Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
  Mondo Libri: FONDAZIONE - CADUTA DELL'IMPERO GALATTICO AMERICANO

“La caduta dell’impero, signori, per quanto sia una cosa dalla portata enorme, non è contrastabile con facilità. È dettata dalla una burocrazia emergente, dall’iniziativa sfuggente, dalla conservazione di prestigio, dal contenimento del desiderio di conoscenza e da un centinaio di altri fattori. Si protrae, come ho detto, da secoli, ed è un movimento troppo maestoso e imponente per arrestarsi.”Isaac Asimov, Fondazione

 
 
  Postato da cdcnet il 23/07/2017 (99 letture)
(Leggi Tutto... | 59187 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Libri: L'ASCESA DELLA DESTRA

Come la liberalizzazione della Sinistra ha portato all’ascesa dell’Estrema Destra.

Come la liberalizzazione della Sinistra ha portato all’ascesa dell’Estrema Destra Il crollo finanziario del 2008, determinato in gran parte dalla cupidigia e dalla sregolatezza di ricchissimi banchieri, avrebbe dovuto essere una grande opportunità per la Sinistra. Ma invece, contemporaneamente alla crescita dell’opposizione popolare alla globalizzazione amica delle élite, a guadagnare terreno nei paesi di tutto l’emisfero occidentale è stata la Destra, l’Estrema Destra in particolare.

Nel loro nuovo brillante libro, L’Ascesa della Destra [link ad un negozio virtuale in Inglese], tre importanti criminologi, Simon Winlow, Steve Hall e James Treadwell, hanno deciso di spiegare l’ascesa del Nazionalismo di Destra in Inghilterra.

Anche se il libro si occupa principalmente della società e della politica inglese, ci sono lezioni da imparare per i lettori statunitensi e del resto d’Europa. In realtà, vorrei spingermi a dire che se la Sinistra occidentale non presterà attenzione a ciò che Winlow e altri hanno da dire, allora su di essa potrebbe calare il sipario per sempre.

La situazione è davvero grave.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/02/2017 (244 letture)
(Leggi Tutto... | 11429 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: WILLIAM PEPPER: MARTIN LUTHER KING WAS MURDERED IN HOSPITAL

MARTIN LUTHER KING SURVIVED SHOOTING, WAS MURDERED IN HOSPITAL: AN INTERVIEW WITH WILLIAM PEPPER

MLK 2For one bright moment back in the late 1960s, we actually believed that we could change our country. We had identified the enemy. We saw it up close, we had its measure, and we were very hopeful that we would prevail. The enemy was hollow where we had substance. All of that substance was destroyed by an assassin’s bullet. – William Pepper (page 15, The Plot to Kill King)

By Craig McKee
truthandshadows.wordpress.com

The revelations are stunning. The media indifference is predictable.

Thanks to the nearly four-decade investigation by human rights lawyer William Pepper, it is now clear once and for all that Martin Luther King was murdered in a conspiracy that was instigated by then FBI director J. Edgar Hoover and that also involved the U.S. military, the Memphis Police Department, and “Dixie Mafia” crime figures in Memphis, Tennessee. These and many more incredible details of the King assassination are contained in a trilogy of volumes by Pepper culminating with his latest and final book on the subject, The Plot to Kill King. He previously wrote Orders to Kill (1995) and An Act of State (2003).

 
 
  Postato da cdcnet il 05/09/2016 (537 letture)
(Leggi Tutto... | 29277 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Libri: PERCHE' SVETLANA ALEXIEVICH HA VINTO IL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA

imageDI ANATOLY KARLIN
unz.com

Io non ho alcuna pretesa di essere una specie di ampolloso letterato. Leggo solo un po’ di narrativa, e si tratta quasi inevitabilmente di fantascienza o fantasy. Quando si tratta di letteratura con la “L” maiuscola, sono tragicamente incolto, e guardando alla spazzatura postmodernista che sembra dominare la scena contemporanea, francamente sono contento di continuare a crogiolarmi nella mia ignoranza.

Così non mi sono molto sorpreso del fatto di essere completamente ignorante su Svetlana Alexievich, quando è stata annunciata come vincitrice del premio Nobel per la letteratura del 2015. Ciò che era più sorprendente, invece, era che questa ignoranza fosse largamente condivisa dai miei conoscenti russi.

