Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Terrore e Guerre: ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (maggio/giugno 2012)
Postato il 08/05/2012 di cdcnet

Libia Per continuare a seguire l'evoluzione della situazione in LIBIA:
- algeria-isp (in francese)
- za-kaddafi.ru (in russo)
- libyasos (in inglese)
- leonorenlibia (spagnolo)
Le pagine possono essere tradotte copiando l'indirizzo del sito e scegliendo la lingua.


28-30 Giugno 2012
da LibyaSOS
30/6: Scontri a Tripoli, 37 morti e oltre 60 feriti. Esplode autobomba all'Università AlFateh, nessuna vittima.
29/6: Attaccato mercoledì da truppe "Al Qaeda" il tribunale a sud di Bengasi: gli assalitori hanno fatto allontanare con la forza i giudici e avvocati femmine minacciandole di non svolgere più quell'attività.
28/6: Un gran numero di comandanti dei battaglioni dei "ribelli" hanno lasciato la Libia per una destinazione sconosciuta.
Kofra
, combattimenti tra la tribù Tubou e il battaglione "Darae Libya" dei "ribelli". uccisi 19 "ribelli".
Zawya: Grande incendio nella sede di un battaglione dei "ribelli". Torture sui prigionieri nelle carceri della città. Torturati e rapinati anche gli abitanti della città. Ai checkpoint sequestro di auto.
Bengasi, un bambino di 5 anni è stato trovato ucciso, sventrato e privo di reni e fegato. Coloro che hanno scoperto il corpo sono rimasti scioccati.
Il Dr. Hamza Touhami ha parlato il 24 giugno 2012 della forza verde, quindi alla fine ha detto che "El Akhoukom Mayite" (il fratello morto) è fuori dal territorio libico e sta bene. Come promemoria, il dottor Touhami ha negli ultimi mesi sempre parlato al fratello morto. "Si tratta di Khamis o Maoummer Gheddafi?! Il futuro ce lo dirà".

26 Giugno 2012
da LibyaSOS
A Tripoli esplode ordigno contro il consolato tunisino.
Genocidio delle tribù di Mchachiya con le armi chimiche.
[Le armi chimiche sono classificate dalle Nazioni Unite come armi di distruzione di massa, e la loro produzione e stoccaggio sono stati messi al bando dalla Convenzione sulle armi chimiche del 1993, da wikipedia].
Nel giugno 2012, come gli italiani 82 anni fa, la milizia Zenten, ex alleata della milizia 17 febbraio 2011, ha usato armi chimiche contro i libici.





25 Giugno 2012
da AlgeriaISP
Due forti esplosioni hanno scosso Tripoli, esplosioni simili ai bombardamenti della NATO.
Il battaglione Rijale Darf Hali della resistenza verde ha eseguita un'operazione "spettacolare" compiendo un'imboscata ad una milizia dell'esercito del CNT presso Kofra. Il convoglio è rimasto intrappolato, in gran parte è stato distrutto, il resto si è disperso nel deserto.
In un comunicato, Harakate Ouhoudiyine Ahrar della Tunisia ha denunciato il governo provvisorio della Tunisia che ieri ha estradato il primo ministro della Jamahyria, El Baghdadi Mahmoudi, consegnandolo nelle mani delle milizie libiche. "Il governo tunisino provvisorio non aveva alcun diritto di prendere quella decisione, che spettava al parlamento, consegnando il Dr. Al Baghdadi alle milizie sapendo che sarà umiliato e ucciso".
Secondo una fonte, il capo del governo della Jamahiriya, Baghdadi Mahmoudi, è stato umiliato nel cortile dell'accademia militare di Tripoli, alla presenza di un comandante della milizia, Khaled Sharif,del primo ministro e di alcuni ministri del CNT. Il governatore militare di Tripoli Abdelhakim Belhadj ha anche trascinato a terra il medico e sputato su di lui, promettendo una tortura peggiore .
Dopo l'estradizione del primo ministro della Jamahiriya, Al Baghdadi, 2 tunisini sono stati accoltellati a Tripoli, e sono stati gravemente feriti. La tribù Mhamide e altre tribù che hanno 6.000 combattenti hanno organizzato un incontro di guerra e denunciano l'estradizione del dottor Al Baghdadi promettendo vendetta contro il governo tunisino.
Tripoli, elicotteri sorvolano la città a bassa quota. Una fonte informata ha detto che il capo del governo della Jamahiriya Al Baghdadi Mahmoudi è stato trasportato in ambulanza a seguito del deterioramento della sua salute per una emorragia causata dalla sua tortura da parte del governatore militare di Tripoli Abdelhakim Belhadj. I ribelli hanno lanciato una voce che Al Baghdadi avrebbe cercato di suicidarsi.

23 Giugno 2012
da AlgeriaISP, LibyaSOS
Tripoli: Almeno 4 esplosioni con cui la resistenza avrebbe colpito i "ribelli" in varie postazioni e posti di blocco.
Ci sono notizie confidenziali secondo cui Al Kufra, nel sud della Libia, è stata completamente liberata ed è sotto il controllo dell'Esercito Popolare.
Il capo del consiglio della città di Zawiya, Sadek Abderahmane, è stato rimosso dal battaglione dei "ribelli" Haythem Khadraoui. E 'ancora in carcere a casa ed è stato torturato. I "ribelli" lo accusano di aver liberato innocenti dalle carceri delle milizie.
La nuova federazione di Barca ha preso possesso dei posti di grntiera con l'Egitto, Msaed e Ouedi Ahmar. Ora fanno parte di Barca e sono indipendenti dalla Libia. Barca riprende anche i porti e le piattaforme petrolifere.

