Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

 
  Medio Oriente Approfondimenti: IL QATAR SVELATO

Crisi nel Golfo: Arabia Saudita, Egitto, Emirati, Bahrain e Yemen rompono le relazioni diplomatiche con il Qatar (Corriere della Sera 5/6/17)

Articolo di approfondimento del 2015: Qatar unplugged (Il Qatar svelato), di GHASSAM KADI
(thesaker.is).

Quando nel 1971 il Qatar ottenne l’indipendenza dalla Gran Bretagna, la sua popolazione era di sole 100.000 persone. Dopo quasi 50 anni la popolazione è lievitata a quasi 2,2 milioni, di cui però solo 275.000 sono realmente qatarioti. I restanti non sono immigrati, non è gente che sarà integrata nel resto della popolazione come cittadini a pieno titolo, si tratta semplicemente di lavoratori stranieri assoldati a contratto che svolgono le più varie mansioni, e alla fine del lavoro torneranno alle proprie case.

 
 
  Postato da cdcnet il 05/06/2017 (375 letture)
(Leggi Tutto... | 12078 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: LA STORIA DELLA CONQUISTA DEGLI USA DA PARTE DEI NEOCON: PARTE 4

PARTE 4 - LO STADIO FINALE DELLA PRESA DELLE ELITE MACHIAVELLICHE SULL'AMERICA

Da Trotsky a Burnham, da Burnham a Machiavelli e da Machiavelli al neoconservatorismo, si chiude il cerchio dell’imperialismo britannico

Copertina dell’edizione del 1550 de “Il Principe e La vita di Castruccio Castracani da Lucca” di Machiavelli. Da Wikimedia.

La recente dichiarazione [in inglese] della Casa Bianca di Trump, a proposito del fatto che Damasco e Mosca avrebbero costruito una “narrativa falsa” per ingannare il mondo sull’attacco del 4 aprile col gas sarin a Khan Shaykun in Siria, è un pericoloso passo in avanti nella guerra di propaganda sulle “fake news” lanciata negli ultimi giorni dell’amministrazione Obama. È un passo le cui profonde radici nella Quarta Internazionale Comunista di Trotsky vanno comprese prima di decidere se la democrazia americana vada rivendicata.

 
 
  Postato da cdcnet il 01/06/2017 (169 letture)
(Leggi Tutto... | 20327 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: LA STORIA DELLA CONQUISTA DEGLI USA DA PARTE DEI NEOCON: PARTE 3

PARTE 3 - COME LA CIA HA CREATO UNA FALSA REALTA' OCCIDENTALE PER LA 'GUERRA NON CONVENZIONALE'

“Gli spiriti diabolici della Stampa Moderna” – Puck, un settimanale statunitense del 1888. Da Wikimedia.

L’ideologia  del Neoconservatismo, psicologicamente conflittuale e politicamente dirompente, può vantare molti padrini. Irving Kristol, padre di William Kristol, Albert Wohlstetter, Daniel Bell, Norman Podhoretz e Sidney Hook vengono in mente e ce ne sono molti altri. Ma sia in teoria che in pratica il titolo di padre-fondatore dell’agenda neoconservatrice di guerra infinita che governa il pensiero dell’America in questioni contemporanee di difesa e di politica estera, può essere al meglio assegnato a James Burnham.

I suoi scritti negli anni ’30 hanno fornito una raffinata cornice di intellettuale oxfordiano al Partito Socialista dei Lavoratori e, da consigliere vicino al rivoluzionario comunista Leon Trotsky e  alla sua  Quarta Internazionale [in inglese], ha avuto modo di imparare in prima persona le tattiche e le strategie di infiltrazione e sovversione politica. Burnham si svelò nel suo ruolo di “intellettuale troskista” giocando sporchi trucchi contro i suoi avversari politici nei movimenti marxisti concorrenti, trasformando la loro lealtà e sfruttando il loro miglior talento.

 
 
  Postato da cdcnet il 30/05/2017 (145 letture)
(Leggi Tutto... | 15618 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: LA STORIA DELLA CONQUISTA DEGLI USA DA PARTE DEI NEOCON: PARTE 2

PARTE 2 – COME I NEOCON PREMONO PER LA GUERRA FALSIFICANDO I CONTI

Una vignetta del 1898 raffigura gli editori Joseph Pulitzer e William Randolph Hearst vestiti come personaggi della vignetta del giorno, una satira del ruolo dei loro giornali nel fomentare l’opinione pubblica verso la guerra – di Leon Barritt (Wikimedia)

La maggior parte degli Americani estranei dai circoli politici di Washington non sa nulla del Team B, da dove venga o di cosa sia responsabile, né sono consapevoli delle sue radici nella Quarta Internazionale, la branca trotskista dell’Internazionale Comunista.

