Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Ultime Notizie Non Allineate sull'Occupazione della Libia (novembre 2012)
Postato il 05/11/2012 di cdcnet

Libia
20-22 Novembre 2012
da AlgeriaISP
Scontri tra 2 gruppi armati nella regione di Mezda, utilizzate armi pesanti e missili RPG.
Continua la tortura nelle carceri dei "ribelli".
A Bengasi, scontri nella regione di Sidi Younes dopo l'assassinio del capo della polizia, colonnello Farej Darssi. La populazione di Bengasi accusa dell'omicidio i "ribeli" di Misurata.
Il "ribelle" Fathi Mustapha Talouba, comandante del battaglione Istiklal Misurata, è morto in un incidente, aveva partecipato al bombardamento di Bani Walid.
La tribù di Laebidete ha iniziato a chiudere le porte Hrika e Tobrok dopo la fine dell'ultimatum con cui veniva chiesta un'inchiesta sulla morte del generale Abdelfateh Younes.
Scontri nella regione di Karkarche a Tripoli tra i "ribelli" del 17 febbraio.
L'ambasciatore britannico in Libia ha detto che il suo paese è pronto ad aiutare la zona di Chaebiya Zawiya. Come promemoria, Bengasi e Misurata sono sotto la supervisione del Qatar, Zenten e il sud della Libia sotto il controllo della Francia.

