Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Modules

· Home
· Downloads
· Recommend Us
· Stories Archive
· Top 30
· Topics
 

  Ricerca con Google


www

Comedonchisciotte
.org
.net
 

  IL MISTERO DELL'AEREO MALESE (English)

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  UOMO E ANIMALI: Guida alla lettura

 

  ALIMENTAZIONE: Guida alla lettura

 

  BILDERBERG CLUB

 

  FAME E TERRORE A GAZA

 

  ELLEN BROWN

Ellen Brown
 

  JOHN PILGER

 

  MICHEL CHOSSUDOVSKY

michel_chossudovsky
 

  PEPE ESCOBAR

Pepe Escobar
 

  CHRIS HEDGES

 

  DMITRY ORLOV

 

  PAUL CRAIG ROBERTS

Paul Craig Roberts
 

  JAMES PETRAS

James Petras
 

  TEST

Map
 

 
 
BENVENUTI SU COMEDONCHISCIOTTE.NET

COMEDONCHISCIOTTE.NET DEVE ESSERE CONSIDERATO UN SITO DA CONSULTARE IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DI WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

E' POSSIBILE POSTARE NEL FORUM, SCRIVERE COMMENTI, INVIARE ARTICOLI, ED ALTRO SOLO SU: WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

comedonchisciotte@yahoo.it
 
 


 
  Iran RUSSIA'S MISSILE WALL IN IRAN

159449154By Tony Cartalucci
journal-neo.org

The popular narrative surrounding the conflict between the West and Iran has always been one of a dangerous rogue state bent on obtaining nuclear weapons before triggering a nuclear-fueled Armageddon aimed at Israel. Underneath this elementary propaganda, lies a more complex truth underpinning a proxy conflict between East and West.

Just as had been the case during World War I and II, the strategic position, resources, and population of Iran constitute a necessary prerequisite to first overcome before containing and eventually overrunning the political order in Moscow. This time around, in addition to Moscow, the Western axis also seeks to eventually encircle and overrun Beijing as well.
 
 
  Postato da cdcnet il 18/04/2015 (57 letture)
(Leggi Tutto... | 12454 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina A US-RUSSIA WAR OVER UKRAINE?

russia-usa-bombBy Patrick J. Buchanan
antiwar.com

"Could a U.S. response to Russia’s action in Ukraine provoke a confrontation that leads to a U.S.-Russia War?"

This jolting question is raised by Graham Allison and Dimitri Simes in the cover article of The National Interest.

The answer the authors give, in "Countdown to War: The Coming U.S. Russia Conflict," is that the odds are shortening on a military collision between the world’s largest nuclear powers.
The cockpit of the conflict, should it come, will be Ukraine.
What makes the article timely is the report that Canada will be sending 200 soldiers to western Ukraine to join 800 Americans and 75 Brits on a yearlong assignment to train the Ukrainian army.

And train that army to fight whom? Pro-Russian rebels in Ukraine whom Vladimir Putin has said will not be crushed, even if it requires Russian intervention. Says Putin, "We won’t let it happen."
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (74 letture)
(Leggi Tutto... | 7726 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo THE NEW WORLD DISORDER

tariqaliextremeThey Knew Exactly What They Were Doing

by TARIQ ALI
counterpunch.org

Three decades ago, with the end of the Cold War and the dismantling of the South American dictatorships, many hoped that the much talked about ‘peace dividend’ promised by Bush senior and Thatcher would actually materialise. No such luck. Instead, we have experienced continuous wars, upheavals, intolerance and fundamentalisms of every sort – religious, ethnic and imperial. The exposure of the Western world’s surveillance networks has heightened the feeling that democratic institutions aren’t functioning as they should, that, like it or not, we are living in the twilight period of democracy itself.

