Counterpunch

Una serata a Jounieh

Durante la prima guerra in Libano visitai Jounieh, una città a venti chilometri a nord di Beirut. In quel periodo era utilizzata come porto per le forze cristiane. Fu una notte animata.

Nonostante la violenta guerra nella vicina Beirut, Jounieh era piena di vita. L'elite cristiana passava la giornata nella marina coperta dal sole, le donne gironzolando in bikini, gli uomini sorseggiando whisky. Noi tre (io e due giovani donne del mio staff editoriale--una corrispondente e una fotografa) eravamo i soli israeliani in città, e perciò eravamo i festeggiati. Tutti ci invitarono nei loro yachts, e una ricca coppia insistette perchè andassimo a casa loro come ospiti di una celebrazione di famiglia.

Fu veramente qualcosa di speciale. Le dozzine dei membri della famiglia appartenevano alla crema dell'elite dei ricchi mercanti, un noto pittore, diversi professori universitari. Le bevande scorrevano come acqua, la conversazione fluiva in diverse lingue.
 
 
  Postato da cdcnet il 28/12/2006 (3434 letture)
(Leggi Tutto... | 15764 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: IL RUOLO DELLA GRAN BRETAGNA NELLA GUERRA TRA ISRAELE E GLI HEZBOLLAH

DI DAVID WEARING
Information Clearing House

E’ nota l’esistenza di un rapporto privilegiato tra Israele e Stati Uniti, oggetto spesso di dibattito, ben poco invece si sa del ruolo svolto dal governo britannico nella guerra tra Israele e gli Hezbollah. Londra durante il conflitto è stata accusata di “esser rimasta nell’ombra senza muovere un dito”. Al contrario, essa ha svolto un ruolo attivo nel sostenere le azioni d’Israele, fornendo un sostanziale supporto militare, diplomatico e politico.(1)
 
 
  Postato da cdcnet il 19/10/2006 (4026 letture)
(Leggi Tutto... | 36051 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 5)
 

 
  Libano Imperialismo: ISRAELE, HEZBOLLAH E L' ARTE DELLA GUERRA

DI LUIS EDGAR SHMID
Rodolfo Walsh

Probabili conseguenze strategiche dell’ultima battaglia arabo-israeliana

Essendo la fanteria un’ “arma economica” e la cavalleria un’ “arma cara”, la sconfitta di una o dell’altra possono avere conseguenze non solo militari ma anche politiche, sociali ed economiche, e molto spesso per un lungo periodo.

Verso il I secolo A.C., la Cina era divisa in sette grandi regni. L’arma principale dei re erano i carri da guerra, armi molto care ma infermabili. Ma in quel momento venne inventata la balestra, arma economica per la fanteria –e molto efficace quando si possedeva una fanteria numerosa-, ed il re Sin iniziò a sconfiggere i suoi rivali, unificando la Cina con un esercito di balestrieri
 
 
  Postato da cdcnet il 14/09/2006 (4099 letture)
(Leggi Tutto... | 8290 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 1)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: LA MIGLIOR DIFESA E' IL MASSACRO

DI SIMONA MASINI
ComeDonChisciotte
Questi ultimi 2 mesi sono stati difficili.

Lo so, difficile è un termine vago, sminuente, sicuramente inadeguato per descrivere quanto è accaduto e sta accadendo.

E’ la prima parola che mi viene in mente.

E’ stato difficile, per me, anzi è stato impossibile riuscire a definire tutto ciò che stava avvenendo. Lo è anche ora.

Cosa facciamo? Da dove cominciare?

La conta dei morti? Questo sembra facile, ma….da che ora di quale giorno a che ora di quale giorno? Perche' di minuto in minuto, la conta, aumenta!

Basta lo scoppio di una bomba cluster, la mancanza improvvisa - ma non casuale - di elettricità in un reparto ospedaliero, l’esplosione (devo forse dire implosione? Sapete com’è…..non vorrei passare per antisemita!) di un’ ambulanza della Mezza Luna Rossa, l’impossibilità di amputare una parte del corpo colpita da quelle misteriose onde che trapassano, trapassano tutto, pelle, ossa, organi vitali, il crollo di un edificio fatiscente - colpito per legittimissima difesa, ci mancherebbe altro - in un quartiere a caso del Libano o della Palestina (scusate…si può ancora usare la parola Palestina o persino il mero vocabolo è stato già eliminato?) che c’è da riscrivere tutto!
 
