Massiva esplosione alla periferia di Tehran
Data: 26/06/2020
Argomento: Iran


Aggiornamento e revisione articolo delle ore 9:40 del 26/6/20: Una grande esplosione fuori da Teheran aveva scatenato la speculazione di un attacco contro una base militare o un sito di ricerca, ma l'esercito iraniano afferma che si è trattato di un incidente in un deposito di gas.



Il portavoce del ministero della Difesa Davoud Abdi ha detto alla TV di stato che l'esplosione non ha avuto luogo in un sito militare, ma nelle "aree pubbliche" nelle vicinanze, aggiungendo che l'incendio è stato rapidamente messo sotto controllo e che non ci sono state vittime.


I video (1, 2) che erano apparsi sui social media mostravano una grande esplosione fuori Teheran, alimentando la speculazione di un attacco contro una base militare, un sito di ricerca o una centrale elettrica. I dettagli rimanevano un mistero.

Inizialmente si vociferava che l'esplosione fosse avvenuta in una centrale elettrica a Sarkh Hasar, a est di Teheran, e che simili esplosioni erano avvenute a Shiraz, nel sud dell'Iran, provocando la speculazione di un attacco informatico.

Altri suggerivano un'esplosione in un deposito di munizioni a Paradis, citando le frasi dell'IRGC (Islamic Revolutionary Guard Corps) sull'app di messaggistica Telegram.

Il giornalista del New York Times Farnaz Fassihi riferiva che l'esplosione era avvenuta a Parchin, "una base militare in cui l'Iran ha condotto attività nucleari".

L'esplosione è avvenuta intorno alle 2 ora locale, appena mezz'ora dopo che il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha twittato sulle nuove sanzioni statunitensi contro l'Iran.

Un altro video mostrava una palla di fuoco che colora il cielo notturno in breve tempo di rosso.

Un video condiviso dal ricercatore Babak Taghvaee includeva le coordinate della posizione in Paradis da cui è stata filmata l'esplosione. Taghvaee sembrava convinto che si sia trattato di un attacco informatico, affermando che si può trattare di rappresaglia per l'IRGC che aveva preso di mira "le strutture di dissalazione dell'acqua di Israele" diversi mesi fa.

Altri affermavano che l'esplosione era avvenuta a Khojir, non a Parchin, indicando una sede di produzione missilistica e una struttura di collaudo come possibili colpevoli.

Fino a tarda notte la televisione iraniana aveva riferito solo che le autorità stavano “investigando la luce intensa e il suono forte” vicino a Teheran.







Questo Articolo proviene da comeDonChisciotte.net
http://www.comedonchisciotte.net

L'URL per questa storia è:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=8732