The twilight began in the early 1990s with the implosion of the former Soviet Union
and the takeover of Russia, Central Asia and much of Eastern Europe by visionless former Communist Party bureaucrats, many of whom rapidly became billionaires. The oligarchs who bought up some of the most expensive property in the world, including in London, may once have been members of the Communist Party, but they were also opportunists with no commitment to anything other than power and lining their own pockets. The vacuum created by the collapse of the party system has been filled by different things in different parts of the world, among them religion – and not just Islam. The statistics on the growth of religion in the Western world are dramatic – just look at France. And we have also seen the rise of a global empire of unprecedented power. The United States is now unchallengeable militarily and it dominates global politics, even the politics of the countries it treats as its enemies.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (64 letture)
(Leggi Tutto... | 31305 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia IL FMI E LO 'SHOCK DI LIQUIDITA' GLOBALE

IMFDI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
telegraph.co.uk

Il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che la liquidità [immessa sul mercato] ha ingannato i mercati finanziari di tutto il mondo, generando alcuni dei peggiori eccessi che si siano mai visti a Wall Street in tempi moderni.

Gli investitori stanno prendendo soldi in prestito per comprare azioni sul mercato azionario degli Stati Uniti ad un ritmo torrido, ricorrendo alle stesse tipologie d’ingegneria finanziaria che hanno preceduto le ultime due crisi della finanza globale.

"Il margin-debt [1], inteso come percentuale di capitalizzazione di mercato, è superiore a quello della bolla del mercato azionario di fine anni ‘90. Il suo crescente utilizzo sta avvenendo nel contesto di un calo della liquidità", ha sostenuto il FMI nel suo Global Financial Stability Report.
Ed inoltre: "… ridurre la liquidità del mercato e alzare il market-leverage [2] del sistema statunitense fa aumentare il rischio che shocks minori possano propagarsi fino a generare delle gravi correzioni di prezzo".
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (128 letture)
(Leggi Tutto... | 8546 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina 3 PROMINENT POROSHENKO CRITICS KILLED IN KIEV IN 3 DAYS

A prominent Ukrainian journalist, known for his critical views of Poroshenko's government was shot dead in Kiev on Thursdaysputniknews.com

A prominent Ukrainian journalist, known for his critical views of Poroshenko's government was shot dead in Kiev on Thursday, in the latest series of suspicious deaths of opposition supporters.

Oles Buzina, 45, a supporter of ex-president Viktor Yanukovych, was shot in the street. Buzina's body was found on the ground nearing his apartment building close to the city center. The head of Kiev’s police department Alexander Tereschuk said that a TT gun was allegedly used in the crime.

According to the neighbors, the journalist was probably shot while jogging. He was found wearing a sports outfit. The 45- year-old was shot by two men in masks who disappeared from the crime scene in a Ford Focus car with either Latvian or Belarusian number plate.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (64 letture)
(Leggi Tutto... | 5256 bytes | Voto: 5)
 

 
  USA NO MATTER WHO WINS THE WHITE HOUSE

THE NEW BOSS WILL BE THE SAME AS THE OLD BOSS

No Matter Who Wins the White House By John W. Whitehead
April 13, 2015
rutherford.org

“What the government is good at is collecting taxes, taking away your freedoms and killing people. It’s not good at much else.”—Author Tom Clancy

The American people remain eager to be persuaded that a new president in the White House can solve the problems that plague us. Yet no matter who wins this next presidential election, you can rest assured that the new boss will be the same as the old boss, and we—the permanent underclass in America—will continue to be forced to march in lockstep with the police state in all matters, public and private.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2015 (84 letture)
(Leggi Tutto... | 14125 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA Terrore e carcere: A SLOW DEATH FOR MUMIA ABU-JAMAL

A SLOW DEATH FOR THOUSANDS OF PRISONERS IN AMERICA

by Heidi Boghosian and Johanna Fernandez
blackagendareport.com

Political prisoner Mumia Abu Jamal nearly died – and remains in grave danger – from a diabetic condition that the Pennsylvania prison system failed to diagnose in his decades behind bars. He is not alone. “The Bureau of Justice reported some 40% of prisoners and jail inmates in 2011-2012 reporting chronic medical condition such as asthma, cancer, heart disease, high blood pressure—and diabetes.”

Mumia’s condition highlights the systemic neglect and abuse of prisoners in our nation’s vast and ever growing system of mass incarceration.”

