Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Modules

· Home
· Downloads
· Recommend Us
· Stories Archive
· Top 30
· Topics
 

  IL MISTERO DELL'AEREO MALESE (English)

 

  Ricerca con Google


www

Comedonchisciotte
.org
.net
 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  UOMO E ANIMALI: Guida alla lettura

 

  ALIMENTAZIONE: Guida alla lettura

 

  BILDERBERG CLUB

 

  FAME E TERRORE A GAZA

 

  TEST

Map
 

 
 
BENVENUTI SU COMEDONCHISCIOTTE.NET

COMEDONCHISCIOTTE.NET DEVE ESSERE CONSIDERATO UN SITO DA CONSULTARE IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DI WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

E' POSSIBILE POSTARE NEL FORUM, SCRIVERE COMMENTI, INVIARE ARTICOLI, ED ALTRO SOLO SU: WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

comedonchisciotte@yahoo.it
 
 


 
  Europa BREAKING BAD NEL NATOSTAN DEL SUD

provenceDI PEPE ESCOBAR
asiatimes.com

SULLE STRADE DELLA PROVENZA

Citando Lenin: Che fare? Tornare a Bruxelles e a Berlino?  Un incontro ravvicinato con quei tremendi del NATOstan del Nord, consumati dalla loro paranoia anti-russa e schiavizzati da quei mercenari del Pentagono? O forse fare un salto in Siria nel Erdogastan guerrafondaio?

Non è stato difficile decidere. La joie de vivre ha vinto. E così l’Occhio Itinerante ha chiamato Nick, il Figlio Itinerante in Catalogna e a bordo de La Piccolina vintage di Nick, una Puegeot dei favolosi anni ’80 con motore Citroen – abbiamo raggiunto la Provenza, primo settore meridionale del NATOstan. Occasione anche per stappare ottime bottiglie e gustare deliziosi piatti locali.

Consideratela pure un’indagine sommersa e per nulla nostalgica o paternalistica sul malessere economico delle nazioni del Club Med, sull’impoverimento della classe media Europea, sull’ascesa dell’estrema destra e sulle oscure prospettive di una NATO economica.  Tutto questo nella cornice di un simpatico incontro di famiglia di grande qualità, con entrambi i nostri laptop e cellulari spenti.

 
 
  Postato da cdcnet il 18/04/2014 (16 letture)
(Leggi Tutto... | 12878 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo LA RESA DEI CONTI CON LA RUSSIA FARA' MALE A TUTTI

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
telegraph.co.uk

La resa dei conti per la finanza degli Stati Uniti con la Russia è più pericolosa di quello che sembra, il Tesoro degli Stati Uniti deve combattere contro una preda formidabile, il più grande produttore mondiale di energia con un fatturato da duemila miliardi di dollari, con degli scienziati eccellenti ed un arsenale nucleare di prim'ordine: La Russia.

Gli Stati Uniti hanno costruito una bomba al neutrone finanziario. Negli ultimi 12 anni hanno affidato ad un dipartimento di elite del Tesoro Usa il compito di affilare gli strumenti per una guerra economica, progettando come mettere il paese (la Russia) in ginocchio senza sparare un colpo.

Questa strategia si basa sul controllo egemonico del sistema bancario globale, sostenuto da una rete di alleati e da una serie di paesi neutrali che, pur se con riluttanza, devono collaborare. È il "Progetto Manhattan" dei primi anni del 21º secolo.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2014 (113 letture)
(Leggi Tutto... | 20562 bytes | Voto: 0)
 

 
  Russia PUTIN E' CADUTO IN UNA TRAPPOLA ?

putin22MIKE WHITNEY
counterpunch.org

"La Russia viene considerata come il paese al centro dell’ammutinamento globale contro la dittatura degli Stati Uniti e dell'Unione Europea. I suoi metodi, generalmente pacifici, sono in diretto contrasto con quelli, brutali e destabilizzanti, utilizzati dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea ... Il mondo si è improvvisamente reso conto della realtà, avviando una forte resistenza all'imperialismo Occidentale. Dopo decenni di buio, la speranza sta di nuovo emergendo" – Andre Vltchek, Ucraina: Bugie e realtà, CounterPunch

