Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Vaccini: Saluti dalla Germania della Nuova Normalita'
Postato il 01/06/2021 di cdcnet

Germania

Il 1° aprile 1933, poco dopo la nomina di Hitler a cancelliere, in Germania i nazisti avevano organizzato un boicottaggio delle attività commerciali ebraiche. I membri delle truppe d’assalto (“die Sturmabteilung” o “reparti d’assalto,” come preferisco chiamarli) stazionavano all’esterno dei negozi di proprietà degli Ebrei con cartelli a caratteri gotici che recitavano “Tedeschi! Difendetevi! Non comprate dagli Ebrei!"




Il boicottaggio era stato un disastro totale, la maggior parte dei Tedeschi lo aveva ignorato e aveva continuato la propria vita normale, ma era stato l’inizio della persecuzione ufficiale degli Ebrei e del totalitarismo nella Germania nazista.

La settimana scorsa, qui, nella Germania “Nuova Normale,” il governo (che, va da sé, non ha alcuna somiglianza con il regime nazista o qualsiasi altro regime totalitario) ha inaugurato un sistema di segregazione sociale che vieta a chiunque si rifiuti di conformarsi pubblicamente all’ideologia ufficiale “Nuova Normale” di partecipare alla società tedesca. D’ora in poi, solo coloro in possesso di un “pass vaccinale” ufficiale o della prova di un test PCR negativo saranno autorizzati a sedersi e a mangiare al ristorante, a fare acquisti in negozi “non essenziali,” ad andare al bar, al cinema, ovunque.

Ecco un avviso dal sito web del Prater, una popolare birreria di Berlino:

Naturalmente, non è assolutamente possibile fare alcun paragone tra questi due eventi o tra la Germania nazista e la Germania “Nuova Normale,” né vorrei mai insinuare la fattibilità di un simile confronto. Questo nella Germania “Nuova Normale” sarebbe illegale, proprio come lo sarebbe “relativizzare l’Olocausto,” per non parlare di essere “antidemocratici e/o delegittimare lo stato in modo da metterne in pericolo la sicurezza” o altro. Inoltre, fuori dai negozi e dai ristoranti non ci sono energumeni con cartelli che recitano “Tedeschi! Difendetevi! Non vendete ai non vaccinati e ai non testati!” È solo che ora è illegale farlo, cioè vendere qualcosa a quelli come noi, sistematicamente stigmatizzati come “negazionisti Covid” dai media e dal governo solo perché non ci convertiamo alla nuova ideologia ufficiale e non acconsentiamo ad essere “vaccinati” o “testati.”

Nella Germania “Nuova Normale” è anche illegale protestare contro la nuova ideologia ufficiale. Ok, penso che probabilmente dovrei riformulare la frase. Certamente non voglio disinformare nessuno. Protestare contro la “Nuova Normalità” non è illegale di per sé. Si può tranquillamente richiedere un permesso per organizzare una manifestazione contro le “restrizioni Covid,” a condizione che tutti i partecipanti alla protesta indossino una mascherina sanitaria N95 e mantengano una distanza di 1,5 metri da ogni altro manifestante, ovviamente munito di mascherina sanitaria… che è un po’ come permettere una protesta antirazzista a patto che i manifestanti indossino tutti abiti del Ku Klux Klan ed eseguano un karaoke coreografato cantando Sweet Home Alabama dei Lynyrd Skynyrd.

Chi dice che i Tedeschi non hanno il senso dell’umorismo?

Non voglio dire che i Tedeschi siano i soli. Non c’è nulla di intrinsecamente totalitario o fascista o roboticamente autoritario e iperconformista nei Tedeschi, intesi come popolo. Il fatto che, l’anno scorso, quando era stata introdotta la “Nuova Normalità,” la stragrande maggioranza dei Tedeschi avesse battuto i tacchi e avesse ottusamente iniziato ad eseguire gli ordini, proprio come nella Germania nazista, non significa che tutti i Tedeschi siano fascisti per natura. La maggior parte degli Americani ha fatto la stessa cosa. Anche gli Inglesi, gli Australiani, gli Spagnoli, i Francesi, i Canadesi e l’elenco è ancora lungo. È solo che, beh, si dà il caso che io viva qui, quindi ho visto, da vicino e personalmente, la Germania trasformarsi nella “Nuova Germania Normale” e questo mi ha fatto decisamente impressione.

La facilità con cui le autorità tedesche avevano implementato la nuova ideologia ufficiale e con quanto fanatismo era stata condivisa dalla maggioranza dei Tedeschi, era stato una sorta di shock. Avevo ingenuamente creduto che, alla luce della loro storia, i Tedeschi sarebbero stati tra i primi a riconoscere un nascente movimento totalitario basato su alcune grandi bugie da manuale goebbelsiano (le statistiche manipolate dei “casi” e dei “morti” da Covid) e che avrebbero resistito in massa o che almeno avrebbero riflettuto e messo in discussione le bugie che i loro leader stavano istericamente sbraitando contro di loro.

