Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
  USA Michael Hudson: FROM DEBT PEONS TO WAGE SLAVES

Students usually don’t think of themselves as a class. They seem “pre-class,” because they have not yet entered the labor force. They can only hope to become part of the middle class after they graduate. And that means becoming a wage earner – what impolitely is called the working class.

 
 
  Postato da cdcnet il 04/06/2017 (128 letture)
(Leggi Tutto... | 12047 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Grecia Michael Hudson: IMF TO GREECE: SORRY WE'LL DESTROY YOU

Greece Passes New Austerity for New Loans, The Real New Network, May 6, 2017.

Bond holders, banks, and IMF bear responsibility for having made irresponsible loans to Greece, so it is not right for them to force yet more austerity on Greece, says Michael Hudson.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/05/2017 (253 letture)
(Leggi Tutto... | 15232 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Venezuela Michael Hudson: BLOOMBERG FA IL GIOCO SPORCO CON IL VENEZUELA - E CON ME

DI MICHAEL HUDSON
CounterPunch.org

Mi sono appena imbattuto in un fatto sgradevole ed imbarazzante con Bloomberg, e sento di esser caduto in un’imboscata e di aver  inciampato nei sacchetti di sabbia quando ho visto che le mie parole sono state usate fuori dal loro contesto, riportandole in un articolo scritto da giornalisti di Bloomberg sul Venezuela – evidentemente hanno cercato di distorcere le mie opinioni e giocando sporco con il  Venezuela.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/04/2017 (324 letture)
(Leggi Tutto... | 14005 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: LA CELEBRAZIONE DEL 1%. L'INEGUAGLIANZA FA BENE ALL'ECONOMIA?

poverta 1 stati uniti DI MICHAEL HUDSON
counterpunch.org

Parafrasando Mark Twain, tutti si lamentano dell’ineguaglianza, ma nessuno fa qualcosa contro di essa.

Ciò che al contrario accade spesso è di usare il concetto di ineguaglianza come pretesto per proiettare le proprie vedute su come rendere la società più prospera ed allo stesso tempo più equa. Queste vedute dipendono in larga parte dal fatto che l’osservatore abbia una considerazione dell’1% come innovativo, intelligente, creativo, che la sua ricchezza sia dovuta al suo apporto al resto della società, o se al contrario, come sostenuto dagli economisti classici, la parte più ricca della popolazione è costituita dai rentiers (possidenti) che estraggono il loro reddito e le loro ricchezze dal 99% in qualità di passivi proprietari, monopolisti, banchieri predatori.

 
 
  Postato da cdcnet il 21/09/2016 (506 letture)
(Leggi Tutto... | 15385 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Michael Hudson: MILIONI DI PERSONE NEL MONDO FUGGONO DALLE POLITICHE NEOLIBERISTE

DI MICHEAL HUDSON
informationclearinghouse.info

L’economista Michael Hudson sostiene che le politiche neoliberiste a un certo punto spingeranno i cittadini USA ad emigrare, allo stesso modo in cui hanno forzato milioni di persone a lasciare la Russia, gli Stati Baltici e oggi la Grecia, in cerca di una vita migliore.

Una equipe di ricerca della Mailman School per gli studi di salute pubblica presso l’Università della Columbia New York ha stimato che 875.000 morti negli Stati Uniti nell’anno 2000 siano ascrivibili a fattori sociali quali povertà e sperequazione economica.

 
 
  Postato da cdcnet il 11/08/2016 (647 letture)
(Leggi Tutto... | 11218 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: L'FMI CAMBIA LE SUE REGOLE PER ISOLARE CINA E RUSSIA

DI MICHAEL HUDSON
counterpunch.org

Lo scenario da incubo, preconizzato dagli strateghi della geopolitica americani, sembra diventare realtà: l’indipendenza economica straniera dal controllo degli Stati Uniti. Invece di privatizzare e rendere il mondo neoliberale sotto la pianificazione e proprietà finanziaria accentrata sugli Stati Uniti, i governi russo e cinese stanno investendo in economie di prossimità, in termini che cementino l’integrazione economica euroasiatica, sulla base del petrolio russo, delle esportazioni erariali e del finanziamento cinese. L’Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB) minaccia di rimpiazzare i programmi dell’FMI e della Banca Mondiale che favoriscono i venditori, le banche e i possessori di bond degli Stati Uniti (con gli Stati Uniti che detengono potere di veto unico).