La Russia non è responsabile della crisi in Ucraina. E’ stato il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti a progettare e sostenere il colpo di stato fascista che ha rovesciato il Presidente Viktor Yanukovych, eletto democraticamente, per sostituirlo con il fantoccio americano Arseniy Yatsenyuk, un ex banchiere. Alcune telefonate che sono state intercettate hanno rivelato il ruolo fondamentale che Washington ha giocato nell’orchestrare il putsch e nel selezionare i leaders del colpo di stato. Mosca non è stata coinvolta in nessuna di queste attività.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2014 (110 letture)
(Leggi Tutto... | 21192 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia Politica: COME L'ECONOMIA E' DIVENTATA UNA SCIENZA

adbustersDI GIORGIOS KALLIS
adbusters.org

UN EPISODIO DIMENTICATO NELLA STORIA DI QUESTA DISCIPLINA RIVELA IL MODO IN CUI È STATA ELIMINATA LA DIVERSITÀ NELL’ECONOMIA.

La crisi economica sembra aver dato il via ad un processo di riesame della professione degli economisti. Cinque anni di crisi e gli economisti danno ancora queste risposte: “Creare nuove bolle”, “Tagliare il Tappeto Rosso”, “Liberalizzare la finanza nel resto del mondo”.  Ma perché gli economisti continuano a sbagliare in questo modo?

L’Innovazione si alimenta con la diversità, ma in economia la diversità ancora scarseggia.

Un episodio quasi dimenticato nella storia di questa disciplina, raccontato da Tiago Mata nella sua dissertazione alla Borsa Valori di Londra, rivela come la diversità è stata eliminata dall’economia.  Nel lontano 1986, un gruppo di giovani economisti radicali, prodotto delle proteste dei campus universitari degli anni ’60 e dei movimenti contro la guerra, iniziarono a contestare le basi della disciplina economica. Organizzati nell’Unione della Politica Economica Radicale, denunciavano la politicizzazione dell’economia, accusando altri colleghi economisti di ignorare le questioni importanti e di essere “strumentalizzati dalle ingiuste mire delle elite”.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2014 (80 letture)
(Leggi Tutto... | 9310 bytes | Politica | Voto: 0)
 

 
  UCRAINA LE PROSSIME 24 ORE SONO CRUCIALI PER L'UCRAINA

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI THE SAKER
vineyardsaker.blogspot.it

In questo fine settimana ci sono state sollevazioni in queste città: Kharkov , Slaviansk , Krasnyi Liman , Kramatorsk , Lugansk , Enakievo, Gorlovka, Donetsk, Khartsyzk, Ilovaisk, Mariupol.

Per avere un'idea di quello che è successo guardiamo la mappa.

 Le città ribelli nella parte orientale dell'Ucraina.

E’ un secondo grande passo che segna un evidente cambio della qualità delle forze che si oppongono all'occupazione della parte orientale dell'Ucraina da parte del regime rivoluzionario di Kiev. Fino a venerdì , la maggior parte dei manifestanti erano civili, "armati" con sbarre, pietre, bombe molotov, mazze , ecc. e le barricate, francamente, sembravano piuttosto fragili.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2014 (101 letture)
(Leggi Tutto... | 6459 bytes | Voto: 0)
 

 
  Europa Economia: PIANO B: COME IL LASCIARE L'EURO PUO' SALVARE L'IRLANDA

irelndDI CORMAC LUCEY 
independent.ie

I nostri problemi economici non sono cominciati con la crisi del debito, ma con l’adesione all’Euro

Può sembrare strano chiedere un default sui nostri debiti ed uscire dall’Eurozona, con la Troika che ha appena lasciato l’Irlanda [Dicembre 2013].

Le persone, istintivamente, non lo vogliono fare. La prima cosa equivarrebbe a rinnegare i debiti che abbiamo liberamente assunto. La seconda a rinnegare l’attuale grande progetto costituito dall'Unione Europea [l’autore si riferisce, in realtà, all’Eurozona e non all’UE, ndt].

E poi, i problemi dell’Eurozona sono stati risolti, giusto? … Non molto, quanto meno ascoltando attentamente le parole di qualcuno che sull’argomento dovrebbe saperne parecchio: Mario Draghi, il Presidente della Banca Centrale Europea.
Lo scorso Gennaio aveva definito come “prematuri” i commenti ottimistici dal Presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso, che aveva predetto di come l’Eurozona, nel 2014, avrebbe messo la crisi alle sue spalle.