What does it mean for hundreds of thousands of prisoners in the United States when the world’s most famous prisoner faces possible death from medical neglect in a Pennsylvania prison? Often called the “Voice of the Voiceless” for his countless publications and broadcasts revealing the injustices of the criminal justice system, Mumia Abu-Jamal has seen his health slip away in a matter of months. Thousands of supporters worldwide and frequent visitors could not stop the burning black lesions that covered his entire body or the profound fatigue that, since January, has sucked him into trance-like sleeps, or guards who punished him with denial of calls, visitors and yard for sleeping through morning alarms and the morning count. What does it say that on March 30, Mumia Abu-Jamal fell unconscious with uncontrolled—and undiagnosed—diabetes?
 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2015 (67 letture)
(Leggi Tutto... | 5253 bytes | Terrore e carcere | Voto: 0)
 

 
  USA WILL WASHINGTON KILL US ALL?

commandcontrolby PAUL CRAIG ROBERTS
counterpunch.org

Did you know that Washington keeps 450 nuclear ICBMs on “hair-trigger alert”?  Washington thinks that this makes us “safe.”  The reasoning, if it can be called reason, is that by being able to launch in a few minutes, no one will try to attack the US with nuclear weapons.  US missiles are able to get on their way before the enemy’s missiles can reach the US to destroy ours.

If this makes you feel safe, you need to read Eric Schlosser’s book, Command and Control.

The trouble with hair-triggers is that they make mistaken, accidental, and unauthorized launch more likely. Schlosser provides a history of almost launches that would have brought armageddon to the world.

In Catalyst, a publication of the Union of Concerned Scientists, Elliott Negin tells the story of Soviet Lt. Col. Stanislav Petrov.  Just after midnight in 1983 the Soviet Union’s early warning satellite system set off the alarm that 5 US ICBMs were headed for the Soviet Union.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (116 letture)
(Leggi Tutto... | 11985 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia TTIP E TPP: CHI RACCOGLIERA' L'IRA POPOLARE ?

ImmagineDI THOMAS FAZI
opendemocracy e sinpermiso

Parallelamente all'accordo commerciale attualmente in discussione con l'Unione Europea (il TTIP), gli USA stanno negoziando un accordo analogo con 11 paesi dell'Asia e del Pacifico: l'accordo TransPacifico (Trans-Pacific Partnership, TPP). Walden Bello, uno dei critici più importanti della globalizzazione neoliberista delle multinazionali, identifica qual è la strategia globale che sostiene i due trattati. Il giornalista italiano Thomas Fazi l'ha intervistato per il sito web Open Democracy.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (179 letture)
(Leggi Tutto... | 12989 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo EGEMONIA DEL DOLLARO E NUCLERAE IRANIANO: LA STORIA DIETRO LA STORIA

545DI PETER KOENIG
informationclearinghouse.info

"I trattati internazionali sono tenuti in ostaggio dall'Occidente. C'è stata una notevole interferenza all'interno dell'Iran da parte di Washington. La questione del nucleare è solo un pretesto per indebolire la Repubblica Islamica e non ha molto a che fare con qualcos'altro." - Intervista con RT International di Soraya Sepahpour-Ulrich,6 aprile 2015.

Questa affermazione esprime proprio il punto. La questione nucleare creata artificialmente - è solo un pretesto per ottenere un cambio di regime… forse sì. Ma c'è di più. Mentre le opinioni espresse su ciò che il recente "Accordo di Losanna" ha davvero significato per l'Iran e per i partecipanti del 5+1 possono variare ampiamente, non si può non sentire che vi è un'altra storia dietro la storia.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (117 letture)
(Leggi Tutto... | 14466 bytes | Voto: 5)
 

 
  Medio Oriente BOMBARDARE L'IRAN? NON ORA: BOMBARDARE LO YEMEN

/7135DI PEPE ESCOBAR
informationclearinghouse.info

“Operazione tempesta decisiva” – la Casa di Saud che si fa bella in stile Pentagono per il suo orrendo spettacolo “Bombarda Yemen” – potrebbe essere raccontata in un solo paragrafo.

