Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Vaccini: Gli ultimi dati dall'Inghilterra dimostrano l'inefficacia dei vaccini Covid
Postato il 30/08/2021 di cdcnet

Gran Bretagna

Questo cambia tutte le carte in tavola.
Il governo britannico ha appena reso pubblici i seguenti dati, nascosti nel suo rapporto sulle varianti di preoccupazione:

“Meno di un terzo delle morti per la variante Delta sono in non vaccinati.”

Lasciatemelo dire in un altro modo: “due terzi delle morti per la variante Delta nel Regno Unito sono nei vaccinati.”




Per essere precisi:
Dal 1 febbraio al 2 agosto, il Regno Unito ha registrato 742 morti per la Delta (sì, la temuta Delta non ha preso poi così tante vite). Dei 742 morti, 402 erano completamente vaccinati. 79 avevano ricevuto una sola dose. Solo 253 erano non vaccinati.

Il rapporto è qui.

Ma questa è la pagina cruciale. Guardate la riga in fondo.

Ancora, 402 morti su 47.008 casi nei vaccinati; 253 morti su 151.054 casi nei non vaccinati. Se ti becchi la Covid dopo esserti vaccinato, secondo questi dati, hai molte più probabilità di morire che se non fossi vaccinato!

Ovviamente si deve tenere conto del fatto che sono soprattutto le persone anziane ad essere vaccinate, ma questo non cambia la linea di fondo: questo vaccino non è così efficace come pubblicizzato.

Con tutte le sue incognite e con un numero di segnalazioni avverse molto più alto di tutti gli altri vaccini messi insieme, una ricalibratura completa della politica globale è l’unica opzione morale.

I Paesi di tutto il mondo, man mano che passano i mesi dall’inizio delle vaccinazioni, stanno sperimentando un’impennata dei decessi e dei ricoveri dei vaccinati. Il 60% delle ospedalizzazioni in Israele riguardano pazienti completamente vaccinati. (Da qui la folle corsa ai richiami non testati).

Le autorità non vogliono ammettere che c’è qualcosa di terribilmente sbagliato. Non vogliono riconoscere dei fatti scientifici incontrovertibili, che le persone con immunità naturale, e i giovani e sani, non hanno alcun bisogno di correre dei rischi di queste iniezioni. Leggete questo pezzo molto importante sull’immunità naturale.

Studi affidabili che mostrano la superiorità dell’immunità naturale sono semplicemente ignorati da chi ci comanda.

Invece continuano a fare iniezioni su iniezioni. I passaporti vaccinali dovranno essere rinnovati ogni sei mesi. Alcuni Paesi stanno ordinando fino a 8 fiale di vaccino per abitante. Le mascherine non se andranno.

Israele, la prima nazione nazione per numero di vaccinati, è in isolamento.

Il rapporto ha fatto anche un’altra importante ammissione:

In altre parole, farsi vaccinare per proteggere gli altri non funziona!

Questo NON è un vaccino sterilizzante che blocca malattie come la polio o l’epatite usando il virus vivo [e attenuato]. Questo è solo per voi. Il che significa, come dicono da tempo esperti come Martin Kulldorff, biostatistico, epidemiologo e professore di medicina alla Harvard Medical School e Jay Bhattacharya, professore di medicina alla Stanford University e ricercatore associato al National Bureau of Economic Research, che non ha assolutamente senso vaccinare i giovani e i sani.

Abbiamo a che fare con un errore storico globale e, di fatto, con una vera e proria aggressione ai giovani di tutto il mondo.

Per essere chiari, non consiglio a nessuno di fare o meno il vaccino. Avrei potuto anche decidere di farmelo iniettare se fossi stato in una categoria a rischio o se avessi saputo che non avrei dovuto indossare una mascherina o fare il test dopo aver fatto una sola iniezione. La vostra decisione dovrebbe essere guidata da un parere medico, dal consenso informato e dalla vostra coscienza.

E dovreste chiedervi perché non c’è nessuna spiegazione per le centinaia di migliaia di donne che vanno incontro a modificazione del ciclo mestruale dopo l’iniezione o per il modo in cui questi vaccini vengono resi obbligatori proprio nello stesso momento in cui sono sotto inchiesta per rischi sconosciuti.

Quello che dirò categoricamente è che un giorno, in questa vita o nella prossima, dovrete dire come la pensavate sulla questione dell’imposizione di medicine per i sani senza consenso informato, sul dare copertura ai governi e consentire loro di mettere le mani sui bambini e toglirci tutto ciò che rende la vita degna di essere vissuta. Dov’eravate quando depredavano i bambini delle loro libertà? Dubito che ci sarà un grosso perdono da parte di quella generazione.

Ogni volta che qualcuno pubblica un meme che prende in giro l’esitazione vaccinale, non solo aliena gli esitanti e li radicalizza, ma, implicitamente, approva un nuovo stato di polizia in cui un governo liberale come dovrebbe essere quello australiano si sente autorizzato a spruzzare spray urticante in faccia ai bambini solo perchè non indossano una mascherina, quando è stato definitivamente dimostrato che questi strumenti non sono in grado di prevenire la trasmissione virale.

Per la miseria, ecco ciò che ammette anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità riguardo alle mascherine [qui, pag. 8]

Prove sull’effetto protettivo dell’uso della mascherina in ambiente di comunità

Al momento ci sono solo prove scientifiche limitate e incoerenti a sostegno dell’efficacia del mascheramento di persone persone sane in comunità per prevenire l’infezione da virus respiratori, compreso il SARS-CoV-2 (75). Un grande studio randomizzato a livello di comunità, in cui 4862 partecipanti sani erano stati suddivisi in un gruppo che indossava mascherine medico-chirurgiche e in un gruppo di controllo, non ha trovato alcuna differenza nell’infezione da SARS-CoV-2 (76). Una recente revisione sistematica ha trovato nove studi (di cui otto erano studi controllati randomizzati a gruppi, studi cioè dove erano stati randomizzati gruppi di persone invece che individui singoli) che confrontavano mascherine mediche/chirurgiche contro nessuna mascherina per prevenire la diffusione di malattie respiratorie virali. Due test erano su operatori sanitari e sette a livello di comunità. La revisione ha concluso che indossare una mascherina può fare poca o nessuna differenza nella prevenzione dell’influenza (ILI) (RR 0.99, 95% CI 0.82 to 1.18) o della malattia confermata in laboratorio (LCI) (RR 0,91, 95% CI 0,66-1,26) (44); il grado di certezza delle prove era basso per ILI, moderato per LCI.

I vaccini non porranno fine a queste misure, soprattutto nei Paesi con bassi tassi di vaccinazione. Non possono, a meno che questi governi non ammettano i loro enormi errori. La loro spinta ai richiami rende la cosa molto improbabile.

Infine, perché i media non riportano nemmeno i dati governativi? Perché devo dirle io queste cose?

Non ne ho idea, ma è veramente sinistro.

Chiedetevi perché i media non menzionano nemmeno il fatto che questo calciatore irlandese di 23 anni, in perfetta salute, aveva fatto il vaccino tre giorni prima di morire:

Una morte prematura davvero.
Che Dio abbia pietà.

Chris Waldburger

Fonte: chriswaldburger.substack.com
Link: https://chriswaldburger.substack.com/
21.08.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org


 
Links Correlati
· Inoltre Gran Bretagna
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Gran Bretagna:
LA MORTE DELLA PRINCIPESSA DEL GALLES, 10 ANNI DOPO


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Gli ultimi dati dall'Inghilterra dimostrano l'inefficacia dei vaccini Covid" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.