Home  ·  Downloads  ·  Login  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
10 COSE IN CUI LA VITA IN RUSSIA E' MEGLIO CHE IN AMERICA
Postato il 07/01/2018 di cdcnet

Russia

È passato esattamente un anno da quando sono tornato in Russia.

Una delle domande che mi vengono poste di più dai russi e dagli stranieri è se mi piace vivere qui o se sono deluso. La mia risposta è che rientra nella mia “gamma di aspettative”.



Mi piace pensare che questo dipenda dal fatto che la mia percezione della Russia pre-2017 sia stata ragionevolmente accurata, e considerando che bloggavo fino al 2014 come “il russofilo” su argomenti russi, questo è praticamente un riconoscimento. Secondo la mia esperienza, la tipica risposta degli stranieri e degli espatriati in visita in Russia è di piacevole sorpresa, cosa di cui non c’è da meravigliarsi dato che per quanto concerne i media occidentali la Russia potrebbe anche essere “una Guinea equatoriale con degli hacker”. Tuttavia, la cosa non mi ha particolarmente sorpreso.

Ci sono aree in cui la Russia brilla ed altre in cui no (ho appena pubblicato sui “10 aspetti in cui la vita in America è migliore che in Russiaa).

In primo luogo, i punti positivi: dove la Russia si comporta meglio degli Stati Uniti.

1. Tutto è così economico

Non ho la minima idea di come Mosca abbia acquisito la sua reputazione di una delle città più costose del mondo. Probabilmente da idioti o intellettuali abbastanza stupidi da comprare bottiglie d’acqua da 5 dollari all’aeroporto di Šeremét’evo prima di prendere uno dei cupi e costosi taxi caucasici per andare nei propri hotel a cinque stelle nel centro di Mosca.

In realtà, cibo, affitto, servizi pubblici, proprietà, alberghi, viaggi, ristoranti, musei, trasporti, assistenza sanitaria ed istruzione sono tutti molto più economici  che nelle principali città americane.

Gli alimenti di base – carboidrati, carne, uova, verdure, pesce, la maggior parte dell’alcool – sono tutti circa due volte più economici. I tagli di tacchino disossati e senza pelle costano meno di 300 rubli ($5) al chilo nel mio mercato locale, gestito da armeni. Il salmone selvatico, a 500 rubli ($9) / kg, è meno costoso del salmone d’allevamento proveniente dalla Norvegia, anche se, in un’altra delle strane inversioni russe, il salmone d’allevamento è più prestigioso, a differenza che in Occidente. È più facile elencare le eccezioni costose. La vodka è ancora un po’ più economica rispetto agli Stati Uniti, ma solo di una volta e mezzo, quindici anni fa era di 10 volte.

Il Big Mac, un classico elemento di confronto dei prezzi internazionali, costa 130 rubli nella periferia di Mosca, che è due volte più economico che in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Una relazione simile vale anche per ristoranti più sofisticati, almeno dopo essersi adattati al requisito americano di pagare mance.

Per ovvi motivi, tutto ciò che viene importato è simile ai prezzi USA/UE. Per quanto mi riguarda, solo salsa Tabasco ed alcune spezie indiane. I prezzi sono paragonabili anche per i vini russi di produzione nazionale, la cui qualità è di molto migliorata anche nell’anno in cui sono stato qui, aiutato dalle sanzioni e dalla mia domanda personale. Probabilmente l’unico oggetto che mi manca di più a causa delle sanzioni è il formaggio feta; c’è un equivalente est europeo chiamato brynza, ma non è realmente paragonabile. Altrimenti, i produttori locali hanno sviluppato alternative competitive a molti formaggi popolari dell’Europa occidentale, almeno nella misura in cui io, non intenditore, sono in grado di distinguerli dalle importazioni europee (i formaggi locali a pasta blu ho trovato essere particolarmente buoni). A meno di non poter davvero fare a meno del tuo piccolo Gorgonzolala, della tua piccola Groviera e del tuo particolare prosciutto, dovresti star bene qui.