 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2014 (100 letture)
(Leggi Tutto... | 8746 bytes | Economia | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: MOBILIZING FOR THE COMMON: SOME LESSONS FROM ITALY

Post image for Mobilizing for the common: some lessons from Italyby Jerome Roos on April 14, 2014
roarmag.org

Saturday’s protest in Rome was the latest in a series of actions around a common project. What can organizers elsewhere learn from Italy’s movements?

Tens of thousands of protesters marched on Rome this Saturday to denounce the austerity measures and economic reforms of Matteo Renzi’s new government and to restate their call for income, housing and dignity for all. Dozens were injured as clashes broke out towards the end of the march and police violently charged forward into the crowds, indiscriminately beating protesters and trampling over those who got caught in the way. What the police could not trample, however, was the resolve of the movements to step up their resistance in the wake of last October’s sollevazione generale (“general uprising”), which brought a hundred thousand people into the streets of Rome.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2014 (71 letture)
(Leggi Tutto... | 18657 bytes | Politica | Voto: 0)
 

 
  Internet e controllo SOCIAL MEDIA: ARMI PER LA GUERRA PSICOLOGICA E TU SEI IL BERSAGLIO

facebook DI TONY GOSLING
rt.com

Per secoli il più potente servizio di intelligence e raccolta dati è stato il rito cattolico della “confessione”, con cui milioni di persone rivelavano informazioni vitali al Pontefice riguardo i loro atti di colpevolezza e grazie ai quali, quindi, potevano essere ricattati assieme ai loro amici peccatori.

Ma saremmo in errore se pensassimo che il problema è stato risolto con Lutero e la sua Riforma Protestante. I preti-spia della nuova chiesa quali Google e Facebook hanno preso il posto del confessionale.

“Facebook possiede tutta la mia vita e sono preoccupato, che cosa ne faranno?’” mi ha rivelato un amico questa settimana.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2014 (141 letture)
(Leggi Tutto... | 16834 bytes | Voto: 0)
 

 
  UCRAINA TUTTO RICORDA MOSCA NEL 1993

Free Image Hosting at www.ImageShack.usTHE SAKER
atimes.com

Presto la Russia potrebbe fare un qualcosa di imprevedibile: niente!

Tutti i segnali fanno prevedere che i freaks- quei fenomeni - di Kiev hanno deciso di sedare le manifestazioni a Kharkov, Donetsk e Lugansk con la forza. YouTube è pieno di filmati amatoriali che mostrano che unità militari, antiguerriglia e persino l'artiglieria si stanno spostando verso queste città. La gente del posto ha cercato di fermarli, ma senza successo. Sembra che la forza d'attacco sarà composta da poliziotti fedeli che vengono da altre città, unità militari regolari, contractors ​​assunti dagli oligarchi, polizia antisommossa, unità "anti-terrorismo" della SBU e volontari del partito di estrema destra.

Dall'altra parte ci sono folle di civili in gran parte disarmati o poco armati. A Lugansk alcuni di questi civili hanno saccheggiato l'armeria SBU e hanno preso dei fucili d'assalto (AKM-74). C'è parecchia gente, ma non è una gran massa di persone, la maggior parte sono attivisti locali che si sono asserragliati  dentro  gli edifici governativi più importanti che hanno occupato e hanno fatto delle barricate tutto intorno, ma non sembrano difesi adeguatamente, almeno non in senso militare.

Tutto questo mi ricorda Mosca nel 1993 e mi spaventa.  Maledettamente.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2014 (123 letture)
(Leggi Tutto... | 34588 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo 'Human Rights' as an Instrument of Coercion

By Kourosh Ziabari
Global Research, April 12, 2014

Only a few weeks after the UN Human Rights Council endorsed a resolution in condemning the alleged violations of human rights in Iran on March 28, the European Parliament also took action to do its share of attacking the Islamic Republic for its “human rights violations” in what was introduced as the “European Parliament resolution on the EU strategy towards Iran.”

 The two U.S.-allied bodies, in line with their customary and conventional policies of interfering in the internal affairs of other countries and sowing the seeds of discord and strife across the globe, expressed serious concern over the “alarming level” of rights violation in Iran and called on the Iranian government to respect the rights of its citizens!

