Home  ·  Downloads  ·  Iscrizione  ·  Top  ·  Archivio  ·  Argomenti  ·  Categorie  ·  RSS
Terrore e Guerre: ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (aprile 2012)
Postato il 03/04/2012 di cdcnet

Libia Per continuare a seguire l'evoluzione della situazione in LIBIA:

-
algeria-isp (in francese)
- za-kaddafi.ru (in russo)
- libyasos (in inglese)
- libyanfreepress (italiano-inglese)
- leonorenlibia (spagnolo)

Le pagine possono essere
tradotte copiando l'indirizzo del sito e scegliendo la lingua.

28-29 Aprile 2012
da AlgeriaISP, LybiaSOS

Ripresi da un "ribelle" i "mercenari" in procinto di assalire la città di Sirte, ormai distrutta dagli ordigni della NATO.
Si tratta di un grande convoglio di "ribelli" e di commando occidentali che si stanno recando a combattere l'esercito regolare libico. Queste immagini non sono state mostrate da Al Jazeera e Al Arabia. "Si è trattato di una guerra di nuova generazione: mediatica attraverso le catene televisive e sul terreno con l'uso di mercenari. Lo scenario di questa guerra in Libia è: 1) demonizzare Gheddafi e l'esercito; 2) Bombardare le città; 3) Inviare mercenari per finire il lavoro sporco; 4) Seminare il caos nel paese; 5) Prendersi gratuitamente il petrolio."

La forza verde ha chiesto ai libici del comune di Tarhouna di non acquistare case o negozi o allevamenti dai "ribelli" in quanto si tratta di immobili e terreni rubati ai proprietari della Jamahiriya libica.
A Tripoli, scontri tra i combattenti della resistenza e i "ribelli" nella regione El Hachene a Souk Jomoa.
I combattenti dela resistenza hanno attaccato la sede dei "ribelli" nella regione Fellah.
Da fonte libanese, una nave libica, la Lotfe Allah 2, carica di armi e munizioni destinate ai "ribelli" siriani è stata bloccata dalle autorità libanesi.
Numerosi informazioni confermano le continue violenze subite dalle donne, in particolare le violenza si effettuerebbero nel sottosuolo del Consolato del Kuwait, nell'ex casa Aicha Gheddafi, nei carceri si El Jadida e Ain Zara. Una donna "Asemae Jomoa Ismael" è stata rapita nei giorni scorsi e le informazioni confermano che era stata fermata e interrogata da un "ribelle" prima di scomparire.
7 giornalisti uccisi e 22 feriti nell'incendio che ha interessato la loro sede a Zliten.
40 prigionieri fuggiti ieri da un carcere di Tripoli.
Incendiati uffici dei tribunali a Sirte con perdita di numerosi fascicoli, in particolare di cause civili.
Trovato annegato nel Danubio a Vienna, l'ex ministro del petrolio libico, Shuki Ghanem, fuggito in Austria nel maggio 2011, in disaccordo con la politica della Jamahirya libica.



25-27 Aprile 2012
da AlgeriaISP, LybiaSOS

Ordigno contro Palazzo di Giustizia di Bengasi. Secondo AFP, venerdì un'esplosione ha colpito un Palazzo di Giustizia nella parte orientale della città causando seri danni all'edificio ma nessuna vittima (secondo Reuters ci sarebbero 4 feriti). L'esplosione ha provocato un foro di 3 metri di diametro sul palazzo situato a Meidan al-Shajara, una piazza contornata di alcuni edifici governativi e della Corporazione Petrolifera Nazionale. Forze della sicurezza hanno detto all'AFP che ignoti hanno collocato l'ordigno che è esploso esattamente alle 5 del mattino.

Violenta esplosione a Janzour.

Il CNT ha posto un veto alla partecipazione alle elezioni politiche di formazioni tribali, etniche o religiose. Il CNT ha chiarito che il paese sarà governato in accordo alla Sharia, o legge islamica, ma il suo ruolo esatto nel sistema legale non è ancora stato stabilito in quanto una nuova costituzione sarà redatta dopo le elezioni. Il portavoce del CNT, Mohammed al-Harizy, ha detto alla Reuters che "Non saranno ammessi partiti basati sulla religione, etnicità, o tribali". Un nuovo partito politico che si è formato a Marzo, i Fratelli Musulmani Libici, ha chiesto urgentemente chiarimenti al CNT. Gli analisti politici avevano predetto che i Fratelli Musulmani sarebbero divenuti la forza politica più organizzata con un ruolo di primo piano nelle elezioni politiche di Giugno.
Esplode oleodotto nel porto di Brega.
Benghazi, scontri tra detenuti e secondini "ribelli" nella prigione El Kouifiya. Rinforzi di "ribelli" sono giunti al carcere, un detenuto è stato ucciso, alcuni detenuti sono riusciti a fuggire.
Sorman, scontri tra combattenti della resistenza e "ribelli" dopo un volantinaggio pro-resistenza in città.
A Sabrata, i combattenti della resistenza hanno distribuito volantini nelle regioni di Zouaga, Telile e Nahda.
Kufra, cittadini hanno manifestato all'aeroporto contro l'arrivo del "ministro della difesa" Oussama El Jouili, che veniva costretto a lasciare l'aeroporto in macchina per presentare le sue condoglianze per la morte di un leader, successivamente ha preso rapidamente il volo per Tripoli.