La più ricca nazione araba – la fattoria del petrolio Casa di Saud – sostenuta dal petro-racket del GCC e dal ricco “occidente” ha lanciato un ‘operazione – illegale –  di guerra, bombardamenti, movimento contro la nazione araba più povera nel nome della “democrazia”

L’assurdo è solo iniziato

Il capo della politica estera dell’UE, l’innocua come una teglia di cannoli Federica Mogherini, sembra moderatamente preoccupata. Ha rammentato che il bombardamento saudita di ospedali e “la scelta deliberata di prendere a bersaglio e distruggere abitazioni private, strutture educative e infrastrutture di prima necessità non è sostenibile”.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2015 (243 letture)
(Leggi Tutto... | 14866 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA HILLARY CLINTON: THE INTERNATIONAL NEOCON WARMONGER

JPEG - 16.2 kb
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2015 (106 letture)
(Leggi Tutto... | 11043 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA LA ROULETTE RUSSA

I CONTRIBUENTI AMERICANI SARANNO SPENNATI PER SALVARE LE BANCHE ?

oil_pricesDI ELLE BROWN
occupy.com

L'improvviso e repentino crollo del prezzo del petrolio sembra essere un atto di guerra geopolitica contro la Russia. Il risultato potrebbe consistere in migliaia di miliardi di dollari di perdite sui derivati legati al petrolio, e la FDIC potrebbe essere responsabile a seguito della recente abrogazione di parti fondamentali della legge Dodd-Frank.

La senatrice Elizabeth Warren ha accusato Citigroup di "tenere in ostaggio il governo (impedendo di fatto l’approvazione della legge di bilancio) in modo da non far approvare le disposizioni di salvataggio meno congeniali ai suoi interessi." In questione c’era norma contenuta nel disegno di legge di bilancio omnibus che abrogava l’emendamento Lincoln alla legge Dodd-Frank, che protegge i depositanti richiedendo alle maggiori banche di stralciare la parte della loro attività svolta su derivati non-Fdic – vale a dire non coperti da assicurazione.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2015 (168 letture)
(Leggi Tutto... | 13574 bytes | Voto: 0)
 

 
  Afghanistan Associazioni: L'OPPIO AFGANO E GLI AFFARI DELLA BLACKWATER

blackwaterFONTE: RT.COM

Il grande fallimento: la produzione di oppio afgana è cresciuta di pari passo con i profitti della ex-Blackwater

La produzione di oppio ha visto una notevole crescita negli ultimi anni in Afghanistan nonostante gli sforzi della lotta al narcotraffico da parte degli Stati Uniti. Un infame marchio mercenario, precedentemente noto come Blackwater, ha trattenuto 569 milioni dal Pentagono in questa infruttuosa mossa.

Il denaro che la compagnia ha ricevuto dai contribuenti americani è stato usato per “addestramento, materiale e supporto logistico” per le forze afgane impegnate nelle operazioni contro il narcotraffico. Queste agenzie comprendono l’”Afghan National Interdiction Unit, il Ministero dell’Interno e la Polizia di Frontiera Afgana” afferma un report dell’Ispettore Generale Speciale per la Ricostruzione Afgana, cosiddetto SIGAR, citato dal Guardian.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2015 (176 letture)
(Leggi Tutto... | 5112 bytes | Associazioni | Voto: 0)
 

 
  Mondo LO STATO ISLAMICO E' IL CANCRO DEL CAPITALISMO MODERNO

6ac37DI NAFEEZ AHMED
middleeasteye.net

Il  brutale 'Stato islamico' è un sintomo di una crisi profonda della civiltà fondata sulla dipendenza dai combustibili fossili, che sta minando l'egemonia occidentale ed espandendo il potere dello Stato islamico in tutto il mondo musulmano.

Il dibattito sulle origini dello Stato Islamico (IS) ha fortemente oscillato tra due prospettive estreme. Da una parte si accusa l'Occidente. L’ IS non è altro che una prevedibile reazione all’occupazione dell'Iraq, l’ennesimo colpo sferrato dalla politica estera occidentale.  Dall’altra si attribuisce la sua nascita esclusivamente alle barberie storiche e culturali del mondo musulmano, i cui valori e credenze -  ferme all’epoca medievale -  sono un naturale incubatore di un estremismo violento.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2015 (222 letture)
(Leggi Tutto... | 37407 bytes | Voto: 0)
 

 
  Americhe Imperialismo: YANKEE IMPERIALISM IN PANAMA

imperialism_usa By Stephen Lendman
Global Research, April 12, 2015

On Saturday, the 7th annual Summit of the Americas concluded in Panama – a longtime US colony. Cuba participated for the first time since the inaugural 1994 event in Miami.

Obama met Cuba’s President Raul Castro – the first meeting between a US president and Cuban leader since the 1950s. More on this below.