 
 
  Postato da cdcnet il 29/05/2017 (267 letture)
(Leggi Tutto... | 16352 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: LA STORIA DELLA CONQUISTA DEGLI USA DA PARTE DEI NEOCON: PARTE 1

PARTE 1 - L'IMPERIALISMO AMERICANO PORTA IL MONDO VERSO LA VISIONE DELL'INFERNO DI DANTE

Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate.
Dante, “Divina Commedia,” Inferno (Parte 1), Canto 3, Verso 9

Prima che i missili Tomahawk comincino a volare tra Mosca e New York, gli Americani dovrebbero auto-informarsi meglio e più velocemente sulle forze e sulle persone che affermano che la Russia abbia coperto [in inglese] l’attacco chimico da parte del Governo siriano contro il proprio popolo.  La prova non sembra aver più importanza nella corsa per trasformare ulteriormente il mondo nella visione dell’Inferno di Dante: sono diventate sufficienti le accuse mosse da fonti anonime e false, basate su vere e proprie truffe.

 
 
  Postato da cdcnet il 28/05/2017 (260 letture)
(Leggi Tutto... | 19337 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Economia Approfondimenti: COS'E' ESATTAMENTE IL DENARO?

SEPARAZIONE FRA VERITA' E MITI DEL NOSTRO SISTEMA MONETARIO

DI JON RONNQUIST
Information Clearinghouse

Prima che gli uffici postali, le opere idriche, le compagnie telefoniche e le miniere venissero tolte dalle mani della gente e vendute all’asta a imprese private ‘for-profit’, un altro servizio pubblico è stato venduto al settore privato: i soldi

Il problema dei soldi è essenzialmente una questione di fede. Il denaro è una promessa che si manifesta con carta, metallo e cifre e il suo valore è proporzionale alla sua affidabilità. E, proprio perche' la fiducia è la cosa più effimera e astratta che ci sia, il denaro è un affare rischioso. La sua utilità naturalmente è innegabile. In un mondo complesso e sfaccettato come il nostro, il baratto come mezzo di scambio pratico sta diventando sempre più limitato. Per tale motivo dovremmo tener bene a memoria che, proprio per tutta questa sua praticità, la moneta porta con se' un pericolo davvero concreto, il più ovvio è quello della svalutazione. Ma questa non è sicuramente l’unica e più seria minaccia presentata dal denaro. Perche', come in tutte le questioni di fede, la manipolazione è il male di gran lunga maggiore.

Il ‘gold standard’ [standard aureo] sulla base del quale la moneta è stata un tempo regolata è ora il ricordo lontano di un’epoca passata. Indipendentemente dal valore che hanno i vostri dollari, sterline o euro, ora questo è determinato solamente dalla fiducia di chi li usa, ovvero quanto chi compra e chi vende crede che valgano.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/01/2009 (1489 letture)
(Leggi Tutto... | 20448 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Approfondimenti: UNITED FRUIT: BANANE, AVVOCATI E MITRAGLIATRICI

L'ORIGINE DELLA REPUBBLICA DELLE BANANE

DI ROBERTO BARDINI
Tlaxcala (Edizione Francese)

Creata nel 1899, la compagnia bananiera United Fruit si è stabilita in una decina di paesi del continente. I pionieri dell’impero delle banane non furono ne' economisti, ne' contabili, ne' imprenditori, ne' ancora meno filantropi. Erano speculatori, avventurieri e tipi svegli disposti ad arricchirsi con ogni mezzo.

Nel 1916, un diplomatico nordamericano accreditato in Honduras, definì un’impresa commerciale, che in seguito si fuse con la United Fruit, “uno Stato nello Stato”. Ed anche se cambio più volte di nome, essa fu sempre un potere dietro il trono. Essa corrompe politici, finanzia invasioni, favorisce colpi di stato, sopprime e rimpiazza presidenti, pone fine agli scioperi con le armi ed appoggia gli squadroni della morte.

Nel 1970, l’United Fruit si fuse con un altro marchio e si chiamò allora United Brands. Nel 1990 cambiò di nuovo nome: al momento è la Chiquita Brands. Con 15.000 ettari in America latina e quasi 14.000 lavoratori, essa continua ad essere un gigante del commercio.

Attualmente la banana è la seconda coltura al mondo dopo l’arancio. Nei paesi poveri essa è il quarto alimento maggiormente accessibile dopo il riso, il grano e il mais. In alcuni paesi africani, come il Ruanda e l’Uganda, il consumo di banane pro-capite raggiunge persino i 250 chilogrammi per anno.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/07/2007 (2789 letture)
(Leggi Tutto... | 15496 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Animali e Ambiente Approfondimenti: TI PREGO SIGNORE, LE API NO

DI PETER DEARMAN
GNN TV

Tutto quello che non avresti voluto sapere sul Colony Collapse Disorder

Sembra l'inizio di un romanzo di Kurt Vonnegut:

Nessuno si preoccupava un granche' della scomparsa di qualche specie animale qua e là finche' un giorno le api si svegliarono e decisero di smettere di produrre un surplus artificialmente elevato di miele a nostro vantaggio. Una dopo l'altra, entrarono in sciopero e volarono via in posti sconosciuti.

