Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedge

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· Libri

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

 
 
comeDonChisciotte.net: Europa

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Europa LA RIVOLUZIONE 'NON RIVOLUZIONARIA' DELLA ROMANIA

FONTE: ZEROHEDGE.COM

In Romania, febbraio ha portato 27 giorni consecutivi di proteste contro l’attuale governo, ad un ritmo senza precedenti dalla rivoluzione del 1989.

In una giornata da record, più di 600.000 persone si sono radunate in Piazza della Vittoria nella capitale e in tutto il paese per ribaltare la decisione dell’attuale partito di governo di depenalizzare alcuni reati di corruzione e abuso d’ufficio. Questa decisione stava loro particolarmente a cuore dato l’elevato numero di membri del partito già scontanti pene sospese per simili reati di corruzione. I Media di tutto il mondo hanno seguito l’evento utilizzando parole lusinghiere, che descrivono le rivolte pacifiche come una “poetica della resistenza internazionale” ed un “risveglio politico di massa.”.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/02/2017 (255 letture)
(Leggi Tutto... | 5571 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa CIPRO BACIATA DALLE ONDE

DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

A Ginevra si sta svolgendo dall’inizio di gennaio il nuovo round di negoziati per la “sistemazione” delle controversie relative all’assetto dell’isola di Cipro. Panagiotis Grigoriou ha dedicato all’argomento tre successivi articoli, pubblicati in francese, come di consueto, sul suo blog www.greekcrisis.fr . Perché questi negoziati sono così importanti?
Ciò che è in gioco oggi a Cipro, non è che la vera anticipazione di ciò che accadrà a breve ed a medio termine, cioè l’uccisione (voluta dai globalizzatori) degli Stati e delle nazioni (sic), attraverso mezzi diversi dalla guerra convenzionale.

Proponiamo di seguito un riassunto del contenuto dei tre post, frutto di alcuni interventi pubblici avvenuti sul tema ad Atene, che possono essere letti integralmente sul blog http:cosivailmondo.wordpress.com ai link indicati a fine testo.

 
 
  Postato da cdcnet il 10/02/2017 (109 letture)
(Leggi Tutto... | 16476 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: L'EURO E' DAVVERO IRREVERSIBILE ?

di Fabio Conditi
Comedonchisciotte

La conferenza stampa di Mario Draghi, da tutti riassunta con lo slogan “L’euro è irreversibile“, contiene invece alcuni elementi interessanti che vale la pena di approfondire.

I media che, nella migliore delle ipotesi, non hanno ancora capito come funziona il sistema monetario e l’Eurozona, ma nella peggiore fanno di tutto per mantenere in piedi un sistema che fa acqua da tutte le parti, si sono concentrati sulla singola frase, senza analizzare in modo approfondito, sia la domanda che tutta la risposta.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/02/2017 (195 letture)
(Leggi Tutto... | 15740 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: L'EURO SECONDO STIGLITZ: ANCHE LA FALSA-SINISTRA DICE 'EXIT'

DI RAMIN MAZAHERI
The Saker

Sia  “L’Euro”, cioè il sistema monetario che il libro che porta lo stesso nome, scritto dal premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz, possono sembrare complicati. Partendo da quanto ha scritto Noam Chomsky,  e cioè che nelle scienze sociali non c’è niente che non possa essere capito in un paio di minuti  da un qualsiasi autista di autobus – e in effetti non si tratta né di calcoli matematici né di fisica – concedetemi solo tre paragrafi per farvi comprendere di che si parla:

Stiglitz fa correttamente due affermazioni accademiche indiscutibili:  1° – L’euro ha fallito nella sua promessa di portare prosperità e sicurezza   – 2° –  Non c’è nulla nella sua struttura organizzativa che preveda di poterlo cambiare.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/02/2017 (300 letture)
(Leggi Tutto... | 27784 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: L'EUROZONA SCRICCHIOLA .. A QUANDO IL CRACK?

DI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Sì lo so … i profeti laureati lo hanno pronosticato già dal 2012, ma nulla è ancora successo. Però forse l’armageddon è ormai  imminente, un anno o due, ma è sempre più chiaro che l’Italia sta giocando col fuoco e se non si muove presto, probabilmente resterà con il cerino in mano.

Draghi_0Intanto il dogma whatever it takes di Mario Draghi, che sanciva l’immortalità dell’Euro, non sarebbe più valido … basterebbe pagare i debiti e un Paese membro potrebbe uscire dall’Eurozona. Il Gran Maestro dell’Ordine, sacerdote officiante della liturgia dell’euro rivela un segreto, molto più misterioso del terzo di Fatima, per di più a seguito di un’interrogazione a firma M5S, aggiunge che gli Stati sovrani possono rescindere da questo scriteriato contratto, naturalmente pagando il pizzo, direttamente proporzionale ai debiti imposti loro dalla tirannia del cambio fisso.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2017 (466 letture)
(Leggi Tutto... | 17165 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa NOT JUST POLAND: US MARINES DEPLOYED TO NORWAY

Adam Dick
ronpaulinstitute.org

Poland is not the only European country into which United States military forces are being inserted in the final days of the Obama administration. On Monday, about 300 Marines arrived in Norway. Reuters reports that the Marines, who will be the first foreign troops stationed in Norway since World War II, will be stationed at Norway’s Vaernes military base about 900 miles from the Russian border.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/01/2017 (98 letture)
(Leggi Tutto... | 2395 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa POLAND ACQUIRES FIRST STRIKE CAPABILITY TO POSE THREAT TO RUSSIA

Poland Acquires First Strike Capability to Pose Threat to RussiaPeter KORZUN
strategic-culture.org

It should be noted that quite often the most interesting arms contracts escape media attention. That’s how it was in 2016. Signing a multi-billion-dollar military aid package between the United States and Israel and the subsequent White House approval for long-awaited fighter sales to the Middle East hit the radar screen.

In late September, the US approved the sales of Boeing fighters worth a total of around $7 billion to Kuwait and Qatar. First mooted around two years ago, the deals had been held up by the US government due to Israeli concerns and in order to smooth the way for nuclear talks with Iran.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/01/2017 (135 letture)
(Leggi Tutto... | 8619 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa BUILDING TOTALITARIANISM IN EUROPE

THE LAST COUP OF VICTORIA NULAND

JPEG - 42.6 kbDimitri Konstantakopoulos
voltairenet.org

Since April 2016, US neoconservatives have been trying to change the status of Cyprus. It is for them both (1) to reunite the island (2) to deprive it of its army (3) but also to deploy the Turkish army under cover of NATO.

The inevitable Victoria Nuland, who should have become Secretary of State if Hillary Clinton had been elected president, is maneuvering. This plan is supposed to tie Turkey to NATO and prevent its rapprochement with Russia.