E non è particolarmente il caso che i miei conoscenti siano culturalmente trogloditi. Come i giornalisti occidentali hanno recentemente confermato, lei è realmente sconosciuta nella “russo sfera”.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/10/2015 (737 letture)
(Leggi Tutto... | 19253 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Cina Libri: IL PIANO CINESE PER GUIDARE IL MONDO

chinaDI ERIC MARGOLIS
informationclearinghouse.info

Dato che si stanno incrementando le tensioni nel Mar Cinese Meridionale, tra Cina e Stati Uniti, le forze aeree e navali americane si stanno silenziosamente attrezzando per combattere una guerra nella regione contesa.

Se necessario, così sarà. Entrambe le parti dicono che non vogliono alcun tipo di confronto militare per l’avanzamento delle acque costiere, ma entrambe si stanno comportando come se il conflitto militare fosse sempre più vicino.

Gli ottimisti dicono che una risoluzione pacifica dell’ascesa della Cina a grande potenza è raggiungibile. Le economie di queste potenze sono talmente invischiate che l’idea di una guerra è impensabile.
 
 
  Postato da cdcnet il 03/06/2015 (801 letture)
(Leggi Tutto... | 9237 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Propaganda Libri: SULLA PROPAGANDA OCCIDENTALE

ImageExposingLiesBookCover DI ANDRE VITCHEK

Tre anni di confronto con la propaganda occidentale

In seguito alla mia discussione-maratona di due giorni con Noam Chomsky (al MIT nel 2012) un libro best-seller vide la luce. Più avanti quest'anno un film uscirà nelle sale cinematografiche.

Noam e io discutemmo dell'imperialismo occidentale e del terrore che esso sta diffondendo nel mondo. Dopo la II guerra mondiale si è avuto la perdita di almeno 50 milioni di vite. Le vite di coloro che Orwell soleva definire “non-persone” (unpeople); vite brutalmente interrotte in seguito a guerre, invasioni, colpi di stato e conflitti per procura condotti e orchestrati dall'Occidente.

Discutemmo a lungo anche della propaganda Occidentale, la quale per secoli ha lavorato estremamente sodo per giustificare di tutto, dalla follia coloniale alle teorie del suprematismo ed eccezionalismo.

Dopo il mio incontro con Chomsky, presi la decisione di dedicare almeno due anni della mia vita visitando molte delle parti del mondo dove l'Impero aveva colpito: quelle aree dove aveva cercato di spazzare via qualsiasi forma di opposizione al raggiungimento del fine ultimo costituito dal controllo assoluto sul pianeta.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/06/2015 (793 letture)
(Leggi Tutto... | 13163 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Libri: CRAXI: IO PARLO E CONTINUERO' A PARLARE

FONTE: LAMEDUCK (BLOG)

Quelle che seguono sono alcune citazioni che ho estratto dal volume "Io parlo e continuerò a parlare", una raccolta di note e appunti di Bettino Craxi dall'esilio, redatti negli anni novanta fino alla morte avvenuta nel 2000. Sono a metà della lettura del libro e questi sono i passaggi che ho trovato finora particolarmente significativi ed in alcuni casi sorprendenti, agghiaccianti, al limite della preveggenza.

I  pericoli che Craxi vede, vent'anni fa,  per il futuro dell'Italia, sono ora qui davanti a noi in tutta la loro crudezza. Coloro che "si sono salvati" a differenza di chi, come lui,  è finito tra i sommersi, ora sono i protagonisti assoluti di quella che il leader socialista chiamò allora violenta normalizzazione.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/05/2015 (1660 letture)
(Leggi Tutto... | 13841 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: A REVIEW OF PAUL CRAIG ROBERTS’ HOW AMERICA WAS LOST

FROM 9/11 TO THE POLICE/WARFARE STATE.

AMERICANS NEED TO UNDERSTAND THAT THEY HAVE LOST THEIR COUNTRY.