Tra le varie mitologie dell'apocalisse, la paura delle piaghe di insetti si è sempre profilata più minacciosamente di quella dell'estinzione di qualche specie. Ma tutto ciò può cambiare, dato che una strana, nuova piaga sta spazzando via le nostre api da miele un alveare dopo l'altro. È stato chiamato Colony Collapse Disorder [Disordine di Crollo di Colonia, ndt], o CCD, dagli apicoltori che si arrovellano per capirlo e, possibilmente, per fermarlo. Segnalato per la prima volta lo scorso autunno negli USA, la lista dei paesi colpiti si è adesso allargata per includere diversi paesi europei, così come il Brasile, Taiwan e forse il Canada. (1)(24)(29)
 
 
  Postato da cdcnet il 19/05/2007 (4714 letture)
(Leggi Tutto... | 40799 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Iran Approfondimenti: IRAN: CRONOLOGIA DELLA DISINFORMAZIONE

DI GARY LEUPP
Counterpunch

Programma di armi nucleari, legami con Al-Qaeda, sostegno all'Esercito del Mahdi, simbologia religiosa, cattura di ostaggi, rifornimento di EFP, piani di genocidio, etc.

Recentemente, Larisa Alexandrovna ha scritto un eccellente articolo che presenta una descrizione dettagliata del progetto neoconservatore, da attuarsi entro sei anni, di usare il potere degli Stati Uniti per attaccare e produrre un cambiamento di regime in Iran. Dopo il pezzo compare una cronologia che comprende le dichiarazioni chiave dell'amministrazione Bush sull'Iran, le "notizie" di cronaca e gli scritti neoconservatori che appoggiano gli sforzi di diffamare l'Iran, e le buffonate di personaggi come l'ex membro del Congresso Curt Weldon, il fornitore d'armi nell'affare Iran-Contra Manucher Ghorbanifar, e Larry Franklin, spia per conto di Israele, che hanno lavorato per facilitare quell'attacco. Ho usato l'articolo come base di partenza per questa cronologia, più elaborata (anche se sicuramente incompleta ed imperfetta).
 
 
  Postato da cdcnet il 09/03/2007 (1998 letture)
(Leggi Tutto... | 41445 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: E JOHNNY PRESE IL FUCILE

DI WILLIAM BLUM
Killing Hope

Durante lo scorso anno l’Iran ha avvertito varie volte gli Stati Uniti sulle conseguenze di un attacco americano o israeliano. Una dichiarazione, pronunciata in novembre da un alto ufficiale delle forze armate iraniane, affermava: “Se l’America attacca l’Iran, i suoi 200.000 soldati e le sue 33 basi nella regione saranno estremamente vulnerabili, e sia i politici che i comandanti militari americani ne sono consapevoli.” [1] Apparentemente l’Iran crede che i leader americani sarebbero così profondamente angosciati dalla prospettiva dei loro giovani messi in pericolo e magari uccisi da rinunciare a ogni attacco avventato contro l’Iran. Come se i leader americani siano stati profondamente addolorati dall’aver gettato giovani corpi americani nella fossa dei serpenti senza fondo chiamata Iraq, o fossero stati frenati dalla paura di rappresaglie o da scrupoli morali quando alimentarono con 58.000 giovani vite la bestia del Vietnam. Come se i leader americani, come tutti i leader del mondo, avessero mai avuto preoccupazioni del genere.

Diamo un breve sguardo a un po’ di storia americana moderna, che può essere istruttiva a questo proposito. Un rapporto del Congresso USA nel 1994 ci informava che:
 
 
  Postato da cdcnet il 14/02/2007 (1777 letture)
(Leggi Tutto... | 23733 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Mondo Approfondimenti: IL SEMITICO E UN GRUPPO LINGUISTICO, NON RAZZIALE O ETNICO

Quello tradotto è un articolo che riassume nelle linee essenziali l'uso corretto del termine "antisemita".

Se si dice anti-semita, tutti pensano anti-ebreo o anti-isreliano.
E questo è il risultato del lavoro tenace di propaganda al quale siamo stati sottoposti: la creazione del mito "solo gli Ebrei sono Semiti".

da www.informationclearinghouse.info (traduzione di comedonchisciotte.net)

di Sam Hamod, Ph.D.

 
 
  Postato da cdcnet il 31/01/2007 (3389 letture)
(Leggi Tutto... | 5523 bytes aggiuntivi | Voto: 3)
 

 
  Economia Approfondimenti: MA ESISTE ANCORA IL DENARO ?

DI PAOLO SENSINI

Il denaro è una pura astrazione
(Sören Kierkegaard, Diario)

Che cosa rappresenta oggi il denaro? E qual è la sua funzione precipua nel mondo contemporaneo?