(Photo: The President of the Republic of Cyprus, Nicos Anastasiades, receives the US Assistant Secretary of State for European and Eurasian Affairs, Victoria Nuland)

 
 
  Postato da cdcnet il 08/01/2017 (122 letture)
(Leggi Tutto... | 18874 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa FORZE ARMATE USA E TEDESCHE INVIANO MIGLIAIA DI TRUPPE NELL'EUROPA DELL'EST

DI JOHANNES STERN
wsws.org

E’ in corso un massiccio spiegamento di truppe USA e NATO in Polonia e negli Stati Baltici. Secondo un comunicato diffuso il 30 Dicembre dal Centro Stampa ed Informazione del Bundeswehr (Forze Armate) Tedesco “Come parte dell’operazione NATO “Atlantic Resolve” tre navi da trasporto USA sono attese  a Bremerhaven per la prima settimana di Gennaio”.

 
 
  Postato da cdcnet il 01/01/2017 (407 letture)
(Leggi Tutto... | 8669 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa William Engdahl: VATICAN, BILDERBERG AND A 'MIGRATION' CRISIS

F. William Engdahl
journal-neo.org

The annual meeting of the secretive Bilderberg Group took place this year in Dresden, Germany from June 9-12. Notable is their terminology in an official press release announcing topics for discussion. Point three (not necessarily in terms of importance) is curiously titled “Europe: migration, growth, reform, vision, unity.” Curious is the choice of the word “migration” for the EU refugee crisis that began in Spring 2015 as Turkey opened the detention centers and refugee camps from Syrian war refugees and pointed them to the EU. More about that later on. Here I want to concentrate on the little-known historical ties or links between the Bilderberg Meetings, founded in 1954, and the Vatican, and the role of both in heating up the current EU refugee instability.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/12/2016 (181 letture)
(Leggi Tutto... | 21965 bytes aggiuntivi | William Engdahl | Voto: 0)
 

 
  Europa IL MONDO STA CAMBIANDO: BASTA CON LA DITTATURA DELL'FMI E DELLA TROIKA EUROPEA

DI ALEXANDER HARTMANN
Neue Solidarität

Il chiaro rifiuto del popolo Italiano alla riforma costituzionale, col referendum del 4 Dicembre 2016, la quale avrebbe consegnato di fatto la sovranità dell’Italia nelle mani dell’Unione Europea, è stata, come già dichiarato da Helga Zepp-LaRouche nell’articolo del 7 Dicembre 2016 nel suo forum, un “clamoroso schiaffo in faccia all’oligarchia finanziaria internazionale” ed il terzo dopo il Brexit britannico e la vittoria elettorale di Donald Trump negli Stati Uniti. Ma questa oligarchia sembra incapace di imparare dalle proprie sconfitte perché raddoppia gli sforzi per imporre il proprio volere, sia in Italia, come nel resto degli stati Europei.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/12/2016 (269 letture)
(Leggi Tutto... | 10288 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa COSA STA SUCCEDENDO NEL MEDITERRANEO?

ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE E IMMIGRAZIONE

Sul sito gefira.org, con il titolo NGOs are smuggling immigrants into Europe on an industrial scale [Le ONG trasportano immigrati in Europa su scala industriale], è stata pubblicata un'analisi in cui si confrontano i movimenti nel Mediterraneo di navi di due ONG e l'arrivo quotidiano di immigrati nell'arco di due mesi.

Lo studio è stato condotto con i dati di marinetraffic.com e data.unhcr.org.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/12/2016 (274 letture)
(Leggi Tutto... | 3640 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa EU DECLARES WAR ON 'FAKE NEWS'

EU VOTES TO COUNTER 'PROPAGANDA' CRITICAL OF ITS POLICIES

By Whitney Webb
activistpost.com

It seems long gone are the days when the corporate media could label anti-establishment information as a “conspiracy theory” if they wanted their viewers to ignore it. However, with more than half of the US population believing in these so-called “conspiracy theories,” the new moniker of the establishment for information they don’t want you to see has become “fake news.”

 
 
  Postato da cdcnet il 25/11/2016 (174 letture)
(Leggi Tutto... | 6170 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Il grande raggiro del CETA (e il futuro dell'Unione Europea)

FONTE FAILEDREVOLUTION (BLOG)

Con l’imminenza del voto presso il parlamento Europeo sul trattato UE-Canada noto come CETA e i potenziali diverbi riguardo alla sua ratifica che potranno susseguirsi nei vari parlamenti nazionali UE, il CETA continua ad attirarsi pesanti critiche. Dando uno sguardo più da vicino al testo dell’accordo, e a recenti dichiarazioni mirate a rassicurare i critici e ottenere appoggio alla sua realizzazione, mostrano che le preoccupazioni rispetto al CETA sono ben fondate. Oltre i tentativi di pubbliche relazioni da parte del governo Canadese e della Commissione Europea atti a venderlo come un trattato progressista, il CETA resta ciò che è sempre stato: un attacco alla democrazia, ai lavoratori e all’ambiente. Sarebbe un enorme errore ratificarlo.
 
 
  Postato da cdcnet il 22/11/2016 (273 letture)
(Leggi Tutto... | 23933 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa NATO CONTINUES TO PREPARE FOR WAR WITH RUSSIA

Peter KORZUN
strategic-culture.org

NATO uses any pretext to accuse Russia of harboring aggressive intentions. It has raised ballyhoo over the recent deployment of Iskander short-range surface-to-surface ballistic missiles to the Kaliningrad region.

Time and time again, the alliance reaffirms its bogus Russia narrative. “We see more assertive and stronger Russia that is willing to use force,” concluded NATO General Secretary Jens Stoltenberg speaking at the round table in Passau, Bavaria on October 10.

TRADUZIONE: La NATO continua a preparare la Guerra con la Russia
 
 
  Postato da cdcnet il 23/10/2016 (179 letture)
(Leggi Tutto... | 8099 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa SOROS: CON LA 'MIGRAZIONE FORZATA' FARA' UNA STRAGE DI EUROPEI

DI SAM GERRANS
rt.com

Il filantropo George Soros ha recentemente pubblicato una lettera sul Wall Street Journal dal titolo ‘Perché sto investendo 500 milioni di dollari sui migranti’. In questo articolo, vorrei fare un distinguo e, da quella lettera, cercherei di separare cosa pensa veramente Soros e cosa invece ci sta dicendo.

La lettera di Soros  comincia così: “Il mondo è stato sconvolto da un’ondata di migrazioni forzate. Decine di milioni di persone sono in movimento, stanno scappando dai loro paesi d’origine in cerca di una vita migliore, all’estero. Alcuni scappano da una guerra civile o da un regime oppressivo; altri sono costretti a fuggire da una povertà estrema, attirati dalla possibilità di guadagnare qualcosa di più per se stessi e  per le loro famiglie. “
 
 
  Postato da cdcnet il 07/10/2016 (641 letture)
(Leggi Tutto... | 16603 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Europa IL VULCANO DELL'UE STA PER ESPLODERE ?