Il prestito russo del 2013, concesso in seguito alla richiesta fatta dall’eletto governo pro-russo dell’Ucraina, ha dimostrato i benefici del mutuo commercio e delle relazioni d’investimento tra i due Paesi. Come indica il Ministro delle Finanze Anton Siluanov, in Ucraina le “riserve internazionali erano appena sufficienti per coprire le importazioni di tre mesi e nessun altro creditore era preparato a concedere un prestito a condizioni accettabili per Kiev”. Tuttavia la Russia ha fornito 3 miliardi di dollari di un fondo altamente necessario, al tasso d’interesse del 5 per cento, quando i bond ucraini stavano fruttando quasi il 12 per cento.” [1]
 
 
  Postato da cdcnet il 05/01/2016 (996 letture)
(Leggi Tutto... | 54204 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Michael Hudson: ANCHE AL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE PIACE LA GUERRA FREDDA

DI MICHAEL HUDSON
counterpunch.org

L'8 dicembre, il portavoce del FMI ha inviato la seguente nota:  “Il Consiglio di Amministrazione del FMI, riunitosi oggi, ha deciso di cambiare l'attuale politica in materia di non tolleranza sugli arretrati dei creditori ufficiali. Forniremo dettagli sulle modalità di applicazione e sulle motivazioni di questo cambiamento di politica nei prossimi giorni. "    

Dal 1947, vera data di inizio delle sue operazioni, la Banca Mondiale ha agito come un ramo del Dipartimento della Difesa USA, a cominciare dal primo Presidente John J. McCloy, passando per Robert McNamara e Robert Zoellick e il neo-con Paul Wolfowitz. Fin dall'inizio, ha protetto le esportazioni degli Stati Uniti - in particolare le esportazioni agricole - favorendo i paesi del Terzo mondo nella coltivazione del frumento anche se a discapito dei prodotti che sarebbero serviti per nutrire le loro stesse popolazioni. (Il grano viene importato dagli Stati Uniti). Ma la banca Mondiale si è sentita in dovere di coprire il suo appoggio alle esportazioni USA e all'area del dollaro con una retorica apparentemente internazionalista, tendente a fare credere che ciò che è buono per USA è buono per il mondo.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/12/2015 (576 letture)
(Leggi Tutto... | 8259 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: PARASITES IN THE BODY ECONOMIC. THE DISASTERS OF NEOLIBERALISM

shutterstock_232581607Michael Hudson
unz.com

The following is a transcript of CounterPunch Radio – Episode 19 (originally aired September 21, 2015). Eric Draitser interviews Michael Hudson.


Eric Draitser: Today I have the privilege of introducing Michael Hudson to the program. Doctor Hudson is the author of the new book Killing the Host: How Financial Parasites and Debt Bondage Destroy the Global Economy, available in print on Amazon and an e-version on CounterPunch. Michael Hudson, welcome to CounterPunch Radio.

Michael Hudson: It’s good to be here.

ED: Thanks so much for coming on. As I mentioned already, the title of your book – Killing the Host: How Financial Parasites and Debt Bondage Destroy the Global Economy – is an apt metaphor. So parasitic finance capital is really what you’re writing about. You explain that it essentially survives by feeding off what we might call the real economy. Could you draw out that analogy a little bit? What does that mean? How does finance behave like a parasite toward the rest of the economy?
 
 
  Postato da cdcnet il 06/10/2015 (389 letture)
(Leggi Tutto... | 20150 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Ucraina Michael Hudson: IL NUOVO PRESTITO DI GUERRA CONCESSO DAL FMI ALL'UCRAINA

DI MICHAEL HUDSON
counterpunch.org

Ad Aprile del 2014, fresco sia dei disordini di piazza Maidan che del “colpo di stato” del 22 Febbraio, meno di un mese prima della strage di Odessa (2 Maggio), il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha approvato un prestito di 17 miliardi di dollari alla “giunta” dell'Ucraina.

