Welcome to comeDonChisciotte.net

HOME - DOWNLOADS - TOP - ARCHIVIO - ARGOMENTI - CATEGORIE - RSS - LOGIN
 
 

 
 
comeDonChisciotte.net: Iran

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Iran Un italiano in Iran, intervista a Diego Vida

Qualche mese fa siamo stati contattati da un cittadino italiano residente in Iran, che ci ha raccontato con vivaci particolari la sua vita in un paese di cui i media dicono pochissimo, un pochissimo, oltre tutto sempre riflesso attraverso le lenti della contrapposizione aprioristica. Crediamo sia interessante pubblicare lo scambio che abbiamo avuto: una testimonianza che va oltre le idee personali del nostro concittadino per offrirci uno spaccato di vita persiana che ci piace condividere con voi. Ringraziamo dunque Diego per averci raggiunti, buona lettura.

 
 
  Postato da cdcnet il 07/04/2018 (230 letture)
(Leggi Tutto... | 48029 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran PERCHE' NON CI SARA' UNA RIVOLUZIONE IN IRAN

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha fatto la cosa giusta andando in televisione e perlomeno riconoscendo la rabbia popolare per il periodo di crisi economica. L’inflazione è al 12%, seppur in calo rispetto al 40% all’inizio del suo primo mandato. Ed il recente aumento dei prezzi dei carburanti e prodotti alimentari fino al 40% non ha aiutato.

 
 
  Postato da cdcnet il 06/01/2018 (192 letture)
(Leggi Tutto... | 4822 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran IRAN- L'EUROPA RIFIUTA DI ESSERE PORTATA ALLA GUERRA DAGLI USA

La reazione alle minori proteste in Iran costituisce un altro cuneo tra gli Stati Uniti e l’Europa. Rende chiara la belligeranza della lobby sionista e la sua influenza sui media e nella politica statunitensi. Il problema mostra la crescente divergenza tra gli autentici interessi degli Stati Uniti e gli interessi di Israele.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/01/2018 (165 letture)
(Leggi Tutto... | 12157 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran L'IRAN STA PER AFFRONTARE UNA GRANDE GUERRA REGIONALE?

L’Iran sta per affrontare una grande guerra regionale?

La mattina del 10 novembre è stato annunciato che il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump non avrebbe partecipato all’incontro esclusivo con il suo omologo russo Vladimir Putin durante il summit dell’APEC in Vietnam. Questo annuncio è stato una grande sorpresa per Mosca, poiché in precedenza sia l’aiutante di Putin, Yuri Ushakov, che il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov avevano annunciato che l’incontro avrebbe avuto luogo regolarmente.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/11/2017 (392 letture)
(Leggi Tutto... | 9221 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran DOVREMMO FORSE PRENDERE SUL SERIO LA POLITICA USA CONTRO L'IRAN?

Il Dipartimento di Stato e il presidente Trump hanno proferito imprecazioni contro Hezbollah e l’Iran, tali da far presagire una rottura dell’accordo 5+1. Ma per Thierry Meyssan, sebbene il peggio sia possibile, è assai più probabile che ancora una volta Washington metta in scena un falso litigio per meglio manipolare i suoi alleati israeliani e sauditi.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/10/2017 (232 letture)
(Leggi Tutto... | 11228 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran Terrore e Guerre: TEHERAN: DESTINAZIONE FINALE DI U.S.A. E STATO ISLAMICO

Molte persone sono rimaste uccise e molte altre ferite negli attacchi terroristici coordinati nella capitale iraniana, Teheran. Sparatorie e attacchi dinamitardi hanno preso di mira il Parlamento iraniano e la tomba dell’Ayatollah Khomeini.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/06/2017 (457 letture)
(Leggi Tutto... | 13151 bytes aggiuntivi | commenti? | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 
 
  Iran IRAN'S RESPONSE TO ISIL ATTACK: HAHA, THAT WAS NOTHING

by Ramin Mazaheri
thesaker.is

So ISIL claims to have made their first attack in Iran. The response in Iran appears to be: So what?

Despite an attack occurring near Tehran’s international airport there was no disruption in air travel. Citizens were asked to stay off the metro, but nothing went on lockdown. There was no martial law. Not even a state of emergency has been declared. No civil liberties have been restricted. No Patriot Act being prepared. There has been no executive branch power grab.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/06/2017 (313 letture)
(Leggi Tutto... | 17208 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran LETTERA DA TEHRAN: TRUMP 'IL BAZAARI'

Il Parlamento iraniano ha appena ospitato la conferenza annuale sulla Palestina e, tra i dignitari – tra cui il leader supremo iraniano Ayatollah Khamenei e il Presidente Hassan Rouhani – c’erano anche 700 ospiti stranieri provenienti da più di 50 paesi, per Asia Times  c’era Pepe Escobar.