22 Giugno 2012
da AlgeriaISP
Bengasi, scontri tra milizie e libici, che espriomono la loro rabbia contro il CNE e il suo governo. "La vera rivoluzione comincia". I manifestanti di Bengasi hanno strappato i manifesti dei candidati e per le strade di Bengasi hanno chiesto alla gente di sollevarsi contro il CNT.
Le milizie Zenten non hanno risparmiato la popolazione delle tribù di Mchachiya. Essi cercano di sterminarla perche' non ha voluto cooperare con la NATO contro la Libia. La milizia Zenten ha bombardato con bombe all'iprite, uccidendo donne e bambini. "Quale bizzarra bugia dei media. Il popolo libico muore e gli occidentali dicono di averlo liberato". Video delle bombe chimiche.
Le milizie Zenten hanno bombardato una moschea e molte case nella città di Mezda. Ritrovati corpi di civili bruciati di cui rimane ben poca cosa.
Tawerga: Chissa' dove collocheranno il seggio elettorale in questa città fantasma, distrutta dalle milizie di Misurata con la popolazione ancora viva in fuga. Le immagini.

21 Giugno 2012
da RussiaToday
Scontri tra fazioni in guerra nella Libia occidentale. Le tribù che una volta hanno sostenuto le "rivolta" nel paese sono in lotta tra loro e contro le tribù pro-Gheddafi. L'addetto stampa del "governo" libico Nasser al-Manaa ha riferito che gli scontri tra tre tribù, Az Zintan, Mizda e Al-Shegaiga, hanno provocato almeno 105 morti e oltre 500 feriti solo la scorsa settimana. Il conflitto si è acceso per una striscia di terra recuperata da una delle tribù.

da http://www.facebook.com/pages/Libya-SOS/297509086955875
"Ribelli NATO", "terroristi", "rinnegati" e "bande" di Zentan hanno commesso un genocidio a Mizda uccidendo quasi 500 persone, ferendone 1.537 e imprigionando 614 giovani tra uomini e donne nella città di Mizda al centro del Sahara "sotto gli ordini dello stato del Qatar". Un convoglio dei militari della resistenza hanno scoperto un terribile segreto che la milizia di Zentan ha cercato di coprire. L'esercito sta ancora combattendo con le bande, le foto scattate hanno dimostrato uccisioni indiscriminate che hanno avuto luogo in Mizda per più di sette giorni, i corpi dei defunti sono stati coperti dalla milizia per mascherare il loro atto di genocidio. Gli oleodotti che attraversano le montagne occidentali verso Zentan sono stati bloccati a Mizda. Molti delle bande Zentan sono stati uccisi a Mizda da parte dei giovani della resistenza Almoshashet. E' chiaro che molti a Zentan sono dalla parte degli oppressori, la milizia Zentan è stato aiutata dalle Brigate di Misurata e dalle tribù di Jaddu. L'esercito verde ha dichiarato 10 giorni di lutto nazionale con bandiere a mezz'asta e preghiere in varie zone. Gli uomini Zentan hanno usato gas mostarda, gas nervino e agenti biologici per attaccare Mizda. Convogli di rifornimenti sono iniziati ad arrivare a Mizda, giovani di tutte le tribù libiche sono giunti in città per difendere il popolo, e fornire supporto vitale. "Le bande Zentan sono diventate nemiche Jamahiriyah".

da Algeria ISP
Il giornalista Dougha Suleiman, che aveva demonizzato il leader libico e l'esercito libico in Qatar sul canale TV Al Jazeera, la persona che "aveva venduto la Libia ai predatori", è stato sequestrato e sottoposto a torture dalle milizie di Misurata in quanto le aveva accusate di compiere atti violenti. Le milizie di Misurata stanno minacciando gli altri giornalisti del canale televisivo libico a non menzionare quanto accaduto a Suleiman.

18-20 Giugno 2012
da AlgeriaISP
L'elettricità è stata restituita alla città di Chakika dopo una settimana in cui era mancata per il bombardamento della milizia Zenten.
A Tripoli, la bandiera verde è stata issata su un ponte dell'autostradale Kobri. Un "ribelle" ha cercato di rimuoverla ed è stato ucciso da un tiratore scelto della forza verde.
Al porto di Tripoli, il capo ufficio doganale, colonnello Noureddine Abouhlala, ha fatto sequestrare una grande quantità di bevande alcoliche (600 casse di vino equivalenti a 7200 bottiglie) proveniente da Malta tramite l'agenzia di Taiba.
La guerra di Kofra si è trasferita a Bengasi, ieri, la famiglia Kalmi Saida Tabaoui è stata rapita dalla sua casa nella zona di Koufiya. La casa è stata preso d'assalto da un gruppo di uomini armati che cercavano Kalmi e non trovandolo hanno sequestrato i quattro figli e un vicino di 25 anni. Questo gruppo di assalitori ha attaccato un'altra famiglia, Idris Ali Tabaoui, sempre per cercare Kalmi, fratello di Ali Saida, comandante del battaglione Ali Saida di Kofra.
Uso di armi chimiche contro la popolazione di Mchachiya. In un filmato si può vedere l'esplosione di un ordigno chimico, in un altro sono mostrate le vittime. I medici non sanno come gestire la situazione. Qui un altro video.