24 Aprile 2012
da AlgeriaISP

Ieri, i combattenti Toubous hanno attaccato il quartier generale e gli accampamenti dell'esercito del CNT nella città di Kufra nel sud della Libia. Essi controllano El Jazeera Al Khadra (Isola Verde) e circondano l'esercito ribelle del CNT che si trova presso l'Università di Kofra.
Scontri con armi pesanti continuano a Kufra tra i combattenti Toubou e i "ribelli" del battaglione "Daree Libia" dell'esercito CNT.
Il Ministro degli Interni, originario di Misurata, Faouzi Abdelali, ha confermato la presenza di diverse prigioni in Libia gestite dalle milizie. Queste si rifiutano di consegnarle al Ministero degli Interni. Tutti i negoziati con le milizie per recuperare le prigioni e i prigionieri sono falliti.
A Misurata, i "ribelli" feriti nel conflitto si sono riuniti in un sit-in, chiedendo un sostegno finanziario.
Ieri mattina alle 2:52, i combattenti della forza verde hanno compiuto per la prima volta un'operazione con un dispositivo esplosivo attivato a distanza. Hanno preso di mira un convoglio di "ribelli" dell'esercito del CNT a Ras Lanouf.
Kufra, i "ribelli" del battaglione « Elbahriya Mouchete » sono giunti per fornire rinforzo all'esercito del CNT. I combattenti Toubous hanno ucciso 2 "ribelli". Feriti tra la popolazione civile a causa dei bombardamenti dell'esercito del CNT. I combattenti Toubous hanno attaccato la sede operativa dell'esercito CNT situata all'università. « Khaled Saïh », membro del CNT, ha dichiarato che il CNT ha emesso un mandato di arresto contro il capo dei combattenti di Tobous, sig. Aïssa Abdelmadjid.
I Tobous guadagnano terreno a Kufra.
Kufra, i combattenti Toubous attaccano la sede del battaglione dei "ribelli" Chouhadae Kofra. Scontri con armi pesanti nella regione di El Jazeera Khadra. La città è priva di acqua e elettricità.
Kufra, i combattenti Toubus si sono riuniti (170 pickup equipaggiati con armi pesanti) nella regione di Rabiyana per lanciare un grande attacco contro i "ribelli" dell'esercito del CNT che si trovano nella città.

23 Aprile 2012
da AlgeriaISP

A Kufra, sono ripresi dopo una lunga tregua i combattimenti tra la tribù Toubus e i "ribelli". Molti colpiti nel campo di Daree Libya (l'esercito del CNT).
A Kufra, continuano gli scontri tra i combattenti della tribù Toubou e un battaglione dell'esercito del CNT. I "ribelli" hanno iniziato il conflitto, attaccando civili, bruciando case e uccidendo i libici. Accuse di pulizia etnica con l'assistenza occidentale: tutti i libici di pelle nera sono perseguitati o uccisi. I combattenti Toubou hanno risposto uccidendo 12 "ribelli" e ferendone altri.
A Tripoli, scontri tra i combattenti della resistenza verde e i "ribelli" nella via Omar Mokhtar.
Giunte alcune informazioni allarmanti secondi cui bande di Misurata avrebbero sequestrato 40 famiglie Taverga tra cui bambini. La resistenza verde ha promesso 100.000 dollari a chi fornirà informazioni sul loro destino.

22 Aprile 2012
da AlgeriaISP

Tripoli, sulla strada per l'aeroporto internazionale, i combattenti della Resistenza hanno ucciso un "ribelle" che aveva partecipato alla distruzione della città di Sirte e di Bani Walid.
A Zliten, 35 ufficiali dell'esercito della Jamahriya si sono riuniti al battaglione Aboubakr Younes della forza verde.
A Tripoli, i combattenti della resistenza hanno preso di mira due ribelli Zenten nella loro auto Toyota. Questi due "ribelli" erano seguiti da molto tempo ed erano accusati di torture nei confronti degli ufficiali libici.
Tripoli, due forti esplosioni hanno scosso la zona della strada dell'Aeroporto Internazionaledopo scambi di fuoco con artiglieria pesante e armi leggere.
I "ribelli" riconoscono che è impossibile tenere le elezioni in Libia a seguito di scontri tra le milizie armate.
Le tribù di Laebidetes e El Mgharba sostengono e si uniscono al progetto di Barca.
A Zawiya, i "ribelli" hanno lanciato una caccia all'uomo contro tutti i fedeli al leader libico che sono stati arrestati e rilasciati nei mesi precedenti.
A Sabha, la forza verde avverte i libici fedeli alla Jamahariya di non uscire nel prossimo evento pro Gheddafi dal momento che questo evento è organizzato dai "ribelli" per individuare gli uomini della resistenza.