Proprietà ed affitto sono entrambi tre volte meno costosi rispetto a locali paragonabili a Londra. Tuttavia, in uno dei pochi aspetti positivi delle privatizzazioni post-sovietiche, quasi il 90% dei russi possiede la propria casa.

La maggior parte delle utility sono così economiche che potrebbero anche essere gratuite. Nell’ultimo anno ho pagato $8 (500R) al mese per 72Mbps Internet contro $80 per download a 15Mbps ed upload a 5Mbps con Comcast in California, e $45 per download a 10Mbps ed upload a 0,5Mbps (!) a Londra. Numeri simili con piani flessibili, e, cosa ancor migliore, a differenza degli Stati Uniti non ci sono contratti pluriennali da cui è quasi impossibili uscire. In ambo i casi, i prezzi russi sono frenati da una forte concorrenza, mentre negli USA molti ISP hanno di fatto dei monopòli su una particolare regione. Ciò potrebbe sorprendere alcuni, ma le infrastrutture di informazione russe sono in gran parte più moderne di quelle americane – i trasferimenti di denaro in un solo click via Sberbank, ad esempio, sono standard da tempo, mentre solo pochi mesi fa ho ricevuto una mail da Wells Fargo che annunciava la cosa come una nuova funzionalità.

Il trasporto su strada e su rotaia è di circa 5 volte più economico. Un viaggio in treno di 100 km da Mosca a Kolomna o Volokolamsk su un elektrichka costa non più di $5 (300R); nel Regno Unito, un viaggio simile da Londra a Portsmouth costa almeno £25. Per un Sapsan ad alta velocità  da Mosca a San Pietroburgo, ho pagato circa $75, anche se avrei potuto raggiungerla con $25 in classe platskart. Al contrario, il mio viaggio di andata e ritorno americano mi è  costato 700$ con Amtrak – e ho seguìto l’intero percorso (qualcosa per cui non ho più la resistenza). A San Pietroburgo c’erano molti hotel a tre stelle nel centro che offrivano alloggi a partire da $50 a notte; un luogo simile a Washington D.C. mi sarebbe costato almeno $200 a notte.

Non è esattamente un segreto che il costo astronomico della sanità americana e dell’istruzione superiore sia una cosa assurda. Endoscopie da $4.500 sono un tipo di cose molto #OnlylnAmerica, anche utilizzando l’assistenza sanitaria privata in Russia. Uno dei miei conoscenti ha fatto un anno di master in Relazioni Internazionali alla LSE, che costava $50.000; un anno di dottorato che puoi fare presso un’istituzione dell’Accademia delle scienze può costare anche $1.000, se non essere completamente gratuito. I veterinari sono anche molto più economici. Per esempio, un altro conoscente ha trovato un cucciolo randagio diversi mesi fa, che richiedeva un complesso lavoro spinale per fissarne le zampe posteriori; costo del lavoro $200.

Il rovescio della medaglia è che, naturalmente, gli stipendi russi sono 4-5 volte inferiori rispetto agli Stati Uniti. Adeguandosi a prezzi due volte più bassi, il russo medio vive 2 volte peggio dell’americano, e questo divario è molto più ampio per i professionisti del settore sanitario ed i ricercatori. Ad esempio, mentre $10.000 al mese sono comuni per gli anestesisti americani, il suo equivalente russo sarebbe fortunato a portare a casa $1.000.

D’altra parte, questo è un paradiso per chiunque guadagni in dollari.

2. Cibo migliore

Una delle possibili cause del massiccio aumento dell’obesità americana nella passata generazione è che i nutrienti delle calorie delle colture americane sono crollati a causa dell’agricoltura commercializzata e dell’infiltrazione di mais e soia in ogni categoria immaginabile di alimenti. La Russia è solo , all’inizio di questo processo quindi il cibo che puoi comprare nei mercati locali qui tende ad essere biologico e nutrito con foraggio di default – e senza il markup associato che si ha in Occidente.

