Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Vaccini: Gran Bretagna: L'80% dei deceduti per Covid ad Agosto erano vaccinati
Postato il 09/09/2021 di cdcnet

Gran Bretagna

Sono stati rilasciati ulteriori dati che che per tutto il mese di agosto l'80% delle persone, presumibilmente morte per Covid-19, erano state vaccinate contro la malattia; il che dimostrerebbe che il programma di vaccinazione contro il Covid-19 è un enorme fallimento.

I dati mostrano chiaramente che i vaccini non prevengono l'infezione o la trasmissione, e aumentano il rischio di ospedalizzazione e di morte piuttosto che ridurlo.




Viviamo in tempi strani, e se credete che il programma di vaccinazione Covid-19 stia funzionando perché le autorità in televisione vi dicono che è così, allora dovete sicuramente trovare estremamente strano che il Regno Unito sia nel mezzo di una terza ondata in piena estate? Soprattutto se si considera che nell'estate 2020 i decessi per Covid-19 sono scesi a zero anche se l'iniezione di Covid-19 non era disponibile.

Ma le stranezze non finiscono qui, basta dare un'occhiata all'ultimo rapporto statistico sul Covid-19 rilasciato dalla Public Health Scotland (PHS) l'8 settembre 2021.

Il rapporto fornisce una serie di dati su test, quarantena, vaccinazioni, casi, ricoveri e decessi, ma non diventa molto interessante finché non si legge la tabella 15 che copre il numero di casi positivi al Covid-19 per settimana e stato di vaccinazione.

Interessante perché mostra che la maggior parte dei casi confermati sono ora tra la popolazione vaccinata. Nella settimana più recente, dal 28 agosto al 3 settembre 2021, il rapporto mostra che ci sono stati 20.744 casi confermati tra la popolazione non vaccinata, che ha più probabilità di essere testata per il semplice motivo che non è stata vaccinata.

Ma mostra anche che ci sono stati 5.508 casi confermati tra la popolazione parzialmente vaccinata, e 16.810 casi tra la popolazione completamente vaccinata - due popolazioni che hanno meno probabilità di essere testate per essere state vaccinate.

Questo significa che tra il 28 agosto e il 3 settembre ci sono stati 22.318 casi tra la popolazione vaccinata - quasi 2.000 in più rispetto alla popolazione non vaccinata.


Lo stesso si può dire anche per la settimana dal 21 agosto al 27 agosto che ha visto 15.647 casi tra la popolazione non vaccinata e 22.234 casi tra la popolazione vaccinata, e lo stesso si può dire anche per le due settimane precedenti.

I dati mostrano che tra il 7 agosto 2021 e il 3 settembre 2021 ci sono stati 47.580 casi tra la popolazione non vaccinata, 21.020 casi tra la popolazione parzialmente vaccinata e 41.748 casi tra la popolazione completamente vaccinata. Ciò significa che ci sono stati 15.188 casi in più tra la popolazione vaccinata.

Quindi, ora che abbiamo chiarito che le iniezioni sperimentali di Covid-19 chiaramente non prevengono l'infezione o la diffusione del Covid-19, scopriamo se prevengono i ricoveri come sostengono le autorità.

Secondo la tabella 16 del rapporto tra il 28 agosto 2021 e il 3 settembre 2021 ci sono stati 36 ricoveri in ospedale legati al Covid-19 tra la popolazione over 60 non vaccinata, mentre ci sono stati 7 ricoveri sulla popolazione parzialmente vaccinata.

Tuttavia, ci sono stati 299 ricoveri tra la popolazione over 60 completamente vaccinata, e lo stesso modello può essere visto per le settimane precedenti fino al 7 agosto 2021.


Complessivamente per la settimana dal 28 agosto al 3 settembre 2021 ci sono stati 271 ricoveri tra l'intera popolazione non vaccinata ma 423 ricoveri tra la popolazione completamente vaccinata. Se ci basiamo su questi ricoveri avvenuti dopo i casi confermati della settimana precedente, possiamo calcolare il tasso di ospedalizzazione dei casi.

Nella settimana che inizia il 21 agosto ci sono stati 15.047 casi confermati tra la popolazione non vaccinata. Pertanto, sulla base delle cifre di 271 ricoveri non vaccinati nella settimana che inizia il 28 agosto, il tasso di ricovero è dell'1,7%. Tuttavia, quando effettuiamo lo stesso calcolo per i ricoveri della popolazione completamente vaccinata (423) e i casi (14.519) possiamo vedere che il tasso di ospedalizzazione è del 2,9%.

Pertanto, questo dimostra che le iniezioni di Covid-19 stanno aumentando il rischio di ospedalizzazione quando si è esposti al Covid-19 del 70% piuttosto che ridurre il rischio del 95% sostenuto dai produttori del vaccino e dalle autorità.