How America was lost vnnby Gary Corseri

Americans need to understand that they have lost their country. The rest of the world needs to recognize that Washington is not merely the most complete police state since Stalinism, but also a threat to the entire world. The hubris and arrogance of Washington, combined with Washington’s huge supply of weapons of mass destruction, make Washington the greatest threat that has ever existed to all life on the planet. Washington is the enemy of all humanity.”—Paul Craig Roberts

Roberts’ newest book (463 pages, from Clarity Press, 2014) is a compendium of 135 columns (bracketed by an intro and conclusion), written between August, 2008 and December 31, 2013. Roberts himself should require no intro to anyone a little hip to the alternative news media (where many of these columns were posted), or, for that matter, to any older codger aware of Roberts’ work as an associate editor and columnist for the Wall Street Journal—or, to even-older codgers who may recall his role as Assistant Secretary of the Treasury during the Reagan years. (During those years, Roberts helped shape “supply-side-economics”—for which “the Left” has still not forgiven him; and about which Roberts writes persuasively in his 2013 book, The Failure of Laissez Faire Capitalism.
 
 
  Postato da cdcnet il 05/01/2015 (852 letture)
(Leggi Tutto... | 12610 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: HOW FINANCE CONTROLS THE WHITE HOUSE

prezpuppetry_DV by Stuart Jeanne Bramhall / June 14th, 2014
dissidentvoice.org

Presidential Puppetry: Obama, Romney and Their Masters by Andrew Kreig (Eagle View Books 2013) is a comprehensive expose of the wealthy corporate interests who are the real power behind the federal government.
Kreig orients his book around Obama and Romney, the major presidential candidates in the 2012 elections. However in discussing Mitt Romney’s hidden ties to the financial oligarchy, he also explores the Bush family’s Wall Street connections, the history and structure of the Mormon Church (especially as it relates to corporate America) and Karl Rove’s role in orchestrating Republican dirty tricks and voting fraud.
Presidential Puppetry is meticulously researched and sourced, with a 17 page bibliography and 110 pages of footnotes and references.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/06/2014 (618 letture)
(Leggi Tutto... | 7080 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Libri: FAR AMARE ALLE PERSONE LA PROPRIA SCHIAVITU'

(ALDOUS HUXLEY: IL PROFETA DELLA NOSTRA NUOVA DISTOPIA DIGITALE)

Aldous-HuxleyDI JOHN NAUGHTON
The Guardian

CS Lewis può certamente meritare una targa ricordo. Ma il vero utopista è Huxley, per le sue anticipazioni di una società che ama la schiavitù.

Il 22 novembre 1963 il mondo era troppo preoccupato per l’assassinio di Kennedy per prestare attenzione all’arrivo da oltre atlantico di due scrittori: CS Lewis e Aldous Huxley. Cinquant’anni dopo, Lewis riceve l’onorificenza di una targa al Poets’ Corner (sezione dell’abbazia, ndt.) dell’Abbazia di Westminster, che verrà consegnata venerdì durante una cerimonia. Le fanfare sono rimaste più silenziose per Huxley.

Nella foto: Aldous Huxley fotografato negli anni ’30. “Non ci siamo resi conto che la nostra vertiginosa infatuazione per i luccicanti giochi prodotti da Apple e Samsung potrebbe trasformarsi in un narcotico potente come una droga”. Fotografia: Hulton Archive/Getty images
 
 
  Postato da cdcnet il 21/04/2014 (966 letture)
(Leggi Tutto... | 7829 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Propaganda Libri: LA CIA USO' IL DOTTOR ZIVAGO COME STRUMENTO DI PROPAGANDA

FONTE: COUNTERCURRENTS.ORG

Il Dottor Zivago, il romanzo di Boris Pasternak, fu utilizzato in chiave anti-Sovietica dalla CIA durante la Guerra fredda. Un esclusivo report a Washington svela infatti l’entusiasmo di molti ufficiali della Cia per il libro di Pasternak, ma certamente non per i suoi meriti letterari o di stile, bensì per l’uso propagandistico negli anni della Guerra fredda.

Gli autori Peter Finn e Petra Couvee nelle loro ricerche per il libro "The Zhivago Affair: The Kremlin, the CIA and the Battle Over a Forbidden Book" ("L'Affare Zivago: il Cremlino, la CIA e la battaglia per un libro proibito), hanno usato dei documenti declassificati dell’Agenzia in cui si svela per la prima volta il ruolo di questa nella diffusione e nell’edizione di questa opera. Il libro uscirà a giugno negli Usa.