13-14 Novembre 2012
da AlgeriaISP
Incendio alla caserma Liwae Thani Sawarikh a Tripoli.
Più di 33000 combattenti dell'esercito di liberazione della Libia avanzeranno domani o dopodomani per liberare il paese. Le tribù più importanti della Libia e altre tribù si sono mosse. L'esercito di liberazione della Libia dei Warfala, Sirte e Zliten è composto da 23.000 volontari, mentre l'esercito delle regioni a ovest di Tripoli è costituito da 10.000 volontari dotati di tutte le armi. All'appuntamento non mancheranno gli eserciti delle regioni meridionali e occidentali. Tutte queste informazioni sono fornite da fonti dell'esercito che invitano i "ribelli" a fuggire. Gli ultimi eventi compiuti dai Warchafna non sono altro che preparativi per il grande palcoscenico di domani.
Il dottor Hamza Touhami ha annunciato alcuni messaggi: in uno sollecita i Tuareg ha rivendicare il più grande paese del Sahara, Kobra Fezane, fino al confine meridionale, e le donne dei Tuareg a non lasciare che gli uomini tornino a casa prima di aver vendicato la guida Gheddafi; in un secondo messaggio si è rivolto ai Gadafi, Warfala, Sliman, Mchachiya, MGarha, Noayale ricordando che i Warfala hanno innalzato le bandiere verdi e hanno camminato con esse a Bani Walid. Ha chiesto alla resistenza di Bani Walid, Sirte, Mchachiya, MGarha, Noayale di fondersi, di non usare il telefono e di comunicare solo attraverso contatti di fiducia e direttamente. Ha osservato infine che questo è il tempo della risposta per liberare il paese. Ha chiesto alla resistenza di mettere in atto operazioni in piccoli gruppi o individualmente; l'obiettivo è la destabilizzazione del CNT. Ha anche chiesto di diffondere volantini della resistenza pro Libia verde.
L'esercito di liberazione libico ha rivendicato l'operazione "La rabbia degli orfani Sirte".l'attacco alla piattaforma petrolifera di Zawiya in sincronia con gli eventi Warchfana. La raffineria è stata attaccata con razzi.
I combattenti dell'Esercito di Liberazione della Libia hanno attaccato il luogo in cui si trovavano alcuni "ribelli" addetti al trasporto degli stipendi ai miliziani, requisendo 1 milione e 950000 dinari; distrutto l'edifico, eliminati 5 "ribelli"; le somme requisite saranno devolute agli orfani delle vittime dell'aggressione coloniale alla Libia. La resistenza continuerà a monitorare da vicino i trasferimenti di denaro così come delle armi.
A Ragdaline, i "ribelli" della città di Zowara hanno sequestrato 8 giovani della città, i patrioti di Ragdaline li stanno cercando e prometteno vendetta.
Prigione di El Asabea: Dopo violenti scontri, l'esercito di liberazione della Libia è riuscito a liberare 200 prigionieri lealisti alla guida Gheddafi.
Il bilancio degli scontri a Zawiya «  Warchfana » è di 40 "ribelli" uccisi, molti pickup e munizioni sequestrate, 4 vittime nell'esercito di liberazione e 10 feriti.
A Zawiya « Warchfana », i moudjahidin Warchfana dell'esercito di liberazione della Libia hanno catturato "ribelli" di 2 battaglioni di Bengasi.
A Bengasi circola voce di un nuovo intervento NATO in quanto il CNT ha perso il controllo della Libia.
Zenten: Forte esplosione in città; la gente parla dell'arrivo da sud della resistenza verde.
Bani Walid: Le milizie di Misurata hanno assassinato nelle loro carceri alcuni uomini (Said Ali Jomoa Mareache, Othmane Abou Sata e Salah Abou Knida) portati via da Bani Walid.
Sarebbero 900 le case distrutte dagli "ex-ribelli". Completamente distrutto il mercato della città.
Personaggi del Qatar, a bordo di una mercedes contenente mezzi di comunicazione militari, sono entrati illegalmente nella città di Gariyane; arrestati e interrogati dai "ribelli" sono stati quindi rilasciati.
Durante la partita amichevole Algeria-Tunisia, cori e bandiere a favore di Gheddafi.
Il CNT si è visto costretto a bloccare Internet in alcune città come Sormane, Laejilates, Jamile, Zliten, Zowara, … Cerca così di evitare il diffondersi dei successi della resistenza verde. Il CNT ha creato inoltre una cellula spia per rintracciare e seguire tutte le procedure dei corrispondenti di Zengtena (fonte di notizie della resistenza verde). L'amministrazione Zengtena chiede ai corrispondenti di evitare di dare i dettagli delle varie operazioni dei combattenti dell'Esercito di Liberazione della Libia.
Zawiya: I combattenti dell'Esercito di Liberazione della Libia hanno compiuto varie operazioni che hanno indebolito i "ribelli" di Zawiya.
Le gesta dei combattenti dell'esercito di liberazione della Libia:
15 ribelli uccisi;
25 ribelli imprigionati;
6 pickup distrutti;
8 pickup equipaggiati con armi di calibro 106 requisiti;
5 pickup equipaggiati con armi di calibro 5,14 requisiti;
3 serbatoi e 3 pick-up dotati di lanciamissili Grad.
8 auto di marca Chevrolet. 
Altre notizie della rivoluzione verde:
- 00h25: A Tripoli, I combattenti dell'esercito di liberazione della Libia hanno attaccato l'Istituto della Marina al Souk jomoa con armi di calibro 14.5 seminando il panico tra i "ribelli";
- 00h15: A Tripoli, violenti scontri tra i patrioti lealisti all'esercito di liberazione della Libia e i "ribelli" Zenten;
- 00h05: A Tripoli, l'esercito di liberazione combatte nelle regioni di Karkarche e Siyahiya.;
- 00h00: A Benghazi, gruppi di "ribelli" di Bengasi hanno lasciato la città per andare a sostenere i "ribelli" di Zawiya che sono stati attaccati dai combattenti dell'esercito di liberazione e soprattutto dopo che si è sparsa la notizia dell'apparizione di Seif EL Islam tra i moudjahidine.
Tripoli: Una violenta esplosione è stata udita al Souk Jomoa.
Tripoli: Violenti scontri nel quartiere Abou slim, ucciso 1 "ribelle".
A Misurata, i combattenti dell'esercito libico (di liberazione) hanno attaccato un posto di blocco a Zawiyate Elmahdjoub in Misurata, colpendo due "ribelli".
Scontri a Tripoli al souk jomoa con armi pesanti.
A Tajoura, violenti scontri, due "ribelli" uccisi, alcuni feriti.
A Zawiya, i moudjahidin dei Warchfana dell'esercito di liberazione della Libia hanno tolto all'entrata della città il pannello "Benvenuti a Zawiya" sostituendolo con "Benvenuti a Warchfana".
Sempre a Zawiya (Warchfana ), i combattenti Warchfana dell'esercito di liberazione hanno catturato 3 "ribelli" che cercavano di penetrare in città.
A Haycha, violenti scontri tra i combattenti dell'esercito di liberazione e i "ribelli" di Misurata.
A Sirte: Esplosione nel campo militare Elsaïdi occupato dai "ribelli" di Misurata.
11 novembre: I Soldati verdi hanno lanciato come prima operazione importante, l'operazione Campo n° 27 o campo Khamis. Un attacco ben organizzato che ha portato a uccidere decine di "ribelli" e liberare il campo n° 27 così come altre parti della città Zawiya. A Tripoli, esplode la sede del CNT a souk jomoa, elicotteri sorvolano la città. A Bengasi un aereo che trasporta mercenari del Qatar si invola verso Tripoli. A Ifrane i combattenti dell'esercito libico (di liberazione) hanno attaccato campi militari sequestrando le armi.