La prassi normalmente seguita dal FMI è di non concedere prestiti ad un paese (nel corso di un singolo anno) per un importo superiore a due volte la “quota” che gli è stata assegnata (per saperne di più: http://www.imf.org/external/np/exr/facts/quotas.htm, ndt). Ebbene l’importo del prestito concesso all’Ucraina è stato di ben otto volte superiore.

 
 
  Postato da cdcnet il 16/09/2014 (473 letture)
(Leggi Tutto... | 28768 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Michael Hudson: DAI LORO FRUTTI LI RICONOSCEREMO

DI MICHAEL HUDSON
counterpunch

Il significato della vittoria di Obama

I democratici non avrebbero potuto vincere così facilmente senza la sentenza Citizens United.
È quella che ha permesso ai fratelli Koch di spendere i loro miliardi per sostenere candidati di destra che abbaiavano e ringhiavano come cani da pastore dando ai votanti nessun’altra opzione ragionevole se non votare per “il male minore.” Per gli storici del futuro sarà questo l’epitaffio del presidente Obama.

Orchestrando l’elezione come un melodramma della World Wrestling Federation, gli sponsor del Tea Party hanno buttato miliardi di dollari nella campagna per dare al partito del presidente il ruolo del “poliziotto buono” contro oppositori stereotipati che attaccavano i diritti delle donne, degli ispanici e praticamente di ogni altro gruppo d’interesse in America.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/11/2012 (688 letture)
(Leggi Tutto... | 14729 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: LA NOSTRA NOTTE DEGLI OSCAR A RIMINI

DI MICHAEL HUDSON
Counterpunch

Sono appena ritornato da Rimini in Italia, dove ho sperimentato uno degli spettacoli più sorprendenti della mia carriera accademica. Quattro associati dell'Università del Missouri di Kansas City (UMKC) sono stati invitati a tenere una conferenza di tre giorni sulla Teoria Monetaria Moderna (MMT), per spiegare perchè oggi l'Europa ha così tanti problemi monetari, e per mostrare che esiste un'alternativa rispetto all'austerità imposta al 99% e che l’enorme e violento rastrellamento della ricchezza da parte dell’1% non è una legge di natura.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/02/2012 (1113 letture)
(Leggi Tutto... | 13923 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: DEMOCRAZIA E DEBITO

DI MICHAEL HUDSON
Michael-hudson.com

Il Libro V della Politica di Aristotele descrive il ciclo eterno della transizione che vede le oligarchie trasformarsi in aristocrazie ereditarie, che finiscono per essere rovesciate da tiranni o sviluppare rivalità interne quando alcune famiglie decidono di "far entrare il popolo nell’arena politica" per poter arrivare a una democrazia, da cui riemerge una nuova oligarchia, seguita da una aristocrazia, e poi da una democrazia, e così via nel corso della storia.

Il debito è stato il principale motore di questi cambiamenti, sempre con nuovi colpi di scena e trasformazioni. Si polarizza ricchezza per creare una classe creditrice, la cui guida oligarchica finisce quando nuovi dirigenti (i "tiranni" di Aristotele) ottengono l'appoggio popolare, cancellando i debiti e ridistribuendo la proprietà o l’usufrutto dei terreni a favore dello Stato.

 
 
  Postato da cdcnet il 17/12/2011 (1334 letture)
(Leggi Tutto... | 27204 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Europa Michael Hudson: UNIONE EUROPEA: E' STATA DICHIARATA LA GUERRA DI CLASSE

Sostituire la Democrazia Economica con l’Oligarchia Finanziaria

DI MICHAEL HUDSON
michael-hudson.com

Subito dopo che il Partito Socialista aveva vinto le elezioni nazionali in Grecia nell’autunno del 2009, era diventato palese che le finanze del governo erano un disastro.

