Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Categorie

· Tutte le Categorie
· Approfondimenti

· Associazioni

· Chris Hedge

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· James Petras

· Libri

· Michel Chossudovsky

· Mike Whitney

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Paul Craig Roberts

· Pepe Escobar

· Politica
· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Stephen Lendman

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· William Engdahl

 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

 
  Francia Politica: LA FRANCIA SUBIRA' UN COLPO DI STATO OLIGARCHICO?

DI NICOLAS BONNAL
dedefensa.org

Ci stiamo muovendo verso un futuro assai poco rassicurante. Il sistema è diventato tirannico e vorrebbe mettere in prigione le persone che non leggono Le Monde. Il trio satanico NATO-BCE-Bruxelles vuole imporre il suo Macron come in passato il suo Juppé. Candidato del triangolo magico Rothschild-Draghi-Soros, il venditore di Alstom è l’incudine sul quale il martello del capitalismo mondiale schiaccerà ciò che resta della Francia libera.

La nuova casta crudele che prende forma sotto l’etichetta di europea o di liberal-libertaria non teme gli ostacoli.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/03/2017 (262 letture)
(Leggi Tutto... | 5518 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Politica: ANARCHISMO: C'E' MOLTO DA IMPARARE

DI DAVID MORRIS
AlterNet

La parola anarchismo è stata spogliata così tanto della sua sostanza da essere equiparata a caos e nichilismo. Non è questo ciò che significa.

L’8 febbraio 1921, venti mila persone, sfidando temperature talmente basse da congelare gli strumenti musicali, marciarono in un corteo funebre nella città di Dimitrov, un sobborgo di Mosca. Andarono per omaggiare un uomo, Petr Kropotkin e la sua filosofia, l’anarchismo.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/03/2017 (188 letture)
(Leggi Tutto... | 12380 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Francia Politica: PERCHE' IL SISTEMA PUO' GIOCARE LA CARTA MARINE LE PEN?

DI EMMANUEL LEROY
lesakerfrancophone.fr

Prima di rispondere a questa domanda facciamo il punto sull’agenda della globalizzazione e cerchiamo di vederci più chiaro nel vortice planetario che si è scatenato dopo il voto sulla Brexit e l’elezione di Donald Trump.

A mo’ di preambolo e di avvertimento informo subito il lettore che si tratta di un articolo profondamente anticonformista, suscettibile di modificare la mentalità di chi è abituato a digerire quotidianamente la sua dose di disinformazione massiccia fornita dai media mainstream, secondo l’eccellente formula utilizzata da Slobodan Despot e il suo molto illuminante sito di controinformazione.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/03/2017 (394 letture)
(Leggi Tutto... | 23990 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: IL PROBLEMA NON E' TRUMP. SIAMO NOI

Remnick Donald Trump1 728 375 07163628DI JOHN PILGER
counterpunch.org

Negli Stati Uniti, il giorno dell’insediamento del Presidente Trump, migliaia di scrittori esprimeranno la loro indignazione. “Per poter guarire e andare avanti…”, si dice al Writer Resist, “vogliamo andare oltre il discorso politico diretto, e, concentrandoci sul futuro, noi, come scrittori, possiamo essere una forza unificatrice per la tutela della democrazia”.

E ancora: “Esortiamo gli organizzatori e relatori locali ad evitare di chiamare per nome i politici o di usare un linguaggio di contestazione come punto focale per l’evento Writer Resist. È importante garantire che le organizzazioni senza scopo di lucro, a cui sono vietate campagne politiche, si sentano sicure nel partecipare e sponsorizzare questo evento”.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/01/2017 (343 letture)
(Leggi Tutto... | 18468 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: DEMAGOGUE-IN-CHIEF

By Chris Hedges
Information Clearing House - Truth Dig

For Donald Trump, the presidency will be a vast stage for accommodating his megalomania and insatiable appetite for money. Those who mock, defy or anger him will feel the wrath of the state. Those who are not obsequious will be cast aside. He will invest most of his energy in his brand. Self-promotion is the only real talent he possesses. Corruption, already rife within the political system, will explode into a full-blown kleptocracy. Manufactured stories about Trump’s prowess, brilliance, sexual allure and goodness, as well as how America is becoming “great again,” will be pumped out by the White House smoke machine. He will demand encomiums that will become ever more outrageous. All love, devotion and allegiance will be to Trump.

 
 
  Postato da cdcnet il 12/12/2016 (120 letture)
(Leggi Tutto... | 15152 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: REFERENDUM: SI' O NO

luogocomune.net

Visto che tutte le testate del mainstream si danno un gran da fare per cercare di apparire "equidistanti" nella battaglia fra il sì e il no, ho pensato che anche noi, nel nostro piccolo luogo comune, potessimo fare la stessa cosa. Giochiamo quindi a fare gli equidistanti, presentando prima un articolo a favore del sì (onestamente, il migliore che io sia riuscito a trovare in rete), e invece un video, a favore del no, che trovo particolarmente interessante. I risultati della giustapposizione potrete giudicarli voi stessi. 

Le ragioni del mio Sì convinto il 4 dicembre

di Mattia Mor (imprenditore)

Sento ancora troppi amici affermare di non capire la riforma costituzionale che voteremo il 4 dicembre. Intanto troppe informazioni errate girano sul web, si sedimentano e necessitano risposte. Ci tengo pertanto a riassumere il mio punto di vista. Voto Sì perché questa riforma garantisce più stabilità, con la fiducia votata solo dalla Camera, senza avere più governi appesi al ricatto di due senatori.

 
 
  Postato da cdcnet il 01/12/2016 (419 letture)
(Leggi Tutto... | 7507 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Francia Politica: A VOI IL MATCH NELLA GABBIA TRA FILLON E LA LE PEN

DI PEPE ESCOBAR
rt.com

È venuto (dalle retrovie), ha visto, ha vinto. Francois Fillon sarà il candidato della Destra Francese alle elezioni presidenziali del 2017 ed ha anche buone probabilità di vincere, al ballottaggio, contro la leader del Fronte Nazionale Marine Le Pen.

Fillon è un ultra-tradizionalista, con il valore della famiglia, un ragazzo da “radici cristiane della Francia”. In termini statunitensi, sarebbe un “Francese nazionalista” – senza deroghe. Il suo mantra ruota attorno all’idea storica della forza dell’identità nazionale francese (da Giovanna d’Arco a Voltaire), alla base della sovranità nazionale, e va ripetuto costantemente.

