Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Terrore e Guerre: ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (agosto 2012)
Postato il 02/08/2012 di cdcnet

Libia Per continuare a seguire l'evoluzione della situazione in LIBIA:
- algeria-isp (in francese)
- za-kaddafi.ru (in russo)
- libyasos (in inglese)
- leonorenlibia (spagnolo)
Le pagine possono essere tradotte copiando l'indirizzo del sito e scegliendo la lingua.


29 agosto 2012
da Counterpsyops
Non solo con le armi, ma anche con i bulldozer continuano a distruggere edifici storico-religiosi (VIDEO, edificio sufi attaccato a Tripoli).

28 agosto 2012
da AlgeriaISP
Il comandante di Liwae Thani del CNT, Mahmoud Bourjouma. è stato preso di mira con colpi di arma da fuoco presso la sua abitazione nella regione di Kareyounes.
Aerei da guerra sorvolano a bassa quota la regione di Cheikh a Zliten.
Uccisi molti "ribelli" che avevano attaccato una cellula dormiente della resistenza a Tripoli.
Un gruppo di uomini armati ha preso d'assalto il servizio di ricerca giuridica di Bengasi.
I "ribelli" hanno attaccato le case di stranieri sulla strada Chouk a Tripoli. Hanno ucciso un somalo e 7 egiziani.

26 agosto 2012
da http://libyaagainstsuperpowermedia.com, libyasos
Il ministro degli interni del GNC, Fawzi Abdelali, si è dimesso in seguito alle critiche sui recenti attacchi ai santuari. Il Congresso Nazionale ha criticato il ministro per la sua incapacità a fornire adeguata sicurezza nella Libia pro-NATO. Lo hanno anche accusato di non aver saputo prevedere il doppio attentato che ha ucciso 2 persone a Tripoli la scorsa settimana. Le dimissioni devono ora essere approvate dal primo ministro pro-NATO. Dell'attentato alla moschea sufi a Tripoli di sabato e di quello al sacrario sufi di Zliten di venerdì sono stati accusati gruppi islamici che le ritengono una manifestazione di idolatria. Secondo alcune fonti l'attacco a Tripoli sarebbe avvenuto in accordo con il ministro degli interni.
I "ribelli" si sono posizionati in diverse parti della città di Sabha.
La città di Marzag nel sud è circondata da bande di "ribelli" libici che non permettono a nessuno di entrare o uscire dalla città, tagliate le telecomunicazioni, chiuse le banche.
A Kufra, scontri fra i combattenti delle tribù Toubou e i "ribelli". Miliziani arabi [?] a Kufra danno un ultimatumi d 24 ore alla tribù Tobou per consegnare i "banditi del Chad" che ieri hanno ucciso un uomo.
"Ribelli" di Tajoura hanno fatto esplodere e distrutto il mausoleo Chaabe Dahmani nella regione di Tripoli.
Il Mufti del CNT (immagine a sinistra) ha lanciato una fatwa per distruggere tutti i sacrari in Libia. ("Non è un Mufti, si è dichiarato Mufti! Nessuno sa chi sia!")

25 agosto 2012
da AlgeriaISP
Le guardie del corpo di Mahmoud Jibril hanno attaccato i "ribelli" della polizia di Gariyene.
La piattaforma petrolifera di Mabrouk a sud ovest di Sirte è gestita dal Qatar. Arrivano direttamente da Malta alla piattaforma e non passano attraverso gli aeroporti. La piattaforma è controllata dai "ribelli".
Un convoglio Al Qaida di Darna va alla città di Zliten.
I "ribelli" a Bengasi hanno arrestato tre giovani della tribù Hassoune.
Radio Zliten è stato saturata da chiamate dei "ribelli" che dicono che uomini armati lealisti vogliono controllare la città.
Due sono i battaglioni di Misurata che hanno distrutto il mausoleo di Sidi Abdelsalem.
I ribelli hanno attaccato case di famiglie lealiste nella città libica di Zliten, dove vi erano solo donne.
Diverse vittime tra i "ribelli" che si sono scontrati a Souk Ahad.
Il libico pro Jamahiriya, Achref Mhamed Gheddafi, è stato ucciso dai ribelli a Sabha. Ha difeso la sua casa e la famiglia.
A Zliten, la bandiera verde della Jamahiriya è stata issata sul complesso ammimnistrativo. Violenti scontri si sono sviluppati in città.