11 Novembre 2012
da AlgeriaISP
Bani Walid: Le milizie di Misurata hanno distrutto la moschea nella regione di Dhohra.
Egitto: La polizia ha trovato, nel suo appartamento, il corpo della cittadina libica, Zora Bouaichi, uccisa con cinque coltellate. La donna è stata la guardia del corpo di Maoummer Gheddafi.
La popolazione Taouerga passerà anche questo inverno nei campi di concentramento.
Scoppiato un incendio al Souk Othmane Ben Afane a Ghot Chael, punto di ritrovo dei "ribelli".
Segnalati scontri nella zona di Saradj Janzour.
Ieri scontri tra le milizie berbere di Kabao e Achraf Sayeane, 4 morti, 2 feriti.
Gli ospedali giordani hanno fissato una data limite di 2 settimane al CNT per il pagamento delle spese sanitarie (250 milioni di dollari) sostenute per curare i "ribelli"; passata tale data nessun libico sarà curato negli ospedali giordani.

10 Novembre 2012
da leonorenlibia, libyaagainstsuperpowermedia.com
Continua la disumana aggressione alla città libica di Bani Walid.
Parliamo direttamente per telefono con una madre e una figlia nella città libica di Bani Walid, le loro voci sono disperate ... hanno catturato il padre e anche lo zio che ha 75 anni, non si sa più nulla dei fratelli più piccoli. Stanno bombardando la città, per cui hanno cercato di uscire di casa per correre via, ma la forza armata mercenaria le ha costrette a rientrare in casa. Dicono che stanno incendiando le case vicino alla loro, una per una. Credono che l'incendio arriverà presto anche a loro. La disperazione è evidente nella loro voce .... chiedono aiuto per trovare il padre, la famiglia, i bambini, ...
Si tratta di una guerra? ... Quando i politici  e i media parlano di "guerra", "lotta", "combattere", ... si riferiscono a questi crimini?
Da Bani Walid si apprende che gruppi di mercenari del Qatar, Arabia Saudita, Alqaeda e di tutto il mondo stanno requisendo  tutte le famiglie, portano via i giovani, ma anche i bambini e poi bruciano le case. Uccidono le persone, indipendentemente da quello che pensano. I residenti si appellano alle organizzazioni umanitarie affinché le persone deportate a Misurata non vengano torturate.
Le bande armate sono entrate negli ospedali, hanno cacciato i libici feriti di Bani Walid, e hanno portato a curare i loro feriti. Alcuni medici sono stati uccisi e altri hanno abbandonato proprio perché volevano curare tutti i feriti, come hanno sempre fatto in Libia fino all'arrivo della NATO.
Da Bani Walid si apprende anche che le bande hanno catturato il capo della tribù Warfala e lo hanno portato al carcere di Misurata.
Le milizie hanno incendiato l'edificio della sicurezza sociale e la banca di Bani Walid.
I "barbari" di Misurata hanno sequestrato l'edificio della televisione di Bani walid e lo hanno trasformato in un centro di tortura.
Darna: Terzo omicidio in 4 giorni, ucciso un agente della gurdia municipale vicino alla sua abitazione nella città di Damane.
Tripoli: Tre persone sono rimaste uccise nell'esplosione di un'autobomba vicino a Chael Ghot Jazeera Dawrane.
Scontri tra le milizie di Kabaou e Tiji, 2 morti.
Saba: Manifestazione dopo la preghiera del venerdì, la popolazione chiede una federazione.

La situazione in Libia.