 
 
  Postato da cdcnet il 01/12/2016 (206 letture)
(Leggi Tutto... | 9323 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: MICHAEL MOORE SPIEGA PERCHE' I LAVORATORI AMERICANI VOTERANNO TRUMP

Filmato di un intervento di Michael Moore con sottotitoli in italiano a cura di sakeritalia.it

Se tu imprenditore – ha detto Trump di fronte ai dirigenti della Ford – chiudi gli stabilimenti qui, negli Stati Uniti, per riaprirli all'estero, metterò un dazio del 35% sulle auto che rimanderai indietro.
Nessuno aveva mai detto niente del genere a questi dirigenti e per la gente questa è stata musica per le orecchie.
 
 
  Postato da cdcnet il 26/10/2016 (464 letture)
(Leggi Tutto... | 1812 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: RIGGED ELECTIONS ARE AN AMERICAN TRADITION

Paul Craig Roberts
strategic-culture.org

Do Americans have a memory? I sometimes wonder.

It is an obvious fact that the oligarchic One Percent have anointed Hillary, despite her myriad problems to be President of the US. There are reports that her staff are already moving into their White House offices. This much confidence before the vote does suggest that the skids have been greased.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/10/2016 (124 letture)
(Leggi Tutto... | 3278 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: YES, THE ELECTION WILL BE STOLEN

Scott Creighton
willyloman.wordpress.com

UPDATE: Go here to see Hillary team feeding questions to reporters in a short presser on her plane after the debate.

All of the neocons back Hillary Clinton. The war-mongering bi-partisan establishment think-tanks back Hillary Clinton. Newspapers that have backed republican candidates for decades, even centuries, back Hillary Clinton. The complicit corporate media backs Hillary Clinton to the detriment of their facade of being neutral in this election. All of this because Hillary Clinton represents a continuation of our global hegemonic ideology set in motion by Dick Cheney and those same neocons in the 2000 PNAC study paper Rebuilding Americas Defenses.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/10/2016 (135 letture)
(Leggi Tutto... | 7673 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: L'ACCORDO DELLA FONDAZIONE CLINTON DA' IL VIA ALLA CAMPAGNA ANTI-TRUMP IN ITALIA

DI MARCO PERIN
off-guardian.org

La signora Clinton cerca il sostegno straniero in un disperato tentativo di riguadagnare la sua posizione di vantaggio.

Con i sondaggi che vedono i suoi voti restringersi, Hillary Clinton sta probabilmente utilizzando la sua posizione nel dipartimento di stato per arrivare alla Casa Bianca. In particolare, per quanto riguarda l’Italia, Hillary fa uso di una proposta allettante che ha ricevuto nel luglio di quest’anno da un inviato italiano alla Convenzione Nazionale Democratica.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/10/2016 (334 letture)
(Leggi Tutto... | 4995 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: THE DONALD VERSUS HILLA THE HUN

maxresdefault-1WHO Won The Great Debate? GOPs and DEMs Pretty Much Agree Who Lost!

State of the Nation

Any armchair political analyst could see Hillary Clinton’s strategy last night.
They could also see how Donald Trump made a fatal decision which he was unable to undo.

The Clinton strategy

Hillary knew that she has more baggage than any — ANY — presidential candidate in U.S. history, bar none.  Because of that harsh reality, her handlers impressed upon her that the only defense was a very sneaky and scurrilous offense.  And that’s what she did.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/09/2016 (292 letture)
(Leggi Tutto... | 9211 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: THE COURTIERS AND THE TYRANTS

By Chris Hedges
ICH - Truth Dig

Thomas Frank’s marvelous scorched-earth assault on the Democratic Party and professional elites in his book “Listen, Liberal: Or, What Ever Happened to the Party of the People?” has one fatal flaw. Frank blames the liberal class, rather than the corporations that have seized control of the centers of power, for our descent into political dysfunction and neofeudalism.

Yes, self-identified liberals such as the Clintons and Barack Obama speak in the language of liberalism while selling out the poor, the working class and the middle class to global corporate interests. But they are not, at least according to the classical definition, liberals. They are neoliberals. They serve the dictates of neoliberalism—austerity, deindustrialization, anti-unionism, endless war and globalization—to empower and enrich themselves and the party. The actual liberal class—the segment of the Democratic Party that once acted as a safety valve to ameliorate through reform the grievances and injustices within our capitalist democracy and that had within its ranks politicians such as George McGovern, Gaylord Nelson, Warren Magnuson and Frank Church and New Deal Democrats such as Franklin D. Roosevelt—no longer exists. I spent 248 pages in my book “Death of the Liberal Class” explaining the orchestrated corporate campaign to erase the liberal class from the political landscape and, more ominously, destroy the radical labor and social movements that were the real engines of social and political reform in the 19th and 20th centuries.

 
 
  Postato da cdcnet il 19/09/2016 (162 letture)
(Leggi Tutto... | 27053 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: TRUMP VS. HILLARY: A SUMMATION

By Paul Craig Roberts
Information Clearing House

The US presidential election this November will tell whether a majority of the US population is irredeemably stupid. If voters elect Hillary, we will know that Americans are stupid beyond redemption.

We don’t know much about Trump, and anti-Trump propaganda rules in the place of facts.

But we know many facts about Hillary. We know about her violation of classification laws and the refusal of the Democratic administration to do anything about it. The Democrats prefer to control the White House than to enforce the law, another nail into the coffin in which the rule of law in the US lies.

 
 
  Postato da cdcnet il 26/08/2016 (250 letture)
(Leggi Tutto... | 9711 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: LA MINACCIA TRUMP ?

trumpDI STEPHEN LENDMAN
sjlendman.blogspot.it

Un nuovo annuncio della Clinton [1] spiega molto del perché il partito della guerra degli Stati Uniti stia temendo Trump.

The Donald chiama la NATO "obsoleta" e può tentare di normalizzare i legami con la Russia per la prima volta dall'alleanza di necessità che gli USA e l'Unione Sovietica strinsero durante la IIa guerra mondiale contro la Germania nazista – normalizzazione che sarebbe un disastro per i guerrafondai degli Stati Uniti come la Clinton, che necessitano di relazioni conflittuali per favorire i loro obiettivi di egemonia globale

 
 
  Postato da cdcnet il 11/08/2016 (383 letture)
(Leggi Tutto... | 12131 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: FURIOUS SHEEP

By Dmitry Orlov
ICH - Club Orlov

In all my years of watching politics in the US, never have I seen a presidential election generate such overwhelmingly negative emotions. Everyone hates Donald Trump, Hillary Clinton, or, increasingly, both of them. This is creating a severe psychological problem for many people: they want to tell their friends and the world that Clinton is mentally unstable and a crook, but they are conflicted because they realize that by so doing they would be supporting Trump. Or they want to tell everyone what a vulgar, narcissistic, egotistical blowhard Trump is, but they are conflicted because they realize that by so doing they would be supporting Clinton. Some are abandoning the two-party duopoly in favor of minor parties, ready to vote for Jill Stein the Green or Gary Johnson the Libertarian, but are conflicted because voting for Stein would take votes away from Clinton the crook and thus support Trump the blowhard, while voting for Johnson would take votes away from Trump the blowhard and thus support Clinton the crook. There is just no winning! Or is there?