Big ThreeFONTE: ZEROHEDGE.COM

Mi chiedo se il vulcano dell’UE stia per esplodere.

La base è che Matteo Renzi, Francois Hollande e Angela Markel si sono incontrati su un’isola vulcanica vicino a Napoli, scelta simbolicamente per suggellare la loro intenzione di perseguire l’unità dell’UE in seguito all’esito del referendum nel Regno Unito.

Hollande dice che l’Europa è l’unica soluzione (Leggete per favore: EU Leaders Pledge Brexit Will Not Weaken Bloc.)

I leader di Germania, Francia ed Italia hanno dichiarato che non permetteranno all’uscita del Regno Unito dall’UE di trascinare tutto il blocco, infatti hanno discusso circa un incremento della cooperazione di intelligence e la spinta per un piano di investimenti pan-europeo.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/08/2016 (532 letture)
(Leggi Tutto... | 5260 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa TROTSKY E LA BALCANIZZAZIONE DELL'EUROPA

RUStrotsky4DI NICOLAS BONNAL
dedefensa.org

Leone Trotsky è spesso irreprensibile sul terreno dell'analisi.

Sull'attuale declino dell'Europa si potranno leggere queste righe, scritte e pronunciate nel luglio 1924 (Discorso sulle prospettive dell'evoluzione mondiale) al tempo del piano Dawes, quando il celebre rivoluzionario é ancora al comando:

"Il capitale americano comanda attualmente alla diplomazia. Si prepara a comandare allo stesso modo alle banche e ai trust europei, a tutta la borghesia europea. E' ciò a cui tende. Assegnerà ai finanzieri e agli industriali europei dei settori di mercato definiti. Regolerà la loro attività. In una parola vuole ridurre l'Europa capitalista allo stretto necessario, in altre parole prescriverle quante tonnellate, quanti litri, quanti kg, di questa o di quell'altra materia ha il diritto di comprare o di vendere.”

 
 
  Postato da cdcnet il 26/08/2016 (594 letture)
(Leggi Tutto... | 6563 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa LE 5 NAZIONI EUROPEE CON ARMI NUCLEARI 'NON DICHIARATE'. RUSSIA E IRAN SONO GLI OBIETTIVI

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY
globalresearch.ca

I media, i politici e gli scienziati rimangono muti. L'attenzione si  è persistentemente concentrata sulle inesistenti armi nucleari dell'Iran.

Ampiamente documentato, Belgio, Olanda, Germania Italia e Turchia sono in possesso di armi nucleari che sono dispiegate (su ordine governativo) contro la Russia, Iran e Medio Oriente.

Durante i recenti sviluppi, a seguito del fallito colpo di stato turco del luglio 2016, i media hanno riportato armi stoccate nella base turca di Incirlik.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/08/2016 (582 letture)
(Leggi Tutto... | 10026 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa IS EUROPE DOOMED BY VASSALAGE TO WASHINGTON?

By Paul Craig Roberts
Information Clearing House

“One Ring to rule them all . . . and in the darkness bind them.”
J.R.R. Tolkien, The Lord of the Rings

World War II resulted in Europe being conquered, not by Berlin but by Washington.

The conquest was certain but not all at once. Washington’s conquest of Europe resulted from the Marshall Plan, from fears of Stalin’s Red Army that caused Europe to rely on Washington’s protection and to subordinate Europe’s militaries to Washington in NATO, from the replacement of the British pound as world reserve currency with the US dollar, and from the long process of the subordination of the sovereignty of individual European countries to the European Union, a CIA initiative implemented by Washington in order to control all of Europe by controlling only one unaccountable government.

(TRADUZIONE: L'EUROPA E' CONDANNATA DAL VASSALLAGGIO A WASHINGTON?)

 
 
  Postato da cdcnet il 31/07/2016 (394 letture)
(Leggi Tutto... | 9943 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Europa SMOKING GUN: NICE AND MUNICH TERROR ATTACKS LINKED TO CIA AND MOSSAD

Evidence the terror attacks in Nice and Munich were false flag operations by Mossad and the CIA have surfaced.Baxter Dmitry
IWB

Evidence continues to surface that the terror attacks in Nice and Munich were government orchestrated false flag operations by European Union governments in league with Mossad and the CIA, while the authorities waste no time clamping down on civil liberties in the wake of the events.

It has emerged that Richard Gutjahr – a German journalist married to an Israeli politician and former spy agency employee – was on the scene filming the truck attack in Nice, and then found himself taking pictures at the Munich mall when the shooter opened fire.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/07/2016 (281 letture)
(Leggi Tutto... | 9130 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa SOROS : 30 MILIARDI PER I RIFUGIATI .... O CROLLA L'EUROPA

kkDI TYLER DURDEN
zerohedge.com

Pare che abbia quasi  raddoppiato  "i consigli" dello scorso Aprile (dopo che aveva già dato una definizione della "politica di asilo imperfetto" dell'Europa): George Soros ha aumentato il numero dei suoi consigli portando da quattro a sette i pilastri fondamentali per evitare il crollo dell'Unione Europea. In un articolo scritto per Foreign Policy intitolato “L'ultima occasione dell'Europa per decidere una Politica dei Rifugiati" Soros spiega meglio il suo piano (cavalcando l'attuale "approccio frammentario") per salvare l'Europa prima che sia troppo tardi.

In poche parole, il miliardario dice che la UE deve far entrare  centinaia di migliaia di profughi all'anno, spendere almeno 30 miliardi di euro (una cosuccia dal momento che ritiene che tutto possa essere finanziato dal debito e dalle tasse) oppure l 'Europa si troverà di fronte una "minaccia esistenziale".

 
 
  Postato da cdcnet il 22/07/2016 (524 letture)
(Leggi Tutto... | 11369 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa COME LA SOLA MANO DI GEORGE SOROS HA CREATO LA CRISI EUROPA PER I RIFUGIATI - E PERCHE'

1,DI DAVID GALLAND E  STEPHEN MC BRIDE
zerohedge.com

George Soros scommette in borsa, ancora.

L’ottantacinquenne attivista, politico e filantropo e` andato in prima pagina nel post-Brexit dicendo che l'evento aveva "scatenato" una crisi dei mercati finanziari.

Ebbene, questa crisi non ha ancora colpito Soros.