7 Novembre 2012
da libyasos
Il tribunale militare del CNT ha condannato a morte per fucilazione 3 ufficiali dell'esercito libico e a 10 anni di reclusione altre cinque persone. Il CNT li ha accusati di resistenza alla NATO durante l'invasione della Libia.
La Corte militare di Bengasi ha chiesto di sentire l'ex presidente del Consiglio di transizione Mustafa Abdeljalil in relazione all'omicidio del generale Younes Abdelfateh.
La tribù Abidetes ha chiesto al Congresso Nazionale CNT di applicare la legge n 8 per il caso e l'assassinio del generale Younes Abdelfateh. Emmesso un ultimatum di 10 giorni dopo i quali verranno chiusi il porto, il posto di frontiera Tabrok Amesaed e il porto petrolifero di Hrika.
A Sabha, civili libici hanno protestato contro la mancanza di energia elettrica e acqua da un mese.
La vettura del "ribelle" Houssem, membro della sicurezza, è stata distrutta in seguito ad un'esplosione presso l'intersezione della strada 20 a Bengasi; l'uomo, con un piede amputato, è stato trasportato all'ospedale.
Darna: Attaccato da uomini armati il posto di blocco presso la centrale elettrica, un "ribelle" del ministero della difesa è stato ucciso.
Sventato un tentativo di fuga dalla prigione Kufiya a Bengasi.

6 Novembre 2012
da libyasos
Molti libici di pelle nera del sud-est della Libia stanno fuggendo in massa verso il Sudan.
Le milizie Zintan sono impegnate nel saccheggiare i villaggi limitrofi, segnalati violenze e omicidi.
Impedito l'arrivo di acqua e cibo a zone di Sirte dove si erano svolte manifestazioni contro l'attacco a Bani Walid.
Il comitato del GNC richiede la rimozione del consiglio di Bani walid e dei rappresentanti della tribù Werfalla.
Violenti combattimenti presso una raffineria di petrolio tra Zawiyah e Tripoli, si combattono le milizie Zintan contro la brigata di Belhaj.
La CNN ammette che l'edificio in cui è morto l'ambasciatore Stevens era la sede della CIA (non il consolato).
Violenti combattimenti anche a Tripoli tra milizie rivali presso gli uffici del governo libico, funzionari del GNC in fuga. 
La CNN intervista un generale USA: "i nostri servizi segreti e le nostre forze speciali stanno monitorando giornalmente la Libia con l'ausilio dei droni.... Abbiamo centri di comando militare in Sicilia che osservano tutta la Libia e spediscono droni".
Bengasi: Grande protesta per richiedere l'uscita dalla Libia (separazione delle regioni orientali dal resto del paese) e una chiara risposta entro 10 giorni dal GNC.
Il dottor Hoceine Lamouchi , direttore generale dell'archivio del ministero dell'economia, è stato rapito da uomini armati al café Jahoura a Dhora, è stato costretto a salire su un'auto priva di targa.
La Mezzaluna Rossa libica ha scoperto i corpi di 94 persone sparse per la città di Bani Walid nella zona dove erano posizionati i "barbari" di Misurata durante il loro attacco. A quanto pare, questi sono i corpi dei "ribelli" uccisi, poi nascosti e abbandonati dalle milizie di Misurata per paura di avere problemi con le loro famiglie.
I "ribelli" si stanno dirigendo verso la città di Tarhouna per arrestare uomini della resistenza, portano con sé una lista di nomi.
Salem Mohamed Milad, membro del CNT di Khoms, ha confermato la morte di un membro della delegazione della sicurezza e di altri 8 "ribelli" in seguito a scontri a Chaebiyet Khoms.
Morti due "ribelli" nella sede della polizia in seguito a scontri a Sabha.
A Tripoli scontri presso una stazione di servizio.

5 Novembre 2012
da libyasos
Il CNT ha pagato 3,5 milioni di dollari ai "criminali" che hanno partecipato agli attacchi su Bani Walid.
Sabha: Ucciso di fronte alla propria abitazione dai miliziani un uomo della tribù Gaddafa.
Bengasi: Hamed Alhassi, comandante del consiglio militare di Barqa, è sfuggito ad un tentativo di omicidio, muore il suo autista. Il governo inglese ha chiuso il suo ufficio consolare per ragioni di sicurezza. Il consolato egiziano ha sospeso la propria attività dopo l'esplosione di proteste per i visti all'esterno dell'edificio.
Zawia: Continuano per il secondo giorno le proteste alla Raffineria dove ex-"ribelli" esigono di essere pagati, alle autocisterne è impedito di lasciare la raffineria.
Awbari, Murzuq e Ghat: segnalati voli di droni.
Tripoli: Almeno 11 persone uccise o ferite nei combattimenti nel quartiere centrale di Sidi Khalifa quando le milizie cercavano di arrestare un comandante "rinnegato" del Consiglio Supremo della Sicurezza, sospettato di pianificare un attentato in città. Una fonte parla di 18 morti, tra cui alcuni residenti. Le strade sono state bloccate, le scuole chiuse.

