'NO JAB, NO JOB' - LE AZIENDE BRITANNICHE STANNO PER RENDERE OBBLIGATORI I VACCINI
Data: 18/02/2021
Argomento: Gran Bretagna


Le aziende in Gran Bretagna hanno incaricato gli studi legali di creare contratti "no jab, no job" che impedirebbero ai potenziali dipendenti di essere assunti a meno che non siano stati vaccinati contro il coronavirus cinese.




Sebbene il governo abbia pubblicamente affermato di non avere alcuna intenzione di richiedere passaporti nazionali per i vaccini, i ministri hanno ammesso che le imprese private potrebbero assumersi la responsabilità di imporlo al popolo britannico.

Parlando al Financial Times , gli studi legali hanno affermato di essere già stati contattati da aziende, comprese case di cura e multinazionali, che stanno cercando di stipulare contratti che richiedano la vaccinazione dei dipendenti contro il virus.

Un avvocato senza nome ha detto al giornale che tali requisiti potrebbero essere rischiosi in quanto potrebbero innescare richieste di discriminazione da parte di persone che rifiutano di prendere il vaccino per motivi religiosi, donne incinte o coloro che hanno condizioni di salute, come le allergie, che impediscono loro di assumere il vaccino.

L'avvocato ha notato che nei settori in cui i dipendenti sono circondati da persone a rischio, come nelle case di cura, i cosiddetti contratti "no jab, no job" possono essere alla fine difendibili.

Alcuni degli studi legali contattati hanno affermato che le imprese hanno anche iniziato a indagare su come richiedere che si vaccinino coloro che già lavorano.

Tuttavia, le aziende che cercano di modificare i contratti di persone già occupate dovrebbero ottenere il consenso del lavoratore, ha ammonito un partner dello studio legale Lewis Silkin, James Davies.

La Confederation of British Industry (CBI) ha affermato che non c'era alcuna giustificazione per le aziende a richiedere vaccini per i dipendenti, affermando che i test di massa sarebbero un'opzione preferibile.

L'amministratore delegato della società di risorse umane CIPD, Peter Cheese, ha dichiarato: "Il governo del Regno Unito non ha reso obbligatorio il vaccino, quindi nemmeno i datori di lavoro possono farlo".

Il signor Cheese ha aggiunto: "NĂ© dovrebbero limitare le persone che entrano nel lavoro in base al fatto che abbiano ricevuto il vaccino".

Martedì, il ministro britannico per i vaccini Nadhim Zahawi ha dichiarato: "Dipende dalle aziende quello che fanno, ma non abbiamo ancora le prove dell'effetto dei vaccini sulla trasmissione".

Zahawi aveva precedentemente affermato che un tale schema sarebbe sbagliato e discriminatorio .

Domenica, il ministro degli Esteri Dominic Raab ha affermato che l'uso dei passaporti per i vaccini a livello nazionale è stato preso in considerazione dal governo in luoghi come i supermercati.

A gennaio, il fondatore anti-Brexit di Pimlico Plumbers ha annunciato che avrebbe richiesto la vaccinazione dei suoi dipendenti, pronunciando coraggiosamente "nessun vaccino, nessun lavoro".

Charlie Mullins ha detto che renderà "standard" nei contratti di lavoro "la richiesta di essere vaccinato", dicendo: "Non assumeremo persone in futuro a meno che non abbiano un vaccino".

Barchester Healthcare, che gestisce oltre 200 case di cura, ha anche affermato che rifiuterà di assumere persone che non si vaccinano.

Kurt Zindulka

https://www.breitbart.com/







Questo Articolo proviene da comeDonChisciotte.net
http://www.comedonchisciotte.net

L'URL per questa storia è:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=9265