Soros è stato sul lato giusto delle transazioni di borsa vendendo allo scoperto le azione della Deutsche Bank e scommettendo contro lo S & P tramite un 2,1 milioni di dollari di azioni sulla ETF SPDR S & P 500.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/07/2016 (582 letture)
(Leggi Tutto... | 20769 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Opinioni: IL 2 OTTOBRE MORIRA' L'UNIONE EUROPEA

DI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Le magnifiche sorti e progressivi dell'Ue sono ormai segnate, «il 2 ottobre morirà l'Unione Europea », dice Enrico Mentana, e stavolta, una delle rare volte … credo che abbia ragione. Perché proprio il 2 ottobre? Beh, per quel giorno è stato indetto il referendum ungherese sul ricollocamento obbligatorio degli stranieri, un quesito che chiamerà i cittadini ungheresi ad esprimersi pro o contro l'Unione: «Volete o no che l’Ue possa obbligarci ad accogliere in Ungheria, senza l’autorizzazione del Parlamento ungherese, il ricollocamento forzato di cittadini non ungheresi?». È il quesito del referendum proposto dal governo di Viktor Orbán, ed approvata dal Parlamento il 10 maggio. Che dire … secondo Orbán, si tratta di decidere sulla sovranità del Paese, e di far valere il diritto di scegliere con chi convivere, ma il voto rischia di essere l'armagheddon dell'Unione dopo l'avvenuto Brexit.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/07/2016 (792 letture)
(Leggi Tutto... | 13318 bytes aggiuntivi | Opinioni | Voto: 4.5)
 

 
  Europa BREXIT: IL VIZIO ASSURDO DELLA DEMOCRAZIA...

bifDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Sullo schermo nero di "Black Mirror", serie tv britannica ideata e prodotta da Charlie Brooker, una fiction dal titolo "Messaggio al Primo Ministro" immagina che la principessa reale inglese sia stata rapita e che il sequestratore terrorista chieda come riscatto per la sua liberazione che il Primo Ministro faccia sesso con un maiale in diretta tv, sottoponendosi all'umiliazione del rapporto ripugnante davanti agli occhi disgustati dell'opinione pubblica ... naturalmente con la piena approvazione della Corona inglese. In pratica dunque il Primo Ministro viene sottoposto a ricatto e sacrificato dalla Regina in nome della ragion di stato … ma ora un dubbio assale … anche David Cameron doveva far sesso con un maiale ? Forse sì.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/06/2016 (617 letture)
(Leggi Tutto... | 13958 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa BREXIT E (CHAMPAGNE)

chamDI JACQUES SAPIR
russeurope.hypotheses.org

Il voto di giovedì 23 giugno rappresenta un momento storico importante. Rappresenta altresì un momento importante per la democrazia. Scegliendo di uscire dall’Unione Europea con il 51,9% dei voti, gli elettori britannici hanno dato al mondo una lezione di democrazia e probabilmente hanno cambiato il nostro futuro.

Una lezione di democrazia

La prima lezione di democrazia si declina a diversi livelli. Anzitutto occorre rilevare la decisione del premier britannico David Cameron di lasciare libertà di espressione alle varie posizioni, sia all’interno del partito conservatore sia all’interno del governo. Allo stesso tempo occorre apprezzare la maturità degli elettori britannici che, giustamente scioccati dal tragico omicidio della deputata laburista Joe Cox, non si sono lasciati travolgere dall’emozione e hanno mantenuto la loro posizione favorevole all’uscita dall’Unione Europea.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/06/2016 (431 letture)
(Leggi Tutto... | 9508 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa IL MONDO NON CADRA' DOPO IL BREXIT MA AFFRONTEREMO ANNI DI DURO LAVORO

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD
telegraph.co.uk

E' tempo di fare progetti. Nelle ultime settimane della campagna avevamo avvertito che il voto per lasciare l'UE sarebbe stato traumatico e questo è ciò che il paese sta affrontando adesso: i mercati tremano e Westminster è in subbuglio.

Lo shock della scorsa notte segna un punto di rottura nell'equilibrio europeo del dopoguerra. Sarà uno sforzo erculeo separare l'Inghilterra dall'Unione Europea dopo 43 anni di garbugli alla difficile ricerca di una struttura legale e costituzionale. La Scozia e l'Irlanda del Nord saranno adesso espulse dall'UE contro la loro volontà, una terrificante situazione può facilmente portare ad una frammentazione interna del Regno a meno che non sia trattata con estrema cura.

 
 
  Postato da cdcnet il 26/06/2016 (494 letture)
(Leggi Tutto... | 11089 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa #iVotedleave #EUReferendum

ddFONTE: ROOSSLAND

Mentre godiamo per conto terzi per il Brexit al 52% con il #iVotedLeave, è amarissimo ricordare che:

1. L'italia non può indire referendum popolari su trattati internazionali

2. che il nostro conducator Matteo Renzi ci sodomizza di prima mattina rassicurandoci con la vasellina che la Ue «Dobbiamo cambiarla per renderla più umana e più giusta. Ma l’Europa è la nostra casa e il nostro futuro» 

3. che essendo l'Italia un paese di sudditi per default, anche senza l'Ue e grazie alla Nato, ancora attendiamo l'attuazione del risultato del Referendum sull'Acqua Pubblica del 2011, quindi c'é poco da esultare per i referendum altrui

 
 
  Postato da cdcnet il 24/06/2016 (560 letture)
(Leggi Tutto... | 3645 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa LETTERA APERTA DEI GRECI AGLI INGLESI

Guerriero caduto, Tempio di Aphaia, Egina (Gliptoteca di Monaco)FONTE: ZEROHEDGE.COM

 I GRECI INVIANO UNA LETTERA APERTA AI CITTADINI INGLESI

Amesi Dimokratia Press ha scritto una lettera per avvisare di aver inviato un documento firmato da personalità greche, provenienti da gruppi e partiti politici, oltre che da personalità della cultura, indirizzata a tutti i cittadini del Regni Unito sul Referendum che si terrà per restare o per uscire dalla UE.

La lettera aperta è un atto di solidarietà dalla Grecia verso gli Inglesi, per far pervenire le informazioni essenziali che consentiranno di prendere decisioni informate prima del Referendum. La Battaglia della Gran Bretagn del 23 giugno 2016 sarà combattutta contro il Nuovo Asse di potere della Unione Europea, che ha occupato la nostra Europa e che sta provando a dividere anche la società inglese con la paura.

 
 
  Postato da cdcnet il 22/06/2016 (951 letture)
(Leggi Tutto... | 11181 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa L'AUSTRIA INDAGA SU POSSIBILI BROGLI ALLE ELEZIONI PRESIDENZIALI

DI TYLER DURDEN
zerohedge.com

C'è stata grande sorpresa, così come aperte accuse di frode, quando lunedì la corsa alla presidenza austriaca, che con grande umiliazione di Bruxelles sembrava destinata alla vittoria di Norbert Hofer candidato del partito di destra Austria Freedom Party (FPO), è invece andata al suo avversario, il candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen, che ha vinto grazie ai voti per posta nonstante il voto diretto fosse stato vinto da Hofer per un solido margine. In retrospettiva ci possono essere ragioni di scetticismo.