Nel maggio del 2010 il Presidente francese Nicolas Sarkozy prese l’iniziativa per raccogliere 120 miliardi di euro dai governi europei per sussidiare il sistema fiscale non progressivo che aveva portato il governo greco in un mare di debiti, che le banche di Wall Street avevano aiutato a nascondere sotto una contabilità stile Enron.

 
 
  Postato da cdcnet il 08/06/2011 (731 letture)
(Leggi Tutto... | 36156 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Europa Michael Hudson: L'EUROZONA SI SGRETOLA?

DI MICHAEL HUDSON
Counterpunch.org

Il rifiuto dell’Islanda di essere vessata finanziariamente è un modello per Grecia e Irlanda?

Lo scorso mese l’Islanda ha votato contro l’accettazione delle richieste britanniche e olandesi che avrebbero rimborsato le agenzie di assicurazione bancarie nazionali per aver “salvato” i propri correntisti di Icesave. È stata la seconda votazione contro quest’accordo (con un coefficiente di 3 a 2) e la convinzione degli islandesi di rimanere membri dell’eurozona è scesa al 30 per cento. Il comune sentire è che i politici europei sono intervenuti in soccorso dei banchieri e non degli interessi della società, cosa che gli islandesi pensavano fosse la strada da seguire, come già stabilito nel 1957 con la formazione della Comunità Economica Europea.
 
 
  Postato da cdcnet il 01/06/2011 (838 letture)
(Leggi Tutto... | 24743 bytes aggiuntivi | Voto: 1)
 

 
  Europa Michael Hudson: GLI EFFETTI GLOBALI DELLA CRISI ECONOMICA: UNA STRATEGIA EUROPEA PER LA SINISTRA

DI MICHEL HUSSON
globalresearch.ca

Gli effetti della crisi globale sono stati resi ancora peggiori da ciò che sta accadendo in Europa. Per trent'anni le contraddizioni del capitalismo sono state superate con l'aiuto di un enorme accumulo di diritti fantasma di plusvalore. La crisi ha minacciato di distruggerli. I governi borghesi hanno deciso di conservarli, sostenendo che dobbiamo salvare le banche. Si sono accollati i debiti delle banche chiedendo praticamente nulla in cambio. Eppure sarebbe stato possibile fare questo salvataggio condizionato da alcune garanzie. Avrebbero potuto vietare gli strumenti finanziari speculativi e chiudere le scappatoie fiscali. Potevano anche insistere sul fatto di assumersi la responsabilità di una parte del debito pubblico che questo salvataggio aumentava in modo così drammatico.

Ora siamo nella seconda fase. Dopo aver spostato il debito del settore privato a quello pubblico, la classe dei lavoratori è obbligata a pagare. Questa terapia shock è espressa attraverso piani di austerità che sono tutti molto simili - un taglio delle spese socialmente utili e l’aumento delle tasse più ingiuste. Non c'è alternativa a questa forma di violenza sociale eccetto che obbligare gli azionisti ed i creditori a pagare. Questo è chiaro e tutti lo capiscono.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/01/2011 (999 letture)
(Leggi Tutto... | 15342 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: LA FINANZA RAPACE: LA NUOVA MODALITA' DI GUERRA GLOBALE

DI MICHAEL HUDSON
globalresearch.ca

“Gli eventi che stanno per manifestarsi proiettano anticipatamente la loro ombra” – Goethe

Cosa succederebbe se impedissimo alle banche americane e ai loro clienti di creare 1.000 miliardi, 10.000 miliardi o addirittura 50.000 miliardi di dollari sulla tastiere dei loro computer per comprare tutte le obbligazioni e le azioni del mondo, oltre a tutte le proprietà terriere e agli altri asset in vendita, nella speranza di realizzare guadagni in conto capitale e intascare gli spread sull’arbitraggio con una leva sul debito di meno dell’1% del costo dell’interesse? E’ questo il gioco a cui si sta giocando oggi. L’afflusso di credito in dollari nei mercati stranieri perseguendo questa strategia ha fatto salire i prezzi degli asset e delle valute straniere, consentendo agli speculatori di ripagare le propria presenza negli Stati Uniti con dollari più convenienti, tenendosi per sè il passaggio di valuta oltre al margine del tasso di interesse dell’arbitraggio.

