Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
  USA Finian Cunningham: WHY THE UNITED STATES IS THE FOURTH REICH

US President Trump’s declaration last week before the UN to “totally destroy” North Korea and his general ranting about American military might is on par with the Nazi Third Reich’s invocation of “Total War”.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/09/2017 (125 letture)
(Leggi Tutto... | 11150 bytes aggiuntivi | Voto: 3)
 

 
  Siria Finian Cunningham: LA CASA BIANCA AMMETTE LA SCONFITTA IN SIRIA

La Casa Bianca ammette la sconfitta in Siria

L’annuncio fatto questa settimana dal presidente Trump della cessazione delle operazioni segrete della CIA per armare i militanti in Siria è un’ammissione di sconfitta. Gli Stati Uniti hanno perso la loro guerra di sei anni per il cambiamento di regime nel paese arabo. È giunto il momento di porle fine.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/07/2017 (239 letture)
(Leggi Tutto... | 9036 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: GLI ULTIMI SPASMI DEGLI STATI UNITI D'AMERICA

Gli ultimi spasmi dell’America

La Cina e la Russia non usano più il dollaro americano come moneta di scambio nel loro esteso commercio energetico. La Cina ora sta facendo leva sull’Arabia Saudita per abbandonare la banconota verde anche nel mercato del petrolio. Nessuna meraviglia quindi che le politiche statunitense stiano progressivamente diventando sferzanti.

Il potere globale statunitense dipende dalla sua supposta abilità economica e dalla sua forza militare. Con la sua economia in un declino a lungo termine accelerato dal dollaro traballante, i governanti USA si affidano sempre più al militarismo per mostrare il loro potere. Questa tendenza sta spingendo il mondo verso la guerra.

 
 
  Postato da cdcnet il 13/07/2017 (383 letture)
(Leggi Tutto... | 11295 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Finian Cunningham: PUTIN OFFRE LA PILLOLA ROSSA A WASHINGTON, CHE PERO' SCEGLIE LA BLU

DI FINIAN CUNNIGHAM
informationclearinghouse.info
Questa settimana Putin ha dato a Washington la possibilità di scoprire la verità sui rumors per i quali Trump avrebbe dato informazioni riservate ai russi. Washington ovviamente ha rifiutato l’offerta.

È un po’ come in Matrix, in cui al protagonista vengono offerte una pillola rossa e una blu. La prima lo porterebbe ad una dolorosa presa di coscienza della realtà, l’altra a continuare in un’indolore schiavitù.

 
 
  Postato da cdcnet il 20/05/2017 (245 letture)
(Leggi Tutto... | 4314 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Propaganda Finian Cunningham: GLI STATI UNITI ... DELLE FALSE FLAG

l governo USA è il leader mondiale nella messa in scena di false flag e atti propagandistici. O, più in generale, di bugie sistematiche. Per giustificare guerre, aggressioni e l’oltraggiosa violazione della legge internazionale.

L’attuale presidente e comandante in capo, Donald Trump, è un bersaglio della corrotta intelligence USA, da cui è accusato di essere “in collusione con agenti russi”. In una delle sue rare ammissioni di verità, questa settimana il Washington Times ha descritto [in inglese] il dossier dei servizi segreti americani contro Trump come “intessuto di finzione”.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/04/2017 (395 letture)
(Leggi Tutto... | 10947 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: IL MONDO OSTAGGIO DELLA FOLLIA MILITARE AMERICANA

Che una guerra nucleare scoppi o meno nei prossimi giorni, rimane il fatto deprecabile che il mondo interno sia tenuto in ostaggio dalla follia militare americana.