 
  Postato da cdcnet il 06/09/2006 (2185 letture)
(Leggi Tutto... | 11706 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 5)
 

 
  Libano Galleria immagini: CHE TIPO DI ORRIBILI ARMI HA USATO ISRAELE IN LIBANO?

DI NADA SAYAD
Samidoun Media Center - Global Research

ATTENZIONE: FOTO ESTREMAMENTE CRUDE

Alcuni dubbi sono stati espressi a riguardo dell'uso da parte di Israele di armi internazionalmente proibite nella sua guerra contro il Libano.

Il South Medical Complex a Saida sta investigando questa questione. Sta esaminando 24 campioni da cadaveri che sono stati colpiti nell'area del Libano meridionale per scoprire la natura delle sostanze che hanno portato alla loro morte.

In una telefonata fatta da "Assafir", il locale quotidiano Libanese, il dottor Omar Morabi, presidente dell'Associazione per l'Amicizia Belga-Libanese a Bruxelles, ha detto che una missione dell' Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS) sarebbe andata in Libano con l'intento di prendere campioni da cadaveri nel Libano meridionale

 
 
  Postato da cdcnet il 01/09/2006 (43846 letture)
(Leggi Tutto... | 21069 bytes aggiuntivi | Galleria immagini | Voto: 5)
 

 
  Libano Musica: QANA

DI PATTI SMITH

La pratica Israeliana della punizione collettiva è un crimine di guerra secondo la Convenzione di Ginevra. Perchè gli viene consentito di fare ciò? Perchè hanno il nostro permesso?

Ogni anno mandiamo più di quattro miliardi di dollari in aiuti e armi a Israele. Stiamo pagando per questa devastazione. Il massacro dei bambini. Il paese in rovina. Stiamo pagando per questo. George Bush ha volontariamente rifiutato una tregua e ora abbiamo il massacro di Qana nella nostra testa. 37 dei morti erano bambini.

Qana è considerata da alcuni il luogo del primo miracolo di Cristo. La trasformazione dell'acqua in vino. Non c'è vino che scorre a Qana oggi. Solo sangue. Solo sangue.

Scarica l'MP3
 
 
  Postato da cdcnet il 27/08/2006 (1940 letture)
(Leggi Tutto... | 5583 bytes aggiuntivi | Musica | Voto: 0)
 

 
  Libano Coercizione mentale: TERRORISMO MEDIATICO

DI YAMIN ZAKARIA
International Institute of Peace

Se ci limitiamo alle affermazioni dei media occidentali, il conflitto tra Hezbollah e Israele si presenta più o meno in questi termini:

Hezbollah, un'organizzazione terroristica armata da Iran e Siria, ha lanciato un attacco proditorio contro un posto di frontiera dell'esercito israeliano che si è concluso con il rapimento di due soldati e la morte di alcuni altri. Israele non aveva nessuna alternativa per ottenere il rilascio dei due soldati se non rispondere bombardando città, strade e ponti alla ricerca dei terroristi. E poiche' questi si nascondevano tra i civili, ha inevitabilmente inflitto qualche danno collaterale.

Adesso, cerchiamo invece di arrivare alla verità attenendoci ai fatti. Ecco un breve riassunto del conflitto:
 
 
  Postato da cdcnet il 27/08/2006 (1851 letture)
(Leggi Tutto... | 8379 bytes aggiuntivi | Coercizione mentale | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: ISRAELE DENUNCIA LA PRESENZA DI LANCIA-RAZZI RUSSI NELLA CONTROFFENSIVA LIBANESE

DI VIKTOR LITOVKINE
Voltaire Net

Hezbollah avrebbe già distrutto almeno una divisione di blindati dei sette di cui dispone Tshal. Queste perdite hanno compromesso la strategia del blitzkrieg dello stato maggiore israeliano e lo hanno costretto a decidere di limitare la progressione di terra al ritmo della fanteria. La resistenza libanese utilizza lancia-razzi anticarro armato russi di ultima generazione che perforano i Merkava israeliani e anche i carri armati di fabbricazione statunitense. Viktor Litovkine analizza la polemica che cresce tra Tel-Aviv e Mosca.