Sembrano domande scontate, evidenti, perfino inutili nella loro bolsa ovvietà. Siamo infatti a un tal grado di prossimità dalla «vil moneta», o con ciò che meno prosaicamente è stato definito per secoli e secoli da Santa Romana Chiesa come lo «sterco del diavolo», da non prestare più la minima attenzione alla natura intrinseca di quest’«oggetto demoniaco». Ci è così vicino, così abituale, così epidermicamente consustanziale da ritenerlo nient’altro che una sorta di impercettibile diaframma tra noi e il mondo circostante.

 
 
  Postato da cdcnet il 25/01/2007 (2223 letture)
(Leggi Tutto... | 60300 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Americhe Approfondimenti: INKER BELL, PINOCHET E LA FAVOLA DEL MIRACOLO DEL CILE

GREG PALAST
Information Clearing House

L’ex dittatore militare cileno Generale Augusto Pinochet è morto oggi (il 10 dicembre scorso, ndt) all’età di 91 anni.

La fata di Cenerentola, Tinker Bell (1) e il Generale Augusto Pinochet hanno molto in comune.

Tutti e tre hanno compiuto buone azioni per magia. Nel caso di Pinochet, gli è stato riconosciuto universalmente il Miracolo del Cile, l’esperimento selvaggiamente riuscito sui liberi mercati, privatizzazione, deregulation ed espansione economica libera dai sindacati, i cui semi del laissez-faire si sparsero da Valparaiso alla Virginia.

Ma la zucca di Cenerentola non si è trasformata proprio in una carrozza. Anche il Miracolo del Cile è stato solo un’altra fiaba. La pretesa che il Generale Pinochet abbia generato una potenza economica fu una di quelle affermazioni la cui verità sta interamente nella sua ripetizione.

Il Cile potrebbe vantare qualche successo economico. Ma quello fu per il lavoro di Salvador Allende – che ha salvato la sua nazione, in maniera miracolosa, un decennio dopo la sua morte.
 
 
  Postato da cdcnet il 03/01/2007 (3836 letture)
(Leggi Tutto... | 9353 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Americhe Approfondimenti: INFLUENZA MILITARE DEGLI USA NELLE RICERCHE NANOTECNOLOGICHE IN AMERICA LATINA

DI GUILLERMO FOLADORI
Rebelion

Introduzione

Le nanotecnologie rappresentano attualmente la più grande rivoluzione tecnologica [2]. Gli investimenti in nanotecnologia stanno crescendo in modo sostenuto dal 2000, da quando gli Stati Uniti hanno lanciato il loro programma milionario di investigazione (National Nanotechnology Iniziative), e molti altri paesi del mondo lo hanno seguito.
L’azienda Lux Research (2006), che studia gli investimenti e la commercializzazione di nanotecnologie, ha stimato, per l’anno 2005, in 9,6 miliardi di dollari gli investimenti per Ricerca & Sviluppo (R&S) in questo settore a livello mondiale. Nel 2005, per la prima volta, gli investimenti privati in R&S hanno superato i fondi pubblici, instaurando una tendenza di progressiva riduzione di quest’ultimi; ciò sta ad indicare che le imprese che lavorano in questi rami, ritengono di poter recuperare, dalle ricerche e dalle merci che da queste produrranno, il capitale investito. Anche se i prodotti nanotecnologici occupano ancora un’infima porzione del mercato mondiale, Lux Research ha calcolato che nell’anno 2005 ci sono state vendite per 32 miliardi di dollari, il doppio dell’anno precedente, e prevede che saliranno a 2600 miliardi di dollari per l’anno 2014.

 
 
  Postato da cdcnet il 02/01/2007 (4032 letture)
(Leggi Tutto... | 35836 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente Approfondimenti: IL PROGETTO PER UN NUOVO MEDIO ORIENTE

DI MAHDI DARIUS NAZEMROAYA
Global Research

“Il dominio è vecchio quanto la storia dell'umanità…” -Zbigniew Brzezinski, ex Consigliere alla Sicurezza Nazionale Statunitense

L'espressione “Nuovo Medio Oriente” fu introdotta al mondo nel Giugno 2006 a Tel Aviv dal Segretario di Stato Statunitense Condoleezza Rice (i media occidentali le hanno attribuito la paternità) in sostituzione del più vecchio e grandioso concetto di “Grande Medio Oriente.”

Questo cambiamento è coinciso con l'inaugurazione del terminale petrolifero di Baku-Tbilisi-Ceyhan (BTC) nel Mediterraneo Orientale. L'espressione e la concettualizzazione del “Nuovo Medio Oriente,” furono successivamente annunciate dal Segretario di Stato Statunitense e dal Primo Ministro Israeliano in coincidenza con l'assedio Israeliano del Libano sponsorizzato da Inghilterra e Stati Uniti. Il Primo Ministro Olmert ed il Segretario Rice avevano informato i media di tutto il mondo che dal Libano stava venendo avviato un progetto per un “Nuovo Medio Oriente.”
 