1-4 Novembre 2012
da libyasos
Bani Walid: Questo fine settimana, Bani Walid è apparsa una città calma in lenta ripresa. Le bande del GNC hanno alzato vari posti di blocco. Si vedono lavoratori sulle gru intenti a riparare le linee elettriche. Anche l'ospedale appariva stranamente calmo con pochi medici che camminavano nei corridoi. Il direttore dell'ospedale ha detto che l'ospedale è riaperto ufficialmente da circa una settimana e che il personale sta lentamente ritornando al lavoro. "Parti dell'ospedale sono danneggiate per il caos dei combattimenti e i furti. Le medicine sono state rubate". Gli armadi dei farmaci sono vuoti nel pronto soccorso, circondati da sedie rotte e un televisore distrutto.
Alcuni residenti sono tornati alle loro case facendo fatica a riconoscerle. Mtayra Mabrouk è ritornata nella sua casa per la prima volta da quando lasciò Bani Walid lo scorso mese per sfuggire ai bombardamenti. Il suo salotto e la camera da letto erano sottosopra: i cuscini, i divani e i letti distrutti. Le dispense aperte e il loro contenuto sparso in terra dove erano ben evidenti i vasi fracassati di olive e pomodori. Il commerciante  Hussein Abdel-Rahman è ritornato una settimana fa trovando la casa incendiata, vi era ancora l'odore di fumo, le pareti annerite, le finestre senza vetri  e i cardini delle porte liquefatti. Scuotendo la testa dice: "Che cosa abbiamo fatto per meritarci questo?". Fuori dell'ospedale il personale della mezza luna rossa porta cibo agli impiegati dell'ospedale anche se la loro principale attività è la rimozionne dei cadaveri lasciati intorno alla città.
Messaggio dalla pagina "Great Werfalla", una delle pagine ufficiali di Bani Walid:
3 Novembre 2012
Pace a tutti a voi.
Dapprima, onore a tutti i nostri martiri che sono caduti mentre difendevano Bani Walid e chiediamo a Dio che possano riposare in pace. Ci scusiamo con tutti i membri della pagina Great Werfalla per la lunga assenza e Li assicuriamo che admin № 1 e admin № 3 stanno bene, che le loro condizioni sono migliorate e stanno ricevendo terapie. Bani Walid non è caduta sulle ginocchia e non vi cadrà, se non per Dio. Anche se abbiamo perso questa battaglia, non perderemo la guerra! Noi non ci consideriamo sconfitti!

Bengasi: Droni sorvolano la città ogni notte. Autobomba alla stazione di polizia, 3 funzionari feriti, gravi danni all'edificio. Uomo di 70 anni ucciso vicino alla moschea.
Tripoli: Missili sparati contro l'edificio del Comitato della sicurezza suprema, almeno 5 feriti, edificio parzialmente distrutto. Scontri tra 2 gruppi di milizie, una delle quali cercava di liberare un suo membro preso dalla milizia rivale. Attaccato anche l'ospedale centrale della città. Saccheggiati e rapinati negozi in via Zawiya.
Zawiya: Dopo quasi una settimana di proteste, i manifestanti (ex-"ribelli" feriti e ignorati dal GNC o ai quali è stato impedito il proseguo delle cure all'estero) hanno occupato la raffineria di Zawiya facendola chiudere.
Foto [in alto]: Il primo battaglione della forza di elite della "Nuova Libia": libici al servizio della colonizzazione del proprio paese. [Photo: Voltairenet.org]


 
Links Correlati
· Inoltre Libia
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Libia:
ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (Gennaio 2012)


Article Rating
Average Score: 5
Voti: 5


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"Ultime Notizie Non Allineate sull'Occupazione della Libia (novembre 2012)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.