24 agosto 2012
da libyasos
Il Congresso Nazionale Generale (GNC) proNATO (ex CNT) ha affermato che 100 carri armati e armi pesanti sono stati sequestrati da una milizia Katibat al-Awfiya, ritenuta leale al leader libico Muammar Gaddafi.
Uno dei più importanti sacrari Sufi, quello di Sidi Abdul-Salam Al-Asmar Al-Fituri a Zliten, è stato gravemente danneggiato nei combattimenti in città. La violenza è esplosa durante la settimana e secondo il GNC pro-NATO ha lasciato sul terreno 3 morti e almeno 8 feriti. Il conflitto è fra gli abitanti di Zliten e una tribù, Awlad Al-Shaikh, che vive nella zona. L'attacco al sacrario - il più importante edificio a Zliten e parte del complesso dell'Università Islamica Asmariya - va separato completamente dagli scontri. Esso è stato oggetto di un continuo fuoco di mortai ed ha ricevuto 3 colpi diretti la scorsa notte. Un importante personaggio sufi, che non vuol essere nominato, ha detto al Libya Herald che la distruzione è stata deliberata e non rientrava negli scontri, l'uomo ha quindi accusato i salafiti. In Ottobre la moschea a Sidi Masri fu saccheggiata e i resti di 2 scolari musulmani, Abdul-Rahman Al-Masri e Salem Abu Seif, trafugati. Lo stesso mese venne saccheggiato il cimitero di Gargaresh mentre a novembre fu dissacrata la moschea Sidi Nasr a Tripoli. All'inizio dello scorso mese una bomba esplose alla moschea Sahaba a Derna. [ Lybia Herald]

23 agosto 2012
da algeriaisp
La resistenza controlla la città di Zliten dopo scontri durati 2 giorni, "molti ratti sono stati uccisi, altri sono fuggiti dalla città", liberati tutti i prigionieri.



22 agosto 2012
da algeriaisp
Bengasi: nell'esplosione della propria autovettura muore il comandante del battaglione 17 febbraio ed ex vice ministro della difesa.
I giovani della città di Tarhouna hanno arrestato i "ribelli" che erano a bordo di 7 pickup.
Tripoli: scontri nella regione di Fernej, 1 morto, 10 feriti. Esplosione tra la via Rachid e Omar Mokhtar, seguita da colpi di arma da fuoco.

21 agosto 2012
da somaliasupport3, algeriaisp
Imponente esplosione a Zliten presso il carcere del CNT, non è chiaro se si tratta di resistenza verde o di milizie.
Le milizie di Zintan si rifiutano di trasferire a Tripoli Saif al-Islam Gheddafi per il "processo". Questo ha scatenato la rabbia della brigata Abdulhakim bel haj.
Coninuano proteste contro il CNT e scontri a Bengasi. Scontri anche a Zawiyah e Tripoli.
Il dottor Hamza Touhami ha chiesto di prestare attenzione a chi parla a nome della resistenza verde, spesso rappresentano solo se stessi. Ha poi aggiunto che gli attacchi a Tripoli e Bengasi non sono atti della forza verde. Si tratta di attentati effettuati dalla filiale fondamentalista dei "ribelli" e da Al Qaeda.

20 agosto 2012
da algeriaisp
Tripoli: Esplode autobomba al Souk Jomoa. Il CNT parla di 4 "ribelli" uccisi e 10 feriti, mentre la resistenza conferma la morte di 20 "ribelli" in seguito alle 4 esplosioni. Aerei da guerra sorvolano la città. Secondo libyasos, i 35 arrestati, ritenuti appartenere alla resistenza, sarebbero stati scoperti, secondo chi ha compiuto gli arresti, tramite una chat room, ma "gli uomini della resistenza non dialogano mai tramite chat o altri canali insicuri di comunicazione, né riprendono e diffondono immagini delle loro azioni".
Bengasi: Uomini armati attaccano i "ribelli" presso la stazione Shell. Uomini armati all'interno di un'autovettuta della polizia sparano sui "ribelli" questa mattina alle 6.  Attentato contro il consolato egiziano,danni materiali.

