PUTIN, ERDOGAN E IL COMPLOTTO CONTRO IL RESTO DI NOI
Data: 22/07/2016
Argomento: Mondo


Di Gilad Atzmon
gilad.co.uk

Putin e Erdogan hanno concordato di incontrarsi ai primi di agosto. La tensione tra Russia e Turchia si è gradualmente dissipata dopo la telefonata di giugno tra Putin e Erdogan. Questa settimana funzionari turchi e russi hanno dichiarato che le due amministrazioni hanno raggiunto un nuovo accordo. L'effetto di questa intesa è che Erdogan sta cambiando le sue politiche verso la Siria, Assad e l'intervento della NATO. La Turchia potrebbe non essere più parte della crisi siriana, e diventare basilare per il processo di pace. La prova di questo cambiamento si è avuta più di una settimana fa, quando la Turchia ha iniziato a ripristinare i rapporti con il governo siriano.



Mercoledì scorso 13 luglio, solo due giorni prima del tentato colpo di stato, The Guardian scriveva:
"Ad oltre cinque anni di guerra siriana civile, la Turchia, il paese che più ha contribuito alla ribellione contro il governo di Bashar al-Assad, ha lasciato intendere che potrebbe normalizzare le relazioni con Damasco." Il titolo del Guardian è "ribelli siriani scioccati dalla notizia che la Turchia prepara una normalizzazione dei rapporti con Damasco".

Abbiamo anche appreso nelle ultime ore che il governo russo ha accettato ora che l'assalto turco sui suoi aerei Su-24 nello spazio aereo siriano dello scorso anno è stato un chiaro complotto per far deragliare le relazioni tra i due paesi.

Questo è certamente una notizia di speranza per la regione. Ma non era necessariamente la notizia che volevano la NATO, l'America e Israele.

E' stata l'alleanza emergente tra Russia, Turchia e Siria a portare alcuni capi militari turchi ad eseguire un colpo di stato? E' una coincidenza il fatto che la sede del fallito colpo di stato era la base aerea di Incirlik, il campo d'aviazione turca da cui gli Stati Uniti e la NATO lanciano regolarmente attacchi aerei contro lo Stato islamico? C'è anche la notizia di questa settimana che Incirlik ospita 50 bombe nucleari americane.

Putin e Erdogan condividono molte caratteristiche. Entrambi i leader sono molto popolari e carismatici. Entrambi sono considerati dai loro popoli nazionalisti e patrottici ed entrambi operano all'interno di una nazione che ha sofferto una lunga storia di instabilità politica e di colpi di stato militari. Entrambi appaiono animali politici originali e astuti. Ma nessuno dei due sembra essere tra i favoriti di USA e NATO. Entrambi sono disprezzati dagli Zio-cons, dalle lobby ebraiche e da Israele. Alcuni commentatori suggeriscono che gli eventi di venerdì scorso in Turchia possano essere un segnale di avvertimento per Putin che può essere il prossimo a subire un tentativo di colpo di stato.

Questo è un momento strano per la stampa. Non una sola fonte di notizie è affidabile o degna di fiducia. Siamo bombardati da una pletora di reti di propaganda globali. Più canali di notizie abbiamo meno sappiamo. E' praticamente impossibile costruire un quadro coerente e oggettivo della realtà o degli affari mondiali. Le reti degli attivisti e dei commentatori progressisti che riciclano citazioni preconfezionate non sono di aiuto. Sono rimasto scioccato di scoprire questa settimana che un gruppo di sostenitori occidentali di Assad, che consideravo sbagliando importanti e ben informati, impiegano una terminologia neocon come "islamici, '' criminali'' e '' islamofascista'' nei confronti del popolo turco che è sceso in strada per salvare il paese da un regime militare.

Come il quadro suggerisce, sembra che il tentativo di colpo di stato sia stata motivato dall'alleanza che sta emergendo tra Turchia e Russia. La possibilità che la Turchia diventi parte integrante di una soluzione pacifica in Siria pone fine alla guerra interventista della Nato contro il regime di Assad. I cospiratori contro Erdogan volevano disperatamente  fermare questa transizione.

Un vecchio amico mi ha ricordato ieri uno spunto di riflessione di Charles Bukowski: "il problema con il mondo è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre quelle stupide sono piene di sicurezza".







Questo Articolo proviene da comeDonChisciotte.net
http://www.comedonchisciotte.net

L'URL per questa storia è:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=5085