16-17 Giugno 2012
da leonorenlibia: E' necessario non avere un'idea sbagliata di ciò che sta accadendo ora in Libia. Per parlare solo di una situazione: la "milizia Zintan" viene presentata dai media come il diavolo incarnato per la semplice ragione che essi sono in contatto con Saif al Islam Gheddafi. Ma la tribù di Zintan è per metà verde e per l'altra metà è costituita da persone al di fuori del movimento politico che badano ai soldi.
Dobbiamo ricordare che la tribù di Zintan è collegata o è un ramo della tribù Warfala, che è la più grande della Libia, con oltre 1,5 milioni di libici e i Warfala, la cui città natale è Beni Walid, sono libici che amano la Libia, il paese e la sua gente e, pertanto, non supportano gli invasori. Generalizzare come fanno i media è una distorsione della realtà.
Queste precisazioni sono necessarie quando i media parlano del massacro di una tribù che è decisamente verde, i Mashashya. Questa tribù è suddivisa in 4 città e alcune in pieno Sahara libico. Una di queste città, alcuni mesi fa, è stata rasa al suolo ed è una città fantasma in cui non si può vivere ... Questo è stato un lavoro della NATO, in questo caso metterci dentro la tribù Zintan è solo un modo per mascherare la realtà, come attribuire il lancio di gas mostarda, l'uccisione di oltre 60 civili, o il bombardamento aereo... il CNT ritiene che l'aereo che bombardava non era un aereo dei libici, “anche se mi fa sorridere questa cosa detta da queste bambole sotto il controllo degli Stati Uniti”.
Vogliono farci credere che i combattimenti sono una guerra civile, in realtà sono trasformazioni della realtà,  sempre alimentate dall'esterno. “Siamo di fronte a un genocidio di quei libici che non si inginocchiano di fronte agli Stati Uniti e alla guerra di aggressione”, la situazione va smascherata per quello che è: in Libia ci sono gruppi armati internazionali, Al Qaeda, imprese di guerra, mercenari provenienti da Qatar, Iraq, Afghanistan e mercenari delle varie aziende che si muovono da un paese all'altro per portare guerra e invasione.

da algeriaISP
17/6: Un convoglio di aiuti umanitari è stato inviato dalla popolazione della città di Ragdaline a sostegno della popolazione di Mchachiya vittima del bombardamento delle milizie di Zenten. Il convoglio che trasporta alimenti e medicine è arrivato all'ospedale della città di Mezda.
Bengasi, un grande incendio ha distrutto una fabbrica alimenatre nella regione di Kowefiya.
Il capitano "ribelle" Abdelssalem Jibril, pilota di un aereo da trasporto, è stato preso di mira dalla resistenza dei Toubou a Kofra. E 'stato colpito quando aveva tentato di decollare con un aereo che trasportava "ribelli" feriti a Bengasi.

16/6: Continua lo sterminio a cielo aperto della tribù di Mchachiya da parte delle milizie di Zenten. Centinaia di vittime di bambini, donne e anziani a Mchachiya. "Il CNT e il governo non ha mosso un dito per impedire che i civili venissero bombardati".
Le milizie Zenten userebbo gas tossici contro la cittadinanza di Chakika.
In arrivo un convoglio di 40 pick-up montati con armi pesanti, un camion per il tarsporto del carburante e un'ambulanza. Questi sono le milizie Jazeera dalla città di Ajdabiya che si dirigono verso la città di Chakika per impedire qualsiasi rinforzo della resistenza a questa città.
Bengasi, diverse esplosioni nella città. Un'esplosione al souk Achiya ha ucciso cinque persone. Un'altra esplosione in un parrucchiere in rue de Fouihete.
Alcune notizie parlano della morte di Mokhtar Akhdar, responsabile dell'aeroporto internazionale di Tripoli, un comandante delle milizie di Zenten.
13-15 Giugno 2012
da libyasos, algeriaISP, somaliasupport3
Il ribelle Salabi Ismail ha ammesso che mercenari sono tornati dall'Iraq, Pakistan e Afghanistan in Libia e sono attualmente impegnati in uno stage.
Nuovi scontri all'interno della città di Rhibetes.
Un "ribelle" di ribelle di Zenten arrestato dai giovani della città di Chakika ha confessato che l'attacco alla città, portato dalle milize di Zenten, Zawiya e Misurata, è avvenuto in quanto i cittadini sono fedeli alla guida Gheddafi.
Dopo l'attacco della milizia di Zenten alla città di Mchahiya, le milizie di Jadou e Amazigh si stanno preparando ad attaccare la città di Zenten per vendicare la morte del loro collega "ribelle" Sifaoui Habli, ucciso dai "ribelli" Zenten.
A Chakika, i cittadini resistono difendendo la città dai "ribelli" di Zenten, alcuni "ribelli" uccisi.
La città di Mezda si trova in una situazione catastrofica dopo che i "ribelli" l'hanno bombardata, distruggendo case, una banca e un istituto. I cittadini sono riusciti a far esplodere una macchina che veniva da Zenten e altri due da Kantrar.
Misurata, al porto, un libico della Jamahiriya, uscito recentemente da un carcere e che faceva parte del gruppo dei "fantasmi", ha attaccato con le armi i "ribelli" riuscendo a uccidere o ferire 33 di loro. Gli altri "ribelli" hanno risposto al fuoco uccidendolo. Sempre a Misurata in una stazione di gas, i libici che erano in fila per fare rifornimentohanno sorpreso un "ribelle" che voleva riempire la sua auto senza rispettare gli altri. Durante la rissa, il "ribelle" ha preso la sua arma uccidendo due civili libici.
Milizie di Zintan hanno ucciso un capo militare a Jado.
Saba: Respinta incursione di miliziani NATO-CNT, 4 mercenari uccisi e 18 feriti.
Kufra: uccisa ragazzi di 12 anni di fronte alla propria casa da un cecchino.
Bengasi: uomini ritenuti appartenere ai miliziani di al Qaeda di Derna  hanno nuovamente incendiato un negozio di audio e video CD.
Scontri pesanti a Zliten e Sirte tra resistenza e milizie.
Scontri durante la notte tra miliziani intorno ai campi petroliferi, noti come Campo Elefante.
Riprendono gli scontri tra la brigata di Zintan e quella di "Al Qaeda" di Bel Haj.
Le milizie tendono a fratturarsi in gruppi più piccoli di uomini armati.