20 Aprile 2012
da AlgeriaISP

Con un appello la resistenza verde informa della presenza di 1200 detenuti tra ufficiali e sostenitori della Jamahiriya si trovano all'accademia femminile a El Hadaba. Il carcere è sorvegliato da membri di Al Qaeda.
La resistenza invita i "ribelli" ad andare a recuperare i corpi dei cecchini che si erano stati posizionati sugli edifici a Sidi El Masri. I combattenti della resistenza li hanno identificati e uccisi sul posto.
I combattenti della resistenza stanno lanciando un ulteriore appello ai "ribelli", dicendo che il gruppo di "ribelli" con alcuni stranieri, inviati a Sabha, sono stati localizzati. Questo gruppo di 35 membri è stato ucciso. I loro corpi sono nella città di Katroune sulla strada per El Menfekh.
I combattenti della resistenza verde hanno attaccato un posto di blocco a Sidi Masri.
Arrivati all'ospedale di Tajoura 3 "ribelli" uccisi lungo la via di Nachie.
I partecipanti al congresso a Barca minacciano di rivelare tutti gli affari del numero uno del CNT, Mustapha Abdeljalil.
Oggi a Tripoli, vicino Fachloum, "ribelli" con esperti canadesi hanno pianificato la distruzione di tre piattaforme di lancio degli Scud.
Il 19 aprile 2012, a Tripoli, gli studenti dell'istituto di medicina all'università di El Fateh hanno scritto sui muri solagan a favore della resistenza.
12 libici Taouerga sono morti in seguito alle torture nelle carceri di Misurata.
Da Tarhouna, vengono segnalazioni che i "ribelli" hanno raccolto molti lavoratori africani dopo le preghiere del Venerdì accusandoli di essere mercenari venuti a seminare il terrore a Tarhouna.
Scontri con armi pesanti fra i combattenti della resistenza e "ribelli" a Tripoli vicino al Ministero degli Interni.
Voci a Tripoli parlano della presenza di Seif El Islam Gheddafi presso l'Accademia di polizia a Tripoli.
Informazioni della sala operativa del CNT a Tripoli riferiscono di "ribelli" addestrati la notte scorsa alla difesa della città di fronte ad una simulata caduta. Alcuni gruppi di ribelli sono stati dislocati in angoli strategici di Tripoli per salvare la città.
Aerei da guerra non identificati hanno bombardato aree di Tripoli, vi è stata risposta della contraerea.

18 Aprile 2012
da AlgeriaISP

I combattenti della resistenza hanno preso di mira il colonnello Abdellah Hoceine, vicecomandante dei militari di Tarhouna e il suo colonnello aiutante, Salem Souissi. I due sono rimasti intrappolati al loro ritorno da una riunione a Misurata. Il primo è stato ferito ad una gamba, il secondo al torace.
A Laejilate Mohamed Elmajdoube, il comandante del battaglione di El Wafa, ha rubato i soldi per gli stipendi dei "ribelli" del suo battaglione. Questi hanno attaccato la sua casa, sparando colpi all'interno, ma il comandante non è stato trovato.
Il dr. Hamza Touhami è intervenuto sul web in una chat della forza verde, sostenendo che la resistenza è guidata da un figlio del leader libico. Ha poi chiesto ai cittadini di prepararsi riserve di cibo e medicine perch� la liberazione della Libia potrebbe richiedere del tempo.
"Ribelli" armati hanno fermato un autobus
sulla strada tra Sabha e Tripoli. Hanno fatto scendere tutti i viaggiatori e li hanno allineati sulla strada. Le donne sono stati spogliate di tutti i gioielli e denaro in loro possesso. La maggior parte dei viaggiatori andava a Tripoli per visitare le famiglie. Il conducente è stato costretto a consegnare 100.000 dinari che i commercianti di Saba inviavano a Tripoli.
Due esplosioni a Zawiyah.
Liberati detenuti in un carcere di Tripoli, all'interno del quale si sono uditi spari durante la notte per quasi tre ore.