 It’s a very praiseworthy and significant idea to protect the essential and fundamental rights of all people around the world, regardless of their nationality, age, gender, religion, race, color or place of residence, and raise voices to protest any infringement upon these rights. However, what is disturbing is that those who usually raise their voice in protest and accuse others of violating the human rights are those who violate these rights the most and blatantly disrespect the internationally-recognized conventions and agreements that ensure the protection of the rights, life and dignity of the humankind.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2014 (138 letture)
(Leggi Tutto... | 9960 bytes | Voto: 0)
 

 
  Animali e Ambiente THE SHOCK DOCTRINE PER BATTERE PUTIN

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI NAOMI KLEIN
The Guardian

Dai cambiamenti climatici alla Crimea, l'industria del gas naturale è sempre pronta a trovare il modo migliore per sfruttare le crisi per guadagnarci sopra: E' quello che io chiamo The shock doctrine.

«Una soluzione singolare alla soluzione della crisi climatica è che si sta espandendo notevolmente un processo di estrazione che rilascia enormi quantità di metano-destabilizzante-per-il-clima
 
Il modo pensato per battere Vladimir Putin sarebbe inondare il mercato europeo con gas naturale-fracked-in-USA, o almeno così vorrebbero farci credere.

Nella foto : Un distesa di siti fracking in una valle del Colorado.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2014 (91 letture)
(Leggi Tutto... | 25056 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA IL MITO DELLA SICUREZZA SOCIALE FONDATA SULLA CARITA'

atlanticDI MIKE KONCZAL
The Atlantic

La “destra” si strugge per un'epoca in cui erano le “chiese” e le “organizzazioni locali di volontariato” a prendersi cura della parte più debole della società – un'epoca che non è mai esistita, e che non può esistere al giorno d’oggi

Ideologia significa comprensione del passato e costruzione del futuro. Gli stessi conservatori raccontano una storia – davvero una favola! – relativa ad un mondo che è stato ma che potrebbe tornare ad essere, se fossero applicate le politiche repubblicane. La storia che andiamo a raccontare riguarda i metodi attraverso i quali, in passato, le persone potevano assicurarsi contro i rischi della vita.

Il mondo conservatore sostiene che prima della Great Society e del New Deal, e anche prima della Progressive Era, le cose andavano meglio.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2014 (87 letture)
(Leggi Tutto... | 45021 bytes | Voto: 0)
 

 
  Russia 50 VERITA' DEL PRESIDENTE VLADIMIR PUTIN SULLA CRIMEA

putinDI SALIM LAMRANI
Opera Mundi

Il 18 marzo 2014, dal Cremlino, il Presidente Vladimir Putin ha pronunciato uno storico discorso a seguito del referendum tenutosi in Crimea. I media occidentali hanno scelto di ignorare il punto di vista russo riguardo alla crisi ucraina.(1)
 
1. La Crimea è parte della storia russa e questa realtà è radicata nei cuori e nella mente dei suoi abitanti. Lì fu battezzato il Gran Principe Vladimir I. Sempre in questo territorio si trovano molte tombe dei soldati russi che permisero l’integrazione della Crimea all’Impero russo.
 
2. Sebastopoli è la culla della Flotta russa del Mar Nero.
 
3. Dopo la Rivoluzione del 1917 i bolscevichi aggregarono arbitrariamente una gran parte del sud storico della Russia all’Ucraina. Questo venne fatto senza tener conto della composizione etnica della popolazione, e oggi queste zone formano il sud-est dell’Ucraina.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2014 (154 letture)
(Leggi Tutto... | 12294 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo Economia: LE ELITE FINANZIARIE INTERNAZIONALI CAMBIANO I GOVERNI PER ATTUARE L'AUSTERITA'

revolutionDI ISMAEL HOSSEIN ZADEH
counterpunch.org

Molti paesi sono afflitti da ogni sorta di ribellione armata, guerra civile e sanzione economica, da "democratici" colpi di Stato e guerre da "cambio di regime". Tra questi paesi contiamo l’Ucraina, il Venezuela, la Siria, la Thailandia, l’Iran, l’Afghanistan, l’Iraq, l’Egitto, lo Yemen, la Somalia ed il Libano. Anche nei paesi capitalisti al centro del sistema la stragrande maggioranza dei cittadini è sottoposta alle brutali guerre dell’austerità economica.
Sebbene non costituiscano una novità, negli ultimi anni le convulsioni sociali sembrano essere diventate più numerose e più frequenti, soprattutto dopo il misterioso attacco dell’11 Settembre 2001 al World Trade Center, e dopo il crollo finanziario statunitense del 2008, che ben presto ha portato ad analoghe implosioni finanziarie e crisi economiche in Europa ed altrove.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/04/2014 (166 letture)
(Leggi Tutto... | 28963 bytes | Economia | Voto: 0)
 

 
  Mondo Terrore e Guerre: LA NATO PRATICA IL TERRORISMO SOTTO FALSA BANDIERA

TURCHIA COLTA IN FLAGRANTE NELLA CAMPAGNA TERRORISTICA SOTTO FALSA BANDIERA.

