WHY THE INFERNAL TERROR SPIRAL WILL GO ON AND ON
Data: 16/07/2016
Argomento: Mondo


By Pepe Escobar
Information Clearing House

We still don’t know if this man is a jihadi lone wolf or not – even as his modus operandi comes straight from Daesh’s playbook. And even if he’s not an insta-jihadi, what’s certain is that his appalling “example” will be emulated.

The Washington-Riyadh axis used terror in Afghanistan even BEFORE the 1980s jihad. Wahhabism destroyed both Afghanistan and Pakistan, installing a Kalashnikov culture. Shock and Awe in 2003 led to Washington promoting Divide and Rule as in pitting Sunnis against Shi’ites – and that brought terror to Iraq. Washington and Brussels supported jihadis in both Libya and Syria, and that was supported even by the liberal 'human rights' left. Ah, but the (bogus) enemy is Putin and “Russian aggression”. Meanwhile the real enemy – Salafi-jihadis – even gets crucial “support” (and weapons). Add to it the blowback for NATO’s wars – a taboo discussion in the West.

(Traduzione in italiano): PERCHE' LA SPIRALE INFERNALE DEL TERRORE E' DESTINATA A PROSEGUIRE



Nothing was done against the ideological matrix of jihadism: Wahhabism. So nothing will change. The Empire of Chaos WON’T withdraw from the Middle East for the pivot to Asia; it wants both. Kerry in Moscow yesterday offering a plan to Putin to fight Daesh together – that’s yet more shadowplay for the galleries. Washington may put up a pretense of fighting Daesh while the CIA support for “moderate rebels” won’t abate. FrankenDaesh - which was let loose to fester by a "willful" decision in Washington - is now, for all practical purposes, a Cyber-Caliphate. It does NOT need territory. It continues to project an image of success. And that’s why it still manages to attract – and “inspire” - all manner of deeply alienated individuals living in the West. This infernal spiral is bound to go on and on and on.

Pepe Escobar is an analyst for RT and TomDispatch. Born in Brazil, he's been a foreign correspondent since 1985, and has lived in London, Paris, Milan, Los Angeles, Washington, Bangkok and Hong Kong. https://www.facebook.com/pepe.escobar.77377


TRADUZIONE:


PERCHE' LA SPIRALE INFERNALE DEL TERRORE E' DESTINATA A PROSEGUIRE

DI PEPE ESCOBAR

informationclearinghouse.info

Ancora non sappiamo se quest'uomo è un lupo solitario jihadista- anche se il suo modus operandi arriva direttamente dal libretto teatrale (play book) di Daesh. E anche se non si tratta di un insta-jihadista, ciò che è certo è che il suo spaventoso "esempio" sarà emulato.

L'asse Washington-Riyad ha utilizzato il terrore in Afghanistan ancor prima della jihad del 1980. Il Wahabismo ha distrutto sia l'Afghanistan che il Pakistan, installando la cultura del Kalashnikov. Shock and Awe (colpisci e distruggi) nel 2003 ha portato Washington a promuovere il divide et impera scagliando i sunniti contro gli sciiti – e portando il terrore in Iraq.



Washington e Bruxelles hanno supportato gli jihadisti sia in Libia che in Siria, anche con il sostegno della sinistra liberale dei "diritti umani". Ah, ma il (falso) nemico è Putin e "l'aggressione russa". Nel frattempo il vero nemico – i salafiti-jihadisti – ottengono ancora cruciale "supporto" (e armi). Aggiungete a questo il contraccolpo per le guerre della NATO - una discussione tabù in Occidente.


Nulla è stato fatto contro la matrice ideologica del jihadismo: il wahhabismo. Quindi, nulla cambierà. L'impero del caos NON si ritirerà dal Medio Oriente, punto cardine rivolto all'Asia; vuole entrambi. Kerry che ieri a Mosca offre un piano a Putin per combattere Daesh insieme - questo è un'ulteriore gioco d'ombre cinesi per le gallerie. Washington potrebbe metter su la pretesa di combattere Daesh mentre il supporto della CIA ai "ribelli moderati" non cesserebbe. FrankenDaesh - che è stato lasciato a marcire da una decisione "volontaria" di Washington - è ormai, a tutti gli effetti, un Cyber-califfato. NON ha bisogno di territorio. Continua a proiettare un'immagine di successo. Ed è per questo che riesce ancora ad attrarre - e "ispirare" - ogni sorta di individui profondamente alienati che vivono in Occidente. Questa spirale infernale è destinata a proseguire, ad andare avanti e avanti e avanti.

Pepe Escobar è analista per RT e TomDispatch. Nato in Brasile,è corrispondente estero dal 1985, e ha vissuto a Londra, Parigi, Milano, Los Angeles, Washington, Bangkok e Hong Kong.

 

Pepe Escobar

Fonte: www.informationclearinghouse.info

Link: http://www.informationclearinghouse.info/article45113.htm

15.07.2016

Scelto e tradotto per www.comedonchisciotte.org a cura  di DESASTRADO








Questo Articolo proviene da comeDonChisciotte.net
http://www.comedonchisciotte.net

L'URL per questa storia è:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=5068