12 Giugno 2012
da AlgeriaISP, trueinform.ru
Per impedire la diffusione di informazioni sulle capacità della resistenza verde, il CNT ha interrotto le linee telefoniche e internet in varie città della Libia.
A Tripoli, l'elettricità manca ed è stato imposto il coprifuoco. Come indicato nella decisione dell'amministrazione di occupazione, tutti coloro che appaiono per le strade dopo una certa ora, corrispondenti ai sostenitori di Gheddafi, possono essere fucilti.
Nella zona di Bab Aziziyah ci sono stati scontri tra combattenti della resistenza e militanti CNT, 7 militanti uccisi, 34 feriti.
L'aereo del CNT che è venuto a Kofra per recuperare i feriti è stato preso di mira dai combattenti della milizia Toubous.
I combattenti della resistenza di Mchachiya hanno distrutto due lanciarazzi Grad e ucciso otto ribelli Zenten.
Sul canale televisivo del CNT, il presidente del consiglio militare del CNT di Zenten ha detto che gli scontri nella città di Chakika non coinvolgono più "ribelli" di Zenten.
I combattenti della resistenza di Mchachiya hanno attaccato i "ribelli" nella città di Darna, distruggendo un carro armato.
I "ribelli" rifiutano il comandante dell'esercito del CNT a Kofra. Lo accusano di essere debole verso le tribù libiche Toubous. Il comandante ha un ufficio in aeroporto ed i "ribelli" lo hanno sollecitato a ripulire la città, ma egli si è rifiutato. I "ribelli" credono che i Toubous non siano libici ma ciadiani.
Continuano gli scontri tra i combattenti della resistenza Toubous e le milizie dell'esercito del CNT. Si segnalano morti e feriti a causa dei combattimenti. Le tribù Toubou non comunicano il numero delle vittime in quanto sono "orgogliose".
Un palestinese Ahmed Auda Abu Zubaida Kataoui è stato ucciso durante gli scontri tra le milizie dell'esercito del CNT e i combattenti Toubous. Ci sono più di 50 palestinesi scomparsi durante gli eventi in Libia. Aiutati dal leader libico, si rivoltarono contro la Libia seguendo il partito dei "mercenari e traditori".
La città di Chakika è bersaglio di un bombardamento intensivo di artiglieria pesante da parte delle milizie di Zenten. Edifici civili distrutti dagli ordigni.
Le guardie del corpo del convoglio britannico colpito a Bengasi sono decedute.
Il Col. Miftah Arfi, ex comandante della polizia a Bengasi, è stato ucciso dopo un attentato. La sua auto è esplosa dopo aver percorso pochi minuti dopo l'uscita dalla moschea. E' stato gravemente ferito ed è morto nell'ospedale di Bengasi.

11 Giugno 2012
da AlgeriaISP, somaliasupport3
Bengasi: Attaccato convoglio dell'ambasciatore britannico, 2 britannici feriti.
A Kofra, scontri da 3 giorni tra le milizie del CNT e l'esercito di resistenza dei Toubous: 32 "ribelli" uccisi e 60 feriti. Le milizie usano l'artiglieria pesante, bombardando le case dei Toubou, uccidendo e ferendo civili.
Una delle aree della città di Mchachiya è esposta da ieri sera al bombardamento delle milizie Zenten. Queste milizie hanno attaccato l'area di Chakika ad est di Mezda. I giovani della Resistenza hanno difeso con coraggio la loro regione. Le milizie Zenten hanno distrutto con le loro armi le linee ad alta tensione per tagliare l'energia elettrica alla regione di Mezda.