La CIA, l’agenzia di intelligence nordamericana, aveva visto nel libro un guanto di sfida al comunismo e un modo di sollevare dubbi nei cittadini sovietici sul loro governo e sul modo in cui impediva la pubblicazione e la diffusione di uno dei loro maggiori scrittori.

Già nel 1958 i servizi inglesi avevano intuito il potenziale di quell’opera, già messa al bando dal governo sovietico, inviando ai loro corrispettivi americani l’opera e suggendone la diffusione nella Russia Sovietica e nell’Europa orientale.

Inoltre Mosca era sia infastidita che imbarazzata dal successo della pellicola tratta dal libro nel 1965 , film che vinse addirittura 5 Academy Awards e venne nominato per la miglior fotografia.

 
 
  Postato da cdcnet il 19/04/2014 (615 letture)
(Leggi Tutto... | 5191 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: COLPO DI STATO IN AMERICA

DI LARS SCHALL larsschall.com

L'assassinio di JFK ha segnato la fine della Repubblica americana

In occasione della pubblicazione del suo ultimo libro, l'autore tedesco Mathias Broeckers racconta l'assassinio di John F. Kennedy a Dallas, Texas, il 22 novembre 1963, che vede come un colpo di stato che non è mai stato rovesciato.
Intervista a Martin Broeckers, autore di JFK: “Colpo di Stato in America”


Mathias Broeckers, nato nel 1954, è un giornalista investigativo tedesco e autore di più di dieci libri, molti dei quali relativi agli argomenti di droga, terrorismo e politica sommersa. Lavora per il giornale quotidiano tedesco TAZ e la webzine Telepolis . Il suo ultimo libro, "JFK: Staatsstreich in Amerika" ("JFK: Colpo di Stato in America"), è stato pubblicato questo mese di agosto in Germania dalla Westend Verlag di Francoforte.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/08/2013 (1133 letture)
(Leggi Tutto... | 23061 bytes aggiuntivi | Voto: 1)
 

 
  Animali e Ambiente Libri: SHUTTLEBOX

 DI MARK ROWLANDS

Se volete vedere la malvagità umana in tutta la sua purezza, ingegnosità e disinvoltura, la troverete in uno shuttlebox. E’ uno strumento di tortura inventato da R. Solomon, L.Kamin e L. Wynne, psicologi di Harvard. Consiste in una gabbia divisa in due scomparti da una barriera. Il pavimento di entrambi gli scomparti è costituito da una griglia elettrificata. Solomon e i suoi collaboratori mettevano un cane in uno dei due scomparti e poi gli applicavano una forte scossa elettrica alle zampe. Istintivamente, il cane saltava da uno scomparto all’altro.
La procedura veniva ripetuta parecchie centinaia di volte nel corso di un esperimento tipico.
Di volta in volta, però , il salto diventava più difficile, perche' gli sperimentatori alzavano gradualmente la barriera.
Alla fine il cane non riusciva più a saltare e si lasciava cadere sulla griglia elettrificata: un rottame ansimante, ululante in preda agli spasmi. In una variante gli sperimentatori facevano passare la corrente nel pavimento di entrambi gli scomparti. Ovunque fosse saltato, il cane avrebbe conunque subito una scossa.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/11/2009 (5462 letture)
(Leggi Tutto... | 4259 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: GLI STATI UNITI VERSO IL FASCISMO

DI MICHAEL NENONEN
republic-news.org

Per chi li vuole vedere ci sono tutti i segni, ed il momento per agire incalza.

Leggendo The End of America: Letter of Warning to a Young Patriot (Chelsea Green Publishing, 2007) di Naomi Wolf, mi sono reso conto che è più tardi di quanto pensassi.

Molti hanno osservato le mosse del regime di Bush con un crescente sentimento di orrore frammisto alla sensazione di aver già visto tutto, pur non essendo sicuri di quando lo hanno visto.
Siamo confusi perche' siamo in conflitto con quelle assunzioni, acritiche e profondamente radicate, che abbiamo riguardo la libertà Americana.