In base a quanto riferito da Euronews, il ministro dell'interno ha annunciato che cinque distretti elettorali sono sotto indagine in Austria per irregolarità nel voto postale nelle combattute elezioni presidenziali. Accuse di frode sono venute dal Freedom Party del candidato sconfitto Norbert Hofer, dopo che il candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen si è ritrovato in testa per 31000 voti dopo lo scrutinio del voto per posta.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/05/2016 (444 letture)
(Leggi Tutto... | 3772 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa THE COLLAPSE OF THE E.U.

collapse-euReturn to National Sovereignty and to Happy Europeans

By Peter Koenig
May 12, 2016 Information Clearing House

Imagine – the European U nion were to collapse tomorrow – or any day soon for that matter. Europeans would dance in the streets. The EU has become a sheer pothole of fear and terror: Economic sanctions – punishment, mounting militarization, the abolition of civil rights for most Europeans. A group of unelected technocrats, representing 28 countries, many of them unfit to serve in their own countries’ political system, but connected well enough to get a plum job in Brussels – are deciding the future of Europe. In small groups and often in secret chambers they decide the future of Europe.

TRADUZIONE: IL COLLASSO DELL'UNIONE-EUROPEA: RITORNO ALLA SOVRANITA' NAZIONALE E AD EUROPEI FELICI ?
 
 
  Postato da cdcnet il 12/05/2016 (525 letture)
(Leggi Tutto... | 34666 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: SVIZZERA: UNA RIBELLIONE SI STA PREPARANDO CONTRO I LOSCHI BANCHIERI

R600DI VALENTIN KATASONOV
strategic-culture.org

Alla fine dell'anno scorso, alla Cancelleria federale è stato inviata una petizione con 110,955 firme, chiedendo un altro referendum nazionale. Questo referendum è stato guidato da attivisti della "Iniziativa per il denaro Sovrano". L'obiettivo del referendum è quello di vietare la creazione di denaro da parte delle banche commerciali private e forzare un ritorno all'uso di denaro reale, tangibile.

La truffa del «moltiplicatore monetario»

In economia, quando a una banca commerciale è permesso di creare denaro estendendo credito in eccesso delle riserve di liquidità che detiene, questo è noto come riserva frazionaria bancaria. Ad esempio, le banche possono accettare depositi di 1.000 unità di moneta a corso legale da depositanti (che è «denaro reale», sotto forma di banconote della banca centrale), ma sulla base di queste riserve, possono prestare 10.000 unità di moneta a corso legale, che è dieci volte di più. E che il credito sarà emesso nella forma di quello che viene chiamato deposito di denaro, che è di per sé una sorta di astrazione, perché non può essere utilizzato per risolvere le pretese dei depositanti in banconote attuali. Questa doppiezza palese non finisce bene, alla fine può concludersi con un assalto alle banche, seguito dal loro collasso.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2016 (636 letture)
(Leggi Tutto... | 12820 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa LA DISSOLUZIONE DELL'UE

R600xFONTE: DEDEFENSA.ORG

Le Monde ci affidava la confidenza di una “fonte diplomatica” dell'UE, molto laconica nella sua brevità, ma altrettanto rappresentativa dello sfinimento del personale del Sistema, uno sfinimento che nutre un disincanto, col sottofondo di una musica dove c'è quasi della disperazione per la scomparsa di quel bene che chiamiamo speranza, diventata irreperibile tra queste falangi di valorosi.: “ Ciò che bisogna considerare è che abbiamo una crisi in più da gestire” si lamentava mercoledì una fonte diplomatica di Bruxelles." Un'osservazione tipica dei tecnocrati di base, soprattutto i tecnocrati della burocrazia brussellese che in materia ha fondato una sorta di archetipo: una crisi in più non è un aggravarsi della situazione, una modifica dei fatti, un concetto ribaltato, la necessità di rivedere dei giudizi di merito, la messa in discussione dei fondamenti, una “crisi in più” è una “gestione“ in più… L'UE è totalmente estranea al minimo pensiero concettuale, alla minima analisi storico-politica; è una specie di Danton della postmodernità, si occupa dell'operatività, e ancora dell'operatività, sempre dell'operatività, anche quando ha la testa piantata in una latrina, intasata dai suoi propri eccessi e da altri scarti diversi e avariati.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2016 (500 letture)
(Leggi Tutto... | 12184 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa TERRORISMO, SUGGERIMENTI PER GLI INQUIRENTI DI BRUXELLES (E DI PARIGI)

NEWS_DI GIULIETTO CHIESA
ilfattoquotidiano.it

Telecamere, esercitazioni e singolari coincidenze simboliche. Alcune indicazioni d'indagine per l'ennesima strage

1. Sarebbe interessante sapere come mai non è stato possibile, fino ad ora, vedere le registrazioni delle telecamere di sorveglianza delle zone in cui sono avvenute le esplosioni all’aeroporto Zaventem. Quello che il mondo ha visto fino ad ora è stato il fake del filmato dell’esplosione della bomba terroristica del 2011 nell’aeroporto Domodedovo di Mosca. Esso appare come un’operazione di diversione volta a disorientare l’opinione pubblica. Un’indagine per scoprire gli autori di questa diversione sarebbe auspicabile. Ma parto dalla constatazione che l’aeroporto di Bruxelles è pieno di telecamere di sorveglianza. Nell’area colpita dall’attentato vi erano numerose telecamere in funzione. Sicuramente più d’una ha ripreso le esplosioni.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/03/2016 (861 letture)
(Leggi Tutto... | 19285 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa L'INCREDIBILE STORIA DEL GLIFOSATO DI BRUXELLES E LO 'SHEEP DIP'

20160DI F.WILLIAM ENGDAHL
journal-neo.org

In una storia di corruzione a Bruxelles, quasi troppo grossolana per essere vera, la Commissione dell’Unione Europea è pronta ad approvare l’autorizzazione di utilizzare un elemento chimico provato cancerogeno, il glifosato, nonostante gli avvertimenti dell’organizzazione mondiale della sanità e da numerosi scienziati indipendenti che ne segnalano la tossicità per animali ed esseri umani. Soltanto sostenute proteste hanno costretto la UE a procrastinare a sorpresa la data prevista delle votazioni per la ri-approvazione.