1-10 Giugno 2012
da AlgeriaISP, LibyaSoS
10/06: A Kufra continua il conflitto tra la tribù Toubous e i "ribelli" che chiedono al CNT e al ministero della difesa di intervenire. Tiratori scelti colpiscono i "ribelli".
08/06: Una brigata di militanti islamici che ha combattuto con la NATO ha rivendicato l'attacco contro la missione USA a Bengasi.
Un libico fedele alla Jamahiriya a Sirte, Abdelkader Madani Fodil Wamli Gheddafi, è stato assassinato dai "ribelli".
A Bengasi, la milizia degli estremisti di al Qaeda ha distribuito volantini nelle moschee che proibiscono alle ragazze di andare all'università da domani. Ogni famiglia si assume la responsabilità per il destino di sua figlia se va al college.
I "ribelli" della polizia hanno fatto irruzione nella casa di un cantante Rap libico Maoummer Mohamed. L'hanno arrestato per nessuna ragione. E 'stato colpito durante il suo interrogatorio, e non avrebbe riconosciuto i fatti che gli sono stati addebitati. All'ospedale di Zawiya, i "ribelli" hanno detto ai medici che il cantante ha tentato di fuggire ed è per questo che gli hanno sparato.
Nella regione Saradj, i "ribelli" hanno attaccato con le armi l'auto del console del Sudan.
07/06: Vicino Ghot Ramane, un checkpoint dei "ribelli" di Misurata è stato preso di mira dalla forza verde. E 'stato completamente distrutto.
Tentato omicidio del colonnello della polizia del CNT della città di Kofra, "Sala Anbioua Sanoussi", dopo il suo ritorno dalla regione Taoubete. Era accompagnato dalla sua famiglia. E 'stato colpito da un proiettile alla schiena.
06/06: Ordigno colpisce missione USA a Bengasi.
Scontri con le forze della milizia all'aeroporto di Tripoli. Trenta miliziani che si erano impadroniti dell'aeroporto di Tripoli sono stati arrestati a seguito di un'azione condotta da circa 5.000 agenti di sicurezza libici per riprendere il controllo della struttura. Altri scontri sono scoppiati tra gruppi di miliziani a Tripoli, così come nella città montana di Zintan.
05/06: Tripoli, i "ribelli" circondano ancora l'International Airport di Tripoli. I giovani di Tarhouna sono sempre in aeroporto.
Le autorità maltesi hanno sospeso tutti i voli per Tripoli, in seguito agli scontri all'aeroporto. Il CNT continua la sua “politica di intimidazione” contro il popolo libico, aerei e elicotteri continuano a sorvolare lo spazio aereo di Tripoli e i dintorni da questa mattina. “Ogni volta che il CNT vede che i libici iniziano a svegliarsi e a volere la caduta del CNT, gli aerei cominciano a bombardare”.
A Bengasi, muore Marwan Faydi, uno dei comandanti della polizia del CNT per una pallottola vagante (versione CNT). Era con una delegazione ufficiale sulla strada per Bengasi, nei pressi del checkpoint Kouarcha.
Negli scontri tra i Tarhouna e i miliziani all'aeroporto colpito anche un aereo italiano. Quattro le vittime tra i “ribelli”. Il CNT ha tagliato il telefono e internet in varie città libiche, e l'elettricità a Tripoli.
04/06: Tripoli, oggi i “ribelli” hanno stabilito cinque posti di blocco sulla strada per l'aeroporto internazionale e controllano le auto e le identità degli occupanti. Un denso fumo copre il cielo dall'aeroporto internazionale di Tripoli dopo gli scontri dentro e intorno all'aeroporto.
La forza verde chiede ai libici della città di Tarhouna di stare attenti, in quanto giornalisti libici e spie straniere starebbero facendo un'inchiesta sui depositi delle armi e sulla resistenza. Appello della resistenza alla popolazione nelle aree di Sebia e Souk Khamis in quanto i “ribelli” si stanno muovendo nelle loro regioni per mettere posti di blocco al fine di impedire ai libici della città di Tarhouna e Bani Walid di giungere a Tripoli.
Scontri con armi pesanti a Bengasi.
Sirte: rapiti 5 uomini della polizia militare.
01/06: la scorsa notte a Tajoura, nei pressi di Nachie, scontri tra i “ribelli”. 
Alcune fonti hanno confermato l'esistenza di prigioni segrete nella caserma del 7 aprile, nella casa del leader libico e un'altra nella regione Koufya a Bengasi. Molti detenuti sono della Libia meridionale e occidentale, in particolare la città di Sirte, della tribù di Kdadfa. Si tratta di libici arrestati il giorno della caduta di Sirte. Queste prigioni sono gestite da miliziani estremisti che negano la presenza delle carceri. I detenuti sono maltrattai, le famiglie ne chiedono la liberazione, “ma nessuno si muove”.
I “ribelli” hanno saccheggiato la casa di Moussa Koussa, l'ex  Ministro degli Esteri di Muammar Gheddafi, che disertò per fuggire a Londra, divenendo un informatore chiave per la NATO / Qatar / CNT. Come promemoria, Moussa Koussa si trova nel regno del Qatar.
I “ribelli” osservano molto da vicino l'università El Fateh a Tripoli dopo i volantini che chiedevano il ritorno della Libia Verde, distribuiti in grandi quantità nelle università. Questa è la prima volta che volantini vengono distribuiti all'università. Da ieri, i “ribelli” hanno aumentato il loro numero all'interno dell'università e vi sono pickup montati con armi pesanti per scoraggiare qualsiasi evento.

30 Maggio 2012
da AlgeriaISP
La forza verde ha distribuito volantini per informare i libici che la resistenza continua a recuperare terreno dalle grinfie "dei mercenari libici e dei traditori".
A Tripoli, muore in un incidente stadale, Abdelmalek Jouili​​, figlio del ministro della Difesa del CNT. Era originario di Zenten ed era ricercato per omicidio.
Emissari del Ministero dell'Interno e del Ministero della Giustizia hanno visitato la città di Bani Walid. Hanno visitato il Consiglio sociale delle tribù dei Warfala che è l'unico ente rappresentativo della città. Hanno trovato la situazione in città stabile. Hanno scoperto che gli agenti di polizia fanno un lavoro eccellente per gestire il traffico e sono presenti anche in università, college e scuole. Si ricorda che i Warfala hanno chiesto l'allontanamento dalla città di tutti i "ribelli". I cittadini gestiscono la città senza sottomettersi al CNT.
Uomini armati a bordo di un'auto hanno sparato ai " ribelli" nel centro di Sabha, riuscendo poi a fuggire.
La forza verde chiede ai giovani libici di Sirte di stare attenti perch� la milizia al posto di blocco n ° 50 effettua degli arresti senza motivo (questa mattina artrestati 2 giovani).
Un "ribelle" accusato di aver ucciso il generale Abdelfateh Younes afferma di avere documenti che provano che il numero uno del CNT Mustapha Abdeljalil e gli amici hanno ucciso il generale Younes. Ha aggiunto che la decisione era stata presa nella città di Baida in Libia e che l'assassinio era commissionato dalla Francia.