Non avrei potuto sbagliarmi di più.

Eccoci qui, più di un anno dopo, con camerieri e commessi che “controllano i documenti” per imporre il rispetto della nuova ideologia ufficiale. (E, sì, la “Nuova Normalità” è un’ideologia ufficiale. Quando si toglie l’illusione di una piaga apocalittica, non c’è altra descrizione).

Persone perfettamente sane e munite di mascherina sanitaria si mettono in fila per la strada per essere “vaccinate” in via sperimentale. Negozi e ristoranti chiusi al pubblico vengono convertiti in “ambulatori per i test PCR.” Il governo sta discutendo la “vaccinazione” obbligatoria per i bambini dell’asilo. Squadre di sicari arrestano ottuagenari rei di aver fatto un picnic sul marciapiede senza permesso. E così via. A questo punto, me ne sto qui seduto ad aspettare la notizia che si stanno allestendo “campi di disinfezione” di massa per risolvere la “questione dei non vaccinati.”

Ops… ci risiamo, “sto relativizzando l’Olocausto.” Devo veramente smettere di farlo. I Tedeschi prendono queste cose molto seriamente, specialmente con Israele sotto l’incessante attacco da parte di tutta quella gente disperata e impoverita che ha chiuso dentro un enorme ghetto murato e che sta sterminando per autodifesa.

Ma, seriamente, non c’è alcuna somiglianza tra la Germania nazista e la Germania “Nuova Normale.” Certo, entrambi i sistemi avevano sospeso la costituzione, dichiarato uno “stato di emergenza” nazionale che permetteva al governo di legiferare per decreto, inondato le masse con propaganda demenziale e “fatti scientifici” manipolati, messo fuori legge le proteste, criminalizzato il dissenso, implementata una varietà di riti e di simboli pubblici e un sistema di segregazione sociale per imporre l’adeguamento alle ideologie ufficiali e demonizzato chiunque si rifiutasse di conformarsi … ma, a parte questo, non c’è alcuna somiglianza e chiunque suggerisca il contrario è un pericoloso estremista socio-deviante che probabilmente ha bisogno di essere messo in quarantena da qualche parte o forse trattato in qualche altro modo “speciale.”

In più, le due ideologie sono completamente diverse. Una era una fanatica ideologia totalitaria basata su un’immaginaria superiorità razziale e l’altra è una fanatica ideologia totalitaria basata su un’immaginaria “piaga apocalittica“… quindi di che diavolo sto parlando? Per di più, niente svastiche, giusto? Niente svastiche, niente totalitarismo! E nessuno sta uccidendo in massa gli Ebrei, che io sappia, e questa è la cosa più importante, dopo tutto!

Quindi, non importa. Ignorate tutte le cose folli che vi ho appena detto sulla Germania “Nuova Normale.” Non preoccupatevi nemmeno della “Nuova Normale” America. O della “Nuova Normale” Gran Bretagna. O della “Nuova Normalità” ovunque. Fatevi “vaccinare” in modo sperimentale. “Vaccinate” sperimentalmente anche i vostri figli. Dimostrate la vostra fedeltà al Reich… scusate, volevo dire al capitalismo globale. Ignorate le segnalazioni di persone che muoiono e soffrono di orribili effetti avversi. Indossate la vostra mascherina. Indossatela sempre. Dio solo sa quali altri virus ci sono là fuori, che aspettano solo di contaminare i vostri fluidi corporei e causarvi una malattia simile all’influenza o di abbattervi nel fiore dei vostri settanta o ottant’anni… e, Gesù, avevo quasi dimenticato il “long Covid.” Questo, di per sé, è certamente sufficiente a giustificare una radicale ristrutturazione della società in modo da farla assomigliare ad un parco a tema ospedaliero di lusso, gestito da sorridenti fascisti paranoici in fantasiose tute Hazmat firmate.

Oh, e tenete in ordine i vostri “documenti di vaccinazione.” Non si sa mai quando dovrete mostrarli a qualche funzionario all’aeroporto o in un negozio o al ristorante o al vostro capo o al vostro padrone di casa o alla polizia o alla vostra banca o al vostro Internet Provider o al vostro appuntamento su Tinder… o a qualche altra figura autoritaria “Nuova Normale.” Voglio dire, non vorrete mica essere scambiati per un “negazionista Covid” o un “anti-vax” o un “teorico della cospirazione” o per qualche altro tipo di deviante ideologico ed essere banditi dalla società, vero?

CJ Hopkins

Fonte: consentfactory.org
Link: https://consentfactory.org/
24.05.2021

 
Links Correlati
· Inoltre Germania
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Germania:
LA SCIA DI MENZOGNE DI UN GRANDE CACCIATORE DI NAZISTI


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Saluti dalla Germania della Nuova Normalita'" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.