Il libro della Wolf, breve ma meticolosamente documentato, dimostra che quanto sta accadendo negli USA è in verità già accaduto molte volte, e non negli Stati Uniti, ma piuttosto in luoghi come il Cile, l’Italia, la Russia e la Germania. Allora la gente non riuscì a capire, prima che si superasse il punto di non ritorno, perche' non fu in grado di riconoscere dove veniva condotta.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/01/2008 (2519 letture)
(Leggi Tutto... | 16144 bytes aggiuntivi | Voto: 4.5)
 

 
  Mondo Libri: LA VERA STORIA DEL GRUPPO BILDERBERG

Due recensioni del libro di Daniel Estulin "La vera storia del gruppo Bilderberg" (TrineDay 340 pagine): i risultati di un indagine durata anni sull'intoccabile gruppo elitario di cui la stampa ufficiale dice poco o nulla, nonostante le sue segretissime riunioni vedano assieme tutti gli uomini e donne più ricchi e potenti della terra. Articoli precedentemente pubblicati da Comedonchisciotte sul Bilderberg: [1], [2], [3], [4]. N.d.r.

SMASCHERANDO GLI ASPIRANTI PADRONI DELL'UNIVERSO

DI BEV CONOVER
Online Journal

"Sotto gli auspici della corona olandese e della famiglia Rockefeller, gli uomini più potenti del mondo s’incontrarono per la prima volta nel 1954 nel lussuoso hotel Bilderberg, nella cittadina olandese di Oosterbeck. Per un intero fine settimana discussero sul futuro del mondo. Al termine, decisero di incontrarsi una volta all’anno per scambiarsi idee ed analizzare gli affari internazionali. Si diedero il nome di Bilderberg Group. Da allora si sono radunati annualmente in hotel lussuosi qui e là per il mondo, nel tentativo di decidere il futuro dell’umanità.

Tra gli esclusivi membri di questo club troviamo Bill Clinton, Paul Wolfowitz, Henry Kissinger, David Rockefeller, Zbigniew Brzezinski, Tony Blair e molti altri capi di stato, uomini d’affari, politici, banchieri e giornalisti da tutto il mondo", scrive il giornalista Daniel Estulin nel paragrafo d’apertura dell’introduzione del suo nuovo, imperdibile, libro “La vera storia del Gruppo Bilderberg”.

"Tuttavia, in più di 50 anni d’incontri, alla stampa è sempre stata negata la presenza, non sono mai state rilasciate dichiarazioni sulle conclusioni degli intervenuti, n mai è stato svelato l’ordine del giorno", osserva Estulin.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/11/2007 (1893 letture)
(Leggi Tutto... | 25487 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Italia Libri: "CONFINE DI STATO"

DI ALCENERO
Comedonchisciotte

E’ davvero un esordio importante quello del giovane Simone Sarasso con “Confine di Stato” (Marsilio, precedentemente pubblicato da Effequ). Il romanzo è il primo volume di una trilogia che si propone lo scopo di raccontare la storia recente d’Italia (dagli anni ’50 a metà anni ’90) cucendo una trama di fiction che lega assieme i tanti cosiddetti “misteri d’Italia”.

Chi affronta lo studio della storia italiana di questo periodo, il cui cuore è quello delle stragi e della strategia della tensione, riesce a vedere la continuità storica e politica il cui punto focale è l’equilibrio di Yalta e della guerra fredda che viene mantenuto col sangue di cittadini innocenti e di grandi protagonisti della vita politica, sociale ed economica del paese (Mattei, De Mauro, Moro, Dalla Chiesa). Le mani che spargono quel sangue sono spesso rimaste ignote e i mandanti non dichiarati, anche se si bene, dalla storia dei depistaggi, delle logge segrete, dei rapporti stato-servizi segreti e stato-mafia che dietro a quel sangue vi è Gladio-Stay Behind e uomini e omini (per citare un personaggio di Sarasso facilmente identificabile con Giulio Andreotti) che, oltre a essere rimasti impuniti, in certi casi siedono ancora sulle poltrone del potere.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/08/2007 (2182 letture)
(Leggi Tutto... | 7453 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  11 settembre Libri: 9/11 SYNTHETIC TERROR. MADE IN USA

DI ALCENERO
ComeDonChisciotte

"9/11 Synthetic Terror. Made in USA", ("La Fabbrica del Terrore", Arianna Editrice) è uno dei più apprezzati libri d'oltreoceano sull' 11 Settembre. Ed è un libro che qui in Italia dovrebbe essere letto con molta attenzione dal momento che l'autore, Webster Griffin Tarpley, si è fatto le ossa studiando il terrorismo di stato proprio a casa nostra.