25-27 Maggio 2012
da AlgeriaISP, za-kaddafi.ru/
27/5: Aerei da guerra continuano a volare a bassa quota nelle regioni della Libia occidentale. Nessuna dichiarazione del governo del CNT. L'aeroporto internazionale di Tripoli così come quello della base militare Maetika hanno cessato la loro attività a causa del sorvolo di questi velivoli da guerra. Negli ultimi giorni, questi aerei da guerra hanno bombardato i depositi di armi nelle città di Sirte e Mezda.
A Ghadames, sono giunti i "ribelli" del battaglione Saeka da Bengasi per fermare gli scontri in città tra i giovani di Gadames e i Tuareg.
Imminente la possibilità di scontri fra "ribelli" di Misurata e l'esercito di Barca. Uno dei comandanti del CNT, Abdeljoued Badine, ha appena dichiarato la nascita del primo battaglione dell'esercito di sicurezza di Barca per il controllo dei posti di blocco.
La regione dei Warchfana è di nuovo sotto assedio dopo che i ribelli di Zenten sono rientrati in città per arrestare i sostenitori del leader libico. I giovani Warchfana hanno deciso di difendersi e per il momento hanno bloccato tutte le strade.
26/5: Violenta esplosione la scorsa notte all'interno della base delle Brigate "Rivoluzionarie" a Sirte, nella quale hanno perso la vita 7 persone, molti feriti. Al momento ci sono informazioni contrastanti circa la causa dell'esplosione. In una versione si afferma che un incendio divampato all'interno di un'officina avrebbe innescato l'edsplosione. Altri sostengono che la base sarebbe stata attaccata con RPG e si presume che gli sconosciuti attaccanti siano sostenitori di al-Gaddafi.
25/5: Aerei da combattimento del Ministero della Difesa hanno attaccato la città di Mezda, distruggendo i siti di stoccaggio delle armi.
La resistenza verde ha diffuso una lista di prodotti alimentari commercializzati in Libia, contenenti carne di maiale e sostanze cancerogene.
I "ribelli" di Misurata hanno rapito il colonnello del CNT, Kassouda Ibrahim, direttore doganale dell'aeroporto Maetika di Tripoli, reo di aver sequestrato da un viaggiatore di Misurata una valigia contenente armi.
I combattenti della resistenza hanno effettuato un'operazione nella città di Sirte dove hanno fatto esplodere un deposito di armi dei "ribelli" nella regione di Dohir a 15 km dal centro.
Sul canale televisivo del CNT, il colonnello Mukhtar Farnana, presidente dei militari CNT nella regione ovest della Libia, accusa il ministro della difesa sugli scontri nella città di Ghadames. Accusa anche il Qatar, che sarebbe dietro l'assassinio del generale Abdelfateh Younes in quanto aveva espulso il ministro della Difesa del Qatar.
La resistenza verde cerca il "ribelle" Wassim Khaled Gharyane, accusato di aver combattuto nella città di Bani Walid, depredato i beni dei cittadini, e di aver preparato una lista degli uomini leali al leader Gheddafi e di averla trasmessa al CNT.

19-23 Maggio 2012
da AlgeriaISP, LibyaSOS
23/5: A Ragdaline i combattenti della resistenza hanno preso di mira l'edificio della polizia del CNT con un RPG, tre "ribelli" feriti, uno gravemente.
Voci non confermate parlano dell'arresto del presidente del consiglio militare di Tripoli, Naker Abdellah, accusato di trasferimento di ingenti somme di denaro all'estero.
Due uomini uccisi da uomini armati Toubu vicino Sabha.
A Wadi Al Shati assaliti i Quartieri Generali della Sicurezza.
22/5: A Kofra, vicino all'edificio Chaebiya, il battaglione dei "ribelli", Darae Libia, è stato attaccato da combattenti provenienti dalle tribù Toubou.
Sì della Tunisia all'estradizione in Libia dell'ex primo ministro libico Al-Baghdadi Al-Mahmoudi.
Un membro di una delegazione di Bani Walid che si recava a negoziare con i membri del CNT a Tripoli è stato ferito durante scontri con le guardie della sicurezza del CNT.
Bengasi: un missile ha danneggiato gli uffici della Croce Rossa.
21/5: Un membro del consiglio del CNT, Moussa Koni, ha rassegnato le dimissioni dopo gli scontri tra abitanti della città di Ghadames con i Tuareg. Il Governo del CNT ha sostenuto i residenti di Ghadames per ripulire la città dai Tuareg. Le milizie a Ghadames hanno ripulito la città, uccidendo i Tuareg, distruggendo le loro case e eliminando le loro famiglie dalla città.
20/5: Voci su traffico di organi dal carcere di Misurata.
Scontri vicino Tripoli.
19/5: I combattenti del battaglione Mgawir dell'esercito della Jamahiriya presenti nel sud della Libia hanno difeso ieri i Tuareg che erano stati attaccati dai "ribelli" nella città di Gadhames.
Tripoli: udita una forte esplosione, nessuna notizia sulle vittime.