 
 
  Postato da cdcnet il 05/08/2016 (339 letture)
(Leggi Tutto... | 18700 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: AMERICAN HORROR STORY

HOW THE DEMOCRATS FOUND A BOOGEYMAN IN HILLARY'S EMAILS

By Paul Craig Roberts
Information Clearing House - Katehon

Bernie Sanders won the presidential nomination, but he was cheated out of it by the Democratic National Committee (DNC), which is the operating body for the Democratic Party. The DNC helped Hillary win the nomination by the combination of vote miscounts with appointment of super delegates, who no one elected, to vote for Hillary. So, she won this nomination illegitimately. All of Bernie Sanders’ supporters know that. They have turned against Hillary, and it is unlikely that many of them will vote for Clinton.

TRADUZIONE: DELLA MANIERA IN CUI I DEMOCRATICI HANNO TROVATO L'UOMO NERO NELLE E-MAIL DI HILLARY

 
 
  Postato da cdcnet il 03/08/2016 (413 letture)
(Leggi Tutto... | 17464 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  USA Politica: CONVENTION DEMOCRATICI, PROTESTE DI MASSA ANTI-CLINTON

di STEPHEN LENDMAN
sjlendman.blogspot.it

Viene definita la donna più potente d'America. È anche la più insultata, una minaccia senza precedenti per la pace nel mondo e per le libertà fondamentali. La possibilità che succeda ad Obama dovrebbe terrorizzare chiunque.

I circoli dell'establishment l'adorano. I progressisti che Lunedì sono scesi in strada a Philadelphia invocavano "Hillary Mai", "Hill No", "Rinchiudetela". Decine di migliaia si sono radunati contro di lei all'esterno del Wells Fargo Center, sede della Convention, nonostante il caldo soffocante di Philadelphia.

Grazie alle mie personali esperienze di tanto tempo fa, quando studiai all'MBA (Master in Business Administation) e poi lavorai in città, so quanto in estate sia difficile da sopportare per molti giorni ed altrettante notti.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/07/2016 (644 letture)
(Leggi Tutto... | 5714 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: LO SPETTACOLO DI SANDERS A PHILADELPHIA COME BURATTINO DI HILLARY

di STEPHEN LENDMAN
sjlendman.blogspot.it

Sanders non è solo caduto in disgrazia. Si è schiantato, s'è bruciato ed ha chiaramente dimostrato come non ci si possa mai fidare dei politici.

Niente di ciò che dicono è credibile. Per mesi i suoi sostenitori hanno creduto che fosse l'anti-Clinton, facendo campagna contro tutto ciò che lei rappresenta – un'agenda di infinite guerre di aggressione, la pace nel mondo a rischio, la crudeltà neoliberista, il terrore di uno stato di polizia, il peggio di tutti i mondi possibili.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/07/2016 (417 letture)
(Leggi Tutto... | 6418 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: ECCO COME TRUMP SEGUIRA' IL DENARO

ffDI PEPE ESCOBAR
russia-insider.com

Dietro tutto il casino e i teatrini della campagna di Trump si nasconde la banale logica di un uomo d’affari

Immaginate orde di teocrati statunitensi, sostenitori della supremazia dei bianchi, nativisti, adoratori dell’NRA, tutti assieme in un’orgia, che si dirigono verso il convegno repubblicano di Cleveland, all’indomani di Orlando, Dallas, Nizza e Baton Rouge.

Cosa potrebbe andare storto?

Benvenuti ad un meeting pericoloso ed armato fino ai denti, di cui fanno parte, ad esempio, quelli del Traditionalist Worker Party (TWP) – alleato dei Golden State Skinheads (GSS) – che ha inviato una squadriglia per “essere certi che i supporter di Trump siano difesi a dovere dai delinquenti della sinistra”. La Corti di Cleveland sono pronte a processare fino a 1.000 arrestati al giorno, lavorando 20 ore al giorno. Gli strip club sono “caldi per Trump”. Un bel casino darà ancora maggiore significato al mantra del rock’nroll “Cleveland Rocks”.

 
 
  Postato da cdcnet il 21/07/2016 (449 letture)
(Leggi Tutto... | 11817 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: ECCO L'AGENDA NAZIONALE DI HILLARY CLINTON

shutterstock_407680225 2 DI ALAN NASSER
counterpunch.org

L’agenda nazionale della Clinton si intreccia con quella estera: “Dominio a 360 gradi ” in tutto il globo, precariato in crescita negli Stati Uniti

Harry Truman sorprese gli americani con la sua richiesta di una sanità gratuita per tutti, su modello dei governi europei; Johnson lo fece estendendo le riforme della Great Society*, e pure Nixon lo fece con un’ondata di provvedimenti regolatori e di spesa sociale da lui approvati, superando Johson su diversi fronti “Keinesiani”. Hillary Clinton invece non ci offrirà simili sorprese. La sua impronta tangibile nello scivolamento a destra del partito ci fa dedurre con ferrea logica ciò che possiamo aspettarci dal “mostro” sia sul fronte interno che su quello estero.

Il suo attacco imminente alla classe lavoratrice unisce l’austerità neoliberista alle strategie di dominio in politica estera del Partito Neocon-Democratico. Ciò che segue è un sunto abbastanza breve.

Photo: Joseph Sohm | Shutterstock.com

 
 
  Postato da cdcnet il 04/07/2016 (449 letture)
(Leggi Tutto... | 13276 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: VALANGA 5 STELLE

beppe-grilloDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Bastava guardarsi i duelli tv su Skytg24 tra i candidati ai ballottaggi, per capire chi avrebbe vinto … da una parte due giovani donne, Virginia Raggi e Chiara Appendino, belle, capaci, promettenti … dall'altra due vecchi arnesi della politica, con le mani lorde di crimini euristi e austerity mistificate, due veri dinosauri della partitocrazia dominante, collusa con i potentati del petrolio, con le oligarchie finanziarie, con quell'intreccio politico mafioso di mafia capitale, che specula sulla pelle dei cittadini italiani, sempre più poveri e sfanculati.