Sembra essere solo una questione di tempo che gli Stati Uniti alla fine scatenino una guerra contro stati stranieri considerati “nemici”, come Corea del Nord, Siria, Iran, Russia o Cina, o qualsiasi altro stato che Washington consideri una “minaccia” secondo la sua paranoica ed egemonica visione del mondo. Il comune denominatore qui è l’aggressione militare USA.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/04/2017 (483 letture)
(Leggi Tutto... | 9651 bytes aggiuntivi | Voto: 4)
 

 
  USA Finian Cunningham: TRUMP: SOLO UN'ALTRA TESTA DELL'IDRA AMERICANA

Trump: solo un’altra testa dell’Idra americana Il militarismo americano sotto la presidenza di Donald Trump sta alzando la sua orribile testa come mai prima. Gli attacchi missilistici USA stanno massacrando la popolazione civile in Iraq e in Siria con una tale sete di sangue che sorprenderebbe anche l’osservatore più assuefatto.

I generali dell’esercito e James Mattis, il capo del Pentagono dell’amministrazione Trump, stanno chiedendo una maggiore potenza di fuoco statunitense da dispiegare in Yemen [in inglese], anche se il più povero paese nella regione araba è già stato devastato da due anni di aggressione saudita appoggiata da Washington.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2017 (390 letture)
(Leggi Tutto... | 10889 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Francia Finian Cunningham: Madame le President Marine Le Pen - Prossimo Terremoto politico in Europa?

DI FINIAN CUNNINGHAM
Information Clearing House

Dopo lo shock della Brexit e l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, ormai tutto sembra possibile nel mondo politico. Tra sei mesi Marine Le Pen, il capo del Fronte Nazionale francese (FN), si vedrà a portata di mano la presidenza.

Questa è una possibilità che non è la sola Le Pen a   trumpeting – strombazzare – dopo la votazione-sorpresa in Gran Bretagna per uscire dall’Unione Europea e l’altrettanto sorprendente vittoria di Trump negli USA all’inizio di questo mese. La scorsa settimana, l’attuale Primo ministro francese Manuel Valls ha riconosciuto che la leader del FN potrebbe essere eletta Presidente della Repubblica francese, quando il paese andrà alle urne in aprile-maggio del prossimo anno.

 
 
  Postato da cdcnet il 23/11/2016 (452 letture)
(Leggi Tutto... | 12069 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: L'ASSASSINIO POLITICO - IL METODO AMERICANO

cover 2DI FINIAN CUNNIGHAM
sputniknews.com

Donald Trump è entrato in una kill zone politica.

L’establishment statunitense si sta allineando per eliminarlo. Ne parliamo qui in termini virtuali, almeno per ora.

Al giorno d’oggi, l’assassinio politico ad opera dell’autorità costituita non comporta necessariamente la liquidazione fisica di un individuo ritenuto un nemico dello stato. Chi ha bisogno di tutto quel sangue e di quelle polemiche? Specialmente quando la diffamazione di un personaggio pubblico raggiunge lo stesso risultato desiderato, vale a dire l’eliminazione del bersaglio dalla scena pubblica.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/08/2016 (994 letture)
(Leggi Tutto... | 10892 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: LOSING TO RUSSIA IN SYRIA, WASHINGTON BOMBS LIBYA

By Finian Cunningham
Information Clearing House - SCF

The US air strikes on Libya this week mark a major escalation of American overseas military operations. A Pentagon spokesman said, the air campaign would continue indefinitely in support of the UN-backed unity government in Tripoli against Islamic State (IS) jihadists.

It was the first “sustained” aerial intervention in Libya since 2011 when US and other NATO warplanes conducted a seven-month bombing campaign in order to oust the government of Muammar Gaddafi.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/08/2016 (344 letture)
(Leggi Tutto... | 12193 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: DONALD TRUMP E LA FINE DELLA NATO

Trump at lectern before backdrop with elements of logo DI FINIAN CUNNINGHAM
strategic-culture.org

Se Donald Trump fosse eletto a Presidente USA ciò equivarrebbe alla fine dell’organizzazione del Trattato Nord Atlantico. O quantomeno, così la vede una certa falange di figure dell’establishment e elementi interni alla politica estera USA. Trump, di recente, ha causato reazioni accalorate con commenti che lo accusavano di mettere a repentaglio una “pietra angolare” della politica estera USA dalla Seconda guerra mondiale ad oggi.