15 Maggio 2012
da AlgeriaISP
Un giovane libico della tribù di Kdadfa, Nasser Aouidete Madir, è stato arrestato e torturato dai "ribelli".
A Sabha i giovani hanno rimosso la bandiera della " vergogna" al Liceo sostituendola con la bandiera verde e hanno affisso poster di Gheddafi.
A Agedabia, scontri ​​tra "ribelli" vicino all'Istituto di letteratura e scienza hanno causato la morte di uno studente e il ferimento di altri quattro.
Il Vice Presidente della Delegazione della organizzazione delle elezioni del CNT in Libia "Sagir Majiri" ha rassegnato le dimissioni in segno di protesta contro le irregolarità e le violazioni della legge in questa delegazione.
Il Presidente del CNT dalla città di Zouara "Aboubakr Taloue" ha rassegnato le dimissioni dopo essere stato minacciato di morte da uomini armati.

11-14 Maggio 2012
da AlgeriaISP
A Tripoli, qualche minuto fa, due forti esplosioni si sono udite nella regione Souk Jomoa .
A Saba, la forza verde chiede ai libici di boicottare le elezioni organizzate dal CNT e ha redatto una lista nera di coloro che hanno tradito la Libia e che sono candidati.
A Tripoli, a Hadaba, i "ribelli" dela polizia hanno effettuato un rastrellamento sulla strada Salah Eddine presso la moschea Tahar. Alcuni giovani si sono scontrati con i poliziotti dei "ribelli". Un gruppo di "ribelli" giungeva in rinforzo, il che determinava l'arresto dei giovani. La sera stessa i giovani sono stati liberati dalla resistenza verde.
A Tripoli, la polizia ha aumentato il numero dei poliziotti ("ribelli") che proteggono la sede del governo per prevenire attacchi. Il numero delle guardie è di 35 "ribelli" armati con armi pesanti.
Sormane, dopo la scoperta del corpo di un giovane libico presso l'Istituto dell'energia elettrica, si sono avuti scontri tra i giovani della tribù di "Matrad" e la tribù "Akaba".
Un camion che trasportava carburante è stato preso di mira con armi da fuoco da uomini armati ed è stato interamente bruciato.
Tripoli, i "ribelli" hanno arrestato senza motivo una coppia all'Accademia dell'Aeronautica. La ragazza è marocchina. Gli studenti hanno espresso la loro rabbia contro tali episodi.
La televisione libica del CNT ha appena dichiarato che il generale Khamis Gheddafi è vivo ed è a Bani Walid. "E questa è una scusa per attaccare la città e sterminare la tribù dei Warfala?".
A Mrazak, nel sud della Libia, la resistenza verde ha ucciso "Khaled Saed Abou Salah", membro del governo.
I "ribelli" di Misurata hanno tentato di entrare nella città di Tarhouna. I giovani della città li hanno circondati e hanno requisito 3 pickup equipaggiati con armi pesanti, arrestando un gruppo di "ribelli" con il loro comandante, gli altri "ribelli" sono fuggiti.
A Tripoli elicotteri sorvolano a bassa quota la città.
A Sirte è arrivato un convoglio di 32 pickup dei "ribelli" di Misurata del battaglione Farouk; si sono alloggiati nella sede della polizia.
Gli uomini della resistenza hanno stilato un elenco di 110 nomi di "ribelli" da arrestare o giustiziare.
A Tripoli a Souk Jomoa è stata tolta la corrente elettrica.
Bani Walid: uno dei figli della tribù dei Warfala, Aymen Miftah Agniche Telmati, è stato assassinato dai "ribelli" al posto di blocco "Bouabet Fedraj". La missione del "martire" era di proteggere la città di Bani Walid.
I membri del battaglione dei "ribelli" "28 maggio" sono entrati nella regione "Mardoum", 30 km a est di Bani Walid. Sono stati affrontati con successo dai giovani della città.
I combattenti della resistenza verde hanno effettuato una spettacolare operazione attaccando la prigione di Selae Tamwiniya situata nella città di Zawiya. Molti detenuti della Jamahiriya e della tribù Warchfana sono stati liberati e si trovano al sicuro.
Scontri con l'uso di armi pesanti tra giovani della città di Gadames e i Tuareg (i Tuareg controllano l'ingresso «Vouaba 50»".

10 Maggio 2012
da AlgeriaISP
I giovani di Tarhouna controllano l'ingresso occidentale della città dopo aver cacciato i "ribelli" che si trovavano in questa regione.
A Tripoli, scontri con armi di piccolo calibro tra uomini armati in auto nere e i "ribelli" di Abu Slim nei pressi della prigione. Gli uomini armati hanno attaccato il quartier generale del CNT a Abu Slim.
La resistenza verde ha chiesto ai propri uomini di non trasmettere informazioni sul movimento dei combattenti a Bani Walid e Tarhouna. A Tarhouna, il comandante di un battaglione "ribelle" Elwafiyae Bitarhouna, Bouejila Habachi, ha chiesto ai "ribelli" di Misurata di lasciare la città immediatamente o verranno sterminati.
I capi della tribù Warfala a Sabha hanno minacciato tutti i "ribelli" che toccheranno la città di Bani Walid.
Un grande convoglio di "ribelli" di Misurata ha cercato di tornare nella città di Tarhouna. I giovani di Tarhouna lo hanno circondato e attaccato con RPG e armi portatili. Due "ribelli" sono stati uccisi.
L'esercito del CNT ha lanciato l'"Operazione Chourouk" per ripulire la città di Bani Walid e Tarhouna dai fedelissimi di Gheddafi. 65 uomini della resistenza delle città di Laejilates e Mchachiya si sono diretti a difendere le città di Bani Walid e Tarhouna.
La resistenza verde ha richiamato l'attenzione della popolazione di Tarhouna avvertendo che i "ribelli" hanno posizionato 50 lanciarazzi Grad alla periferia di Tarhouna. L'attacco è imminente.
Una nota rilasciata da Warfala Elodma informa le tribù Warfala della presenza di un grande convoglio di "ribelli" a Tarhouna che si stanno preparando ad attaccare la città di Bani Walid. Ha avvertito i "ribelli" che un attacco a Bani Walid saebbe un suicidio. Una grande tribù ha inviato i suoi giovani combattenti a Bani Walid per difendere la città contro l'imminente attacco dei "ribelli".