12-16 Aprile 2012
da AlgeriaISP, libyaSOS

Una delegazione di "investitori" USA andrà nei prossimi giorni a Tripoli e Bengasi: tra loro alcune delle più grandi società americane come Boeing, ConocoPhillips, Dow Chemicals, Exxon Mobil, Hill International, Motorola, General Electric e AT Solutions.
La Qatar National Bank (QNB) ha acquisito il 49% del capitale della Banca Commerciale per lo Sviluppo, la banca leader in Libia. Questa dichiarazione è stata fatta durante l'Assemblea Generale Straordinaria della Banca Commerciale per lo Sviluppo, tenutasi a Bengasi.
Bengasi, ancora battaglie tra gruppi di “ribelli” e tra gruppi di “ribelli” e le forze di sicurezza dei “ribelli”. Alcuni di loro hanno saccheggiato un deposito di veicoli, rubandone più di 50 e distruggendone centinaia.
Nafoussa Jabel: i "ribelli" hanno attaccato la sede del governo del CNT-NATO.
Tripoli: nella prigione che si trova all'interno di “quello che viene chiamato il Ministero degli Interni” presso l'Università di Nasser, oltre un centinaio di prigionieri starebbero per essere trasferiti da bande paramilitari a Misurata dove si teme possano essere giustiziati. Milizie armate a Tripoli hanno rapito un Neurochirurgo libico, il Dr.Hisham, più di una settimana fa. In corso di una intensa sparatoria molte auto dei “ribelli” avrebbero preso fuoco.
Eze-Zawiya: notizie di combattimenti nella regione. Molti morti e feriti.
Garyan: la scorsa notte in città “mercenari” Nato avrebbero tentato di espellere dal centro sostenitori della forza verde: una persona è rimasta uccisa.
Al-Beida: Violenti scontri nella città di oggi.
Nel deserto libico a sud, unità dei tiratori scelti delle forze speciali “Mutassim Gheddafi” hanno attaccato mercenari provenienti da Italia e Francia nel deserto libico (nella stessa zona si trova la base italiana nel deserto). Al momento risulterebbero uccisi quattro soldati francesi e italiani e due uomini della resistenza.
Kufra: la forza verde ha distrutto un convoglio di “ribelli” del CNT-NATO armati fino ai denti: sono state sequestrate le loro armi, fucili kalashnikov e mitragliatrici di 14,5 mm.
Zawya: scontri in periferia con molti morti e feriti.
Sirte: nella periferia est scontri. E' stato ritrovato il corpo carbonizzato dell'ex poliziotto Omar Ibrahim Abu Hashem, nato nel 1982, rapito da una “banda” di Sam Ahmid al-Qaeda.
Sabha: dal Qatar con aerei cargo sono giunti veicoli che saranno trasferiti alla città di Murzuq.
Una bandiera verde sventola vicino al luogo del bombardamento, in cui il colonnello Gheddafi presumibilmente cadde gravemente ferito e poi fu crudelmente ucciso dagli uomini del CNT-NATO.
L'Oman chiede a Tripoli di pagare 140 milioni di dollari come indennizzo per i “ribelli” feriti.
Tripoli
, in El strada Madar, scontri tra combattenti della resistenza e "ribelli". Un'auto del ministero è stata presa di mira dai combattenti.
La resistenza ha preso di mira un posto di blocco dei "ribelli" nella regione di Arada.
Bani Walid: I "ribelli" sparano contro Salem El Waer, responsabile dei Warfala e comandante del Chouhadae 93, attualmente si trova in ospedale non in pericolo di vita.
A Zouara, i "ribelli" hanno portato 200 mercenari africani per attaccare le città di El Jamile e Ragdaline. Vogliono vendicare il loro comandante ucciso dai combattenti della resistenza.
Uno dei combattenti della resistenza ha attaccato un checkpoint dei ribelli con il suo pick-up ed è riuscito a ucciderne alcuni.
Alcune informative parlano di esperti occidentali che si trovano nel sud della Libia per estrarre e trasportare all'estero uranio grezzo.
Zoubeiri Ahmed ha detto che la Federazione di Barca ci sarà lo voglia o no il popolo libico. La nuova bandiera sarà nera con una stella e una mezzaluna. Il 17 aprile sarò celebrata l'avvenimento con una parata militare di 4.000 soldati che sfileranno per le strade.
Tripoli: scontri tra resistenza verde e "ribelli" sulla via per l'aeroporto e a Sidi Elmasri.
Per alcuni minuti, si sentono spari nella regione di El Hadaba. Più di 20 pick-up di ribelli si sono riuniti a Bab El Aziziya per intervenire.
Bengasi: un insegnante egiziano è stato trovato morto nella sua scuola. Era cristiano e viveva in Libia da molti anni.
Un camion da trasporto merci del magazzino "Mango" è stato bruciato da ignoti. Questo è il secondo incidente a spese del magazzino Mango. La scorsa settimana, uomini armati non identificati hanno sparato contro il negozio.
Il Dr. Hamza Touhami ha detto che la resistenza ha completato la sua preparazione e inizierà presto le sue azioni per liberare la Libia.
I combattenti della resistenza hanno effettuato una nuova operazione requisendo due pickup da trasporto di armi e munizioni nella regione di Abu Aisha a Souk El Khamis.
Un aereo ha sorvolato la città di Derna, si ritiene che si tratti di un aereo degli Stati Uniti che esegue scansioni del terreno per identificare obiettivi.
L'elicottero che si è schiantato nel sud della Libia a Marzuk trasportava membri del governo e del CNT, ci sono feriti di cui 2 gravi (il pilota e una delle guardie del corpo).
I ribelli di Zenten hanno bombardato con artiglieria pesante i quartieri residenziali della tribù El garbiya a Rayayina.