Le dichiarazioni del ministro israeliano per la Pubblica sicurezza, Avi Dichter, e quella del ministro della difesa, Amir Peretz, che annunciano che Hezbollah utilizzerebbe nel sud del Libano dei lancia-razzi anticarro armato moderni di fabbricazione russa, in particolare degli RPG-29 a carico in tandem, ha suscitato lo stupore di esperti militari consultati dalla RIA Novosti che, preoccupati di rimanere nella neutralità, hanno accettato di commentare queste voci sotto la copertura dell'anonimato.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/08/2006 (4063 letture)
(Leggi Tutto... | 6807 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 5)
 

 
  Libano Michel Chossudovsky: 'LA TRIPLICE ALLEANZA': USA, TURCHIA, ISRAELE E LA GUERRA CONTRO IL LIBANO

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global Research

Anche se il Primo Ministro turco Recep Tayyip Erdogan ha condannato Israele per le atrocità commesse in Libano, il suo governo resta un fedele alleato di Israele, come pure attore militare di prima grandezza sia in Medioriente sia in Asia Centrale, con stretti legami con Washington, Tel Aviv e il quartier generale NATO a Bruxelles.

"Questa guerra è ingiusta (...) La guerra di Israele (...) sta soltanto alimentando l'odio... Non è difficile capire che in futuro ci aspettano una terribile guerra globale e un'enorme tragedia," ha detto Erdogan alla riunione dell'Organizzazione della Conferenza Islamica [Organization of the Islamic Conference - OIC] svoltasi ai primi di agosto a Kuala Lumpur. Beffarda ironia, con la sua alleanza con Stati Uniti e Israele la Turchia partecipa de facto alla "terribile guerra globale" evocata dal Primo Ministro Erdogan.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/08/2006 (3640 letture)
(Leggi Tutto... | 51727 bytes aggiuntivi | Michel Chossudovsky | Voto: 0)
 

 
  Libano LA RISOLUZIONE ONU NON RICONOSCE CHE ISRAELE HA INIZIATO UNA GUERRA

Trascrizione della risoluzione 1701: la parola “Guerra” non è menzionata.

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global Research

La risoluzione 1701 del Consiglio di sicurezza dell’ONU è stata abbozzata dalla Francia e dagli USA in stretta consultazione col governo israeliano.

a) La risoluzione è una clamorosa violazione della carta dell’ONU e del diritto internazionale. Non riconosce che Israele ha iniziato una guerra all’ultimo sangue contro il Libano in violazione del diritto internazionale. Descrive il bombardamento e la distruzione di un intero paese come un “conflitto tra Hizbollah e Israele”. Nel testo della risoluzione non compare la parola “guerra”.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/08/2006 (1482 letture)
(Leggi Tutto... | 4755 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Libano Imperialismo: ISRAELE, IL PETROLIO E LA 'DISTRUZIONE PIANIFICATA' DEL LIBANO

DI MIKE WHITNEY
Uruknet

“Il mondo ha ormai familiarizzato con l’idea delle migrazioni di massa e ne è diventato un amante appassionato…. Hitler --- per quanto sia detestabile --- diede a questo concetto una giusta definizione”.
Ze’ve Jabotinsky, fondatore ideologico del Partito Likud, “Una Palestina compiuta”, p. 407

“La cruda logica di Israele e delle dottrine razziste è emersa dal caos e si è svelata in una dura realtà: le macerie da paesaggio lunare dei villaggi libanesi un tempo così piacevoli; un milione di persone disperate che cercano di sopravvivere agli attacchi aerei israeliani mentre trasportano bambini e conducono anziani disabili attraverso strade bombardate; corpi accasciati di bambini tirati fuori dalle macerie polverose di edifici bombardati. Questa è la realtà della dottrina nazionale israeliana, il risultato diretto della sua visione razzista”.
Virginia Tilley, “I motivi per boicottare Israele”.

Bombardando le autostrade ed i principali ponti di Beirut, Israele ha tagliato fuori la capitale dal mondo circostante e posto l’intera nazione sotto assedio. Ora Israele, libera da qualsiasi accordo di intervento straniero, può portare a termine il suo piano di ridurre il Libano in macerie.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/08/2006 (2150 letture)
(Leggi Tutto... | 19260 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 5)
 

 
  Libano Geopolitica: LA GUERRA AL LIBANO E LA BATTAGLIA PER IL PETROLIO

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
Global Research

C'è forse una relazione tra il bombardamento del Libano e l'inaugurazione del più grande oleodotto strategico del mondo, che trasporterà oltre un milione di barili di petrolio al giorno ai mercati occidentali?