Free Image Hosting at www.ImageShack.usFONTE: WASHINGTON'S BLOG

Il Premio Pulitzer, reporter d'inchiesta Seymour Hersh (quello che scoprì lo scandalo delle torture nelle prigioni irachene e i massacri di Mai Lai  in Vietnam) dice che fonti americane di alto livello hanno riferito che il  Governo Turco ha effettuato degli attacchi con armi chimiche, accusando il governo siriano.

Ad onor del vero era da tempo che tutti sapevano che il "gas sarin" arrivava dalla Turchia.

Ma le FALSE FLAG le hanno sempre usate, non solo la NATO e non solo in SIRIA. Qualche esempio ?

La Turchia è un membro della NATO. Pertanto stiamo parlando di un paese membro della NATO che lancia un attacco-false-flag contro un paese non-membro-NATO, e che lo accusa delle vittime provocate.
 
 
  Postato da cdcnet il 10/04/2014 (253 letture)
(Leggi Tutto... | 6324 bytes | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  USA THE EXECUTION OF SEAL TEAM SIX

by Ann Barnhardt (Rense.com)
humansarefree.com

On May 5th, I had an email conversation with a retired military man with spook contacts. All were in total agreement that the Bin Laden episode was pure theater. The SEALS were sent into a compound as evidenced by the lost chopper on site. But Osama Bin Laden wasn't in that compound.

Osama Bin Laden has been dead for years. Bin Laden had a genetic condition that caused renal failure (this genetic condition is common among deeply inbred Saudi arab muslims).

Bin Laden had been on dialysis BEFORE 9/11. Dialysis is difficult enough for people in first world countries who can have it done in outstanding facilities. Bin Laden was having it done either in caves or in homes post 9/11.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (158 letture)
(Leggi Tutto... | 22366 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo ABBIAMO QUALCHE SPERANZA IN UN'EPOCA BUIA DI SVENTURA ?

apo1DI IRA CHERNUS
TomDispatch.com

Al di là delle apparenze, noi americani siamo minacciati dall'apocalisse.

Sono due i nuvoloni che incombono sul nostro mondo: lo sterminio nucleare e l'estinzione ambientale. Se fossero tenuti nella considerazione che meritano sarebbero in cima alla lista delle priorità politiche.

E invece riescono a malapena ad attirare la nostra attenzione, buttati come sono in mezzo a una serie di altri pericoli altrettanto definibili come “apocalittici”: il debito federale in aumento, il piano governativo per sottrarci le armi, il controllo di Internet da parte delle multinazionali, la catastrofe delle fusioni operate dalla Comcast-Time Warner, la piaga dell'inquinamento di Pechino, il disastro seminato dalle nevicate in America, per non parlare dei terremoti e delle epidemie. La lista dei problemi che tanto la destra quanto la sinistra ed il centro ci scaricano addosso continua ad allungarsi.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (93 letture)
(Leggi Tutto... | 23287 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia Economia: GREECE'S SO-CALLED RECOVERY: A DANGEROUS DELUSION

Post image for Greece’s so-called recovery: a dangerous delusion by Jerome Roos on April 5, 2014
roarmag.org

Government officials would have us believe that Greece is finally emerging from recession. Their unbridled sense of optimism is a dangerous delusion.

Last week, the Greek Finance Minister Yannis Stournaras wrote a delusional opinion piece for The Guardian in which he argued that his country’s heavily-indebted economy is finally beginning to emerge from the depths of a four-year depression. “Greece has come a long way since 2009,” he wrote. “After four years of fiscal consolidation and structural reforms, the Greek economy is beginning to show the first encouraging signs of rebalancing and recovery. Greece now faces the future with more optimism as it develops its new growth model.”
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (108 letture)
(Leggi Tutto... | 7438 bytes | Economia | Voto: 0)
 

 
  Europa ELEZIONI IN UNGHERIA - OCCHIO ALLE ETICHETTE !

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI NEIL CLARK
rt.com

Da una parte c'è un governo che ha rinazionalizzato le aziende, si è scontrato con le imprese energetiche straniere, è riuscito a far crescere i salari reali e ad abbassare la disoccupazione. Ma questo governo ha anche imposto una tassa alle banche e ha preso altre misure per aiutare la gente - come un taglio sulle bollette energetiche - per decreto governativo.