11 Aprile 2012
da gordeyd.livejournal.com

Secondo la TV russa "Russia Elyoum", sarebbero 1500 (e non 35 come dicono le fonti ufficiali) i soldati britannici rimasti uccisi in Libia nei combattimenti contro l'esercito libico, per lo più si tratta di britannici al soldo delle compagnie di sicurezza o di mercenari.
Tripoli: in Abu Salim, la resistenza riesce a catturare alcuni mercenari, tra cui italiani; tutti sono stati presi vivi e si trovano ora in una prigione della resistenza. Nel cuore della capitale, tra il parco e la zona Alnasser Benashur, ci sono stati violenti scontri con feriti. Sulla costa, in un pozzo, trovato il corpo di una ragazza con la testa mozzata.. Sopra la città il giorno prima si sono visti aerei militari. Nella zona di Al-Mansur manifestazione: i manifestanti hanno circondato l'edificio del CNT. Ora ci sono segnalazioni circa la caduta di un aereo militare Mirage, vicino alla capitale, nei pressi di Ben Gashiru, abbattuto dalla resistenza. A Abu Ashia la resistenza ha fatto slatare un deposito di armi e munizioni, molti "ribelli" uccisi.
Al-Zawiya: scontri nelle aree centrali e costiere, con almeno 5 “"ribelli"” uccisi. Attualmente, ci sono violenti scontri nei pressi della raffineria di Al-Zawiya, dove la resistenza continua a combattere i “"ribelli"” della NATO.
Bani Walid: scontri ieri tra i membri del cosiddetto "esercito nazionale" ed i combattenti locali, a circa 13 miglia a sud della città.
Tarhuna: ieri mattina, al Congresso del Popolo, è stata sollevata la Bandiera Verde. Inoltre, le bandiere della Jamahiriya sventolano sulla costruzione di una scuola locale, nonch� nell'area libera della città.
Sabha: esplosioni nella zona Mansheya. Bruciano alcuni edifici, rumori di collisioni con armi pesanti e medie.
Murzuk: schianto di un elicottero militare appartenente ai "ribelli" nel cielo della città di Murzuk. Secondo i dati preliminari, la causa dello schianto sarebbe un guasto tecnico. L'elicottero aveva a bordo 25 persone, tra cui diversi civili, così come un certo numero di funzionari.
Bengasi: una sorgente dell'Arab News ha riferito che il convoglio delle Nazioni Unite è stato attaccato con bomba a mano da ignoti. La fonte ha aggiunto che la granata ha mancato il convoglio ed è esplosa.
Un autobus contenente armi che da Derna venivano inviate a Tripoli è stato intercetatto da un'auto. Ora, tutte queste attrezzature sono state trasferite ad una tribù della "vendetta nera" - Rishvana.
Due "ribelli" uccisi in scontri a Es-Salloum, al confine con l'Egitto.
Il Battaglione Falcon ha liberato 32 prigionieri della Jamahiriya, nell'operazione 7 "ribelli" sono rimasti uccisi, lasciando le loro armi.
Il Dr. Hamza Thami - la voce della Resistenza - nel suo recente discorso ha detto che non deve sorprendere la quiete della Resistenza Verde. L'Esercito di Liberazione libico comprende l'importanza dell'"ora zero". Pertanto, l'operazione viene preparata con molta cura.

  7-10 Aprile 2012
da AlgeriaISP

Tripoli, i combattenti della resistenza hanno attaccato il quartier generale del battaglione Chouhada Janzour che fa parte dell'esercito del CNT. Hanno distrutto una parte della sede. Hanno recuperato tutte le armi che sono state spedite alla resistenza nella parte occidentale della Libia. In questa operazione, i combattenti della resistenza hanno in precedenza infiltrato i "ribelli".
Zawiya, i combattenti della resistenza hanno giustiziato due leader dei "ribelli" che erano nella lista nera, si tratta del fondatore della sala della sicurezza di Zenten che era in contatto diretto con la sala operativa della NATO e del Presidente della sala operativa del consiglio militare di Zawiya.
10 giornalisti libici che sono riusciti a fuggire dalla Libia durante l'invasione di Tripoli e che hanno svolto uno stage sulla comunicazione con specialisti egiziani, lanceranno presto un canale TV satellitare per la forza verde che si chiamerà 'Kanat El Fateh ".
Un canale televisivo marocchino ha invitato il cantante marocchino Ibrahim El Maghrebina, che al suo arrivo vide il cantante Cheb Jilani del CNT e le “bandiere della vergogna” nella stanza. Si è scusato presso gli organizzatori del festival, dicendo di riuscire a cantare solo sotto le bandiere verdi.
Un gruppo di "ribelli" ha protestato contro il Qatar nella città di Tobruk. I manifestanti hanno bruciato la bandiera del Qatar e hanno chiesto al Qatar di lasciare la Libia.
Tre libici arrestati nella città di Ragdaline dai "ribelli" di Zouara, sono stati trovati morti, assassinati dai "ribelli".
Le autorità tunisine hanno deciso di bloccare il posto di frontiera di Raes Jdir impedendo l'ingresso di libici in Tunisia. Ciò per proteggere i libici dalle possibili vendette per l'uccisione di 5 tunisini da parte dei "ribelli" di Zouara.
In occasione del 7 aprile “festa degli studenti” della Jamahiriya, insegnanti e studenti non si sono recati a scuola.
Mezda, i combattenti della resistenza hanno attaccato la sede del CNT.
Un convoglio di camion ha lasciato la città di Zliten diretto in Giordania per portare aiuti ai "ribelli" della Siria. Secondo gli organizzatori, si tratta di prodotti alimentari e medicine. “Se fosse veramente cibo perch� non mandarlo ai libici che ne hanno bisogno”.
Sirte, scontri tra "ribelli" per prendere l'hotel della città come sede: cinque feriti nei 2 gruppi. Scontri tra resistenza verde e "ribelli" del CNT: 5 morti.
I combattenti della resistenza hanno fatto una nuova operazione, distruggendo quattro pick-up dotati di armi pesanti nella città di Tarhouna.
Sconfitta dei "ribelli" di Zouara da parte dei combattenti della resistenza nelle città di El Jamile e Ragdaline. Tutti i pesanti bombardamenti di artiglieria, non sono stati sufficienti a spezzare questa resistenza. I "ribelli" di Zoura si sonio vendicati su un gruppo di giovani civili della regione.
Radio Derna ha chiesto ai genitori di non mandare i figli a scuola a causa del deterioramento della sicurezza in città.
I "ribelli" hanno chiuso la strada nella regione di El Sahili Dahmane a Tripoli e altri "ribelli" hanno chiuso la strada tra la città di Sabratha e Sormane.
La fattura per l'albergo Rixos di un membro del consiglio di amministrazione della CNT è pari a 43.517 dinari per l'alloggiamento dal 17 ottobre 2011 al 14 dicembre 2011, il che rappresenta una grossa somma rispetto al salario medio dei libici.