Prima di accettare la nomination ufficiale a candidato presidenziale del partito Repubblicano, il magnate multimiliardario ha dichiarato ad una intervista al New York Times che, qualora eletto, si rifiuterebbe di mettere automaticamente a disposizione le forze armate Americane per difendere un altro membro NATO se esso fosse attaccato.

Come notato dal New York times, le obiezioni alla NATO di Trump rappresentano il primo caso in cui un qualsiasi politico Americano di rilievo abbia espresso l’intenzione di un tale cambiamento radicale nei principi di politica estera: “capovolge la pietra angolare delle politiche Americane degli ultimi 70 anni”.

 
 
  Postato da cdcnet il 04/08/2016 (708 letture)
(Leggi Tutto... | 16247 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Francia Finian Cunningham: ORWELL BIENVENUE TO FRANCE - ENCORE!

By Finian Cunningham
February 29, 2016 "Information Clearing House" - "SCF"

France is in the throes of a «secret war» in Libya – in audacious violation of international law. But to report on this criminality is an offense! Welcome to the Orwellian world of double-think that the French state has entered.

report in French newspaper Le Monde this week lifted the lid on France’s clandestine operations in the North African country. It said that French special forces were conducting covert missions to set up air strikes against the Islamic State terror group.

The mission has been authorized by French President Francois Hollande, according to Le Monde. The special forces are being deployed for «discreet action» to prepare strikes on Islamist targets.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/02/2016 (469 letture)
(Leggi Tutto... | 11106 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Finian Cunningham: SYRIA RIGHT TO HIT NATO WARPLANES

By Finian Cunningham
December 09, 2015 Information Clearing House - Sputnik

Syria is ready to deploy the fearsome S-300 air-defence system supplied by its Russian ally. The anti-aircraft surface-to-air missiles will give Syria control over its territory and the capability to shoot down any intrusive warplane or missile. NATO warplanes beware!

The fatal shoot-down of a Russian fighter jet by a Turkish F-16 two weeks ago has given urgency to installing the air-defence system. It is as much in Russia’s interest as it is in Syria’s to have air cover – and the S-300, and its newer generation, the S-400, are reckoned to be the best technology in the world for that job.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/12/2015 (438 letture)
(Leggi Tutto... | 9517 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Finian Cunningham: NATO'S ABSURD DENIALS AMID ACTS OF WAR IN SYRIA

By Finian Cunningham
December 08, 2015 Information Clearing House - RT

In two weeks we have seen two apparent acts of war by the US-led NATO military alliance in Syria. First, the Turkish shoot-down of a Russian warplane inside Syrian airspace; now this week the Syrian army is hit in a deadly airstrike.

Despite absurd denials, the grim conclusion is that NATO is at war in Syria.

The Syrian government is unequivocal about the latest incident. Damascus issued a condemnation to the UN Security Council on Monday over what it says is “a flagrant act of aggression” by the US military coalition. Early reports say three Syrian soldiers were killed and over a dozen others seriously wounded when an army base was blasted in the Deir Ezzor eastern province. Four US-led coalition warplanes were apparently involved in the attack, firing nine missiles at the base.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/12/2015 (328 letture)
(Leggi Tutto... | 9815 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Finian Cunningham: US MUST CALL OFF DOGS OF WAR IN SYRIA

War torn Syria Syria would not be in the dire condition of 250,000 dead, $100 billion worth of infrastructure decimated and millions of refugees if it were not for the US-led covert criminal war for regime change in that country.
veteransnewsnow.com

By Finian Cunningham
sputniknews.com

Ambiguity can be a useful skill in diplomatic engagement. It can wrong-foot adversaries, or otherwise tamp down tensions to avoid confrontation. But there is a danger that ambiguity can rebound badly by blurring reality, thereby impairing decisive action when decisive action is actually the best tactic.