Parlando dei mercati locali, anche se è molto diminuito rispetto agli anni ’90 ed al periodo sovietico, ogni tanto si incontra ancora un commerciante disposto a barattare e contrattare. Anche se richiede molto tempo, direi che è anche più “autentico” per l’esperienza umana; la contrattazione nei mercati locali è stata a lungo parte integrante della vita post-agricola, e forse molti moderni lo rimpiangono, come attesta l’inclusione di questo meccanismo in quasi tutti i videogiochi di ruolo.

Oltre ad essere più sani, molti cibi comuni sono semplicemente “migliori” dei loro equivalenti occidentali. Forse i due esempi più eclatanti sono i cetrioli e i cocomeri. I cetrioli più comuni (e meno costosi) sono piccoli e pungenti, molto meno acquosi di quelli lunghi e lisci che si possono incontrare in un supermercato standard americano o britannico. I cocomeri della regione del Caspio sono più grandi e più dolci delle sfere tipiche dell’Occidente.

La cucina russa non ha la reputazione di essere esattamente una salutare. Ma in realtà dipende dalla zona. Come i francesi, in Russia c’è una cultura di mangiare gli animali “dalla testa alla coda”, quindi è facile trovare nei mercati carni di organi ed ossa per fare il brodo. Vorrei anche notare la popolarità degli aspic, qui noti come kholodets; è un cibo paleo/chetogenico al massimo. A mio parere, la Russia ha anche alcune delle migliori zuppe al mondo – la mia preferita è quella di acetosa. Tutto ciò si manifesta nei girovita: non c’è quasi nessuna giovane donna obesa.

In alcune categorie, la varietà offerta è al di sotto di quella che ci si può aspettare in Occidente – formaggi, spezie e vini in particolare. In altri, è superiore – vengono in mente i sottaceti, sia in termini di varietà che di qualità (i sottaceti in Russia sono genuinamente fermentati, invece di essere immersi nell’aceto). Anche se vivoa in una zona “proletaria” di Mosca, il mio negozio di tè ha una trentina di tè cinesi in vendita, alcuni dei quali molto rari, ma tutti a prezzi ragionevoli. A Londra, probabilmente si dovrebbe andare in un posto come il venerabile Algerian Coffee Store per trovare una simile collezione di tè cinese.

3. Servizio migliore

Sì, avete letto bene. I commessi ed i camerieri tendono ad essere altrettanto, se non più, cortesi rispetto ai loro equivalenti statunitensi. Al contrario dell’ esperienza di Matt Forney nell’Europa dell’Est, trovo che lo stereotipo del cupo servizio dell’Homo Sovieticus sia antiquato come la falce e il martello. E questo non riguarda solo Mosca. Le città regionali della Russia hanno anche riscoperto che la stantia stolovaya sovietica era stata preceduta dal service à la russe dell’epoca zarista.

Una parziale eccezione: i ristoranti georgiani, specialmente quelli con un lungo pedigree di presunta “eccellenza”. La mia teoria è che nell’URSS la cucina georgiana era considerata la cucina più esotica accessibile, almeno per chi non era dell’alta nomenklatura, così quegli stabilimenti hanno continuato ad essere pompati dal popolo sovietico, che aveva requisiti meno esigenti. Dal momento che le persone con mentalità sovietica andavano principalmente nei ristoranti per mostrare quanto fossero ricche, invece di divertirsi e basta, in quei luoghi si tende ad ottenere molto meno divertimento in cambio di rubli.