Virtualmente ignota, l'inaugurazione dell'oleodotto Ceyhan-Tblisi-Baku (BTC), che collega il Mar Caspio al Mediterraneo Orientale, ha avuto luogo il 13 luglio, all'inizio dei bombardamenti israeliani in Libano.

Un giorno prima degli attacchi aerei israeliani, i principali partner ed azionari del progetto BTC, tra cui molti capi di stato e quadri di compagnie petrolifere, erano in attesa al porto di Ceyhan. Poi sono stati precipitati ad un ricevimento inaugurale ad Instanbul, patrocinato dal presidente turco Ahmet Necdet Sezer nei lussuosi dintorni del Palazzo Çýraðan.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/08/2006 (1445 letture)
(Leggi Tutto... | 13095 bytes aggiuntivi | Geopolitica | Voto: 4)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: LIBANO: L'IRAQ DI ISRAELE?

DI HENRY MAKOW
The Truth Seeker

La strada verso il suicidio

Diversi segni rivelatori suggeriscono che il Framassone Ehud Olmert sta obbedendo agli ordini dei suoi superiori Illuminati per dare il via ad una dolorosa caduta di Israele, se non alla sua completa distruzione. Eccone alcuni...
1. Per portare avanti la “guerra tra le civiltà” i leader traditori di Israele hanno deliberatamente infiammato ed unito 1 miliardo e duecentomila musulmani. Le decisioni di Olmert sono state pensate per gettare ulteriore discredito su Israele, proprio come ha fatto Bush con gli Stati Uniti: ecco la ragione del bombardamento di un edificio dell’ONU, dell’uso del fosforo bianco e degli attacchi contro ambulanze e civili (di cui l’ultimo domenica scorsa a Cana). Le barbarie di Israele hanno reso lo stato ebraico completamente emarginato ed esposto ad un’escalation di ritorsioni ed atti feroci.
 
 
  Postato da cdcnet il 20/08/2006 (1535 letture)
(Leggi Tutto... | 9321 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: L’ASSASSINIO DI HARIRI ALLA LUCE DEI RECENTI AVVENIMENTI

DI XYMPHORA

1.
L’omicidio di Hariri, attribuito immediatamente alla Siria (senza alcune prove se non le menzogne propagate da Mehlis), ha avuto come diretta conseguenza che la Siria è stata costretta a ritirare le sue truppe dal Libano. È ovvio che il passo era un requisito necessario per il coinvolgimento israeliano in Libano.


2.
L’enorme dubbio che emerge dalle attuali avventure israeliane è perche' Israele stia sacrificando tanta benevolenza internazionale uccidendo civili libanesi innocenti, se il suo obiettivo dichiarato è l’‘autodifesa’ contro Hizbollah.
 
 
  Postato da cdcnet il 20/08/2006 (1474 letture)
(Leggi Tutto... | 6951 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: CANA, LA STORIA CHE SI RIPETE

A CURA DI JEW WATCH

Estratto da un importante serie di articoli scritti dal reporter Robert Fisk e pubblicati nel The Independent di Londra

CANA, LIBANO MERIDIONALE (18 aprile 1996) -- E’ stata una carneficina. Era dal terribile giorno di Sabra e Chatila che non vedevo così tanti civili innocenti massacrati. I profughi libanesi (donne, bambini e uomini) giacciono ammucchiati, senza mani, braccia o gambe, alcuni decapitati, altri completamente sventrati. Ce n’erano più di un centinaio. Un bambino è disteso, senza testa. Le bombe israeliane li hanno massacrati mentre erano nel rifugio delle Nazioni Uniti, convinti di essere al sicuro sotto la protezione del mondo intero: come i Musulmani a Srebrenica, anche quelli di Cana si sbagliavano.

Di fronte al quartier generale ONU in fiamme che ospitava il battaglione proveniente dalle isole Fiji, una ragazza tiene tra le braccia il corpo di un uomo dai capelli grigi con lo sguardo fisso su di lei, e lo culla piangendo e gridando le stesse parole all’infinito: “Mio padre, mio padre”. Un soldato ONU è in piedi in mezzo a un mare di cadaveri e, senza dire niente, tiene sollevato il corpo di un bambino senza testa.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/08/2006 (1546 letture)
(Leggi Tutto... | 10063 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Imperialismo: 'NON SARO' MAI UNO SCHIAVO DEGLI STATI UNITI O DI ISRAELE'

DI DAHR JAMAIL
Mother Jones

Intervista ad un combattente di Hezbollah

"Sono un Hezbollah perche' ci tengo", mi ha ha detto il combattente, che ha accettato l'intervista in condizione di anonimato. "Ci tengo al mio popolo, al mio paese, a difenderli dall'aggressione sionista". Ho annotato furiosamente sul mio note pad mentre sedevo nel sedile posteriore della sua auto. Eravamo parcheggiati non lontano da Dahaya, il distretto nella Beirut meridionale che è stato bombardato dagli aerei israeliani mentre parlavamo.