Take Russia’s preferred lexicon of “partners” when referring to Washington and its various allies. The use of the term no doubt has served well to frustrate belligerent Western attitudes. But is there a danger that such polite engagement creates a false sense of negotiation? Or, worse, an unhelpful distraction from Russia’s priorities?

 
 
  Postato da cdcnet il 14/10/2015 (608 letture)
(Leggi Tutto... | 12192 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente Finian Cunningham: US-BACKED CRIMINAL SLAUGHTER IN YEMEN REVEALED

By Finian Cunningham
April 23, 2015 "ICH" - "SCF"

Former UN envoy to Yemen, Jamal Benomar, has given an undiplomatic assessment of the crisis in that country, in which he rhetorically explodes Saudi myths «justifying» the US-backed aerial bombing campaign. The Moroccan diplomat told media at the weekend that the ongoing conflict was a direct result of Houthi rebels having been excluded from the political process last year. 
Furthermore, Benomar went on to say unequivocally that during his tenure as UN envoy in Yemen he saw no evidence of Iranian involvement stirring the country’s strife. 
That testimony debunks the Western media-contrived whitewash of the continuing Saudi slaughter in Yemen – a slaughter that is being aided and abetted, politically and militarily, by Washington.

 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2015 (462 letture)
(Leggi Tutto... | 9353 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente Finian Cunningham: YEMEN BEWARE AS IT THREATENS US-BACKED ORDER

Finian Cunningham
m.strategic-culture.org

The crisis in Yemen is the latest manifestation of the old order desperately trying to cling on to a dwindling power base. That old order has been backed by the United States and its allies among the Persian Gulf Arab dictatorships as a bulwark against a popular uprising that could lead to democratisation in the poorest Middle Eastern country. If such an outcome were to succeed, the repercussions for the autocratic Gulf monarchies would be deeply destabilising. Saudi Arabia, which shares a southern border with Yemen, is the primary concern for this spreading «instability».

That is why the House of Saud is now issuing all sorts of grave warnings of «foreign interference» and blaming Iran for «aggression». Saudi Foreign Minister Saud al Faisal this week said that the Gulf Cooperation Council (GCC) is ready to send in a military force to «protect Yemen’s sovereignty». The GCC comprises the six monarchial states of Saudi Arabia, Kuwait, Bahrain, Qatar, the United Arab Emirates and Oman. All are stalwart American client regimes.

 
 
  Postato da cdcnet il 27/03/2015 (633 letture)
(Leggi Tutto... | 11324 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ucraina Finian Cunningham: ANGELA MERKEL, IL POLIZIOTTO BUONO

DI FINIAN CUNNINGHAM

La cancelliera tedesca Merkel nei panni del Poliziotto Buono in un’Offensiva alla Russia sotto Falsa Bandiera

Al Forum Mondiale sull’Economia tenutosi la scorsa settimana, il Cancelliere Tedesco Angela Merkel si è lasciata scappare un segreto con la sua astuta e scaltra offerta alla Russia. Il leader tedesco ha dichiarato ai delegati a Davos che la Russia potrebbe venire sollevata dalle sanzioni dell’Unione Europea che ricadono su di essa, se si raggiungesse un “accordo di pace” con l’Ucraina. Ed ha proposto un “patto di libero commercio da Lisbona a Vladivostok”.

Abbastanza buffo, visto che l’accordo arriva dall’insolvente UE, ma ciò nonostante presupponiamo che la Signora Merkel stia offrendo qualcosa di molto succoso. Perché lo starebbe facendo? E proprio ora che i civili vengono massacrati in est Ucraina? In altre parole la Merkel sta dicendo che se Mosca capitolasse agli obbiettivi dell’occidente, cedendo così l’Ucraina al suo completo controllo politico, economico e militare, allora la Russia verrebbe “ripagata” con una tregua dalle sanzioni dell’occidente, e potrebbe guardare ad un allettante “happy ending” con il libero commercio all’interno della UE.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2015 (709 letture)
(Leggi Tutto... | 12576 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: IL FAST-FOOD PROSPERA SUI LAVORATORI OPPRESSI DALLA POVERTA'

DI FINIAN CUNNINGHAM
informationclearinghouse.org

L'articolo che proponiamo qui di seguito, ci racconta una delle tante situazioni di asservimento-coatto che si verificano ai giorni nostri, anche se in modo meno appariscente che ai tempi della schiavitù. Succede negli Stati Uniti d'America.    