Era il 1978 quando il membro della DC (e vice minstro degli interni) Giuseppe Zamberletti chiese a Tarpley, giovane giornalista della Executive Intelligence Review, di approfondire quella che già appariva a tutti come una vicenda molto poco chiara: il rapimento e l'uccisione da parte delle BR del leader democristiano Aldo Moro. Inutile riepilogare qui tutti i "conti che non tornano" nella vicenda della morte dello statista che, primo nell'Europa colonizzata dagli USA, voleva portare al governo il Partito Comunista per far avanzare il paese sotto la spinta comune delle due sue maggiori forze politiche: la Democrazia Cristiana e, appunto, il PCI.

Sono serviti decine di libri e le centinaia di pagine degli atti di varie commissioni parlamentari per elencare tutti i punti oscuri: dalle minacce di morte che Moro ricevette da quel farabutto di Kissinger in persona alle incredibili capacità militari dei brigatisti e alle altrettanto incredibili "sfortune" delle forze dell'ordine e dei servizi, al tempo interamente comandati da membri della P2. Basti ricordare che il covo del capo brigatista Moretti era in uno stabile in cui molti appartamenti erano di proprietà dei nostri servizi segreti e che sulla scena dell'agguato furono trovati bossoli provenienti da un deposito NATO di GLADIO. Tarpley capì, e già nel 1978 scrisse "Chi ha ucciso Aldo Moro?".
 
 
  Postato da cdcnet il 20/06/2007 (2469 letture)
(Leggi Tutto... | 12300 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Iraq Libri: JEREMY SCAHILL SUI SOLDATI DI VENTURA

JAMES HARRIS & JOSH SCHEER (Truthdig) intervistano JEREMY SCAHILL

Lo scrittore interviene al programma Truthdig per parlare del suo nuovo libro intitolato "Blackwater: The Rise of the World’s Most Powerful Mercenary Army" ["Blackwater: l'ascesa dell'esercito mercenario più potente del mondo"], la privatizzazione in America e all'estero e la nostra democrazia menomata.

James Harris: Questo è Truthdig. Abbiamo qui con noi James Harris mentre dall'altro lato c'è Josh Scheer. Al telefono abbiamo in linea Jeremy Scahill autore, scrittore e giornalista. Prima di affrontare il tema del libro ci dica, come sta?

Jeremy Scahill: bene, sono lieto di essere con voi a Truthdig.

Harris: Dunque, lei ha scritto un nuovo libro sulla compagnia Blackwater USA di cui abbiamo letto alcune recensioni. Alcune positive, certo, ma anche qualcuna negativa. Le critiche le ho lette, però quel che vorrei sapere da lei è quali sono state le sue intenzioni quando ha scritto questo libro – e che cosa l'ha spinta a farlo.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/06/2007 (3085 letture)
(Leggi Tutto... | 32238 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Animali e Ambiente Libri: PREPARARSI AL COLLASSO. TRE COSE CHE POTETE FARE

DI CAROLYN BAKER
CarolynBaker.org

Mick Winter, membro di DryDipstick.com e BeyondPeak.com, ha scritto una guida estremamente pratica, intitolata Prepararsi al Picco del petrolio: Tre cose fattibili per prepararsi al picco del petrolio, ai cambiamenti climatici ed al crollo economico. Prima di entrare nel merito della recensione di questo realistico manuale di sostenibilità e sopravvivenza, è necessario ricordare due cose: in primo luogo, il libro di Winter non è un libro solo sul picco del petrolio e le sue conseguenze. I lettori sensibili alla drammatica realtà dei cambiamenti climatici e del possibile tracollo economico globale troveranno il libro molto istruttivo in quanto fornisce dei pratici suggerimenti per la sopravvivenza in un mondo in cui i servizi e prodotti oggi garantiti potrebbero in un futuro non lontano essere non più disponibili o notevolmente diminuiti.