Il Commissario UE alla Salute e alla sicurezza alimentare, Vytenis Andriukaitis ha procrastinato la conferma dell’autorizzazione del glifosato questo mese, non per una coraggiosa risposta morale contro il corrotto gruppo della commissione UE per la sicurezza alimentare (EFSA) ed a favore di rinnovare l’autorizzazione all’impiego per il diserbante più usato al mondo, il glifosato. Il commissario è comunque prontissimo a concedere l’autorizzazione, nonostante il fatto che il comitato scientifico dell’Organizzazione mondiale della sanità nel 2015 ha catalogato il glifosato come probabile cancerogeno per animali ed esseri umani. Il commissario ha procrastinato la votazione soltanto perché quattro tra gli stati membri UE, a sorpresa, si sono rifiutati di approvare il rinnovo. Adesso Andriukaitis e il cartello dei diserbanti OGM stanno confabulando per trovare un modo alternativo di fare approvare il rinnovo nel silenzio.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/03/2016 (545 letture)
(Leggi Tutto... | 16558 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa L'UNIONE JIHADISTA EUROPEA

bruxelles-attaentatiDI PEPE ESCOBAR
sputniknews.com

Ci sono voluti 4 mesi per catturare Salah Abdeslam – uno dei presunti membri del commando degli attentati del 13 novembre a Parigi – a Bruxelles, dopo una sparatoria. Non è mai fuggito in Siria, non si è mai mosso dal suo domicilio conosciuto a Molenbeek.

Ci sono voluti solo quattro giorni per avere un nuovo colpo di scena – un attacco jihadista coordinato all’aeroporto di Bruxelles e alla stazione della metro situata a soli 500 metri dal quartier generale dell’UE a Bruxelles.

In uno scenario di ritorsione, era ampiamente prevedibile. Il Ministro degli Esteri belga Didier Reynders aveva addirittura avvertito durante il weekend che degli attacchi erano imminenti. Più preoccupante è la notizia trapelata che i servizi segreti belgi – così come le altre agenzie di intel occidentali – fossero in possesso di informazioni “precise” circa il rischio di un attacco all’aeroporto e di un probabile attacco alla metro.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/03/2016 (430 letture)
(Leggi Tutto... | 12410 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa MARIO DRAGHI GIOCA LA SUA ULTIMA CARTA PER PREVENIRE LA DEFLAZIONE

artDI AMBROSE EVANS PRITCHARD
telegraph.co.uk

La Banca Centrale Europea ha ormai giocato tutte le sue carte per evitare la ‘trappola della deflazione’, lanciando una tripla raffica di stimoli nonostante le aspre critiche provenienti dalla Germania, a sostegno della tesi che queste misure siano inutili e finiranno con il fare più del male che del bene.

I mercati hanno reagito in modo selvaggio. In un primo momento sono cresciuti, salvo poi precipitare per il timore che la BCE abbia esaurito le sue opzioni e che potrebbe essere rimasta senza difese nel caso di un nuovo shock.

Mario Draghi, Presidente della BCE, non sembra più in grado di generare fiducia per mezzo del suo solito stile. L’alone magico che lo circonda l’ha abbandonato, almeno per il momento.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/03/2016 (464 letture)
(Leggi Tutto... | 9923 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa LE OPERAZIONI DI INFLUENZA DELLE POLITICHE EUROPEE SONO 'MADE IN USA'

iiDI WAYNE MADSEN
voltairenet.org

Nell’ennesimo caso di autentica ipocrisia Americana su larga scala, il Congresso degli Stati Uniti ha ordinato a James Clapper, capo dell’intelligence nazionale, di indagare su presunti finanziamenti Russi ai partiti politici Europei nel corso degli ultimi dieci anni. E’ chiaro che il bersaglio di quest’ultima mossa dei neoconservatori Americani non è solo la Russia, ma anche i partiti politici Europei che hanno appoggiato politiche di difesa della Russia in Ucraina e accusato il cancelliere Tedesco Angela Merkel di aver aperto le frontiere Europee a orde di terroristi islamici – mascherati da rifugiati - provenienti da Siria, Iraq, Nord Africa e Afghanistan.

I partiti politici presi di mira da agenzie d’intelligence Americane e autorità di controllo finanziario per conto dei loro ‘padroni’ neoconservatori, tra cui il Segretario di Stato per gli affari Europei Victoria Nuland, il marito Robert Kagan, sono lo Jobbik in Ungheria, Alba Dorata in Grecia, il Fronte nazionale di Francia e la Lega Nord in Italia.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/03/2016 (468 letture)
(Leggi Tutto... | 10644 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa LA DEBACLE AL RALLENTY DELL'EUROPA

parDI PEPE ESCOBAR
informationclearinghouse.info

L’Europa sta soccombendo di fronte ad una terribile crisi dei rifugiati, dal tentativo di chiarire il caos di Calais, alla scioccante situazione del confine greco-macedone. Perfino il kafkiano impianto burocratico di Bruxelles l’ha ammesso – non ufficialmente, perchè ufficialmente l’UE deve sempre proiettare una mitica immagine di unità: “Siamo sull’orlo dell’abisso”.

Tra le elite intellettuali europee e russe, si profilano scenari che presentano un imminente collasso della civilizzazione occidentale, dato che un enorme numero di rifugiati non può essere assorbito a dovere. In Russia, questo processo è osservato con somma preoccupazione, dato che avviene non distante dal confine occidentale, e coinvolge quelli che il Cremlino definisce i “nostri partner”.

Ma cosa succederebbe se la debacle al rallenty dell’Europa non fosse messa in scena come una distopia in stile Mad Max, ma piuttosto messa in atto da uno tsunami di Musulmani posizionati ad hoc in guerre create dall’occidente?

 
 
  Postato da cdcnet il 06/03/2016 (417 letture)
(Leggi Tutto... | 10408 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa QUESTA GENTILE EUROPA EFFEMINATA SAPRA' REAGIRE?

marcDI KONRAD STACHNIO
journal-neo.org

Quello che sta accadendo in Europa al giorno d'oggi ha tutti i sintomi di un colpo di Stato. A guardar bene, è quasi un esempio da manuale. Per prima cosa, abbiamo la destabilizzazione, quindi la crisi e poi la cosiddetta normalizzazione. A parer mio, a questo punto, siamo ancora a livello di destabilizzazione, poi entreremo in una crisi, i cui segni sono sempre più visibili. E si possono vedere persino da chi si fa da "sponsor ai movimenti di base della democrazia", George Soros, che ha già fatto apello ad una cooperazione tra la UE e la Russia. 

Ma comunque non serve essere un miliardario con prerogative politiche per capire che sta succedendo qualcosa di sbagliato in Europa, tanto che anche i capi dei paesi europei hanno cominciato ad esprimere il loro crescente malcontento.