 
 
  Postato da cdcnet il 21/06/2016 (702 letture)
(Leggi Tutto... | 12305 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: LA MUCCA NEL CORRIDOIO E LE GELATINE FOSFORESCENTI

cowDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Miserie europee equivalgono a miserie italiane,dove l’olezzo nauseante si sarebbe dovuto sentire da lontano, tanto spargeva fragranze disgustose lungo il corridoio, ma le gelatine fosforescenti non si sono accorte di nulla … detto fatto, le ultime amministrative hanno confermato che c'è un problema piuttosto ingombrante nel Pd e nel governo, chiamiamolo un elefante che vuol essere immerso nelle acque del Lete (George Lakoff), oppure una trave nel nostro occhio, che però appare meno visibile di una pagliuzza nell’occhio altrui (Matteo, 7/3-5), o meglio ancora una "mucca nel corridoio" (Pier Luigi Bersani), il cui fetore impestava palazzo Chigi e Montecitorio … manco fosse esalato dallo Stige.

 
 
  Postato da cdcnet il 12/06/2016 (1333 letture)
(Leggi Tutto... | 16272 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: LESSER OF 2 EVILS VOTE IS COUNTERPRODUCTIVE AND MORALLY CORRUPT

By Carmen Yarrusso
Information Clearing House

There’s probably never been a US presidential election where both likely nominees are more despised by more people. Millions on both sides plan to vote for the least despicable candidate. Do you need more proof our political system is corrupt to the core? If you’re a Hillary Clinton supporter and plan to vote for her, that’s fine. But Bernie Sanders supporters are being pressured and shamed into voting for Clinton. This “pragmatic” lesser of two evils tactic may work for the short term, but it will just embolden establishment politics and undermine future chances for real progressive change.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/05/2016 (360 letture)
(Leggi Tutto... | 6737 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: MATTIS VERSUS TRUMP

By Thierry Meyssan
Voltairenet.org

The United States primaries, which are intended to be the preparation for a confrontation between the Republicans and the Democrats, have progressively deviated to become a contest for the control of the Republican Party.

While on the side of the Democrats, the duel between Hillary Clinton and Bernie Sanders may be resumed as experience in the service of the rich against idealism in the service of the greatest number, all attention is now focused on the combat opposing Donald Trump and Ted Cruz for the Republican nomination.

Cruz is a pure product of a private military «psychological operations» agency. In terms of foreign relations policy, he has gathered a team composed of people who were trained during the Cold War around senator Henry Scoop Jackson, and who remain hysterically anti-Soviet. He has taken a position against any form of legal limitation of US power, and thus against the very principle of international law.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/05/2016 (360 letture)
(Leggi Tutto... | 10986 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: LA VITTORIA DELLA RAGGI A ROMA ? UNA TRAPPOLA MORTALE...

virDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Il fenomeno “sovranisti”, nato all’ombra di noti economisti del terzo millennio che spopolano sul web da alcuni anni (Bagnai, Borghi, Rinaldi, BarraC), con il solito corteo di giuristi, costituzionalisti e filosofi al seguito, è cresciuto come un cenacolo di sapienti eruditi, che sono soliti elaborare teoremi precostituiti, di cui si servono come clave nei confronti dei dissidenti e per sostenere i loro dogmi assolutamente inconfutabili … abili comunicatori di dottrine economiche, hanno pilotato anche le scelte politiche di molti frequentatori di blog e social network verso quel partito che secondo loro sarebbe risolutivo per l’uscita dall’euro e darebbe ottime garanzie per il ripristino della sovranità monetaria nel paese: la Lega.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2016 (1348 letture)
(Leggi Tutto... | 14663 bytes aggiuntivi | Voto: 1)
 

 
  Italia Politica: BEPPE ... IL CANGURO AZZOPPATO E #MATTEOSTAISERENO

grilloDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Grillo non è Crozza, un giullare del potere che intrattiene le masse cerebrolese di un pubblico sempre più passivo e inebetito, mutuando la falsa analisi socio politica con zerbinismi satirici verso l'una o l'altra fazione, oppure facendo un camouflage retorico tra destra e sinistra, maggioranza e opposizione, euro e no-euro, sempre al servizio dell’altra faccia del capitale finanziario che deve intrattenere e divertire … 

Grillo non soffre della Sindrome di Zelig (Leonard il protagonista del film), una personalità camaleontica mossa da trasformismo identitario, espressione del perfetto conformista … Grillo non adotta nemmeno la comicità di Zelig (comic show), bastarda, superficiale e puttanesca, che prostituisce un'immagine tronfia di sé … se mai interpreta il volto più rabbioso e incazzato delle classi più devastate dalla crisi economica e lo ripropone attraverso la satira.  

Di conseguenza Grillo usa la comicità per dissacrare l'ipocrisia della classe politica italiana, che per anni ha ingannato i propri elettori con tutti i mezzi disponibili, usa il moralismo per far emergere le contraddizioni insite nel sistema, usa il linguaggio dello show man per smascherare le fandonie della neolingua mediatica, per cui il Decreto Salva Banche risulta funzionale alla rapina dei risparmi degli obbligazionisti e dei correntisti, la Buona Scuola serve a privatizzare la scuola pubblica sul modello anglosassone e gli attacchi di Renzi all'UE e alla Merkel, mirano ad oscurare il prossimo collasso del sistema borsistico e bancario, voluto e pilotato per imporre nuove misure drastiche di privatizzazioni.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/02/2016 (823 letture)
(Leggi Tutto... | 12952 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: FEDERICO PIZZAROTTI: NON SO SE MI RICANDIDO CON IL M5S ....

pizzarottiDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Il Pizza stavolta l’ha fatta grossa … come nelle migliori tragedie greche il figlio ha ucciso il padre e ha fornicato con la madre, dando vita ad una poltiglia di politically correct erede delle migliori tradizioni fancazziste … dopo lunghi e laboriosi mesi di sterzate furbescamente orchestrate, conflitti burrascosi con i vertici, e ammiccamenti con consiglieri esponenti del Pd cittadino e regionale, ecco che il Pizza scopre le carte e rilancia, scaricando le responsabilità sul gruppo dirigente nazionale di cattiva gestione delle relazioni tra i comuni e il centro e di altre deliziose amenità. In verità è probabile che il sindaco si sia sentito vittima dello statuto troppo rigido del M5S, e per evitarlo si sia concentrato su di una strategia più vantaggiosa, quella del simulare e dissimulare, promettere e disattendere, sorridere e nicchiare … neanche fosse il centauro redivivo di Machiavelli, impegnato nella solita muta quotidiana: volpe o leone?
 