Avremmo potuto trattare lo stesso argomento scegliendo tra centinaia di altre situazioni penose che si verificano negli altri paesi "moderni e civili", ma abbiamo preferito presentare uno spaccato di vita di uno dei paesi più "ricchi" del mondo, non solo perché le ingiustizie sociali sono evidenti ovunque, ma particolarmente perché, ormai gli uomini sono tutti dipendenti da un sistema (di informazione e di educazione) che orienta la loro mente, impone dei tabù e ne limita la fantasia.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/09/2014 (833 letture)
(Leggi Tutto... | 12726 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Finian Cunningham: CHI GOVERNA IN AMERICA

I GOVERNANTI USA HANNO PAURA DEL POPOLO AMERICANO.

DI FINIAN CUNNINGHAM
dandelionsalad.wordpress.com

Cosa dimostrano in primo luogo le rivelazioni dell’ex consulente della CIA Edward Snowden è quanta paura abbiano i leader degli Stati Uniti della gente comune, sia in America che nel resto del mondo. Per “leader” intendiamo la classe dirigente, quell’1 per cento di élite a capo del complesso finanziario-aziendale-militare-industriale e i politici da questa comprati e pagati.

La caccia all'uomo internazionale messa in atto dalle autorità statunitensi per Snowden, che si è intensificata dopo il suo volo a Mosca per eludere l'estradizione da Hong Kong, è indicativa della disperazione con cui le élite di Washington cerchino di schiacciare sia lui che ciò che lui sta rivelando circa il loro dominio dispotico.
 
 
  Postato da cdcnet il 04/07/2013 (719 letture)
(Leggi Tutto... | 15519 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Siria Finian Cunningham: SULLA SIRIA CAMERON INSULTA LA NOSTRA INTELLIGENZA

E SI PRENDE UNO SCHIAFFO VIRTUALE DA PUTIN

DI FINIAN CUNNINGHAM
dandelionsalad.wordpress.com

Si dice che un’immagine valga più di mille parole. Una recente fotografia del primo ministro britannico, David Cameron, e del presidente russo, Vladimir Putin, a Londra, ne è la riprova. Quando i due leader tennero una conferenza stampa a Downing Street ill fine settimana scorso, in vista del vertice del G8, Cameron aveva lo sguardo penoso di un uomo disperato. Putin, invece, appariva controllato. Quest'ultimo ha parlato  in toni misurati e con un certo discernibile spregio nella voce.

I due erano appena usciti da un "difficile" – linguaggio diplomatico per "polemico" – incontro privato in cui la Siria era in cima all'agenda. Sembra pure che il presidente Putin si fosse fatto aspettare dal suo ospite britannico per un'ora prima di arrivare.
 
 
  Postato da cdcnet il 26/06/2013 (664 letture)
(Leggi Tutto... | 9316 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Propaganda Finian Cunningham: ANGELINA JOLIE: IL BIMBO E LA BESTIA

DI FINIAN CUNNINGHAM
Strategic Culture

Angelina Jolie, idolo dello schermo americano è una delle attrici più pagate di sempre, è famosa per il suo look sensuale e per una presenza da femme fatale. E' una donna pericolosa, l'incarnazione di un vulcano, una minaccia capricciosa.

Il che, se ci pensate, assomiglia molto al suo ruolo nella vita reale come inviata speciale delle Nazioni Unite per i diritti umani. Nel suo ultimo «ruolo da protagonista», si è battuta al fianco del ministro degli Esteri britannico William Hague.