La varietà di ristoranti tra cui scegliere è quasi quella delle grandi metropoli occidentali. Non essendoci molti cinesi o indiani questi due tipi di ristorazioni non sono confrontabili, qui sono sostituiti dalla cucina centroasiatica e caucasica. Non sono un fan di quest’ultima: la cucina georgiana è troppo pretenziosa, quella daghestana/cecena è forse la più primitiva del pianeta – il loro piatto forte è pasta e carne bollite in acqua, una roba “decente” ma che non fa impazzire. Ho tuttavia acquisito notevole rispetto per il cibo uzbeko (raccomando la catena Uryuk ).

Il centro di Mosca è stato trasformato in un paradiso liberal, quindi non c’è carenza di cucine, dalle catene in stile americano, ma con birre artigianali ed hamburger di foglie di lattuga (no, davvero), ai pho bar vietnamiti (apprezzo soprattutto la catena Viet Cafe ).

Infine, a differenza della maggior parte dell’Europa, Mosca è una città aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7, come l’America. La maggior parte di supermercati e ristoranti sono aperti fino a tarda notte o anche h24. La vita qui è conveniente. Unica restrizione importante: i negozi non possono vendere bevande dopo le 23.

4. Trasporto pubblico

Mosca, San Pietroburgo e tutte le città con circa un milione di persone dispongono di sistemi metropolitani ben sviluppati. Negli Stati Uniti il concetto di “trasporto pubblico” – a parte costa nord-est, Bay Area e Seattle – è praticamente inesistente.

In tutta onestà, la metropolitana di Mosca chiude all’1:00 (quella di San Pietroburgo alle 12:00), mentre quella di New York funziona tutto il giorno – seppur con frequenti interruzioni. Tuttavia, la reputazione di Mosca di avere il sistema di metropolitana più esteticamente bello del mondo è meritata, anche se ho un debole per le piattaforme in legno vecchio stile di Chicago e le grotte di cemento simil-bunker di Washington D.C.

Un problema ai vecchi tempi era che le stazioni della metro di Mosca erano molto distanti, specialmente quando si usciva in periferia. Ma questo non è più rilevante con la rivoluzione del ride-sharing. Ora è facile ottenere un Uber (o più spesso un taxi Yandex) a buon mercato in qualsiasi parte della capitale.

5. Ancora riconoscibilmente europea

Molti russi si lamentano dell’inondazione dei Gastarbeiters dell’Asia centrale. Tuttavia, anche Mosca – che rimane slava per circa l’85%, anche arrotondando ai residenti non ufficiali – sembra una vera Whitopia dopo aver passato del tempo in California, a maggioranza latina, o a Londonistan. Inoltre, uzbeki e tagiki sono di gran lunga preferibili a molte minoranze che ci sono in Occidente, tipo gli afroamericani con i loro assurdi tassi di criminalità, o il mare di niqāb neri che si incontrano in molte zone di Londra.

Nel frattempo, vaste aree della Russia provinciale – tra cui il suo cuore centrale demografico – sono slavi come il Gruppo di Visegrád. Sebbene anche loro abbiano i propri problemi piuttosto gravi, come povertà, corruzione ed     alcolismo. Se apprezzi la qualità di essere tra i tuoi, allora la Russia fa meglio di praticamente qualsiasi altro paese bianco al di fuori di Polonia, Repubblica Ceca e Paesi Baltici. Mosca è l’ultima ed unica  megalopoli al mondo in cui gli europei rimangono una solida maggioranza.

Non so se questo durerà. Anche tutte le principali fazioni politiche della Germania degli anni ’60 si aspettavano che i loro Gastarbeiters finissero per tornare a casa – non è andata così. E c’è ancora un gruppo “pro-tolleranza”, demograficamente minuscolo ma comunque ideologicamente distinto e dall’alto QI, nonché vari personaggi “anti-razzisti” che fanno propaganda per gli open borders. Ed hanno un pubblico  pronto tra gli yuppies di Mosca dai capelli blu. Do loro 15 anni.

6. I paesaggi

Circa il 50% dei moscoviti, compresa gente non molto ricca, possiede una dacia fuori città. Questo è molto più raro negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale, dove solo la classe medio-alta ha di queste opportunità.