  6 Aprile 2012
da libia-sos.blogspot.it

Jamile e Ragdaline: cittadini libici denunciano al mondo un crimine contro l'umanità commesso da "mercenari e traditori" del CNT-NATO contro i prigionieri di Zuwarah, tutti i prigionieri catturati nella città di El Jamile e Ragdaline sono stati assassinati. Si stima che circa 280 civili della forza verde siano stati uccisi .... Oggi tentativo dei "ribelli" di infiltrarsi nella città di Ragdaline sulla strada per El Rabeche per scattare foto in aree strategiche e facilitare lo sterminio della popolazione di Ragdaline.
Tripoli: sette "ribelli" sono stati uccisi nella regione Fachloum. Un membro della sicurezza della delegazione della CNT a Sirte "Elwarfli Boukhchem" è stato trovato morto. Un fumo denso copre il cielo di Tripoli dopo gli scontri tra i combattenti della resistenza e i "ribelli". Combattimenti con armi pesanti sono continuati ieri ad ovest di Tripoli, vicino al campo militare di Janzour.
Janzour: L'auto del comandante dei 'ribelle' di Janzour "Imad Elzabta" è stata bruciata da altri "ribelli", dopo aver dichiarato il suo disaccordo con il CNT-NATO. Ciò ha provocato scontri tra fazioni "ribelli" pro-NATO e dissidenti"ribelli" che odiano il CNT-NATO.
Ajdabia: pesanti combattimenti tra i combattenti della resistenza verde e i "ribelli". Vari morti e feriti sul lato dei "ribelli". Una fazione di "ribelli" dissidenti dal CNT, che ritengono di essere stati traditi, sembra che stia cercando di unirsi alla resistenza.

  5 Aprile 2012
da algeriaISP

A Misurata, uno dei leader dei "ribelli" Mbarek bin Laden è intervenuto in un congresso. Ha chiesto all'esercito del CNT di vendicarsi del popolo di Bani Walid che ha combattuto con il leader libico. Ha anche chiesto al CNT di aiutare i "ribelli" a tornare a Bani Walid, in quanto le tribù dei Warfala lo impediscono. Questo conferma che Bani Walid è verde.
Dichiarazione del generale maggiore "Harb" dell'esercito libico verde secondo cui la resistenza ha difeso le città di El Jamil e Ragdalin. Ha chiesto ai libici di aderire alla resistenza, aggiungendo che questa ha liberato la Libia meridionale e si accinge a liberare la Libia occidentale. La resistenza ha dato istruzioni a tutti i suoi combattenti di aiutare le città di El Jamile e Ragdaline a organizzarsi e difendersi contro i "ribelli". Le tribù stanno attualmente assistendo le due città.
Da alcuni minuti, una forte esplosione ha scosso la città di Zouara, è stata colpita dalla resistenza una nave che trasportava armi e munizioni. Il comandante dei "ribelli" di Zouara è stato ucciso da giovani della resistenza. I "ribelli" di Misurata e di Zawiya si sono riuniti in una zona della città di Zouara.
In Tripoli, ieri, scontri tra combattenti della resistenza e ribelli nella regione Fachloum, 3 "ribelli" uccisi. Si sono verificati scontri nei pressi della base militare Maetika da cui si leva fumo denso.
A Tarhouna, scontri tra i combattenti della resistenza e "ribelli".
I "ribelli" di Zouara sostenuti da altri gruppi di "ribelli" bombardano la città di Ragdaline con artiglieria pesante. I giovani della città ancora resistono e impediscono ai "ribelli" di Zouara di entrare in città.
La forza verde chiede ai libici di donare sangue di tipo O negativo e A negativo agli ospedali di Ragdaline e Al Jamile.
Una nave che trasporta 500 "ribelli" di Misurata con una grande quantità di armi e munizioni ha lasciato il porto di Misurata dirigendosi a quello di Zouara per combattere la resistenza della popolazione della città di El Jamile e Ragdaline.
Le città di Ragdaline e El Jamile sono ancora oggetto di indiscriminati bombardamenti da parte dei ribelli di Zouara.
I cittadini sono scesi in strada nella città di El Jamile per mostrare il loro sostegno ai combattenti della resistenza che proteggono la città. I "ribelli" di Zouara non riescono a tornare nella città di El Jamile.