La «location» è la Repubblica Democratica del Congo. Entrambi hanno viaggiato per il paese dell'Africa centrale devastato dalla guerra di questa settimana per far luce sui crimini strazianti di stupro contro le donne come conseguenza dei conflitti.
 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2013 (886 letture)
(Leggi Tutto... | 10487 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Iran Finian Cunningham: WASHINGTON PARLA ALL'IRAN CON LINGUA BIFORCUTA

 DI FINIAN CUNNIGHAM
Information Clearing House

Solo pochi giorni dopo che il vice presidente americano Joe Biden (nella foto) aveva pubblicamente fatto un'allettante offerta di colloqui bilaterali tra Stati Uniti ed Iran, Washington ha imposto altre sanzioni punitive per la vitale industria petrolifera iraniana.

Cosa pensare di questa posizione apparentemente contraddittoria degli Stati Uniti? Alcuni opinionisti pensano che l'atteggiamento anomalo esprima una politica del bastone e della carota da parte di Washington, per cui gli incentivi fatti balenare all’Iran sono stati rapidamente seguiti da un colpo basso, avente l'obiettivo di forzare un risultato finale.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/02/2013 (750 letture)
(Leggi Tutto... | 14591 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Iran Finian Cunningham: IL VERTICE NAM DI TEHERAN - UN SUCCESSO DIPLOMATICO PER L'IRAN

DI KOUROSH ZIABARI
countercurrents.org

Intervista a Finian Cunningham(*)

Il giornalista e commentatore politico irlandese Finian Cunningham ritiene che il sedicesimo Vertice del Movimento Non Allineato tenutosi a Teheran e conclusosi il 31 agosto scorso, è stato un “successo diplomatico per l’Iran” e “un colpo alla supremazia egoistica dell’Occidente ”.
“Considerando l’alta percentuale di partecipazione al Vertice NAM di Teheran da parte di quasi 120 nazioni, la maggioranza del mondo si è chiaramente dissociata dalle posizioni di potere dell’Occidente nei confronti dell’Iran. La maggioranza delle nazioni del mondo si è riunita a Teheran per esprimere rispetto e solidarietà alla Repubblica Islamica dell’Iran”, ha detto Finian Cunningham in un’esclusiva intervista con la Fars News Agency.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/09/2012 (756 letture)
(Leggi Tutto... | 31545 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Iran Finian Cunningham: LE RICCHEZZE DELL'IRAN IN GAS NATURALE

GLI STATI UNITI COLPISCONO AL CUORE L’ENERGIA MONDIALE DEL FUTURO

DI FINIAN CUNNINGHAM
Global Research

La perforazione prevista per questo mese del giacimento gassifero di South Pars in Iran da parte della Compagnia Nazionale del Petrolio della Cina (CNPC) potrebbe essere un preannuncio o una spiegazione di piu' ampi sviluppi geopolitici.

Prima di tutto, il progetto di 5 miliardi di dollari – firmato lo scorso anno dopo anni di pressione da parte dei giganti occidentali dell’energia Total e Shell secondo le ratifiche tracciate dagli Stati Uniti – svela la principale rete futura mondiale per il rifornimento e la domanda dell’energia.

I critici hanno a lungo sospettato che la vera ragione degli Stati Uniti e di altri paesi occidentali coinvolti militarmente in Iraq ed in Afghanistan sia quella di controllare il corridoio centro asiatico dell’energia. Fino ad oggi, sembra che la chiave sia stato principalmente il petrolio. Per esempio, ci sono state rivendicazioni secondo le quali un progetto di una conduttura di petrolio, che andrebbe dal Mar Caspio via Afghanistan e Pakistan fino al Mar dell’Arabia, sarebbe la principale leva dietro la quale si nasconde la apparentemente futile campagna militare degli Stati Uniti in questi Paesi.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2010 (1443 letture)
(Leggi Tutto... | 9251 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Surveys
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Finian Cunningham

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· Dmitry Orlov

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney

 

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.