Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Quando il potere corporativo e' il tuo vero governo, i media corporativi sono i media statali
Postato il 04/08/2020 di cdcnet

Propaganda

Nel sistema corporativo americano, dove le élite benestanti controllano il governo eletto attraverso i lobbisti, i media corporativi sono media statali, che promuovono narrazioni che aiutano a mantenere lo status quo approvato dalle corporazioni.



L'altro giorno il New York Times ha  pubblicato un articolo sorprendentemente orribile intitolato "L'America Latina sta affrontando un" declino della democrazia "sotto la pandemia" accusando governi come il Venezuela e il Nicaragua di sfruttare Covid-19 per reprimere l'opposizione e opprimere la democrazia.

L'articolo trae la fonte delle sue affermazioni propagandistiche spericolate da molteplici operazioni di gestione narrativa finanziate dal governo degli Stati Uniti come il Wilson Center  e il Freedom House sponsorizzato  dal National Endowment for  Democracy , il  Carnegie Endowment for International Peace finanziato ampiamente dai plutocrati e l'Accademia navale degli Stati Uniti.

Il gioiello della corona di questo pezzo di stenografia del Dipartimento di Stato recita come segue:

"In aggiunta a queste sfide, la democrazia in America Latina ha perso anche un campione negli Stati Uniti, che aveva svolto un ruolo importante nel promuovere la democrazia dopo la fine della Guerra Fredda finanziando programmi di buon governo e impedendo abusi autoritari".

Il fatto che il quotidiano americano più apprezzato si senta perfettamente a suo agio nel dirti in faccia una bugia così spettacolare sul governo degli Stati Uniti ti dice tutto ciò che devi sapere su cosa sono realmente i mass media in America e cosa fanno.

Gli Stati Uniti non sono mai stati in nessun momento un campione di democrazia in America Latina, prima o dopo la guerra fredda. Si è intervenuto centinaia di volte negli affari del continente nel corso della storia, con tutto dal colonialismo corporativo assassino ai cambi sanguinosi di regime della CIA a operazioni militari di invasione. Sta attualmente cercando di orchestrare un colpo di stato in Venezuela dopo  aver fallito la fase uno durante l'amministrazione Bush, sta spingendo il cambio di regime  in Nicaragua e lo stesso New York Times  ha  ammesso quest'anno che era sbagliato promuovere la falsa narrativa del governo americano  di intrallazzi elettorali nella corsa presidenziale della Bolivia l'anno scorso, una narrazione che ha  facilitato  un sanguinoso colpo di stato fascista .

Questa è propaganda. Non ci sono altre parole per questo. Eppure l'unica volta in cui politici e giornalisti occidentali usano quella parola è per parlare di nazioni come la Russia e la Cina.

Perché la propaganda è usata in una democrazia apparentemente libera con media apparentemente liberi? Perché i suoi organi di informazione sono così coerentemente in linea con tutti gli obiettivi di politica estera delle agenzie governative statunitensi, non importa quanto distruttivi e imperdonabili? Se i media e il governo sono due istituzioni separate, perché funzionano così coerentemente come se non fossero separate?

Bene, è facile. È perché non sono separati. L'unica cosa che impedisce di vederlo è il fatto che il vero governo americano non si trova dove la gente pensa che sia.

In un sistema di governo corporativo, in cui non viene tracciata una linea netta tra potere corporativo/finanziario e potere statale, i media corporativi sono media statali. Dal momento che la corruzione è legale nel sistema politico  americano  sotto forma di pressioni corporative e campagne di donazioni, il governo eletto in America è controllato da élite facoltose che hanno soldi da bruciare e che traggono beneficio dal mantenimento di uno specifico accordo sullo status quo.

Il fatto che questa stessa classe plutocratica  possieda anche i media americani, che ora è così consolidata da essere quasi interamente gestita da sole sei società, significa che anche le persone che guidano il governo gestiscono i media. Ciò consente ai veri sovrani americani di creare un sistema che promuove narrazioni favorevoli al loro status quo desiderato.

Ciò significa che gli Stati Uniti hanno una propaganda di stato. Semplicemente non la chiamano così.

Spoglia il falso spettacolo di burattini a due mani della politica elettorale degli Stati Uniti e guarda come il potere si muove effettivamente in quel paese, e vedi solo un altro regime tirannico che fa propaganda verso i suoi cittadini, colpisce brutalmente i manifestanti, mantiene deliberatamente impoverita la sua popolazione così non possa essere  abbastanza potente da cambiare le cose e attaccano qualsiasi nazione che osa disobbedire ai suoi dettami.

Sotto il sottile strato di una sovrapposizione narrativa di libertà e democrazia, gli Stati Uniti sono solo un altro impero dispotico e assetato di sangue. Non è meglio di nessuno degli altri imperi dispotici e assetati di sangue nel corso della storia. Ha solo buone relazioni pubbliche.

I plutocrati non solo esercitano il controllo sui media e sulla politica americana, ma formano anche alleanze con le agenzie governative segrete i cui operatori rimangono semre tra gli andirivieni del governo eletto ufficiale. Ne vediamo esempi nel modo in cui i plutocrati tecnologici new-money come  Jeff Bezos ,  Peter Thiel  e  Pierre Omidyar  hanno relazioni dirette con la CIA e i suoi delegati.

Vediamo anche nell'operazione di ricatto sessuale che è stata facilitata dal compianto Jeffrey Epstein in relazione con il miliardario Leslie Wexner e l'intelligence israeliana , insieme potenzialmente all' FBI  e / o altre agenzie segrete degli Stati Uniti. Oggi Internet è in  fermento  mentre i documenti giudiziari di recente non sigillati   relativi a Epstein e al  suo cospiratore Ghislaine Maxwell rivelano testimonianze riguardanti il  ​​traffico di minori, con nomi di alto profilo che appaiono nei documenti come Alan Dershowitz, Bill Clinton  e  Prince Andrew .

La finestra di Overton sul discorso politico accettabile è stata  ridotta in un così ristretto spettro di dibattiti che parlare di fatti ben noti e ampiamente documentati che riguardano la vera natura del governo e dei media americani ti farà congedare dietro risate a crepapelle come teorico della cospirazione, che è esso stesso un sintomo di stretto controllo narrativo da parte di una classe dominante che preferisce di gran lunga che gli americani pensino di vivere in una democrazia libera in cui controllano il governo con i loro voti.

Ai vecchi tempi eri in grado di dire chi erano i tuoi sovrani perché si sedevano sui troni e indossavano corone d'oro e ti facevano inchinare davanti a loro. La coscienza umana alla fine si è evoluta oltre l'accettabilità di tali sfacciate indignazioni, quindi è diventato necessario per i governanti assumere un ruolo di sottofondo mentre i cittadini applaudono e fanno il tifo per lo spettacolo illusorio di marionette della politica elettorale.

Ma i re sono ancora tra noi, crudeli e tirannici come sempre. Hanno appena capito come mascherare la loro tirannia dietro la facciata della libertà.

Ma il 2020 è stato un anno di rivelazioni, una tendenza che sembra continuare ad accelerare . La verità non può rimanere nascosta per sempre.


Source: Caitlin Johnstone


 
Links Correlati
· Inoltre Propaganda
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Propaganda:
MILOSEVIC: 15 DOMANDE (E RISPOSTE) PER I MEDIA


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Quando il potere corporativo e' il tuo vero governo, i media corporativi sono i media statali" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.