 
  Postato da cdcnet il 02/02/2016 (424 letture)
(Leggi Tutto... | 16884 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Francia Politica: L'ORA DELLE SCELTE

attualitaDI JACQUES SAPIR
russeurope.hypotheses.org

Il secondo turno delle elezioni regionali, che ha avuto luogo domenica 13 dicembre, ha confermato le conclusioni che si potevano già trarre dai risultati del primo turno.

Anzitutto, queste elezioni segnano la vittoria dei “repubblicani”. Ma si tratta di una vittoria di Pirro. È una vittoria che peraltro conta più per il peso demografico delle regioni conquistate, che rappresentano circa i due terzi della popolazione francese, rispetto al numero di regioni espugnate (7 su 13).

Eppure è stata una vittoria ottenuta più per default che per reale convinzione dell’elettorato. In due regioni, peraltro non delle più piccole, come il Nord-Picardie e la grande regione del PACA, i “repubblicani” hanno vinto solo in virtù del ritiro delle liste dei socialisti. Bastava guardare il volto di Xavier Betrand e ascoltare il suo discorso per misurare tutti i limiti di questa vittoria. Le liste del partito erede dell’UMP e del centro sono ben lontane dal KO che sognavano di infliggere ai socialisti. Questi risultati attizzano nuovamente le guerre intestine fra gli ambiziosi pretendenti alla successione di Nicolas Sarkozy, a cominciare da lui stesso per arrivare ad Alain Juppé, François Fillon e Bruno Lemaire. Sarà una guerra senza esclusione di colpi, tanto più che si giocherà attorno allo stesso programma.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/12/2015 (461 letture)
(Leggi Tutto... | 6429 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Politica: THE RISE OF THE NON LEFTIST LEFT

THE RADICAL RECONFIGURATION OF SOUTHERN EUROPEAN POLITICS

By James Petras
ich

Over the past decade fundamental changes have taken place in Southern Europe, which have broken with previous political alignments, resulting in the virtual disappearance of traditional leftist ’parties, the decline of trade unions and the emergence of ‘middle class radicalism’.

New political movements, purportedly on the left, no longer are based on class conscious workers nor are they embedded in the class struggle.  Likewise on the right, greater attention is paid to escalating the repressive capacity of the state instead of state intervention in pursuit of economic markets.
 
 
  Postato da cdcnet il 22/06/2015 (343 letture)
(Leggi Tutto... | 28941 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: GOTHAM CITY E IL BATMAN FELPATO

salviniDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Una strategia mediatica astuta e convincente? Beh, basta guardarsi un po’ il gigione leader nazionale, quando tiene le sue omelie sui teleschermi di tutta la nazione: abito bluette, politically correct, colore rassicurante, volto attrezzato alle smorfie più improbabili, gestualità tipica dell’attore consumato, che libera il corpo dalle pastoie arcaiche dell’immobilismo fisico, che esplora le emozioni più oscure attraverso il gesto, il movimento, il colore, la creatività e la voce. Avete notato come il Renzi-show non pronunci mai il nome del Movimento 5Stelle nei suoi oceanici interventi di propaganda mediatica, miranti con abilità istrionica ad addomesticare le masse dei consumatori/telespettatori inebetiti?
 
 
  Postato da cdcnet il 12/06/2015 (626 letture)
(Leggi Tutto... | 14166 bytes aggiuntivi | Voto: 1)
 

 
  Italia Politica: IL DISASTRO ITALIANO RACCONTATO DAL PD

attorreDI PAOLO CARDENA'
vincitorievinti.com

Signore e Signori, parole e musica dell'Onorevole Alfredo D'Attorre (nella foto), che è un esponente di spicco del PD, che  a sua volta è il partito maggiore responsabile del disastro italiano.

E' un video, segnalato originariamente dagli amici di Scenari Economici (che ringrazio), che merita di essere visionato e diffuso quanto più possibile, perché contiene delle grandi verità che riguardano la situazione economica italiana e quanto accaduto in questi anni di crisi. Tutte cose che chi ha avuto la pazienza di seguire questi pixel conosce già.

Riassumendo, molto brevemente, quanto detto da D'Attorre, che va apprezzato per  l'onestà intellettuale con la quale parla di questi temi; onestà assai latente da quelle parti.
 
 
  Postato da cdcnet il 06/05/2015 (797 letture)
(Leggi Tutto... | 6062 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Politica: PERCHE' CONTINUIAMO A ELEGGERE DEGLI IDIOTI ?

renziDI DEAN BURNETT
theguardian.com

Le elezioni del 2015 sono alle porte (riferimento alle imminenti elezioni in Gran Bretagna del maggio 2015, ndr) ed è chiaro a tutti che dire o fare cose poco intelligenti non sia un ostacolo al successo politico. Sfortunatamente, ci sono diversi meccanismi psicologici che portano perfetti idioti a essere eletti nelle posizioni di potere.

Politici. La loro reputazione è davvero bassa.  In tutta onestà, questa è di gran lunga la loro più grande colpa, ma sarebbe stupido pensare che ogni politico sia tale. Se tutti lo fossero, il mondo intero collasserebbe prima ancora che si possano pronunciare le seguenti parole: ”posso mettere nel rimborso spese?”.
Un politico mette in atto una cattiva politica? E’ una persona terribile. Cambia idea e fa retromarcia? È debole e non propenso alla leadership. I politici promettono miglioramenti (tagli delle tasse, aumento della spesa)? Naturalmente stanno mentendo. I politici promettono di fare qualcosa di non popolare (aumentare le tasse, tagliare la spesa)?  Sarà una garanzia assoluta.Tutti pensano che i politici siano riprovevoli e quindi pensano sempre al peggio.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/05/2015 (573 letture)
(Leggi Tutto... | 10201 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Italia Politica: MAURIZIO LANDINI, LOST IN BLU-RAY…

MatteoDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Si apriva con un occhio che guardava nel vuoto. Ambientato su una misteriosa isola tropicale in cui si ritrovavano i sopravvissuti di un disastroso incidente aereo, a precipitare era il volo Oceanic Airlines 815 (senza vittime vere stavolta per fortuna), “Lost” è stato un evento unico nel panorama mediatico mondiale, una serie televisiva durata dal 2004 al 2010, per 114 episodi, 6 stagioni, capace di tenere incollati alla tv milioni di telespettatori, per la sua prodigiosa abilità di raccontare una realtà alternativa, più vera di quella reale.  Insieme a personaggi belli, giovani, muscolosi e attraenti, c’era un’isola misteriosa, abitata dagli “Altri” e sede enigmatica del “Dharma Initiative Recruiting Project”.
 