  4 Aprile 2012
da algeriaISP, libia-sos.blogspot

Da alcune ore, è stata stabilita una tregua tra gli abitanti delle città di El Jamile e Ragdaline (nella foto) e i "ribelli" di Zouara. I "ribelli" di Zouara hanno posto veicoli intorno alla città di El Jamile e Ragdaline per intercettare le conversazioni telefoniche in GSM tra i combattenti della resistenza. Navi da guerra pronte a bombardare le città di El Jamile e Ragdaline. I "ribelli" di Misurata stanno aiutando i "ribelli" di Zouara a schiacciare la resistenza delle due città. Numerosi morti e feriti tra i civili El Jamile. Il CNT ha impedito ai corrispondenti dei canali televisivi Al Jazeera, BBC, CNN di tornare nella città  per impedire di mostrare i massacri commessi dai "ribelli" di Zouara.
Secondo Akhbar Kofra Hora (Pro CNT), il CNT ha nominato un governatore militare della città di Saba, Abderahmane Eltaouile.
I 16 battaglioni dei "ribelli" della città consegneranno le armi e andranno a integrare l'esercito del CNT non appena il Governatore sarà al suo posto. Ieri scambio di prigionieri tra i "ribelli" e i Toubou dopo la tregua tra le due parti.
 A Zouara, violenti scontri tra i "ribelli" di Zouara e i membri dell'esercito del CNT. 
L'esercito del CNT ha detto che la città di Zouara, EL Jamile, Ragdaline sono zone militari chiuse.
Immagini trasmesse da Akhbar Kofra Ahrar (Pro CNT), i "ribelli" hanno circondato la città di Kofra con veicoli, elettrodomestici, ... per proteggersi dai visitatori verdi. 

Un denso fumo copre l'area di El Fernaj a Tripoli subito dopo una forte esplosione. Una forte esplosione si è verificata in Piazza Verde. Una ragazza è stata trovata morta in una buca profonda a Bab Azizia a Tripoli Lunedi notte (foto).
I ribelli di Zawiya hanno anche bombardato El Jamile.
Misurata: I combattenti del battaglione Thaere e del battaglione Mazarie Elmokatila della resistenza verde di Sirte, hanno attaccato "mercenari" "ribelli" di Misurata, mentre rientravano dalla città di Sabha. E' stato colpito un convoglio di cinque camion equipaggiati con armi pesanti, 12 "ribelli" sono stati uccisi e i loro veicoli bruciati. La resistenza verde a Misurata ha assicurato il rilascio di un generale di brigata dell'esercito libico.
La forza verde ha distrutto un carro armato dei "ribelli" "Omar Fadeel Bo".
La base militare Zekhan è stata attaccata con un missile radio guidato.
Ci sono stati più di 5 civili uccisi a Ajaylat. Molte famiglie sono fuggite. Il comandante dei "ribelli" della NATO della regione, "Abu Kassem", è stato ucciso. Continuano gli attacchi della NATO.

  1-3 Aprile 2012
da algeriaISP

3/4: Aerei da guerra del CNT hanno bombardato la città di El Jamile negli ultimi minuti.
A Bengasi, un'esplosione ha scosso il quartier generale del battaglione El Fodile "Chouhadae 17 febbraio." A Bengasi, la delegazione della sicurezza dei "ribelli" ha ucciso un giovane che filmava con il suo telefono cellulare. I suoi amici si sono vendicati bruciando le auto dei "ribelli".
A Ragdaline, continuano gli scontri tra la popolazione e i "ribelli" di Zouara. L'ospedale di Ragdaline ha bisogno di sangue di gruppo A negativo per salvare i feriti. A Ragdaline, la morte di due civili nella regione di El Chaebiya a seguito del crollo di una cisterna. Sempre a Ragdaline, 16 civili che difendevano la città sono rimasti feriti. Due di loro, gravemente feriti, sono stati trasferiti in Tunisia. In un intervista un "ribelle" conferma che la popolazione di Ragdaline è pro Gheddafi. Questo dimostrerebbe che la forza verde ha guadagnato terreno nel sud-ovest.
Le seguenti città: Janzour, Bengasi, Ragdaline, Zouara, Sabha, Darna sono in preda a scontri tra "ribelli" e popolazione.
Scontri tra combattenti della resistenza e "ribelli" nelle zone Ghot Chaela Jomoa Souk a Tripoli. Sempre a Tripoli, aerei da guerra sorvolano la città a bassa quota. A Tripoli, colonna di fumo si sta innalzando dalla base militare di Maetika.
A Bengasi, un incendio è scoppiato nei pressi di Kare Younes.
Esplosioni nella città di Sabratha.
I "ribelli" di Zouara continuano a bombardare la città di El Jamile con artiglieria pesante. "Vogliono sterminare la popolazione". Secondo il canale TV Al Arabia, ci sono 8 morti e 45 feriti nel bombardamento dei "ribelli" Zouara . Continua il bombardamento sulla città di El Jamile e Ragdaline, i "ribelli" sparano con carri armati e lanciarazzi sulle città, i bombardamenti colpiscono bambini e donne nelle loro case.
Tripoli, un'esplosione ha scosso l'edificio Burj El Fateh e un'altra esplosione una nave nel porto. Ancora a Tripoli, molto presto questa mattina, i combattenti della resistenza verde hanno attaccato il quartier generale del battaglione Zenten, hanno sequestrato tutte le armi e hanno appiccato il fuoco.
Per otto ore, un convoglio di 30 pick-up, montato con armi pesanti, dei "ribelli" di Zenten si sono fermati nella città di Sabratha prima di proseguire verso la città di Zouara.
Il battaglione El Sakr Elawhed e il battaglione Mouatassem Bilah El Kadhafi della resistenza verde hanno appena inviato un gruppo di combattenti per aiutare il popolo di El Jamile e per contrattaccare contro i "ribelli" di Zouara. Stanno arrivando nella città di El Jamile, i combattenti della resistenza verde da Zawiya e i Warchfana da Laejilate per aiutare i loro fratelli.
A Ragdaline, la città soffre il bombardamento con artiglieria pesante da parte dei "ribelli" di Zouara: case colpite, bambini, donne, uomini feriti o uccisi. A Ragdaline, i civili che difendono la città scarseggiano di munizioni. I "ribelli" Zouara aiutati da quelli di Misurata stanno distruggendo la città.
Continuano gli scontri tra “ribelli” di Zouara e gli abitanti della città di Ragdaline. Un elicottero sorvola la città.
L'ospedale della città El Jamile ha accolto 16 feriti e 2 morti (di cui un bambino) degli scontri del 2 marzo.
Bengasi: giovani della città El Leithi hanno attaccato con armi i “ribelli” del battaglione Salah El Nass.
La città di El Jamile e Ragdaline sono vittime di bombardamenti di artiglieria pesante da parte dei “ribelli” di Zouara.
La resistenza verde chiede alle tribù Warchafna, Laejilate, Tarhouna, Sorman e Bani walid di aiutare i “fratelli” delle due città per fermare il massacro.
A Tripoli, aerei da guerra sono decollati dalla base militare di Maetika e si sono diretti verso l'ovest del paese. La regione dell'ovest libico « El Jamile, Ragdaline, Zliten El Assa » sono il teatro di massacri da parte dei “ribelli” di Zouara, El Jabel, Sawiya , Sabrata e Misurata.
A Sabha, una delegazione della Croce Rossa è giunta in città per facilitare lo scambio dei prigionieri tra i combattenti Toubou e i “ribelli”.