I suoni delle bombe facevano eco agli edifici della capitale del Libano, ieri pomeriggio. Fuori dalla finestra, ho guardato molte persone correre verso l'entrata di un centro commerciale, come se ciò potesse fornire loro qualche sicurezza.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/08/2006 (1169 letture)
(Leggi Tutto... | 7173 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: BEIRUT E' FORSE IN FIAMME?

DI URI AVNERY
Information Clearing House

Tel Aviv – "Sembra che Nasrallah sia sopravvissuto", hanno annunciato i quotidiani israeliani, dopo che 23 tonnellate di bombe erano state sganciate in un luogo di Beirut, dove si suppone si stesse nascondendo il leader di Hizbullah.

Una formulazione interessante. Poche ore dopo il bombardamento, Nasrallah aveva rilasciato un'intervista alla televisione Aljazeera. Non solo sembrava vivo, ma anche composto e fiducioso. Ha parlato del bombardamento – prova che l'intervista era stata registrata lo stesso giorno.

Dunque, che cosa significa "sembra che"? Molto semplice: Nasrallah pretende di essere vivo, ma non puoi credere ad un arabo. Chiunque sa che gli arabi mentono sempre. E' nella loro natura, come ha affermato una volta Ehud Barak.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2006 (1231 letture)
(Leggi Tutto... | 13110 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Imperialismo: ISRAELE IN LIBANO: CACCIANDO GLI ARABI

DI KURT NIMMO
Another Day In The Empire

Il Primo Ministro libanese Fuad Siniora afferma che l’attacco premeditato di Israele “farà precipitare il Libano indietro di 50 anni”. Credo che Siniora stia sottostimando la situazione: questa guerra riporterà la nazione mediorientale ad un modello di società vecchio di un secolo, senza elettricità, senza impianti idraulici, acqua potabile e sistema fognario.

Il Libano farà la stessa fine dell’Iraq – e probabilmente assisteremo al ripetersi di una nuova e sanguinosa guerra civile, proprio come previsto – la stessa che in futuro toccherà ad altre nazioni arabe, a breve alla Siria, poi all’Iran, e a chiunque si opporrà alla nascita del Grande Israele.

Il concetto di Grande Israele non è un’invenzione degli anti-semiti ma bensì un fatto realmente appurato; la concezione che ne ha il Likud comprende il West Bank e Gaza, mentre per il movimento giovanile Betar e per i fascisti sionisti include l’intera Palestina, la Giordania, il Sinai e parte della Siria (come mostrato in questa mappa).
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2006 (1362 letture)
(Leggi Tutto... | 11853 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Libano Opinioni: LA GUERRA ISRAELO-LIBANESE PER L'ACQUA

A CURA DI EARTH CHANGES

Se le riserve idriche del tuo Paese scendono rapidamente mentre il territorio confinante possiede delle risorse idriche intatte… e se pensi che in futuro avrai ancora bisogno della fornitura di acqua di altri paesi… in quel caso non porterai mai un attacco a quel territorio dicendo che hai bisogno della loro acqua. Se attaccherai quel paese lo farai per un’altra ragione, nascondendo così il tuo vero obiettivo dietro un muro di inganni e falsità…

Israele ha sempre avuto problemi di natura idrica. Oggi, nel 2006, convive con una crescente carenza idrica ed un rapido decremento delle scorte di acqua sorgente. A causa dell’enorme quantità di acqua utilizzata dalla popolazione residente nelle zone circostanti, il fiume Giordano potrebbe prosciugarsi entro i prossimi due anni.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2006 (1656 letture)
(Leggi Tutto... | 4016 bytes aggiuntivi | Opinioni | Voto: 0)
 

 
  Libano Imperialismo: UNA GIGANTESCA STRISCIA DI GAZA

DI MIKE WHITNEY
Uruknet

"Non saremo gli unici che pagano un prezzo. Le nostre case non saranno le uniche distrutte. I nostri bambini non saranno i soli uccisi. Il nostro popolo non sarà il solo evacuato. Quei giorni sono finiti. Vi prometto che quei tempi sono passati. Sceicco Hassan Nasrallah, leader dell'organizzazione di resistenza libanese Hezbollah.