Personalmente non mi attraggono molto – internet è troppo lento e ci sono troppi insetti pungenti – ma ad altri può piacere.

7. Libertà

Questo potrebbe sorprendere chi associa la Russia a cumuli di burocrazia: non solo ce n’è poca, ci sono anche un buon numero di settorit con poche o nessuna regolamentazione.

Ottenere pressoché qualsiasi medicinale è una semplice questione di andare in farmacia e controllare se ce l’hanno in magazzino; in caso contrario, di solito possono ordinarlo. Mentre negli Stati Uniti si ha bisogno di prescrizioni mediche anche per i farmaci più elementari, in Russia questa è l’eccezione, non la regola. Inoltre di solito sono generici e costano molto meno dei loro equivalenti americani, sebbene ci siano molte più contraffazioni. Ad esempio, per le lenti a contatto, basta dare le specifiche e te le ordinano; non sono richiesti esami della vista. Anche configurare un account di trading è molto più semplice. Invece di compilare innumerevoli moduli promettendo che sì, hai effettivamente 5 anni di esperienza intima con obbligazioni di debito collateralizzato, in Russia basta pagare. Se hai i soldi, sei a posto.

In effetti, con la notevole eccezione del diritto alle armi, in Russia c’è molto meno lo “stato babysitter” e più quello che i conservatori americani chiamano “responsabilità personale”.

La Russia è uno dei grandi paradisi del mondo per i pirati informatici. Nessun fornitore di servizi internet ti invierà mai lettere di cessazione o desistenza per aver scaricato Game of Thrones via torrent. È teoricamente possibile, ma il numero di tali casi si contano sulle dita di una mano (si sono tuttavia presi provvedimenti sulla pirateria aziendale, che ora è molto meno diffusa di quanto non lo fosse nel 2010). Non sorprende quindi che i maggiori depositi mondiali di libri ed articoli scientifici piratati siano imprese russe. Le uniche cose che la maggior parte dei russi non piratano in modo massivo sono i videogiochi. I prezzi di Steam sono 3-4 volte più bassi nella regione dell’Eurasia, rendendo le offerte di GabeN ancor più abbondanti.

Questo mondo a ruota libera, un’eredità degli anni ’90 – un paradiso per gli intelligenti ed i lungimiranti, un potenziale inferno per i più noiosi e poco tendenti al futuro (ho conoscenza di seconda mano di gente che ha perso i propria appartamenti giocando sulla speculazione valutaria) – sta lentamente ma costantemente subendo vincoli da sempre più leggi e regolamenti. Non è più il mondo della vecchia Russia, con le illimitate possibilità di parcheggio ed i parchi giochi non ancora spogliati da tomi di norme su salute e sicurezza. Cosa più preoccupante, mentre il web russo era genuinamente libero appena mezzo decennio fa, si sta verificando una censura esponenziale. Anche così, almeno per ora, molti aspetti della vita sono sorprendentemente più liberi ed accessibili che nel presunto “Mondo Libero”.

8. Meno gay

Ti ha triggerato, snowflake?

In Russia non importa a nessuno, LOL.

Anche se non mi interessa particolarmente l’omofobia hardcore, considero il diritto di chiamare “gay” cose e persone che non ti piacciono come una delle libertà più importanti che ci siano. Succedeva sempre a scuola, ma da quando mi sono diplomato nel 2006, i gay liberal non hanno fatto altro che criminalizzare la cosa. La Russia rimane libera da questo totalitarismo culturale; qui, puoi ancora dire pane al pane ed un gender-non-fluido un finocchio (пидор), senza particolari preoccupazioni per la tua carriera professionale o status sociale.

Non credo che durerà così tanto , per cui godetevi la cosa (o soffritene) finché potete.

9. Fermento intellettuale

La maggior parte della Russia tutto sommato è una grande West Virginia. Mosca, ed in minor misura San Pietroburgo, sono tuttavia evidenti eccezioni.