18-19 agosto 2012
da http://breakingnews.sy, libyasos
Tripoli: autobomba esplode presso Ministero degli Interni (2 vittime), esplosione all'accademia della polizia femminile (nessuna vittima). Secondo libyasos, le autombe sarebbero state 3; sullo stesso sito si legge questa notazione: "banditi del CNT chiamati 'ribelli' hanno usato le stesse bombe e le stesse tattiche e equipaggiamenti in precedenti attacchi a Bengasi". [Dai media ufficiali si apprende che le "forze di sicurezza" avrebbero arrestato 35 uomini sospettati di appartenere alla resistenza accusandoli degli attentati].
Sirte: la scorsa notte scontri nel Distretto 2 (con vittime).
Saba: Dopo gli scontri di ieri aerei da guerra e elicotteri hanno sorvolato il territorio, udite 4 forti esplosioni.
Zlitan: anche qui si sono avvertite esplosioni.
Nella città di Amriah (vicino Aziziah, area controllata dalla tribù Wersheffana), un gruppo di "ratti" (più di 40 auto) provenienti da Soq Al-jomaa (distretto di Tripoli) sono entrati in una abitazione civile ed hanno ucciso l'intera famiglia (un uomo di 70 anni, la moglie cieca di 65, il figlio di 30 con la propria moglie). I responsabili della tribù Wersheffana hanno inviato al regime di "occupazione" la descrizione del crimine e la richiesta ufficiale di consegnare i colpevoli. La famiglia era accusata dai "ribelli" di aderire alla resistenza.

17 agosto 2012
da AlgeriaISP
Un gruppo di "ribelli" armati ha assalito e bloccato la sede del quotidiano El Biled nella zona di Zenata a Tripoli. "Voilà la liberté d'expression!!"
Il presidente del CNT di Bengasi si è dimesso in seguito a minacce.
Al posto di frontiera di Amsead, il "ribelle" Imad Hasnouni è stato gravenmente ferito da uomini armati.
Il presidente degli industriali Abdellah Falah è stato attaccato da uomini armati, che gli hasnno sottratto l'auto.
Scontri tra la popolazione della regione di Ghot Chael e i "ribelli" Zenten. Molti morti, vetture incendiate.
I Warchfana hanno bloccato la strada che porta a Tripoli manifestando la rabbia per l'uccisione di uno della tribù da parte dei "ribelli".
Un uomo è stato colpito da proiettili in via Rachid; gli assalitori gli hanno sparato dopo che le loro auto per l'alta velocità avevano seminato il panico nella zona.
Bengasi, la piccola Meriem Salah Tarhouni (nella foto) è uscita con i suoi genitori a comprare i vestiti per l'Eid. La sua vita si è fermata alla strada 20. E 'stata colpita da un proiettile vagante sparato dai "ribelli" che "giocavano" con le loro armi.

.
15-16 agosto 2012
da AlgeriaISP, somaliasupport3
Ucciso ufficiale del CNT a Tripoli. Sono decine i miliziani del CNT uccisi a Tripoli, Zliten e Zawiyah usando tattiche di guerriglia. E' morto il libico della Jamahiriya, Nasser Mohamed Ouhida Tabouli Warfali in Tunisia, era stato rsapito e ridotto in fin di vita dai "ribelli" di Tajoura. Il "ribelle" Amhamed Sadik Maetouk colpito dagli uomini della resistenza è in gravi condizioni al centro ospedaliero di Tripoli. I "ribelli" di Zawiya si preparano ad attaccare le tribù Warchfana. A Sirte, 2 esplosioni hanno scosso la città mentre aerei da guerra la sorvolavano.