Gli ultimi giorni ci hanno presentato una visione tormentante del nuovo ordine mondiale. L'assalto israeliano alle infrastrutture del Libano ha distrutto ponti, strade, centrali elettriche, depositi di grano, complessi edilizi, moschee, centri di comunità, case civili, centrali a gas, porti e molti degli apparecchi per mantenere in vita persone negli ospedali. In aggiunta, Israele ha ucciso 155 civili tra cui 15 bambini che sono stati vaporizzati all'istante da un missile che ha distrutto il loro furgone mentre stavano evacuando il Libano. Israele ha giustificato la carneficina puntando ai 2 soldati israeliani che sono stati catturati da membri dell'organizzazione di resistenza libanese Hezbollah. Ma la difesa di Israele ha tanti difetti da non lasciare speranza.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2006 (2235 letture)
(Leggi Tutto... | 12249 bytes aggiuntivi | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: L'11 SETTEMBRE LIBANESE o PERCHE' CI ODIANO?

A CURA DI INFORMATION CLEARING HOUSE

Cosa intendono esattamente i nostri politici quando dicono che sostengono Israele nella sua azione contro il Libano? Cos'è che sostengono? Di sicuro non questa carneficina, vero?

Le crude immagini mostrano la realtà e l’orrore dell’invasione e della distruzione del Libano da parte di Israele.

Attualmente i "bombardamenti" stanno continuando, in particolare nelle regioni sud-orientali del Libano.

Nel momento in cui vengono postate queste immagini sono dunque in svolgimento ulteriori massacri e più civili saranno uccisi.

Domani conteremo le perdite di oggi, e così via, e vedremo altre foto di bambini e famiglie massacrati.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2006 (1861 letture)
(Leggi Tutto... | 6242 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 5)
 

 
  Libano Opinioni: UN CONSAPEVOLE TENTATIVO DI PROVOCARE UNA GUERRA GENERALE IN MEDIO ORIENTE

DI WEBSTER G. TARPLEY
Global Research

Le provocazioni false flag israeliane in Libano

[Nota del traduttore: Un'operazione false flag viene perpetrata da qualcuno e attribuita a qualcun altro]

Washington DC, 15 luglio (1PM EDT) – Il crescente assalto israeliano al Libano rappresenta un tentativo consapevole di provocare una guerra generale in Medio Oriente. I soldati israeliani catturati sono solamente il pretesto per massicce operazioni militari. I portavoce israeliani stanno facendo costanti accuse che i missili di Hezbollah sparati su Israele sono stati fabbricati o consegnati dall'Iran. Allo stesso tempo, gli Israeliani accusano Hezbollah di voler trasferire i due soldati israeliani catturati alla Siria o all'Iran. Queste dichiarazioni sono un tentativo di costruire un pretesto per un improvviso attacco israeliano alla Siria e/o all'Iran. I portavoce degli Stati Uniti, tra cui il fascista nietzschiano Bolton, ripetono costantemente la litania per cui la Siria e l'Iran sono sostenitori di Hezbollah.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/08/2006 (1233 letture)
(Leggi Tutto... | 8630 bytes aggiuntivi | Opinioni | Voto: 0)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: GOOD MORNING BEIRUT

DI BILAL EL-AMINE
The Electronic Intifada - Live from Lebanon

Ciao a tutti. Per prima cosa, sto bene, e stanno bene la mia famiglia e i miei amici. Siamo sparpagliati in posti diversi, alcuni ancora a sud, alcuni a Tyre, il resto a Beirut e nei dintorni. Quelli che vivono nella periferia sud, dove si trova Hizbollah, sono riusciti ad andarsene prima degli ultimi attacchi e sono al sicuro coi parenti.

Come la maggior parte di voi sa, Hizbollah ha svolto un’audace operazione qualche giorno fa ed è riuscita a catturare due soldati israeliani. La resistenza ha detto già da un po’ ormai che intende liberare gli altri prigionieri libanesi in Israele, soprattutto Samir Qantar.
 