DI PEPE ESCOBAR
atimes.com

L’arte del negoziato, quando si pratica da 2500 anni, conduce al palazzo della saggezza. Avevo appena messo piede a Teheran, quando un diplomatico ha dato la notizia: “Trump? Non siamo preoccupati. E’ un bazaari”. Bazaari è una parola che, in lingua persiana, significa Mercante di Classe o, più letteralmente, uno che lavora nel bazar e usare un termine del genere significa che – prima o poi – un qualche accordo politico, con lui, si deve raggiungere.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/03/2017 (340 letture)
(Leggi Tutto... | 8981 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran STATI UNITI CONTRO IRAN: UNA GUERRA DI MELE CONTRO ARANCE

Uno dei compiti più frustranti è quello di provare a sfatare i miti hollywoodiani impressi nella mente degli Americani riguardanti la guerra in generale e le forze speciali e la tecnologia in particolare. Quando la settimana scorsa scrissi l’articolo sui primi casini della presidenza Trump, ero assolutamente convinto che alcune delle mie argomentazioni non avrebbero avuto molto seguito e, indubbiamente, così è stato. Quello che vorrei fare oggi è tentare, ancora una volta, di chiarire l’enorme differenza fra quello che io chiamerei “il modo americano di fare la guerra”, come si vede nei film di propaganda, e la realtà dell’attività bellica.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/02/2017 (384 letture)
(Leggi Tutto... | 31061 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran L'IRAN DIVENTA UN PROBLEMA IMPORTANTE

Dopo la strana storia dell’uso dell’aeroporto militare iraniano di Hamadan [in Inglese], è diventato chiaro che la Russia non dovrebbe fidarsi dell’Iran, e gli eventi degli ultimi anni non possono che rafforzare questa impressione. Russia e Iran hanno approcci diversi, non solo per quanto riguarda la Siria – l’Iran dimostra di avere influenza sulle relazioni della Russia con gli Stati Uniti.

I colloqui tra Russia, Turchia e Iran sono iniziati nella capitale kazaka Astana il 23 gennaio, e sono di fondamentale importanza per la Russia, perché potrebbero diventare la prima piattaforma per stabilire un dialogo con la nuova amministrazione degli Stati Uniti.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/01/2017 (339 letture)
(Leggi Tutto... | 6187 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran L'IRAN VUOLE CHE LE SUE NUOVE FORNITURE DI PETROLIO VENGANO PAGATE IN EURO

DI NIDHI VERMA
reuters.com

L’Iran vuole che gli arretrati delle decine di miliardi di dollari che gli sono dovuti dall’India e dagli altri acquirenti di petrolio siano pagati in euro e sta anche fatturando in euro le nuove vendite, puntando a ridurre la propria dipendenza dal dollaro USA, in seguito all’alleggerimento delle sanzioni del mese scorso.

Una fonte interna alla National Iranian Oil Co (NIOC), di proprietà statale, ha detto alla Reuters che l’Iran fatturerà in euro i contratti petroliferi di recente siglati con aziende come French Oil, e per quanto riguarda il gas con Total, con la raffineria spagnola Cepsa e con Litasco, il braccio comemrciale della Lukoil russa.

“Nelle nostre fatture compare una clausola in cui specifichiamo che i nostri clienti dovranno pagare in euro, in considerazione del cambio contro il dollaro alla data di consegna” ha affermato la fonte della NIOC.

Lukoil e Total non hanno commentato, mentre Cepsa non ha nemmeno risposto alla richiesta di un commento in merito.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/02/2016 (709 letture)
(Leggi Tutto... | 5780 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran IRAN: LA NUOVA CINA?

qooDI PEPE ESCOBAR
juancole.com

Se l’Iran riuscisse ad avere un programma di sviluppo economico simile a quello cinese migliorerebbe significativamente la propria rilevanza geopolitica.

Si parla di 50-50 se si cerca di stabilire chi sia più stakanovista a livello geopolitico al giorno d’oggi tra il presidente cinese Xi Jinping e quello iraniano Hassan Rouhani.

I loro cammini si sono incrociati la scorsa settimana a Teheran quando hanno siglato una fondamentale partnership. Le due nazioni hanno stabilito di aumentare i commerci bilaterali di un importo di 600 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni. Geostrategicamente, come ho già sottolineato, è stato un colpo da maestri.
 