Quindi, ora che abbiamo chiarito che le iniezioni di Covid-19 aumentano il rischio di ospedalizzazione piuttosto che ridurlo, scopriamo se prevengono le morti come sostengono le autorità.

La tabella 17 del rapporto della Public Health Scotland mostra il numero di decessi avvenuti tramite lo stato di vaccinazione. Tuttavia, PHS è stato molto intelligente nel modo in cui hanno presentato il numero di morti. Perché piuttosto che presentarli settimana per settimana come hanno fatto con il numero di casi e ricoveri, hanno invece incluso i decessi fino al 29 dicembre.

Questo significa che stanno includendo i decessi dal culmine della presunta seconda ondata di Covid-19, quando solo il 9% della popolazione aveva ricevuto una singola dose, e solo lo 0,1% dell'intera popolazione era completamente vaccinata. Pertanto, PHS cerca molto subdolamente di dare l'impressione che la maggior parte dei decessi da Covid-19 si stanno verificando tra la popolazione non vaccinata.


La tabella qui sopra è tratta dal rapporto rilasciato da Public Health Scotland il 18 agosto 2021 e mostra i decessi dovuti al Covid-19 per stato di vaccinazione tra il 29 dicembre 2020 e il 5 agosto 2021. Come si può vedere, chiunque legga il rapporto avrebbe l'impressione che i vaccini stiano facendo un lavoro fantastico nel prevenire i decessi dovuti al Covid-19.

Ma, passando al rapporto più recente, si scopre nella tabella 17 che ci sono stati 3.102 morti tra la popolazione non vaccinata, 279 morti tra la popolazione parzialmente vaccinata e 298 morti tra la popolazione completamente vaccinata tra il 29 dicembre e il 26 agosto 2021.


Pertanto, il vero numero di morti per stato di vaccinazione tra il 5 agosto 2021 e il 26 agosto 2021 è il seguente

    Popolazione non vaccinata - 25 morti
    Popolazione parzialmente vaccinata - 6 morti
    Popolazione completamente vaccinata - 92 morti

Questo significa che la popolazione non vaccinata ha rappresentato solo il 20% delle morti presunte di Covid-19 durante tutto il mese di agosto, mentre i completamente vaccinati ne hanno rappresentato il 75%. Ma accoppiando i decessi dei parzialmente vaccinati con quelli dei completamente vaccinati, si può vedere che per tutto agosto l'80% dei decessi è avvenuto tra la popolazione vaccinata.

Tuttavia questo rende difficile calcolare il tasso di mortalità, quindi per fare questo abbiamo bisogno di guardare quanti decessi si sono verificati nel rapporto della settimana precedente. Fino al 19 agosto ci sono stati 3.096 morti tra i non vaccinati, 277 morti tra i parzialmente vaccinati e 264 morti tra i completamente vaccinati.


Pertanto, il vero numero di morti per stato di vaccinazione tra il 19 agosto 2021 e il 26 agosto 2021 è il seguente

    Popolazione non vaccinata - 6 morti
    Popolazione parzialmente vaccinata - 2 morti
    Popolazione completamente vaccinata - 34 morti

Se basiamo questi decessi sul fatto che avvengono due settimane dopo il numero di casi confermati, allora possiamo calcolare il tasso di mortalità dei casi.

Nella settimana che inizia il 7 agosto ci sono stati 3.788 casi confermati tra la popolazione completamente vaccinata. Pertanto, sulla base delle cifre di 6 decessi non vaccinati nella settimana che inizia il 19 agosto, il tasso di mortalità è dello 0,15%. Tuttavia, quando effettuiamo lo stesso calcolo per i ricoveri della popolazione completamente vaccinata (34) e i casi (3.490) possiamo vedere che il tasso di ricovero è dell'1%.

Pertanto, questo dimostra che le iniezioni di Covid-19 stanno aumentando il rischio di morte in caso di esposizione al Covid-19 di un enorme 566% piuttosto che ridurre il rischio del 95%, come sostenuto dai produttori di vaccini e dalle autorità.

Ciò che è ancora più preoccupante è che il numero di casi confermati tra la popolazione completamente vaccinata è aumentato significativamente nella settimana più recente rispetto alle quattro settimane precedenti. Quindi il numero di ricoveri e di morti che potrebbero verificarsi nelle prossime settimane potrebbe essere sufficiente alle autorità per giustificare un altro blocco.

I dati mostrano chiaramente che i vaccini non prevengono l'infezione o la trasmissione, e mostrano chiaramente che stanno aumentando il rischio di ospedalizzazione e di morte piuttosto che ridurre il rischio.

https://theexpose.uk/


 
Links Correlati
· Inoltre Gran Bretagna
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Gran Bretagna:
LA MORTE DELLA PRINCIPESSA DEL GALLES, 10 ANNI DOPO


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Gran Bretagna: L'80% dei deceduti per Covid ad Agosto erano vaccinati" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.