9 Maggio 2012
da AlgeriaISP
Bengasi, alcuni scontri con armi leggere tra "ribelli" presso l'Università. Testimoni parlano di "ribelli" ubriachi.
Tripoli, sulla strada per l'aeroporto, i testimoni hanno riferito che il convoglio di oltre 150 pick-up è dei "ribelli" della regione di Jebel.
A Tripoli, il CNT ha arrestato 45 "ribelli" che avevano attaccato la sede del governo. Gli altri "ribelli" vagano per le strade di Tripoli nei loro pick-up montati con armi pesanti, cercando di liberare i loro colleghi.
Muore Anes Aderahim Baz, uno di quelli che "avevano tradito il leader libico e i libici", in seguito ad un incidente stradale.

5-8 Maggio 2012
da AlgeriaISP, za-afriku.ru, LybiaSOS
Tripoli: Violenti scontri intorno al palazzo del governo. Almeno 2 morti e molti feriti mentre 15 pick up pesantemente armati hanno circondato l'edificio. Secondo la BBC il capo del governo e il ministro delle finanze sarebbero riusciti a fuggire. Gli attaccanti reclamano denaro.
Testimoni riferiscono che almeno 150 pick-up armati con individui a volto coperto si troverebbero sulla strada per l'aeroporto provenienti dalle montagne.
Esplosione a Abu Salim.
Sirte: la resistenza ha bombardato i quartieri generali del comitato di sicurezza del CNT.
6/5: Quattro forti esplosioni hanno scosso l'area Janzour e Siyahiya, scontri con armi leggere a Ghot Chael.
5/5: A Tripoli, spari contro un prete ortodosso.

1-3 Maggio 2012
da AlgeriaISP, za-afriku.ru, LybiaSOS
Marcia indietro del CNT: i partiti possono costituirsi su base etnica, religiosa e tribale; punito invece con il carcere chiunque manifesti idee a favore del precedente regime.
I combattenti della resistenza verde hanno ucciso, questa mattina, il generale al-Barani Ashkal, un generale dissidente che "aveva tradito il leader libico e i libici". Con questa operazione, la forza verde avverte "tutti coloro che hanno venduto il loro paese, che la vendetta arriverà presto". Il Generale al-Barani Ashkal era responsabile della sicurezza di Tripoli. Ha gestito il battaglione "Amhamed" dedicato alla protezione del leader libico, con 3.800 uomini, ben addestrati e ben armati con armi pesanti e carri armati. E 'un cugino del leader libico. E' della tribù Kdadfa. Il Generale al-Barani Ashkal si sarebbe accordato con il CNT, due mesi prima della caduta di Tripoli. La notte del 20 agosto 2011, avrebbe chiesto ai suoi uomini di lasciare il loro posto, indossare gli abiti civili, lasciare le armi e tornare a casa: avrebbe lasciato quindi Tripoli senza difesa e sarebbe il motivo per cui la città è caduta in fretta.
Ieri sera, a Tripoli, i combattenti della resistenza hanno lanciato un'operazione sulla prigione Jadida e sono riusciti a liberare 150 detenuti della Jamhiriya. Il comandante dei "ribelli" che svolgeva funzioni di direttore del carcere, Salem Mohamed NAeja, è stato ucciso durante l'operazione; si tratterebbe dell'uomo che ha torturato il capo dei servizi Bouzid Dorda filmando la tortura.
Tripoli: nei pressi di Arada, due civili sono stati uccisi dai "ribelli".
Successivamente all'omicidio di giovane libico della regione di Sabea da parte dei "ribelli" di Souk Jomoa, la famiglia e la tribù del giovane hanno attaccato i "ribelli" Souk Jomoa. Scontri con armi pesanti si sentono nella zona di Souk Jomoa e Tajoura. Un primo rapporto parla di quattro "ribelli" Souk Jomoa uccisi. L'autostrada è stata chiusa a causa dell'impiego di armi pesanti negli scontri.
Un uomo è stato trovato assassinato nella stazione di polizia accanto alla prigione di al Jadida.
Uomini della resistenza uccidono un ufficiale dissidente dell'esercito libico, Mohamed Kilani, residente nella regione "Fassi nella città di Zawiya; era accusato di aver tradito la Jamahiriya e di essersi aggregato al movimento dei "ribell" dall'inizio della "cospirazione contro la Libia".
Combattenti della resistenza in Gemal e Ragdaline sono riusciti a penetrare a Zwara; vicino all'università ci sono stati scontri, la resistenza è riuscita a prendere il controllo dell'area intorno all'industria petrolifera.


 
Links Correlati
· Inoltre Libia
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Libia:
ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (Gennaio 2012)


Article Rating
Average Score: 5
Voti: 4


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Spiacente, non sono disponibili i commenti per questo articolo.

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.