"L'Impero Romano ci ha mostrato quello che tutti sappiamo: i grandi imperi cadono se i loro confini non sono ben protetti. Fermare i migranti, abbiamo bisogno di arginare il flusso di migranti che arrivano in Europa, non siamo in grado di mantenere l'attuale livello" - ha detto A Bruxelles il Primo Ministro olandese, Mark Rutte a un piccolo gruppo di giornalisti, poi le sue parole sono state riportate anche dal Financial Times.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/03/2016 (556 letture)
(Leggi Tutto... | 11927 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa STIAMO ASPETTANDO LA GUERRA CIVILE ?

3423423423433 DI KONRAD STACHNIO
journal-neo.org

In un manuale online, l'ISIS consiglia ai suoi militanti, che vivono in Occidente, di mischiarsi tra la folla. Tra le altre cose, consiglia di radersi la barba e di comportarsi come i cristiani. Consigliano anche ai loro sostenitori di mettere le bombe nei locali notturni. Dopo aver fatto "il lavoro", i capi delle cellule ISIS europee dovrebbero andarsene in prima linea o terminare la loro vita con un attacco suicida.

In questo modo si potrà ridurre al minimo il rischio che certe informazioni cadano nelle mani sbagliate, er allora ....  Chi difenderà la UE dall' ISIS? Gli svizzeri?

Sembra che la saggezza degli svizzeri non si limiti ad essere solo al fatto di un porto sicuro per la finanza globale. Secondo il generale André Blattmann, capo delle forze armate svizzere, l'Europa è a un passo da una guerra civile.

Blattmann ha anche consigliato  ai suoi concittadini di cominciare ad armarsi. Attualmente si stima che 8 milioni di cittadini svizzeri possiedano da 2,3 a 4,5 milioni di armi.

 
 
  Postato da cdcnet il 22/02/2016 (806 letture)
(Leggi Tutto... | 11970 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa OPERATION BARBAROSSA 2: AMERICAN OCCUPATION OF EUROPE INTENSIFIES

34534534544Christopher Black
journal-neo.org

On February 1 the New York Times ran a front page story by two of their journalists confirming the intentions of the United States to increase its occupation of and military presence in Europe particularly the east. Under the title “U.S. Fortifying Europe’s East to Deter Putin” the story sets out just one in a continuing series of acts of aggression against Russia. At the same time as the Americans announced this action they pretended to negotiate with Russia in Geneva about a solution to the American and allied aggression against Syria.

Of course, the story begins with the lie in the headline of a need to “deter Putin.” It then continues with the standard set of lies and propaganda about world events that we always get from the government of that country. No one outside the United States can read these things without laughing or crying, but of course they are intended to justify the criminal actions of the American government and ruling elite to the people who have to pay for the criminal wars they conduct, that is, to justify the unjustifiable, to the citizens of the United States.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/02/2016 (395 letture)
(Leggi Tutto... | 8999 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: IL PIANO TEDESCO PER UN BAIL-IN SUI TITOLI DI STATO RISCHIA DI FAR SALTARE L'EURO

london_debtDI AMBROSE EVANS PRITCHARD
telegraph.co.uk

‘Se fossi un politico italiano vorrei tornare alla mia moneta il più velocemente possibile: è questo l’unico modo per evitare la bancarotta’, così ha detto un ‘saggio’ tedesco.

Un influente consigliere del Governo tedesco ha avvertito che il nuovo ‘piano tedesco’ volto ad imporre un ‘haircut’ [1] ai detentori del ‘debito sovrano’ dell'Eurozona innescherà l’inarrestabile crisi delle obbligazioni europee e potrebbe costringere l'Italia e la Spagna a ripristinare le loro valute.

“E’ il modo più veloce per porre fine all’Eurozona”, ha dichiarato al Telegraph il Prof. Peter Bofinger, uno dei cinque ‘saggi’ del ‘German Council of Economic Advisers’. “Potrebbe arrivare molto velocemente un attacco speculativo. Se fossi un politico italiano e dovessi confrontarmi con un tale rischio d’insolvenza vorrei tornare alla mia moneta il più rapidamente possibile, perché sarebbe l'unico modo per evitare la bancarotta”.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/02/2016 (781 letture)
(Leggi Tutto... | 10297 bytes aggiuntivi | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa CI VUOLE UN GRECO PER SALVARE L'EUROPA !

varoiuDI PEPE ESCOBAR  
rt.com

Europa, nella mitologia greca classica, era una principessina fenicia che fece andare ai pazzi il lussurioso Zeus.

Baro per eccellenza, Zeus si trasformò in un toro bianco, e invogliò Europa a montargli in groppa ma prima che lei potesse scappare, si tuffò nel Mar Egeo e se la portò via, a Creta. Il frutto del loro inevitabile "fare l'amore"  fu il Re-Minosse. Quindi, teniamoci bene a mente che Europa era praticamente la nonnastra del Minotauro (diremo qualcosa in più sul Minotauro tra poco).

Per quanto amante prolifico, Zeus, alla fine, tornava sempre da sua moglie, Hera. Ma questa volta, non prima di aver scelto i doni più belli per Europa. Uno di questi doni era Lelapo, un cane da caccia che non si era mai lasciato sfuggire nessuna preda. Poi, un giorno, il destino volle che Lelapo dovresse inseguire la volpe Teumessian - che secondo il disegno divino non avrebbe mai dovuto essere catturata.

Immaginate lo stato di Zeus. Dopo essersi spremuto il divino cervello, finalmente trovò una facile via d'uscita: trasformarli tutti e due in animali di pietra e scagliarli nel cielo della notte.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/02/2016 (611 letture)
(Leggi Tutto... | 12321 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Interviste: L'EUROPA STA PER DISINTEGRARSI ? INTERVISTA A NOAM CHOMSKY

europeDI C.J. POLYCHRPNIOU
truth-out.org

L'Europa è in una tempesta. La crisi dei migranti e dei rifugiati minaccia di disintegrare il progetto di riunione del continente europeo. Le nazioni dell'Unione Europea (UE) non vogliono accogliere le ondate di gente che fugge dalle proprie case del Medio-Oriente o dell'Africa del Nord, ed hanno cominciato a rimettere dei controlli alle frontiere.

Ma non sono solo Siriani o Iracheni che cercano di raggiungere l'Europa in questi tempi, come suggeriscono i media dominanti. I rifugiati vengono anche dal Pakistan, dall'Afghanistan, e dall'Africa sub-sahariana. I numeri sono impressionanti e sembrano crescere di mese in mese.

Nel frattempo attraverso l'Europa si espande come il fuoco in una foresta un sentimento anti-immigrazione, che dà voce agli estremisti che minacciano le basi stesse dell'UE e la sua concezione di una società democratica ed aperta.