2/4: Notizie non confermate secondo cui la polizia tunisina ha perlustrato case di giovani libici arrestandone alcuni, la maggior parte dei quali sarebbero sostenitori della Jamahyria.
Ghat: scontri fra Tuareg e miliziani del CNT, gli scontri sono inziati dopo il sequestro di uno dei notabili dei Tuareg.
Per fare chiarezza, tribù Tobou non vuol dire resistenza verde. Alcuni Tobou sostengono la resistenza, ma non sono la resistenza verde. D'altra parte la resistenza verde non sostiene i tentativi separatisti delle tribù. Detto questo, esistono a Saba alcune sacche di resistenza verde che combattono contro il CNT e i “ribelli” di Misurata. La resistenza non è ancora uscita in attacco, molti combattenti della resistenza sono in cellule in sonno e non sono state attivate. Al momento la situazione è molto confusa con tribalismi e differenti attori che combattono per gli interessi di potenze straniere, finendo con lo scontrarsi tra loro”.
Tripoli: Esplosione la mercato del venerdì.

1/4: Tripoli: Scontri tra combattenti della resistenza e “ribelli” nelle regioni Hatba Harku, Salah al-Din.
Spari di artiglieria pesante a Rkadalin.
C'è stato un attacco contro l'ambasciata belga a Tripoli oggi alle 2: 30 am.
Sabha: città sotto il controllo della tribù dei guerrieri Tuba. Gli scontri tra soldati e militanti Tuba e altre milizie di Misurata sono ad una distanza di 30 km dalla città. In città è rimasto un piccolo numero di “ribelli”. Diversi cecchini del CNT si trovano sui tetti a Sabha, e colpiscono i civili. Come risultato dei bombardamenti di artiglieria dei “ribelli” ci sono incendi nel mercato e nelle aziende agricole. L'ospedale è pieno di “ribelli” feriti che hanno attaccato i soldati Tuba feriti in ospedale uccidendoli a sangue freddo. 
Katrun: La città è sotto il controllo dei soldati Tuba.
Gorda: sventolano le bandiere verdi.
El Khabar: violenti scontri con l'uso di armi pesanti al confine con l'Algeria. La lotta è tra le milizie appartenenti alla tribù di Qnos Twarv guidata da Abdul Karim e membri del team CNT Jermanah. Segnalati 10 morti e potenti esplosioni. Questi eventi si sono verificati dopo che uomini armati hanno sequestrato lo sceicco Muhammad al-Amin.
Turf: Esplosioni in città.
Bengasi: Numerose esplosioni.


 
Links Correlati
· Inoltre Libia
· News by cdcnet


Articolo più letto relativo a Libia:
ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (Gennaio 2012)


Article Rating
Average Score: 5
Voti: 3


Please take a second and vote for this article:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad


Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


"ULTIME NOTIZIE NON ALLINEATE DELLA GUERRA IN LIBIA (aprile 2012)" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli Anonimi, registrati

 
Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità. Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno è usato per tracciare l'utente.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.