13 agosto 2012
da AlgeriaISP
Ieri un giovane libico Mohamed Sagir è stato trovato morto; i "ribelli", che lo accusavano di aver ucciso 25 di loro, lo avevano sequestrato all'università di Naser.
Un attentato è stato sventato dai "ribelli" al Souk Achouri presso Souk Jomoa a Tripoli.
Alcuni combattenti della resistenza verde hanno sparato vari colpi contro un "ribelle" nella regione Zanata.
Aerei da guerra sorvolano a bassa quota la città di Andalous, Bou slim, Dribi e Ghot Chael a Tripoli.
Saba: Esplosione alla nuova sede della polizia del CNT.
A Sirte, i ribelli hanno attaccato e depredato le case di lavoratori stranieri, per lo più musulmani pakistani. Un lavoratore è stato sottoposto a torture in quanto ha reagito colpendo uno dei "ribelli", si parla di 2 pakistani uccisi, sul luogo è giunto un rinforzo di "ribelli" che arrestava tutti gli operai.
Breakingnews.sy parla dell'esplosione contemporanea di 2 ordigni (a Tripoli e a Bengasi).

11 agosto 2012
da LibyaSos, AlgeriaISP
Tripoli: Carneficina nel carcere Fernadj (si parla di 89 morti e 137 feriti) dove i detenuti della Jamahiriya si sono ribellati, alcuni sono riusciti a fuggire ma sono stati raggiunti dai "ribelli" che li hanno freddati, molti cadaveri giacciono nelle strade vicino alla moschea di Dora e al Centro Medico. Un comunicato del ministero degli interni informa che alcuni prigionieri sono riusciti a fuggire. Secondo alcune fonti il carcere sarebbe stato attaccato da uomini armati.
Esplode autobomba nei pressi del carcere.
Ucciso in circostanze misteriose un impiegato libico addetto all'ambasciata USA.
La brigata di Bel Haj è in stato di massima allerta: oggi è stato ucciso un comandante della brigata, 2 giorni fa è stato sequestrato il fratello di Bel Haj. Si parla di decine di morti.
Misurata: 10 uomini accusati di appartenere alla Jamhiriya saranno giustiziati dai "ribelli".
Saba: i combattenti della resistenza hanno sequestrato 3 "ribelli" originari di Misurata. Se i prigionieri della Jamhiriya saranno uccisi, stessa sorte sarà riservata ai 3 "ribelli".
A Kofra, scontri tra i combattenti della resistenza della tribù Toubou e i "ribelli" di Darae Libya.

10 agosto 2012
da LibyaSos
Uomini armati uccidono Mohamed Hadia, generale dell'"esercito" del CNT e funzionario di alto grado del ministero della difesa. Stava tornando dalla moschea dopo le preghiere del venerdì, quando un'auto con 4 persone a bordo gli si fermava davanti, gli uomini chiedevano la sua identità e successivamente lo colpivano a morte. Hadia è stata una delle prime defezioni fra i generali e si unì alla guerra CNT/NATO. Hadia è l'ultimo dei 12 ufficiali della sicurezza assassinati a Bengasi, in particolare di uomini che avevano tradito la Jamahiriya.
Ieri, nella regione di Jomoa, è stata incendiata la casa di uno dei comandanti dei "ribelli" Jomoa Tahar.
Blackout sull'intera rete elettrica da Brega a Tobruk.
Rivolta nel carcere ai Ain Zara a Tripoli, incendi, molte vittime, 26 fuggiti, 18 detenuti ricoverati.

9 agosto 2012
da AlgeriaISP
30 km da Chouiref, un giovane della tribù Warfala è stato ucciso dagli uomini del battaglione "ribelle" "28 Maggio". La ragione è il furto dell'auto.
Tarhouna: distrutta la cabina elettrica lungo la strada Salam con conseguente blackout nella regione.
I "ribelli" del battaglione 17 Febbraio si sono diretti alla città di Kufra per sostenere l'esercito del CNT.
Incendiata l'auto del colonnello Badr Khamis Abidi.
Aerei militari non libici sorvolano Tripoli.
Incendio doloso all'ospedale di Badia.
Il ministro della salute, sfuggita ad un tentativo di sequestro da parte dei "ribelli", è rimasta ferita.