 
  Postato da cdcnet il 22/12/2006 (3352 letture)
(Leggi Tutto... | 30908 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  11 settembre Approfondimenti: GLI AEREI DELL'11 SETTEMBRE SUPERARONO I LORO LIMITI SOFTWARE

DI JIM HEIKKILA
View Zone

Due degli aerei l’11-9 superarono i loro limiti software.

I Boeing 757 e 767 sono equipaggiati con la capacità di volare in maniera completamente autonoma, essi sono gli unici due velivoli di linea [il termine usato è ‘commuter’ cioè ‘pendolari’, più precisamente adibiti a regolari e continui voli di linea con andata e ritorno consecutive n.d.t.] della Boeing capaci di volo completamente autonomo. Possono essere programmati per decollare, volare sino a destinazione e atterrare, tutto senza un pilota ai comandi.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/12/2006 (5412 letture)
(Leggi Tutto... | 8945 bytes aggiuntivi | Voto: 3)
 

 
  Mondo Approfondimenti: VERSO IL MONDO NANOTECNOLOGICO

DI CARMELO RUIZ MARRERO
Rebelion

Immaginate dei robot minuscoli, troppo piccoli per essere visti persino al microscopio, che navigano nel vostro flusso sanguigno uccidendo microbi dannosi e cellule cancerogene; ora immaginateli fuori dal vostro corpo mentre fabbricano, atomo dopo atomo, prodotti più versatili, resistenti e duraturi di qualsiasi altra cosa oggi conosciuta; immaginate che la tecnologia su cui si basano questi robot rivoluzioni in maniera drastica e senza precedenti i campi della manifattura, dell’intelligenza artificiale, della produzione e della catena alimentare e perfino il viaggio nello spazio. Immaginate, ora, queste macchinette che fabbricano copie di se stesse le quali creano altre copie di se stesse e così all’infinito…. Benvenuti nel mondo della nanotecnologia.

Qualcuno affermerà che questo scenario è fantascienza e che non è altro che il sogno di futuroidi inetti, ma un numero sempre maggiore di scienziati, imprese e governi stanno scommettendo sul futuro nanotecnologico.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/11/2006 (4248 letture)
(Leggi Tutto... | 29441 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  11 settembre Approfondimenti: 11/9: IL GIORNO PIU' FORTUNATO DI "LUCKY" LARRY SILVERSTEIN

DI LIFEFORCE@ROCKYMOUNTAINS.NET
The Four Winds

Bisogna proprio essere fortunati per fare 4 miliardi di dollari con un bel colpo su un investimento di 6 mesi da 124 milioni di dollari.

Larry Silverstein è il magnate immobiliare newyorkese che acquistò l’intero complesso del World Trade Center proprio 6 mesi prima degli attacchi dell’11 settembre. Quella fu la prima volta che nei 33 anni di storia del complesso vi fu un cambio di proprietà.

Il primo ordine del giorno di Mr. Silverstein in qualità di nuovo proprietario fu di sostituire la compagnia responsabile della sicurezza del complesso. La nuova compagnia che venne ingaggiata fu la Securacom (ora Stratasec). Il fratello di George W. Bush, Marvin Bush, era nel consiglio d’amministrazione, e il cugino di Marvin, Wirt Walzer III, ne era il direttore generale. Secondo documentazioni pubbliche, la Securacom, non solo forniva sicurezza elettronica al World Trade Center, ma forniva copertura al Dulles International Airport e alla United Airlines, due protagonisti chiave negli attacchi dell’11/09.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/10/2006 (3221 letture)
(Leggi Tutto... | 9344 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Mondo Approfondimenti: LA GUERRA AL TERRORISMO, NUOVA MISSIONE DELLA NATO

Alleanza militare all'ombra degli Stati Uniti

DI CEDRIC HOUSEZ
Reseau Voltaire

Nata per proteggere i paesi occidentali dalla minaccia del blocco sovietico, la NATO (Organizzazione del trattato del Nord Atlantico) avrebbe dovuto sparire assieme alla Guerra fredda. Invece si e' ingrandita, e per giustificare il proprio perpetuarsi si e' inventata un nuovo nemico: "il terrorismo internazionale". La guerra del Kosovo, contro la Serbia, ha fornito un precedente per la possibilita'di attaccare senza il previo accordo delle Nazioni Unite un paese che non costituisce minaccia. A questo primo passo ha fatto ben presto seguito l'aggressione all'Afganistan, questa volta al di fuori del continente europeo. In nome della "guerra al terrorismo", a poco a poco l'Alleanza atlantica sta disponendo in ordine di battaglia le armate dei paesi membri.
 