 
  Postato da cdcnet il 06/04/2015 (562 letture)
(Leggi Tutto... | 10434 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: THE MOST DANGEROUS WOMAN IN AMERICA

By Chris Hedges
ICH - Truthdig

SEATTLE—Kshama Sawant, the socialist on the City Council, is up for re-election this year. Since joining the council in January of 2014 she has helped push through a gradual raising of the minimum wage to $15 an hour in Seattle. She has expanded funding for social services and blocked, along with housing advocates, an attempt by the Seattle Housing Authority to allow a rent increase of up to 400 percent. She has successfully lobbied for city money to support tent encampments and is fighting for an excise tax on millionaires. And for this she has become the bête noire of the Establishment, especially the Democratic Party.

The corporate powers, from Seattle’s mayor to the Chamber of Commerce and the area’s Democratic Party, are determined she be defeated, and these local corporate elites have the national elites behind them. This will be one of the most important elections in the country this year. It will pit a socialist, who refuses all corporate donations—not that she would get many—and who has fearlessly championed the rights of workingmen and workingwomen, rights that are being eviscerated by the corporate machine. The elites cannot let the Sawants of the world proliferate. Corporate power is throwing everything at its disposal—including sponsorship of a rival woman candidate of color—into this election in the city’s 3rd District.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/03/2015 (523 letture)
(Leggi Tutto... | 16673 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: RENZI, IL TONY BLAIR DE’ NOANTRI E LA NOTTE DEI LICANTROPI

renziDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Forse qualcuno non si è ancora accorto che il diritto rappresentativo democratico, quale si è affermato e consolidato nell’Italia repubblicana dal dopoguerra ad oggi, si sta polverizzando sotto i nostri occhi, frantumato dal revisionismo costituzionale in atto da diverso tempo, ma ora arrivato tragicamente alle ultime battute d’arresto di un golpe finanziario euroatlantico, che ha usurpato giorno dopo giorno la coscienza democratica di questo Paese. 

Del resto non è poi così difficile ingannare il prossimo, da parte di oligarchie di potere che sono ben addestrate nell’amabile compito di distrarre i cittadini/spettatori del nuovo ordine mondiale autoritario, dove il camouflage tra realtà e interpretazione del reale, ad opera degli organi di distrazione di massa, si fa sempre più densamente ipocrita. Lo diceva anche Machiavelli, il padre dell’arte politica moderna “Gli uomini sono così ingenui e legati alle esigenze del momento che chi vuole ingannare troverà sempre chi si lascerà ingannare.” (N.Machiavelli, Il Principe). 
 
 
  Postato da cdcnet il 27/02/2015 (647 letture)
(Leggi Tutto... | 13477 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Italia Politica: MA ORELLANA CI E’ O CI FA? DOVE L’HA NASCOSTA LA CIOCCOLATA?

orellanaDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Bastarda disinformazione degli organi di distrazione di massa, veri dispositivi deflagranti che minano continuamente la sopravvivenza della democrazia e che ne hanno determinato l’agonia prolungata, fino all’attuale dissoluzione dello stato nazione in un organismo piovra imperiale e sovranazionale, all’insaputa di molti cittadini italiani che credono di vivere ancora in uno stato di diritto, o nel mondo di Alice e della Lepre Marzolina.

Che credono di vivere ancora in quel mondo “moderno”, in cui il capitale era dotato proprio di quel senso del sacro che è stato messo in discussione in questa fase di cambiamento epocale del  potere  e dei suoi assetti sociali. 

Ora masse di produttori sono state messe alla porta ed escluse definitivamente dal ciclo produttivo. Borghesie di vario tipo si scontrano con altre borghesie per la gestione del capitale, in una sorta di fondamentalismo 
a-ideologico dell'attuale fase capitalista neoliberista, dove si sono confuse le identità tanto del nemico che dell'amico, per cui è venuta meno la contrapposizione di coscienza di classe. La postmodernità ha disinnescato tutto ciò che poteva essere d'intralcio al progetto del capitalismo finanziario, democrazia inclusa, e ci lascia solo la virtualità illusionistica della tivù, per convincerci a produrre ipotesi politiche tanto miseramente fallimentari.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/12/2014 (662 letture)
(Leggi Tutto... | 13605 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: THE ITALIAN LEFT SHOULD HANG THEIR HEADS IN SHAME

bilbo.economicoutlook.net

Today is a blog lay day only because I now have to pay the piper for being Australian but having to undertake work commitments in Europe – a very long tiring flight. At least I can read a lot of detective novels. But there was a story on Monday in the Italian media that I report on now as a conclusion to my stay here in Italy. The only conclusion is that the Italian left should hang their heads in shame for being surrender monkeys to the neo-liberal forces defined by the Troika.

The lack of leadership and initiative among the left has allowed the extreme right Lega Nord to garner electoral support that the left could have enjoyed had it not been so keen to play along with the so-called European vision, which is really code for the neo-liberal hegemony and redistribution of income from poor to rich – people, regions and nations.

In part, this is because the left is a heavily intellectual movement dominated by people who have money, security, nice housing and enjoy the ‘better’ things in life – meaning they have little contact with the seething masses in the streets and suburbs who are the targets and victims of the policy austerity regimes that the Eurozone has imposed.
Their love of Shakespeare and Verdi and Puccini presumably knows no bounds!
 
 
  Postato da cdcnet il 01/12/2014 (784 letture)
(Leggi Tutto... | 8525 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Brasile Politica: LO SCONFITTO IN BRASILE E' IL NEOLIBERALISMO

smallDI PEPE ESCOBAR
asiatimes.com

Sole, sesso, samba, carnevale e almeno fino alla mazzata della Coppa del Mondo da parte della Germania “la terra del calcio”. Non dimentichiamo la “vibrante democrazia”. Anche se beneficia di uno dei più alti quozienti di soft power al mondo, il Brasile resta sommerso dai cliché.

“Vibrante democrazia” che è stata alle aspettative, dato che la Presidente Dilma Rousseff del Partito dei Lavoratori (PT) è stata rieletta la scorsa domenica dopo un testa a testa con il candidato dell’opposizione Aecio Neves del Partito Socialdemocratico Brasiliano (PSDB).