Dall'altra parte, c'è una alleanza di opposizione che  vuole altre privatizzazioni, vuole più politiche a favore degli "investitori globali", è spudoratamente a favore dei banchieri e della globalizzazione, dove il partito maggiore dell'alleanza, quando fu l'ultima volta al governo, fece drastici alla spesa pubblica, distrusse le aziende statali, tra cui la compagnia di bandiera Malev, lasciando milioni di persone disperate.

 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (126 letture)
(Leggi Tutto... | 20518 bytes | Voto: 0)
 

 
  UCRAINA Geopolitica: ESTRATTO GEAB 83: CRISI UCRAINA: 8 RACCOMANDAZIONI STRATEGICHE

ucrainaFONTE: LEAP2020

L’EUROPA CERCHI DENTRO SE STESSA LE RISORSE  PER LIBERARSI DALLA TRAPPOLA AMERICANA

Se è pur vero che l'Ucraina – un piccolo paese con una popolazione che non arriva a 50 milioni di abitanti – caratterizzata com’è dal confinare con due “mostri”, l’Europa e la Russia, non ha davvero altra scelta che "schierarsi", non è la stessa cosa per l’Europa.

Questa crisi rappresenta un test per la capacità dei politici nazionali di raccogliere lo strumento di indipendenza, di pace e di potere che, proveniente dai loro padri (le generazioni di politici che hanno governato fino alla fine degli anni '80), è a loro disposizione, ovvero quest’Europa unita ed istituzionalizzata, che deve solo essere messa sotto controllo politico ...
La difficoltà consiste nel fatto che lo strumento che i politici devono ora afferrare non è l'Unione Europea. Come abbiamo più volte spiegato, l’UE non è che una tappa lungo il cammino della costruzione europea e, in questo momento, deve essere evitata.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2014 (132 letture)
(Leggi Tutto... | 23318 bytes | Geopolitica | Voto: 0)
 

  Argomenti

· AFRICA
· Egitto
· Libia
· Somalia

· AMERICHE
· Argentina
· Brasile
· Colombia
· Cuba
· Messico
· USA
· Venezuela

· ASIA-PACIFICO
· Afghanistan
· Cina
· Giappone
· India
· Oceania
· Pakistan

· EUROPA
· Francia
· Germania
· Gran Bretagna
· Grecia
· Islanda
· Italia
· Norvegia
· Spagna
· Russia
· Ucraina

· MEDIO ORIENTE
· Iran
· Iraq
· Libano
· Palestina
· Siria
· Turchia

· MONDO
· Animali e ambiente
· Economia
· Internet e controllo
· Propaganda
· Salute
· Storia
· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Tutte le Categorie
· Approfondimenti
· Associazioni
· Cinema
· Coercizione mentale
· Economia
· Filosofia
· Fumetti
· Galleria immagini
· Geopolitica
· Globalizzazione
· Imperialismo
· Interviste
· Libri
· Misteri
· Musica
· Opinioni
· Politica
· Psicologia
· Religione
· Repressione
· Servizi segreti
· Storia
· Terrore e carcere
· Terrore e Guerre
 

  Random Headlines


Argentina
[ Argentina ]

·ECCO COSA SUCCEDE SE CROLLA L'ECONOMIA DEL TUO PAESE
·AVVOLTOI FINANZIARI CONTRO L'ARGENTINA
·ARGENTINA: GIOCHIAMO AL CONDONO
·FRANCESCO I, SUCCESSORE DI BENEDETTO XVI - UN ERSATZ
·LA KIRCHNER ATTACCA IL CAPO DELLA COMUNITA' EBRAICA DI BUENOS AIRES
·INFLAZIONE E DOLLARO "BLU": L'AUTO - INTOSSICAZIONE CHE MINACCIA L' ARGENTINA
·BONDS, DEFAULTS E AVVOLTOI SULL'ARGENTINA
·PERCHE' L'ARGENTINA ORA PAGA PER IL SUO PERICOLOSO SUCCESSO ECONOMICO
·DISORDINI IN ARGENTINA – GENTILMENTE OFFERTI DA GOLDMAN SACHS
 

  NUOVE VISITE (test)

free counters
Free counters
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the Gentoo linux. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the Photoshop CS6.