 
 
  Postato da cdcnet il 10/02/2016 (902 letture)
(Leggi Tutto... | 21296 bytes aggiuntivi | Interviste | Voto: 0)
 

 
  Europa UN SALTO NEL PASSATO, OSCURO, PER I BANCHIERI CENTRALI EUROPEI

DI WOLFANG MUNCHAU
ft.com

La situazione economica odierna in Europa ha dei paralleli con gli anni ’30 e la veloce ripresa di Hitler

Rileggendo la biografia di Hjalmar Schacht, il banchiere di Hitler, scritta da John Weitz, ho notato alcuni interessanti paralleli tra gli anni ’30 ed oggi, che non avevo mai tenuto in considerazione prima. È risaputo che Hitler faceva affidamento su Schacht, il suo banchiere centrale, per aiutarlo a finanziare il suo piano di riarmo. Ma Weitz fa notare anche – e ciò è potenzialmente rilevante se si considera la situazione odierna dell’eurozona – che Schacht aveva potuto mettere in atto le sue strategie poco ortodosse alla Reichsbank perchè aveva il sostegno di un dittatore.

Se un leader estremista salisse al potere in un grande stato europeo – Francia o Italia, ad esempio – cosa succederebbe se eleggesse un banchiere centrale con la scaltrezza di Schacht? Cosa succederebbe se l’accoppiata desse un rilancio immediato all’economia?

Lasciatemi dire chiaramente che non sto paragonando nessuno ad Hitler – o a Schacht. Il punto riguarda cosa un banchiere non ortodosso può fare se ha il supporto politico per distaccarsi dall’ortodossia.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/02/2016 (658 letture)
(Leggi Tutto... | 6293 bytes aggiuntivi | Voto: 3)
 

 
  Europa L'UNIONE EUROPEA IN CRISI NON E' PIU' IL MOSTRO ANARCO-IMPERIALE DA NOI TEMUTO

philad

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
telegraph.co.uk

Il ‘progetto europeo’ ha perso le sue caratteristiche di forza propulsiva già molto tempo fa e sta precipitando in una crisi esistenziale. E’ morta l’illusione che l'UE possa funzionare come un’Unione Politica centralizzata.

Dal ‘Trattato di Maastricht’ del 1992 fino all’estatica chiusura della ‘Convenzione di Philadelphia’ europea del Giugno 2003 [https://it.wikipedia.org/wiki/Convenzione_di_Filadelfia], gli eventi si son mossi alla velocità della luce e sempre in direzione di un’Unione più stretta. Si trattasse o meno di un super-stato, la sostanza è sempre stata in contrasto con il principio dello ‘Stato Nazionale’ sovrano e autonomo.

Nessuno può dire che le élites europee siano mancate di brio. Prese dalla ‘febbre dei trattati’, saltarono dalla creazione dell'euro e della politica estera all’’Unione per la Difesa’, implementata ad Amsterdam nel 1997.

A Bruxelles furono create cellule militari e d’intelligence guidate da 9 Generali e 57 Colonnelli, con lo scopo di formare un esercito europeo composto da 100.000 soldati, 400 aerei e 100 navi, per proiettare il potere dell’UE in tutto il mondo.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/02/2016 (445 letture)
(Leggi Tutto... | 12311 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa COERCIVE ENGINEERED MIGRATION: ZIONISM'S WAR ON EUROPE

Is Victor Orban the 'Chavez of Europe? (Part 1 of an 11 part series)

By Gearóid Ó Colmáin

"If aggression against another foreign country means that it strains its social structure, that it ruins its finances, that is has to give up its territory for sheltering refugees, what is the difference between that kind of aggression and the other type, the more classical type, when someone declares war, or something of that sort."
— Sawer Sen, India’s Ambassador to the UN

February 01, 2016 "Information Clearing House" - "Dissident Voice"

In an EU press conference on September 3rd, 2015 Hungarian Prime Minister Victor Orban candidly referred to the current refugee crisis in Europe as “Germany’s problem”. Orban was referring to the fact that refugees amassing at the border of Hungary were heading, for the most part, to Germany. The Hungarian Prime Minister stressed that most of the refugees did not intend to stay in Hungary. Orban has come under criticism for his decision to erect a security fence on the Hungarian/Serbian border in order to stem the flow of migrants entering Hungarian territory illegally.

TRADUZIONE: Il progetto dell’immigrazione coercitiva: la guerra USA-Sionista all’Europa

 
 
  Postato da cdcnet il 01/02/2016 (268 letture)
(Leggi Tutto... | 23178 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa IL TTIP E IL TRACOLLO DELL'AGRICOLTURA IN EUROPA

101574DI DARIO SARMADI
counterpunch.org

Uno studio recente ha stabilito che il trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) rischia di cambiare in maniera radicale il modo in cui operano le piccole e medie aziende agricole attraverso un impiego maggiore d' ingegneria genetica e di  carne trattata con ormoni.

Gli agricoltori europei si trovano nel bel mezzo di una crisi,  il latte a prezzi stracciati, piccoli proprietari terrieri in rovina e  continue sanzioni dell'Europa alla Russia.

Il colpo di grazia è all'orizzonte e potrebbe arrivare dall'incombente gigante del TTIP, il pianificato accordo di libero scambio tra EU e  USA .

Se è vero che verranno uniformati gli standard dell'industria agricola alimentare tra i due blocchi commerciali, come sostengono i negoziatori da entrambi i lati dell'Atlantico, allora interi settori dell'agricoltura europea si troveranno seriamente minacciati.
 
 
  Postato da cdcnet il 31/01/2016 (618 letture)
(Leggi Tutto... | 11197 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa THE ECONOMIC AND POLITICAL CRISIS IN MOLDOVA

moldova-map By Victor Josu and J. Hawk
Global Research, January 24, 2016
South Front 23 January 2016

On January 24, 2016 in Moldova is expected another wave of protests against the oligarchic regime. In the video we depict the history and roots of the conflict as well as the current explosive situation in Moldova.

We appeal to all the major powers: the US, EU, Russia and the UN to pay close attention to the lawlessness spreading in the region. We call on to draw attention to the needs of millions of ordinary people, driven to despair by the feudal-oligarchic regime.

The small Eastern European country of Moldova is experiencing a profound economic and political crisis.

Mass protests began in recent days. The situation in Moldova has deteriorated over the past few years as the population grew more impoverished. The collapse began in 2009, following the “orange revolution” of April 9, when the parliament building in Kishinev was set on fire and the office of Moldova’s president, the leader of Moldova’s Communist Party Vladimir Voronin, was destroyed.

Even though the latter demonstrated loyalty to the US and to the EU bureaucracy by proclaiming Moldova’s desire to grow closer to the EU and established Moldova’s cooperation with NATO (in spite of its constitutional status as a neutral country).
 
 
  Postato da cdcnet il 24/01/2016 (276 letture)
(Leggi Tutto... | 6630 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.