 
  Postato da cdcnet il 28/09/2006 (1478 letture)
(Leggi Tutto... | 29565 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Palestina Approfondimenti: MAI PIU'

DI GILAD ATZMON
Peace Palestine

Appena sessantacinque anni fa gli ebrei sono stati brutalmente cacciati dall’Europa. Proprio quando la maggioranza degli ebrei laici europei era completamente convinta che la sua condizione di emancipazione fosse finalmente maturata in un’assimilazione a tutti i livelli, il giudeocidio nazista l’ha smentita. Solo due settimane fa, quando gran parte degli israeliani era convinta che la Pace stesse per prendere il sopravvento, grazie all’‘iniziativa di pace’ unilaterale di Sharon, Hamas e Hizbollah l’hanno smentita.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/08/2006 (1835 letture)
(Leggi Tutto... | 25158 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Palestina Approfondimenti: PULIZIA ETNICA ED 'ISTINTO MORALE'

DI EDWARD S. HERMAN
Z Magazine

INTRODUZIONE DEL TRADUTTORE (MAURO MANNO DI TLAXCALA):

Mentre facevo questa traduzione mi chiedevo come è stato possibile a Israele, un piccolo paese senza nessun peso economico nel mondo (non so nemmeno a che posto si trova nella graduatoria per Prodotto Interno Lordo - PIL - dei vari paesi dell'Occidente), ingannare tutto l'Occidente e farlo entrare così profondamente in contraddizione con i suoi sbandierati valori morali e politici. E' vero che gli Stati Uniti hanno i loro interessi in Medio Oriente. Ma questo non spiega nulla. Una politica filo araba e una patria ai palestinesi, seppur piccola, servirebbero molto meglio gli interessi USA nella regione. Allora perché gli Stati Uniti hanno affidato, da 40 anni, la loro politica estera a rappresentanti della Lobby ebraica? Siccome però sappiamo che il ministero degli esteri (finanche quello americano) non riesce mai di solito a creare un grande consenso, dobbiamo per forza chiamare in ballo i milioni di ebrei sionisti nel mondo (intellettuali, giornalisti, uomini del cinema, della televisione, dello spettacolo, politici, cavalieri d'industria, gruppi di pressione, ecc) che lavorano incessantemente per affermare l'ideologia sionista e gli interessi di Israele. E ci riescono assai bene come mostra quest’articolo.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/07/2006 (1327 letture)
(Leggi Tutto... | 35290 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: GLI STATI UNITI, L'ARMAMENTARIO GLOBALE E UNA MAREA DI BAMBINI MORTI

DI GIDEON POLYA
Mwc News

Durante la prima guerra mondiale i giovani dell’Impero Britannico erano esortati ad “arruolarsi per combattere l’Unno” (“Unno” oppure “Boche” era il nome con cui comunemente si definivano i Tedeschi di allora). Abbiamo tutti presente il famoso poster in cui un serissimo Lord Kitchener punta il dito e dichiara: “La Gran Bretagna ha bisogno di te”. Ad ogni modo un ulteriore impulso per l’arruolamento veniva dallo slogan propagandistico che diceva: “I tedeschi baionettano i bambini belgi”, frase usata anche per tirare in ballo l’America nel conflitto mondiale (vedi: CounterPunch). Una versione a grandi linee simile a questa fu usata nel 1991 durante la Guerra del Golfo, quando gli Stati Uniti propagandavano assolute falsità circa i soldati iracheni che, si disse, “uccidono centinaia di bambini del Kuwait buttandoli giù dagli incubatori” (vedi: qui).
 
 
  Postato da cdcnet il 28/07/2006 (4209 letture)
(Leggi Tutto... | 9554 bytes aggiuntivi | Voto: 3.66)
 

 
  11 settembre Approfondimenti: FBI: 'NESSUNA FORTE PROVA LEGA BIN LADEN ALL' 11-9'

DI ED HAAS
Muckraker Report

Lo scorso weekend, una provocatoria mail circolava nei news groups di internet, portando all’attenzione la pagina web dell’ FBI Most Wanted Terrorist [il maggior terrorista ricercato n.d.t.] su Usama Bin Laden [1]. Nella mail si chiedeva: “Perchè il poster Most Wanted di Usama Bin Laden non fa alcuna connessione con gli eventi dell’ 11 Settembre 2001?” L’ FBI nella sua pagina web su Bin Laden dice che Usama Bin Laden è ricercato in relazione alle esplosioni del 7 Agosto 1998 alle ambasciate degli Stati Uniti di Dar Es Salaam, Tanzania, e Nairobi, Kenya. Secondo l’ FBI, questi attacchi hanno ucciso oltre 200 persone. L’ FBI conclude i suoi motivi per “ricercare” Bin Laden dicendo, “Inoltre, Bin Laden è sospettato di altri attacchi terroristici in ogni parte del mondo.”
 
 
  Postato da cdcnet il 21/07/2006 (4083 letture)
(Leggi Tutto... | 10601 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Iraq Approfondimenti: LA ''GUERRA CIVILE'' IRACHENA

L'ultima scusa rimasta al governo statunitense per continuare la brutale Occupazione dell'Iraq è che, se lasciassero il paese, scoppierebbe una guerra civile tra sciiti e sunniti.