6-8 agosto 2012
da breakingnews, AlgeriaISP, libyaSOS
8 agosto. Laejilete: il "ribelle" Walid Souissi è stato ucciso dalla resistenza verde nella regione Jadida.
Zawiya: un razzo  è caduto su una casa uccidendo una donna incinta.
Bengasi: due gruppi di uomini armati hanno preso d'assalto la sede della televisione e della radio libica Wataniya che si trova in via Abdelmouneïm Riadh facendo sgomberare l'edificio da dove si trasmette radio Bengasi FM.
7 agosto. Tripoli: Ieri mattina uomini armati hanno colpito un veicolo diplomatico statunitense con due funzionari dell'ambasciata a bordo, che sono riusciti a mettersi in salvo raggiungendo quindi l'ambasciata.
6 agosto: Misurata: Un gruppo armato ha attaccato con missili e granade un edificio che ospita il Comitato Internazionale della Croce Rossa; nessun ferito, ingenti danni all'edificio. La Croce Rossa, in seguito all'attacco, sospende la propria attività a Misurata e Bengasi.
Tripoli: sabato esplosione di un'autobomba vicino alla sede della polizia, ferito un tunisino che si trovava nelle vicinanze. Un pilota della Jamahiriya, Hamza Saled, è stato sequestrato e ucciso da una banda di "ribelli". Anche il fratello è stato sequestrato. "Ribelli" fortemente armati, anche con armi pesanti, hanno bloccato la via per l'aeroporto.
I "ribelli" di Souk Jomoa hanno attaccato la famiglia Abou Amid della tribù Warchfana, uccidendo il padre di 70 anni, la moglie e i figli; una figlia è rimasta ferita. Successivamete vi sono stati scontri fra i "ribelli" e i giovani Warchfana che hanno ferito gravemente un membro del consiglio militare e arrestato 2 "ribelli".
Zawiya: aerei da guerra sorvolano la zona della piattaforma petrolifera. Case e magazzini di uomini fedeli alla Jamahiriya incendiate e saccheggiate.
I Fratelli musulmani sono stati ufficialmente approvati come "istituzione civile" dal ministro della cultura del CNT.
Centinai di mercenari libici all'opera in Siria.


5 agosto 2012
da libyasos
Sirte: i lavoratori della compagnia petrolifera hanno protestato per il deterioramento della sicurezza nella zona in cui abitano con le loro famiglie che è soggetta a ripetuti attacchi da parte di bande.
Tripoli
: incendio nella parte occidentale di cause sconosciute.
Mizdah: sabato notte scontri tra uomini armati con 7 morti. Attaccata una base militare. Le famiglie lasciano la città per paura di altri attacchi. I combattimenti hanno avuto luogo tra la tribù Mashasha e quella Qantar con le milizie della "liberazione" di Mizdah. La tribù Mashasha si era già scontrata con le milizie di Zintan (in giugno più di 100 persone persero la vita).

1-2 agosto 2012
da AlgeriaISP, libyasos
Bombe, rapimenti e assalti alle prigioni: la sicurezza a Bengasi, capitale della Cirenaica, è ancora precaria dopo 9 mesi dalla fine della guerra. La mattina del 1 agosto un ordigno è esploso danneggiando il quartier generale locale dei servizi segreti militari. L'attacco che non determinava vittime deve ancora essere rivendicato ma dal 20 luglio, quando è iniziato il Ramadan, ve ne sono stati altri di attacchi contro la sicurezza. 7 membri iraniani della Mezzaluna Rossa sono stati rapiti da uomini armati nella notte tra il 30 e il 31 luglio. A causa di questo deterioramento delle condizioni di sicurezza, la Compagnia Petrolifera Sirte ha fermato le attività di estrazione a Brega. 2 camionisti che portavano petrolio sono stati arrestati nella regione di Kaida, in quanto diretti verso l'Egitto.
Oggi un'esplosione ha scosso la regione di Ain Zara a Tripoli causando danni alle case e alle auto.


 
Links Correlati
· Inoltre Libia
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Libia:
ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (Gennaio 2012)


Article Rating
Average Score: 5
Voti: 1


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (agosto 2012)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.