 
  Postato da cdcnet il 01/02/2016 (586 letture)
(Leggi Tutto... | 8444 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 4)
 
 
  Iran L'ACCORDO SUL GAS TRA ITALIA ED IRAN GETTA NELLA POLVERE LE SANZIONI

rohani DI PEPE ESCOBAR
sputniknews.com

L’accordo raggiunto tra la compagnia di sviluppo per gas e petrolio Saipem e la Compagnia Nazionale del Gas iraniana durante la visita in Italia del Presidente Rouhani è notevole per i propri benefici sia politici sia economici. Così ha sostenuto l’esperto di energia Omid Shokri

Lunedì la Saipem italiana e la NIGC iraniana hanno firmato un memorandum d’intesa per cooperare in grandi progetti riguardo il gas naturale ed il petrolio in Iran.

Le due aziende hanno raggiunto l’accordo durante la visita del Presidente iraniano Hassan Rouhani in Italia, il memorandum è stato firmato alla presenza di Rouhani e del Presidente del Consiglio Matteo Renzi.
 
 
  Postato da cdcnet il 26/01/2016 (686 letture)
(Leggi Tutto... | 3801 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran KHAMENEI: GLI OCCIDENTALI IN LUTTO PER LA TRAGEDIA DELLA FRANCIA DOVREBBERO FARE UNA PAUSA

DI ERIC WALBERG
sayyidali.com

Il leader della Rivoluzione Islamica si è nuovamente rivolto alla  gioventù occidentale, la quale oggi appare per la maggior parte disinformata sull'Islam a causa del pregiudizio nei media e nella società a favore di Israele e del Sionismo, o sono Musulmani ma vivono in un clima di Islamofobia e per la disperazione si sono lasciati trasportare dal movimento militante dei jihadisti che nacque in Afghanistan nel 1979 con la benedizione degli USA, e adesso è un tratto distintivo permanente della politica mondiale. Ayatollah Ali Khamenei li richiama a "riconsiderare la minaccia del terrorismo nel mondo, le sue radici per scoprirne la profonda penetrazione nell'Islam".

Il tono delle considerazioni dell'Ayatollah è calmo ed amichevole, il contenuto intelligente e allo stesso tempo sincero. Vi si può sentire il suo spirito di amore universale e il tormento per la sofferenza che il terrorismo porta con se. E' triste notare che i media come i politici occidentali manifestano un'ossessione contro l'Iran, nonostante i costanti sforzi dell'Iran per aiutare l'Occidente nella lotta contro il terrorismo. Di certo, le motivazioni sono l'appoggio e il devoto sostegno dell'Iran alla Palestina e il suo rifiuto di sottomettersi ai dettami dell'imperialismo. Entrambi "peccati" imperdonabili.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/12/2015 (654 letture)
(Leggi Tutto... | 10618 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran THE AXIS OF RESISTANCE: HOW IRAN IS LEADING THE FIGHT?

67567333Catherine Shakdam
journal-neo.org
 
While many world nations remain under the impression that Washington and its regional allies in the Middle East – Saudi Arabia in the lead, are indeed conducting just wars in the region, fighting and opposing the rise of Wahhabi radicalism, it is really East they should be looking, as it is Iran which has risen a barrier and a bulwark against the cancer of this black plague.

For all its statements and promises, for all its officials engineered narrative and its corporate media flamboyant accusations against Muslims and so-called “enemy” Muslim nations, who more than the United States has contributed to both the rise and dissemination of ISIS?

To be perfectly accurate, while Washington provided political cover and military assistance, it is Riyadh which took care of the logistics: funding and networking its radical interpretation of Islam to better introduce the enslavement and subsequent balkanization of the Middle East and Central Asia.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/08/2015 (708 letture)
(Leggi Tutto... | 7581 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran LA PERSIA SI AFFACCIA ALLA CORSA ALL’ORO

TeheranDI PEPE ESCOBAR
rt.com

Potreste aver sentito parlare dell’N-11. Sì, un altro intruglio di Goldman Sachs, per il beneficio di quegli eletti – gli “investitori globali”. Questi sono i prossimi BRICS, il nuovo potere emergente.

L’N-11 è composto da: Bangladesh, Egitto, Indonesia, Iran, Corea del Sud, Messico, Nigeria, Pakistan, Filippine, Turchia e Vietnam. Alcune di esse potrebbero addirittura entrare a far parte del gruppo dei BRICS.

Nel momento in cui il regime delle sanzioni svanisse, probabilmente verso l’inizio del 2016, l’Iran diventerà il più figo degli N-11. È difficile competere con il suo spessore: un mercato da 80 milioni di persone, principalmente con una buona educazione, un capitale umano misto più attrattivo di quello turco e sul fronte più importante, quello energetico, una combo di petrolio in quantità pari all’Arabia Saudita, di gas pari alla Russia e presumibilmente più risorse minerarie dell’Australia.