Hugo Chavez once said “the American empire is doing all it can to consolidate its system of domination.”

“(W)e cannot allow them to do that. We cannot allow world dictatorship…”

What type of democracy do you impose with marines and bombs?

America “doesn’t want peace. It wants to (expand) its system of exploitation, of pillage, of hegemony (worldwide) through war.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2015 (87 letture)
(Leggi Tutto... | 7923 bytes | Imperialismo | Voto: 0)
 

 
  Salute CANCRO, COLA, PATATINE E BUGIE

cola Di COLIN TODHUNTER
counterpunch.org

Cibo geneticamente programmato nell’era del tardo capitalismo

Benetton, Nike, Lacoste ed un centinaio di altri marchi, le sacre scritture dei centri commerciali. Compra finchĂ© ce la fai e dopo compra ancora. Tregua da hamburger garantita, cortesia nel ‘liberiamo le foreste in Amazzonia per il vostro piacere’ e ‘ vi portiamo di più per meno’ perchĂ© ‘l’assaggio gratuito siamo noi’’, “qualità gratuita siamo noi’ e ‘l’unione dei commerci gratuita siamo noi’.

“Cancro con la sua cola, signore?”. C’è una scelta? Forse no se sei negli USA dove alcune cola usano sciroppo derivato da coltivazioni contenenti organismi geneticamente modificati. Ma non lo saprai perchĂ© l’industria OGM ha speso decine di milioni di dollari per assicurarsi che il pubblico rimanga beatamente ignorante sul cibo a riguardo degli OGM. Etichettare è "out", disonestà è "in".
 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2015 (456 letture)
(Leggi Tutto... | 10309 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo DOCUMENTI MOSTRANO COME L'OCCIDENTE PIANIFICA LA CADUTA DI PUTIN

zolotovDI THE SAKER E DRAKULA BLOG

Queste informazioni sono state pubblicate da un blog anonimo Drakula's blog.  Mi sembrano davvero incredibili.  Dateci uno sguardo qui per comparare le finalità - The Saker

L'OCCIDENTE E L'UCRAINA CONTRO PUTIN E SUOI COLLABORATORI

Oggi ho dei documenti sulla Russia e l'Ucraina per voi. L'Occidente si è abituato a risolvere i suoi problemi demandando qualcun altro a fare il lavoro sporco. Il regime di Putin è un pugno nell'occhio per gli Stati Uniti, il Regno Unito e la NATO. Indipendentemente dal fatto che sia buono o cattivo (ognuno ha la sua opinione) la Russia si oppone all'ordine mondiale unipolare e all'esclusività dei valori occidentali. Così l'Occidente ha una soluzione davvero semplice; ha bisogno di rovesciare Putin e i suoi più stretti colaboratori.
L'Occidente non può farlo apertamente e direttamente. La Russia non è la Jugoslavia, o la Libia, o l' Iraq. È  il motivo per cui agisce attraverso l'Ucraina che sta subendo in questi mesi cambiamenti drammatici . Anche se stanno usando  vecchi metodi di guerra ideologica, screditare i leader, e erodere i valori della società.
 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2015 (341 letture)
(Leggi Tutto... | 10495 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia I BRICS E LA FICTION DELLA 'DE-DOLLARIZZAZIONE'

/photodollarDI MICHEL CHOSSUDOVSKY
globalresearch.ca

I media finanziari e segmenti dei media alternativi stanno indicando un possibile indebolimento del dollaro come moneta di scambio globale derivante dalle iniziative dai paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sud Africa)

Uno dei punti focali di questo dibattito sulla competizione tra valute mondiali si sviluppa a partire dall’iniziativa BRICS per creare una banca di sviluppo che, secondo gli analisti, sfida l'egemonia di Wall Street e delle istituzioni di Washington basate sugli accordi di Bretton Woods.
 
 
  Postato da cdcnet il 11/04/2015 (214 letture)
(Leggi Tutto... | 15281 bytes | Voto: 2.33)
 

 
  Animali e Ambiente LA DISTRUZONE DEGLI OCEANI

DI PAUL CRAIG ROBERTS
paulcraigroberts.org

Sono un ammiratore delle inchieste di Dahr Jamail. In questo articolo, Oceani in crisi, Jamail ci dice che stiamo perdendo gli oceani. Parla della distruzione degli oceani da parte dell’uomo. È una distruzione reale, con conseguenze ad ampio spettro.