Un altro cliché direbbe che questa è una vittoria delle politiche “stato-centriche” contro le “riforme strutturali”. O la vittoria della “grande spesa sociale” contro un approccio “a favore del business” – che implica il business essere nemico principe dell’uguaglianza sociale.

Usciamo dai cliché. Addentriamoci in un caro motto nazionale: “il Brasile non è per i principianti”.
 
 
  Postato da cdcnet il 30/10/2014 (664 letture)
(Leggi Tutto... | 13813 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: MATTEO SALVINI: FENOMENOLOGIA DI UN LUPUS FAMELICUS

salviniDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Che Matteo Salvini fosse un “animale politico” lo sapevamo già, che invece fosse più politico del “Canis Lupus” che vive in branchi comunitari, giustamente considerato da Aristotele tra gli “animali più politici” esistenti in natura, questo non lo sapevamo. E il fatto che fosse addirittura la reincarnazione antropologica del “Canis lupus italicus”, che vive e popola le foreste della dorsale appenninica e dell’arco alpino, e dopo aver fiutato l’aria e marcato il territorio, fa strage di prede, ci era assolutamente ignoto.

Ma Matteo Salvini è anche un uomo per tutte le stagioni, una nuova forma di vita intelligente, capace di percepire con abilità sensitiva la realtà che lo circonda, capace di adattarsi con arte camaleontica al reale che muta, Salvini ha fatto parte di quel partito, di cui ora è segretario, che ha cavalcato tutti i vizi della deriva eurocratica di questo paese, ha praticato da vicino il degrado etico della casta corrotta e colpevole, ha firmato tutte le adesioni a quel progetto criminoso che è l’Europa, governata da lobbies finanziarie e affaristiche.

 
 
  Postato da cdcnet il 23/10/2014 (832 letture)
(Leggi Tutto... | 10592 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Italia Politica: LE FOGNE DELLA STORIA

parataDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Di stagni fetidi la storia ne ha annusati tanti, ma noi ne stiamo vivendo uno veramente degno di nota olfattiva, simile a quelli che hanno segnato le svolte più drammatiche della vita degli ominidi sapiens sapiens di Italian storyteller, reality show visionabile in tempo reale.  

Dunque molte tessere del puzzle piduista, puzzolente e nauseabondo, si stanno posizionando sullo scacchiere della storia, e gli italiani, spesso a loro insaputa, soavemente ignari, beatamente increduli, oppure magari furiosamente imbestialiti, stanno assistendo alla trasformazione di quello straccio di democrazia che ci resta in una vera e propria "dittatura della maggioranza".


 
 
  Postato da cdcnet il 12/07/2014 (614 letture)
(Leggi Tutto... | 12462 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: IT'S ALL ABOUT ITALY

jp_morganDI CLAUDIO MARTINI
il-main-stream.blogspot.it

L'ufficio studi della Jp Morgan, di cui abbiamo già potuto apprezzare le analisi, è convinto che la vittoria di Matteo Renzi renda l'Italia più forte a livello europeo, e più stabile l'Unione nel suo complesso. Cerchiamo di capire perché.

Occorre sottolineare che il PD di Renzi è stato il soggetto politico più votato in Europa, in termini assoluti (11 milioni e centomila suffragi contro i 10 milioni e trecentomila della portaerei di Angela Merkel, la CDU-CSU); in termini percentuali è superato solo dal Fidesz di Viktor Orbàn, dominatore incontrastato dell'Ungheria (51%). Ma Fidesz non è certo quel che si definirebbe una forza europeista; invece il PD di Renzi lo è, entusiasticamente. Questo partito, pur sommando due caratteristiche che in questi anni non hanno certo giovato dal punto di vista elettorale, e cioè l'europeismo e il trovarsi al governo, stravince nelle urne, in assoluta controtendenza rispetto allo scenario europeo. 
 
 
  Postato da cdcnet il 01/06/2014 (654 letture)
(Leggi Tutto... | 9554 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Politica: IL CASO GRILLO-FARAGE, OVVERO: BASTONA IL CANE FINCHE' NON AFFOGA

grillo-farageDI PINO CABRAS
megachip.globalist.it

Anche ai più smaliziati arriva solo la notizia che Farage sarebbe sessista, omofobo e razzista, un vero fascista albionico. Tutto falso, ecco perché

La Repubblica e il resto del coro del giornalismo in mano agli oligarchi italiani - ringalluzziti dalla recente vittoria elettorale del loro cavallo di razza, Matteo Renzi - continuano la loro campagna contro Beppe Grillo su un nuovo fronte, nato dai recenti colloqui del leader dei cinquestelle con Nigel Farage, capo del partito britannico UKIP. La campagna si concentra ora su questo partito, del quale i giornali non raccontano l'evoluzione né la storia, bensì riportano le frasi orribili pronunciate da suoi ex membri che sono stati espulsi proprio per quelle frasi.

 
 
  Postato da cdcnet il 01/06/2014 (708 letture)
(Leggi Tutto... | 10464 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: IL PARTITO IPNOCRATICO DI MASSA

hypnosisDI FRANCESCO CARRARO
liberoquotidiano.it

Avviso ai naviganti. Questo è un messaggio per chi è iscritto, a sua insaputa, al Partito Ipnocratico di Massa. Per appurare se hai la tessera, controlla se sei sotto ipnosi senza saperlo. Osserva i sintomi. Hai intenzione di votare Pd alle prossime elezioni Europee (o uno qualsiasi dei partiti del nuovo arco costituzionale del sonno, Forza Italia e Nuovo Centro Destra compresi)? Hai preso parte alle primarie democratiche? Sei iscritto a un club Forza Silvio? Sei convinto che Renzi sia l’ultima (buona) occasione per l’Italia di uscire dal pantano? Se hai risposto di sì ad almeno una delle precedenti domande la diagnosi è confermata. Ciò che stai per leggere potrebbe svegliarti per cui prosegui solo se ti consideri pronto. Anzi, leggi lo stesso. Alla fine del pezzo ti riaddormenterò di nuovo e non ricorderai più nulla. Qualcuno ha detto che è meglio illudersi da ignoranti che disperarsi da consapevoli, quindi, forse, dormire è la ricetta giusta. Ecco un buon vademecum da portarsi in cabina elettorale.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/05/2014 (965 letture)
(Leggi Tutto... | 9800 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Politica: SOCIOPATH OFFICIALS AND ESTABLISHMENT IDIOTS

SARTRE
21st Century Wire

Few will dispute that careerist politicians often demonstrate psychopathic behavior.