La finanza è diventata una nuova modalità di guerra – senza l’aggravio delle spese militari e l’occupazione forzata di un altro paese. E’ una sfida nella creazione del credito per comprare proprietà immobiliari e risorse naturali in tutto il mondo, infrastrutture e la proprietà di obbligazioni e azioni aziendali. Chi ha bisogno di un esercito quando si può ottenere la ricchezza monetaria e l’appropriazione di beni semplicemente con strumenti finanziari? La vittoria si può prevedere che andrà all’economia il cui sistema bancario potrà creare la maggior parte del credito, utilizzando un esercito di tastiere di computer per appropriarsi delle risorse del mondo.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/10/2010 (881 letture)
(Leggi Tutto... | 36836 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: ECONOMIA SPACCIATA: LA CRISI FINANZIARIA IN GRECIA E NELL' UNIONE EUROPEA

DI MICHAEL HUDSON
globalresearch.ca

Indovinello: Che differenza c’è tra i rivoltosi greci e il movimento Tea Party in America?

Risposta: Entrambi ripudiano il governo che è stato assorbito da un’oligarchia finanziaria per spostare il peso fiscale sul lavoro.

La differenza è che i membri del movimento Tea Party hanno perso fiducia nel governo ed è, naturalmente, quello che vuole l’oligarchia finanziaria. Abbandonando la speranza di ottenere il controllo elettorale per perseguire un equo programma fiscale, i membri del movimento Tea Party hanno rinunciato alla lotta secolare per le riforme per dare al governo maggiori poteri per controllare la finanzia rapace e la ricchezza. Scivolando verso destra nell’arco politico e agendo principalmente per frustrazione, essi hanno ceduto al desiderio utopico di schiacciare semplicemente il governo che essi vedono comportarsi in modo contrapposto ai loro interessi.


 
 
  Postato da cdcnet il 31/05/2010 (1456 letture)
(Leggi Tutto... | 28982 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Europa Michael Hudson: LE PROSSIME GUERRE EUROPEE DEL DEBITO

I PAESI DELL’UNIONE EUROPEA SPROFONDANO NELLA DEPRESSIONE

DEL PROF. MICHAEL HUDSON
globalresearch.ca

Il debito governativo in Grecia è solamente la prima di una serie di bombe del debito europeo pronte ad esplodere. I mutui immobiliari nelle economie post-sovietiche e in Islanda sono ancor più esplosivi. Anche se questi paesi non si trovano nell’Eurozona, la maggior parte dei loro debiti è espressa in euro. All’incirca l’87% dei debiti della Lettonia è in euro o in altre valute straniere, e il paese è indebitato principalmente con banche svedesi, mentre Ungheria e Romania sono indebitate in euro soprattutto con banche austriache. Quindi i prestiti contratti dai membri non appartenenti all’euro sono serviti a sostenere i tassi di cambio per pagare questi debiti del settore privato alle banche straniere, non a finanziare i disavanzi di bilancio interni come in Grecia.

Tutti questi debiti sono insostenibilmente elevati perchè la maggior parte di questi paesi sta avendo dei profondi disavanzi di bilancio e sta sprofondando nella depressione. Ora che i prezzi reali dell’immobiliare stanno diminuendo, i disavanzi commerciali non sono più finanziati da un flusso interno di prestiti sui mutui immobiliari e da acquisizioni immobiliari in valuta straniera. Non c’è alcun modo tangibile per stabilizzare le valute (ad esempio, economie in buona salute). Nell’ultimo anno questi paesi hanno sostenuto i loro tassi di cambio prendendo a prestito dall’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale. I termini di questi prestiti sono politicamente insostenibili: forti tagli ai bilanci del settore pubblico, aliquote fiscali più alte per i lavoratori già tassati in modo eccessivo e piani di austerità che mandano a picco le economie e obbligano altri lavoratori ad emigrare.