In realtà l'Iraq non è una società settaria: durante il regime di Saddam Hussein i matrimoni misti tra le due comunità erano frequenti e non si verificavano neanche lontanamente le violenze di oggi.

Tutte le prove riguardo la "guerra civile" puntano in un'unica direzione: gli Stati Uniti hanno creato, armato ed addestrato gli squadroni della morte che stanno terrorizzando il paese mediante arresti di massa, torture ed esecuzioni arbitrarie, mentre le bombe piazzate nei luoghi affollati da "agenti speciali" e "contractor" finiscono il lavoro.

In questa pagina abbiamo raccolto tutto il materiale da noi tradotto su questo tema fondamentale per il futuro dell'Iraq e del Medio Oriente.
 
 
  Postato da cdcnet il 22/06/2006 (1343 letture)
(Leggi Tutto... | 9418 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Iran Approfondimenti: LETTERA DI AHMADINEJAD A BUSH

La seguente e' una traduzione della lettera in Farsi inviata dal presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad al presidente degli Stati Uniti George W Bush. Questa versione e' stata rilasciata dai diplomatici delle Nazioni Unite. La lettera e' stata consegnata dal ministro degli esteri iraniano Manouchehr Mottaki all'ambasciatore svizzero a Teheran, che poi l'ha consegnata agli Statunitensi.

Signor George Bush,

Presidente degli Stati Uniti d’America,

E’ da tempo che mi chiedo, come si possono giustificare le innegabili contraddizioni che esistono sulla scena internazionale – le quali sono costantemente dibattute, specialmente nei forum politici e tra gli studenti universitari. Molte domande rimangono senza risposta. Queste mi hanno spinto a discutere alcune di queste contraddizioni e domande, nella speranza che ci possa essere la possibilita' di rimediare.
 
 
  Postato da cdcnet il 18/06/2006 (2547 letture)
(Leggi Tutto... | 29957 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Iran Approfondimenti: AHMADINEJAD: LOST IN TRANSLATION

DA "LITTLE RED EMAIL"

Ma se le dichiarazioni di Ahmadinejad che lo rendono il cattivone di stagione fossero state a) tradotte male e b) prese fuori contesto?

Era l’Ottobre dello scorso anno quando tornammo a casa, accendemmo la radio e sentimmo terrorizzati la notizia che il presidente Iraniano negava che l’ Olocausto fosse avvenuto e diceva che lo stato di Israele doveva essere cancellato dalla carta geografica. ‘ Cristo ’ pensammo, ‘ questo pazzo si mette allegramente nelle loro mani con questo tipo di retorica .’ Da allora “la crisi missilistica Cubana alla moviola”, come un accademico ha descritto l’imbroglio USA-Iran, è montata a grave allarme con l’articolo di Seymour Hersh sul New Yorker che riferisce che la Casa Bianca è pronta ad un bombardamento nucleare.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/06/2006 (1305 letture)
(Leggi Tutto... | 5628 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  Animali e Ambiente Approfondimenti: CHERNOBIL: LA RINASCITA DELL'ENERGIA NUCLEARE ?

DI ALEJANDRO NADAL
La Jornada

A 20 anni dal disastro di Chernobil, l’industria nucleare cerca di resuscitare. Ha trovato nuovi alleati e giustificazioni per riprendere il cammino. La lobby nucleare e' contenta perche' pensa che il dibattito sul nucleare sia tornato al discorso razionale su costi, efficienza e necessita' di far fronte alla crescente domanda di energia. E' rimasto indietro lo spinoso tema della sicurezza degli impianti nucleari e dell’insolubile problema di che fare dei suoi scarti ad alta pericolosita'.
In realta' il problema della sicurezza non e' mai sparito pero' e' stato messo in secondo piano grazie ad una campagna di relazioni pubbliche. Quindici anni fa la lobby pro nucleare annuncio' l’arrivo di “reattori intrinsecamente sicuri”. Rendendosi conto che questa campagna non dava frutti, questa frase fu sostituita con quella di “reattori di quarta generazione”. In entrambi i casi si tratta di consolidare l’idea che con i reattori di nuova progettazione non possono piu' accadere incidenti come quelli dell’Isola di Three Mile Island o di Chernobil.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/06/2006 (1948 letture)
(Leggi Tutto... | 6122 bytes aggiuntivi | Voto: 4)
 