In secondo luogo, quei lettori maniacali che insistono nel dirmi quanto mi sono "ingannata" e quanto sono "cieca" a "credere" nel picco del petrolio, devono capire che il picco del petrolio costituisce il paradigma di tutti i miei scritti e del mio attivismo. Tuttavia, non credo che il picco sia un fenomeno disgiunto dagli altri due trattati nel libro di Winter, poich tutti e tre i temi, da me citati in passato come il Triangolo terminale, vanno visti congiuntamente.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/04/2007 (3053 letture)
(Leggi Tutto... | 12254 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Libri: INTRODUZIONE A U.S. HISTORY UNCENSORED

[La storia senza censura degli Stati Uniti: Tutto quello che il vostro manuale di testo delle superiori non vi ha detto]

DI CAROLYN BAKER, Ph.D.
Online Journal

L'imprenditore e inventore americano Henry Ford è famoso non solo per il suo incredibile successo nel rendere l'automobile un bene alla portata di quasi tutte le famiglie statunitensi degli anni '20, ma anche per la sua famosa affermazione: "La storia è un mucchio di sciocchezze". Molti storici, offesi per il brusco modo di Ford di liquidare la questione, ribattono che la storia non è un mucchio di sciocchezze e si danno da fare per dimostrare la loro "causa" riguardo all'importanza e al senso di studiare la storia.

Il lettore potrebbe sorprendersi di sapere che su questo punto sono d'accordo con Ford. Alcuni anni fa, mentre davo un'occhiata ai titoli della sezione di storia in una libreria di queste parti, i miei occhi caddero su Lies My Teacher Told Me: Everything Your American History Textbook Got Wrong (Le balle che mi ha raccontato il mio insegnante: Tutto quello che c'è nel tuo libro di storia statunitense è falso) di James Loewen. Ho afferrato immediatamente il libro dallo scaffale e ho iniziato a sfogliarlo freneticamente. Adesso, ho capito che Loewen ha dato voce all'esasperazione di innumerevoli insegnanti di storia statunitense, e fremevo per portare il libro a casa, dove avrei potuto riflettere sulle sue parole senza interruzioni. Sociologo di mestiere, Loewen articola in modo brillante gli effetti che produce sulla società l'ignoranza da parte dei cittadini della propria storia e getta una luce quasi accecante su alcune delle più venerate leggende della storia a stelle e striscie.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/12/2006 (1855 letture)
(Leggi Tutto... | 26279 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Storia Libri: PRIMA DI COLOMBO: REVISIONISMO ED ILLUMINISMO

DI KIM PETERSEN

“1491 New Revelations of the Americas Before Columbus”
di Charles C. Mann

“Quanto sarebbe stato grandioso, il tumulto, se le civiltà indiane fossero sopravvissute nel loro splendore!”
Charles Mann

La lodata Dichiarazione di Indipendenza del 1776, rispecchiando il pregiudizio pieno di orgoglio dei suoi firmatari, insultava le popolazioni [1] originarie di Turtle Island (nel lago Erie, in Ohio N.d.t.), definendole come “indiani selvaggi e spietati”. Per aprire il “Nuovo Mondo” alla colonizzazione, si considerava necessario demonizzare gli occupanti originari.7

In “1491. Nuove rivelazioni sulle Americhe prima di Colombo”, l’autore Charles Mann sintetizza abilmente nuove e vecchie informazioni riguardo alle antiche società dell’emisfero occidentale. Mann porta i lettori indietro nel tempo, fino a prima che il navigatore Cristoforo Colombo e la sua ciurma toccassero la spiaggia di Guanahani, che Colombo ribattezzò arrogantemente San Salvador. Le immagini contemporanee delle popolazioni originarie sono state molto influenzate dalle prime impressioni degli europei. Colombo, ad ogni modo, fu di biechi pensieri a riguardo delle popolazioni native.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/11/2006 (1961 letture)
(Leggi Tutto... | 13255 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney
 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.