Ci sono molte nuove start-up, anche in nuovi entusiasmanti campi come l’apprendimento automatico, il quantified self, la genomica personale. La città è piena di energia imprenditoriale.

Esempio personale: nella Bay Area, mi piaceva stare nella comunità futurista/transumanista. Non posso dire che Mosca possa competere, ma a questo riguardo probabilmente non è peggio di Londra, il principale gruppo Humanity+ dell’Europa occidentale. C’è un gruppo LessWrong, un gruppo transumanista “tecno-commerciale” (Russia 2045) ed una comunità attiva di radicali sostenitori dell’estensione della vita, che si sovrappone a quella della cliodynamica (la figlia del tizio che gestisce Kriorus, l’Alcor russo, è anch’essa una cliodinamica).

Persino i nazionalisti sono più interessanti ed intellettuali dei loro equivalenti americani o dell’Europa occidentale, come ho osservato a San Pietroburgo. Credo che dipenda dal fatto che l’Europa dell’Est sia meno avanzata sulla strada del marciume culturale marxista, grazie al comunismo che ha “congelato” efficacemente i comportamenti sociali; il capitale umano non è stato ancora completamente monopolizzato dal neoliberalismo.txt. Negli Stati Uniti non esiste un vero equivalente al calibro intellettuale di Sputnik e Pogrom .

Come nell’Europa orientale, la mia impressione è che il movimento storico ricreativo – come un po’ per tutto ciò che riguarda l’identità bianca – sia semmai più forte in Russia che negli Stati Uniti.

10. Più tecnologicamente avanzata

Giunta nella Bay Area, il cuore tecnologico degli Stati Uniti, la scrittrice tecnologica Alina Tolmacheva ha faticato  a nascondere la propria delusione: “Nessun hoverboard volante, il cibo non viene consegnato dai droni, le tasse di parcheggio sono pagate con le monetine, mentre a Mosca tutti da tempo sono passati alle app mobili”.

Un po’ ironico, ma il concetto resta.

Come sottolinea ulteriormente, trasporti, banche, telefoni ed internet sono dominati da monopòli. Il Caltrain dall’aeroporto di San Francisco a Mountain View dura 1 ora e mezzo. L’edificio più alto è un 12 piani in cemento in stile di Le Corbusier. “L’affitto si pagato con l’assegno. Bisogna prendere un pezzo di carta, compilare i dettagli e mandarlo per posta. Il proprietario va poi in una filiale e lo incassa. Una tecnologia più vecchia di VHS e musicassette”. A Mosca, anche le nonnine sono anni che raccolgono il denaro per l’affitto tramite app.

I pagamenti senza contatto non sono ancora prevalenti come a Londra. Ma questo è un problema minore. D’altra canto, la metro moscovita ha già da diversi anni un WiFi gratuito, che è ora nelle ultime fasi di integrazione nel più ampio sistema di trasporto, compresi autobus e tram. Questo è estremamente comodo, dal momento che molti pendolari trascorrono circa un’ora viaggiando in metropolitana nei giorni lavorativi. Né Londra, né BART nella zona della baia di San Francisco, né nessun altro sistema metropolitano americano di cui io sia a conoscenza è riuscito ad installare una connessione Wi-Fi gratuita.

Mosca è più sviluppata come “tecnopoli” rispetto a qualsiasi altra grande città anglosassone.

 

Anatoly Karlin

Fonte: www.unz.com

Link: http://www.unz.com/akarlin/10-ways-russia-better-than-usa/

22.12.2017

Traduzione per www.comedonchisciotte.org  a cura di HMG


 
Links Correlati
· Inoltre Russia
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Russia:
PUTIN E LA GEOPOLITICA DELLA NUOVA GUERRA FREDDA


Article Rating
Average Score: 0
Voti: 0

Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"10 COSE IN CUI LA VITA IN RUSSIA E' MEGLIO CHE IN AMERICA" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.