In the article, Who Controls our Government? The Psychopathic Corporate Elites of America, Richard Gale and Dr. Gary Null attempt to answer several fundamental questions:
 “Is the problem, therefore, we the people? Are we at fault for having been seduced by those in power to sell us blank bill of goods, drugs, products and policies that are more harmful than beneficial? Are we at fault for having deceived our selves by being convinced that their illusion is the truth? Or is the elite, the best and brightest in Wall Street, Washington and throughout the top stories of the multinational corporate networks, the real obstacle to a promising future for all? Are the oligarchic elite, including corporate Democrats and corporate Republicans in all branches of government, not in fact a special breed of psychopath with no moral compass, striving solely to maintain their power, control and wealth? In this article we explore this phenomena with two leading experts on the psychopathic nature of our CEOs, business leaders and politicians who rule America from their residences on Psycho Street.”
 
 
  Postato da cdcnet il 02/05/2014 (1184 letture)
(Leggi Tutto... | 11777 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Politica: DOVE E' SEPOLTA LA SALMA DEL PRIMO MAGGIO

primomaggio DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Oggi sono in grado di rivelare per la prima volta a milioni di lavoratori e al mondo politico dove è stata sepolta la salma del Primo Maggio.

La stanno cercando disperatamente 30 milioni di disoccupati/sottoccupati europei, e il 42% dei vostri figli senza lavoro e senza speranza di trovarne uno.

La salma del Primo Maggio fu tumulata nel 1975, nell’oceano Atlantico, dopo che la Commissione Trilaterale lo assassinò. Il sicario prescelto dalle elite di Stati Uniti, Europa e Giappone fu Samuel P. Huntington, nel suo trattato “The Crisis of Democracy”.
 
 
  Postato da cdcnet il 01/05/2014 (460 letture)
(Leggi Tutto... | 2677 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Politica: COME L'ECONOMIA E' DIVENTATA UNA SCIENZA

adbustersDI GIORGIOS KALLIS
adbusters.org

UN EPISODIO DIMENTICATO NELLA STORIA DI QUESTA DISCIPLINA RIVELA IL MODO IN CUI È STATA ELIMINATA LA DIVERSITÀ NELL’ECONOMIA.

La crisi economica sembra aver dato il via ad un processo di riesame della professione degli economisti. Cinque anni di crisi e gli economisti danno ancora queste risposte: “Creare nuove bolle”, “Tagliare il Tappeto Rosso”, “Liberalizzare la finanza nel resto del mondo”.  Ma perché gli economisti continuano a sbagliare in questo modo?

L’Innovazione si alimenta con la diversità, ma in economia la diversità ancora scarseggia.

Un episodio quasi dimenticato nella storia di questa disciplina, raccontato da Tiago Mata nella sua dissertazione alla Borsa Valori di Londra, rivela come la diversità è stata eliminata dall’economia.  Nel lontano 1986, un gruppo di giovani economisti radicali, prodotto delle proteste dei campus universitari degli anni ’60 e dei movimenti contro la guerra, iniziarono a contestare le basi della disciplina economica. Organizzati nell’Unione della Politica Economica Radicale, denunciavano la politicizzazione dell’economia, accusando altri colleghi economisti di ignorare le questioni importanti e di essere “strumentalizzati dalle ingiuste mire delle elite”.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2014 (544 letture)
(Leggi Tutto... | 9296 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: MOBILIZING FOR THE COMMON: SOME LESSONS FROM ITALY

Post image for Mobilizing for the common: some lessons from Italyby Jerome Roos on April 14, 2014
roarmag.org

Saturday’s protest in Rome was the latest in a series of actions around a common project. What can organizers elsewhere learn from Italy’s movements?

Tens of thousands of protesters marched on Rome this Saturday to denounce the austerity measures and economic reforms of Matteo Renzi’s new government and to restate their call for income, housing and dignity for all. Dozens were injured as clashes broke out towards the end of the march and police violently charged forward into the crowds, indiscriminately beating protesters and trampling over those who got caught in the way. What the police could not trample, however, was the resolve of the movements to step up their resistance in the wake of last October’s sollevazione generale (“general uprising”), which brought a hundred thousand people into the streets of Rome.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2014 (807 letture)
(Leggi Tutto... | 18537 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Egitto Politica: EGYPT VS THE MUSLIM BROTHERHOOD

2342Preventing the Next Syria

By Tony Cartalucci
journal-neo.org

The sentencing of over 500 Muslim Brotherhood members to death in Cairo – many in absentia – for their role in the attack, torture, and murder of an Egyptian policeman is the culmination of an all encompassing security crackdown across Egypt. The move has created a chilling effect that has left the otherwise violent mobs of the Muslim Brotherhood silent and the streets they generally terrorize, peaceful and empty.

The move by the Egyptian courts has attracted the predictable condemnation of the US State Department. The Washington Post’s article, “Egyptian court sentences 529 people to death,” quoted US State Department spokeswoman Marie Harf as claiming the US was “deeply concerned,” and “shocked.” She also claimed that the move “defied logic.”

 
 
  Postato da cdcnet il 01/04/2014 (982 letture)
(Leggi Tutto... | 14442 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Francia Politica: QUALCUNO SI STUPISCE ?

lepenDI CLAUDIO MARTINI
il-main-stream.blogspot.it

Non si sa esattamente come commentare il voto "municipale" francese. Il vero vincitore della giornata, l'UMP, non è però il protagonista dell'evento politico che si è consumato in questi giorni. I protagonisti reali sono il Partito Socialista e Marine Le Pen. Ci si chiede se sia più notevole la vittoria dell'una o la disfatta dell'altro. La sconfitta di quest'ultimo è infatti impressionante, e trascina con sé tutta la multiforme sinistra francese. I socialisti, con un'opportuna alleanza con i Verdi, riusciranno probabilmente a conservare il governo di Parigi.

Ma Parigi non è la Francia. Nella provincia francese la sinistra perde ovunque. E spesso la sua disfatta coincide con la crescita dei gruppi di Le Pen. In particolare a Marsiglia e nel Sud la sconfitta è rovinosa: sugli otto arrondissement in cui si divide la metropoli portuale, uno è stato conquistato al primo turno dal UMP, in due il ballottaggio è tra UMP e PS, e il primo è in vantaggio, mentre in quattro il ballottaggio è tra Fronte Nazionale e UMP. Solo in un settore cittadino si registra un vantaggio del PS; ma la somma dei voti delle destre è ben maggiore rispetto ai suffragi del partito di Hollande.

Link all'articolo
 
 
  Postato da cdcnet il 25/03/2014 (513 letture)
(Leggi Tutto... | Voto: 0)
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.