 
  Postato da cdcnet il 03/08/2006 (1176 letture)
(Leggi Tutto... | 6603 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Galleria immagini: Libano: Strage a Cana per terrorizzare la popolazione

Missili isareliani colpiscono edifici a Cana, un villaggio del Libano meridionale, mentre la popolazione sta dormendo, uccidendo almeno 56 persone, per la maggior parte bambini, in uno degli attacchi più sanguinosi in questi 19 giorni di aggressione al paese.
Il primo ministro israeliano, Ehud Olmert, ha espresso un “profondo rammarico” accusando la guerriglia Hezbollah di usare l'area per il lancio di missili.
Se così fosse, e non si trattase invece, come più facilmente spiegabile, del solito metodo di terrorizzare le popolazioni, ci dovremmo nuovamente stupire della cosiddetta “precisione chirurgica” di questi "potenti e avanzati eserciti". Secondo la Croce Rosa libanese, ci sarebbero almeno 34 bambini tra le vittime.
Nella foto a sinistra, un carro israeliano vicino al confine con il Libano (la foto, scelta per il cannone puntato verso chi legge, non è casuale).
 
 
  Postato da cdcnet il 30/07/2006 (2577 letture)
(Leggi Tutto... | 16928 bytes aggiuntivi | Galleria immagini | Voto: 5)
 

 
  Libano Terrore e Guerre: LA MORTE DI RAFIK HARIRI

A chi giova la destabilizzazione del Libano?
L'assassinio di Rafik Hariri ripropone lo spettro della guerra civile o dell'invasione straniera in Libano. Come gli attentati che si sono succeduti a Beirut, mira a destabilizzare il paese ed a colpire la Siria. Ma quali interessi persegue questo gioco? Il giornalista rumeno Vladimir Alexe propone degli elementi per rispondere.

Gli Stati Uniti, che hanno posto l'Iran e la Siria nell'elenco degli Stati di cui vogliono “cambiare il regime” nel 2005, hanno reagito immediatamente dopo l'assassinio. Il giorno stesso, giusto dopo l'attentato, il portavoce della Casa-Bianca, Scott McClellan, ha avvertito che gli Stati Uniti avevano iniziato delle consultazioni in seno al Consiglio di sicurezza dell'ONU per prendere “le misure urgenti che si impongono per mettere fine alla violenza ed all'intimidazione nel Libano indipendente, sovrano e democratico, per liberarlo delle forze di occupazione”. La formula rinvia chiaramente alla Siria che mantiene sul territorio del Libano una forza di 14 000 uomini. Da allora, la domanda che si impone è questa: a chi giova l'assassinio di Rafik Hariri?

 
 
  Postato da cdcnet il 07/06/2006 (3194 letture)
(Leggi Tutto... | 25371 bytes aggiuntivi | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Libano Associazioni: I SIONISTI NUCLEARIZZANO IL CENTRO DI BEIRUT-DI NUOVO !

 Nel disperato tentativo di rallentare la loro imminente sconfitta in Palestina, le forze speciali ebraiche hanno usato un mini ordigno nucleare contro l'ex Primo Ministro Rafik Hariri, per poi ordinare ai loro agganci tra i media occidentali di incolpare del crimine la Siria
DI JOE VIALLS

Per quanto la cosa sia destinata ad avere ben poco effetto sui boccaloni occidentali che guardano la CNN, il 15 febbraio 2005 la televisione pubblica iraniana ha diffuso un servizio del suo ufficio di Damasco, in cui si dice tra l'altro: "Un alto ufficiale del ministero siriano del'informazione ha condannato l'assassinio dell'ex Primo Ministro libanese Rafiq Hariri, avvenuto lunedì, affermando: 'In tutta la Siria la gente è oltraggiata e in collera a causa di quest'atto criminale, e furiosa contro i suoi autori.'
'La Siria continuerà a sostenere il Libano', continua il portavoce del Ministero, 'Particolarmente in situazioni di tensione in cui i nemici perseguono la destabilizzazione di pace e sicurezza in Libano. Ma, se Dio vuole, non ci riusciranno. (...) Uccidendo i leader politici libanesi, i nemici di Libano e Siria cercano di far di nuovo precipitare la situazione in Libano.'

 
 
  Postato da cdcnet il 23/04/2006 (1532 letture)
(Leggi Tutto... | 20023 bytes aggiuntivi | Associazioni | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.