 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2010 (1063 letture)
(Leggi Tutto... | 11620 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Michael Hudson: COME FUNZIONA LA TRUFFA DEGLI AIUTI USA ALLE BANCHE

DI MICHAEL HUDSON
Counterpunch

Il libero mercato secondo la finanza

Gli articoli dei giornali sembrano sorpresi delle cifre che le banche stanno offrendo per i mutui spazzatura che il Segretario al Tesoro Geithner sta ora proponendo di acquistare, dopo avere mobilitato la FED e il Tesoro per trasferire altri fondi pubblici alle banche. I titoli bancari salgono, sollevando dunque il Dow Jones Industrial Average, come se l'”industria finanziaria” fosse davvero parte dell'economia industriale.

Perchè sono i peggiori colpevoli, come Bank of America (proprietaria ora dei truffatori della Countrywide) e Citibank, i più grandi compratori? Come maggiori abusatori e impacchettatori dei CDO [Collateralized debt obligations], non dovrebbero essere nella migliore posizione per vedere quanto i loro mutui spazzatura siano privi di valore?

E' proprio qui la chiave di tutto! Ovviamente il governo non è riuscito a proteggersi, non lo ha fatto deliberatamente e intenzionalmente, in modo che le banche tirassero fuori l'ennesima truffa.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2009 (997 letture)
(Leggi Tutto... | 4009 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Michael Hudson: LA BOLLA ECONOMICA 2.0

IL PIANO DI RECUPERO FINANZIARIO DALLE VISCERE DELL' INFERNO

DI MICHAEL HUDSON
globalresearch.ca

Martin Wolf ha iniziato la sua rubrica sul Financial Times di oggi (11 febbraio) con la coraggiosa domanda: “La presidenza di Barack Obama ha già fallito?” [1] Anche il mercato azionario è stato dello stesso avviso, precipitando di 382 punti. Dopo aver promesso il “cambiamento”, Obama ci sta dando un altro assaggio di Clinton-Bush attraverso il protetto di Robert Rubin, Tim Geithner.

Il Piano di Stabilizzazione Finanziaria di martedì da 2.500 miliardi di dollari per rigonfiare la Bolla Economica è fondamentalmente un prolungamento del regalo Bush-Paulson – altra Rubinomia [2] per gli addetti ai lavori finanziari dei cartelli emergenti di Wall Street. Il sistema finanziario si concentrerà in un cartello di pochi enormi conglomerati che agiranno come i principali pianificatori economici e assegnatari di risorse. Tutto questo rende le banche le grandi vincitrici del gioco del “pollo” che stanno facendo con Washington, un sequestro che sta tenendo in ostaggio l’economia. “Dateci quello che vogliamo oppure faremo precipitare l’economia in una crisi finanziaria.” Washington ha dato loro fino ad ora 9.000 miliardi di dollari, con la promessa di altri 2.000 miliardi – e oltre.
 
 
  Postato da cdcnet il 22/02/2009 (1084 letture)
(Leggi Tutto... | 38970 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Michael Hudson: IL SALVATAGGIO FINANZIARIO: ANCHE L'AMERICA HA LA SUA CLEPTOCRAZIA

La più grande trasformazione del sistema finanziario americano dai tempi della Grande Depressione

DI MICHAEL HUDSON
Globalreserach

Nessuno si aspettava che il capitalismo industriale finisse così. Nessuno addirittura aveva notato che si stava evolvendo in questa direzione. Ho paura che questo difetto non sia insolito tra i futurologi: la tendenza naturale è quella di pensare a come le economie possano crescere ed evolvere nel migliore dei modi, non a come non possano essere monitorate. Ma sembra sempre presentarsi una strada imprevedibile, ed ecco che la società parte per la tangente.

Che ultime due settimane pazzesche!

Domenica 7 settembre il Tesoro si è accollato i 5.300 miliardi di esposizione sui mutui di Fannie Mae e Freddie Mac, i cui dirigenti erano già stati destituiti per falso contabile.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/09/2008 (1045 letture)
(Leggi Tutto... | 26210 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Surveys
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Finian Cunningham

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· Dmitry Orlov

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney

 

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.