 
  Animali e Ambiente Approfondimenti: MENU' DI CARNE SELVATICA

Legami tra fame, ricchezza e commercio internazionale
DI SUSAN MILIUS

Nel mercato di un grande magazzino, una dozzina di venditori mostrano tavole di carne affumicata ammucchiate una sull’altra, con prezzi che vanno dai 5 agli 8 dollari ogni libbra (1 libbra = 454 grammi ca.). I venditori rispondono volentieri a domande riguardanti la loro merce, che proviene da scimmie, piccole antilopi e roditori come il trinomio swinderiano (Il trinomio swinderiano è l'equivalente italiano di 'cane rat', e deriva dal termine specifico 'thryonomys swinderianus' NdT). Il biologo Justin Brashares, che studia gli animali selvatici cacciati per la loro carne nel Ghana, lo scorso anno ha pagato per visitare questo mercato, e non nell’Africa rurale, ma a New York City. Ammesso che, quasi certamente la carne era arrivata negli Stati Uniti in modo clandestino, “il mercato era comunque molto più aperto di quanto avessi mai potuto immaginare,” dice Brashares dall’Università della California di Berkeley.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/06/2006 (2640 letture)
(Leggi Tutto... | 22707 bytes aggiuntivi | Voto: 0)
 

 
  USA Approfondimenti: CONDANNE A MORTE: SADDAM 148, BUSH 152

DI TIMOTHY BANCROFT-HINCHEY
Pravda

La differenza tra Saddam Hussein e George Bush è che entrambi hanno firmato degli ordini di condanna a morte ma solo uno di loro è sul banco degli imputati. Lasciateci allora tracciare qualche parallelo tra questi due uomini per arrivare a delle conclusioni.

Saddam Hussein, ora sappiamo, firmò ordini di condanna a morte per 148 sciti che erano insorti contro di lui a Dujail nel 1982, per questo Saddam Hussein siede sul banco degli imputati e potrebbe rischiare la condanna a morte. George Bush, nei suoi sei anni come governatore del Texas, firmò invece 152 ordini di condanna a morte, un record assoluto per ogni governatore e per ogni stato nella storia degli Usa. Un esempio di che cosa sia capace George Bush è quella di aver firmato la condanna a morte per Terry Washington, un ritardato mentale di 33 anni ma con un cervello di soli sette anni, a cui fu negata la richiesta di clemenza dopo un’ udienza che durò a malapena mezz’ora.
 
 
  Postato da cdcnet il 01/06/2006 (1889 letture)
(Leggi Tutto... | 3600 bytes aggiuntivi | Voto: 5)
 

 
  Animali e Ambiente Approfondimenti: LE GUERRE PER L'ACQUA

DI BEN RYSSELL E NIGEL MORRIS
The Independent

Da una parte all’altra del mondo arriveranno le guerre per l’acqua. Da Israele all’India, dalla Turchia al Botswana, si stanno portando avanti discussioni, che potrebbero sfociare in aperto conflitto, sui contestati approvvigionamenti di acqua.
Ieri, il Segretario alla Difesa britannico, John Reid, sottolineava il fattore che accelera il violento scontro tra la popolazione mondiale crescente e le risorse idriche mondiali che diminuiscono: il riscaldamento globale.
In un feroce primo intervento nel dibattito sul cambiamento climatico, il Segretario alla Difesa ha fatto una triste previsione, che violenza e conflitto politico potrebbero diventare molto probabili nei prossimi 20-30 anni appena il cambiamento climatico avrà mutato la terra in deserto, avrà sciolto i ghiacci e avvelenato le risorse d’acqua.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/05/2006 (2499 letture)
(Leggi Tutto... | 6856 bytes aggiuntivi | Voto: 3.5)
 

  Moduli

· Home
· AvantGo
· Downloads
· Search
· Stories_Archive
· Top
· Web_Links
 

  Argomenti

· AFRICA

· Egitto

· Libia

· Somalia


· AMERICHE

· Argentina

· Brasile

· Colombia

· Cuba

· Messico

· USA

· Venezuela
 

· ASIA-PACIFICO

· Afghanistan

· Cina

· Corea del Nord

· Giappone

· India

· Oceania

· Pakistan


· EUROPA

· Belgio

· Francia

· Germania

· Gran Bretagna

· Grecia

· Islanda

· Italia

· Norvegia

· Portogallo

· Spagna

· Russia

· Ucraina

· Ungheria


· MEDIO ORIENTE

· Arabia Saudita

· Iran

· Iraq

· Libano

· Palestina

· Siria

· Turchia


· MONDO

· Animali e ambiente

· Economia

· Internet e controllo

· Propaganda

· Salute

· Storia

· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Approfondimenti

· Associazioni

· Cinema

· Coercizione mentale

· Economia

· Filosofia

· Galleria immagini

· Geopolitica

· Globalizzazione

· Imperialismo

· Interviste

· Libri

· Misteri

· Musica

· Opinioni

· Politica

· Psicologia

· Religione

· Repressione

· Servizi segreti

· Storia

· Terrore e carcere

· Terrore e Guerre

· Vaccini

AUTORI

· Tony Cartalucci

· Michel Chossudovsky

· William Engdahl

· Pepe Escobar

· Chris Hedges

· Michael Hudson

· Peter Koenig

· Stephen Lendman

· Thierry Meyssan

· James Petras

· John Pilger

· Paul Craig Roberts

·
 Brandon Turbeville

· John W. Whitehead

· Mike Whitney
 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  Cerca nel sito

 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.