A breve sarà di nuovo sui mercati internazionali smanioso di vendetta. Si tratta di una scossa economica di portata mondiale.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/07/2015 (922 letture)
(Leggi Tutto... | 15686 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran Pepe Escobar: L'ACCORDO SUL NUCLEARE CON L'IRAN RESETTA IL 'GRANDE GIOCO' EURASIATICO

DI PEPE ESCOBAR
atimes.com

Eccoci qua. È sicuramente storico. La diplomazia forse ha vinto. Nei termini del Nuovo Grande Gioco in Eurasia e le conseguenti scosse tettoniche che riorganizzano la zona, questo è epocale: l’Iran – supportato da Russia e Cina – ha finalmente, con successo, scoperto il lungo, tortuoso e durato 12 anni bluff degli atlanticisti riguardo le proprie “armi nucleari”.

Tutto ciò è accaduto solo perché l’amministrazione Obama ha bisogno di 1) almeno un successo di politica estera e 2) un modo per almeno provare ad influenzare la messa in opera del nuovo ordine geopolitico che ruoterà attorno all’Eurasia.

Nella foto: Il presidente Usa Barack Obama e il vice Joe Biden dopo la dichiarazione alla Casa Bianca sull'accordo raggiunto a Vienna (afp)

 
 
  Postato da cdcnet il 15/07/2015 (872 letture)
(Leggi Tutto... | 13859 bytes aggiuntivi | commenti? | Pepe Escobar | Voto: 0)
 
 
  Iran NUCLEAR AGREEMENT WITH IRAN

By Paul Craig Roberts
Information Clearing House

Washington’s issue with Iran has never been Iran’s nuclear energy program. The notion pushed by the neoconservatives that Iran only had a nuclear energy program (5% uranium enrichment) in order to hide a nuclear weapons program (95+% enrichment) was always a cover for Washington’s real opposition to Iran and Washington’s real 

From the standpoint of Washington’s doctrine of US world hegemony, the problem with Iran is its independence. Like Iraq, Libya, Syria, Venezuela, Ecuador, Bolivia, Brazil, Argentina, Cuba, North Korea, Russia and China, Iran is not Washington’s vassal.

Washington was unwilling to admit the truth and to say that Iran was on its target list, because Iran would not submit to Washington’s will. Instead, Washington decided to create fear of Iran among the American and European peoples.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/07/2015 (644 letture)
(Leggi Tutto... | 6080 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 
 
  Iran Pepe Escobar: RUSSIA, CINA, IRAN: LA STRATEGIA IN SINCRONIA

DI PEPE ESCOBAR
rt.com

Negli scorsi decenni, il mito pre-costruito di una elusiva “bomba iraniana” non è stato mai il vero problema tra gli USA e l'Iran. Il vero problema è da ricercarsi nelle modalità per contenere o “isolare” una nazione potente e indipendente che rifiutava di accettare la teoria dell'eccezionalismo americano[1].

Adesso che la “riabilitazione” dell'Iran – almeno secondo quanto sostengono i difensori dell'eccezionalismo e i loro tirapiedi – sembra essere imminente, nell'attesa di un accordo nucleare che potrebbe essere finalizzato a giugno, diverse fazioni a Washington ancora non riescono a decidersi e agire di concerto.

Il Pentagono ha pressoché ammesso che l'intramontabile sogno proibito dei neo-conservatori e dei media corporativi rimane sul tavolo: l'opzione militare.

 
 
  Postato da cdcnet il 23/04/2015 (1092 letture)
(Leggi Tutto... | 14564 bytes aggiuntivi | commenti? | Pepe Escobar | Voto: 0)
 
 
  Iran RUSSIA'S MISSILE WALL IN IRAN

159449154By Tony Cartalucci
journal-neo.org

The popular narrative surrounding the conflict between the West and Iran has always been one of a dangerous rogue state bent on obtaining nuclear weapons before triggering a nuclear-fueled Armageddon aimed at Israel. Underneath this elementary propaganda, lies a more complex truth underpinning a proxy conflict between East and West.

Just as had been the case during World War I and II, the strategic position, resources, and population of Iran constitute a necessary prerequisite to first overcome before containing and eventually overrunning the political order in Moscow. This time around, in addition to Moscow, the Western axis also seeks to eventually encircle and overrun Beijing as well.
 
 
  Postato da cdcnet il 18/04/2015 (851 letture)
(Leggi Tutto... | 12247 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0)
 

 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.