Il fatto è inequivocabile.

Dal mio punto di vista la distruzione degli oceani da parte dell’uomo è un ulteriore sintomo della rovinosa nature del capitalismo privato. Nel capitalismo non c’è alcun pensiero volto al futuro del pianeta e dell’umanità, solo per i bonus e i profitti a breve termine. Di conseguenza i costi sociali sono ignorati.

Il capitalismo può funzionare se i costi sociali ed esterni possono essere inclusi nei costi di produzione. Però le compagnie più potenti possono bloccare un capitalismo socialmente funzionante grazie ai loro contributi alle campagne politiche.
Di conseguenza, sono i capitalisti stessi a fare del capitalismo un sistema disfunzionale. Potremmo aver raggiunto il punto in cui i costi esterni di produzione sono maggiori del valore del tornaconto capitalista. L’economista Herman Daly ha fatto un caso studio su questo punto.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2015 (241 letture)
(Leggi Tutto... | 5187 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo Terrore e Guerre: Unworthy victims: Western wars have killed four million Muslims since 1990

Nafeez Ahmed
middleesateye.net

Landmark research proves that the US-led ‘war on terror’ has killed as many as 2 million people, but this is a fraction of Western responsibility for deaths in Iraq and Afghanistan over the last two decades

Last month, the Washington DC-based Physicians for Social Responsibility (PRS) released a landmark study concluding that the death toll from 10 years of the “War on Terror” since the 9/11 attacks is at least 1.3 million, and could be as high as 2 million.

The 97-page report by the Nobel Peace Prize-winning doctors’ group is the first to tally up the total number of civilian casualties from US-led counter-terrorism interventions in Iraq, Afghanistan and Pakistan.

Traduzione: LE GUERRE DELL’OCCIDENTE HANNO UCCISO QUATTRO MILIONI DI MUSULMANI DAL 1990
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2015 (93 letture)
(Leggi Tutto... | 13955 bytes | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Grecia L'AMARO GRECO

lagardeDI SERGIO CESARATTO
politicaeconomiablog.blogspot.it

Questo articolo, uscito oggi [ndr: 8 aprile 2015] su EEP, mi è costato molta sofferenza, e in nessun senso vuole far mancare la mia solidarietà a Syriza. Ma io El pueblo unido jamas sera vencido l'ho cantata a lungo molti anni fa, e ora firmo e scendo in piazza per Syriza, ma El pueblo unido non la canto più. Se però non potete farne a meno, allora leggetevi James Galbraight. Anch'io saprei scrivere così, è gratis farlo. E, a tal proposito, spero che la lunga permanenza di Galbraight ad Atene sia stata a spese sue e non del povero contribuente greco.

Questo giovedì [ndr: oggi] scade la tranche di 460 milioni di euro che la Grecia deve al Fondo Monetario Internazionale. Dopo aver affermato che tale pagamento era alternativo alla erogazione di salari pubblici e pensioni, il governo greco ha successivamente confermato il rispetto della scadenza e, del resto, mai nessun paese ha mancato un pagamento al Fondo. Altri pagamenti incombono inesorabili da maggio in poi, mentre l'Europa non concede l'ultima tranche di 7,2 miliardi dei prestiti concessi nel 2012, non fidandosi della lista di riforme proposta da Tsipras. E comprensibilmente in questa situazione, il governo greco non riesce sempre a offrire un messaggio coerente.
 
 
  Postato da cdcnet il 09/04/2015 (291 letture)
(Leggi Tutto... | 14441 bytes | Voto: 5)
 

 
  Mondo EMPORIO EURASIATICO O GUERRA NUCLEARE?

DI PEPE ESCOBAR
informationclearinghouse.info

Una fonte diplomatica europea di alto livello ha confermato ad Asia Times che il governo della cancelliera tedesca Angela Merkel ha approcciato con decisione Pechino per distruggere la sua partnership sviluppata su molteplici fronti con la Russia.

Pechino non necessariamente darà retta a questo gesto politico di Berlino, visto che la Cina sta tessendo la ragnatela della sua nuova via della seta pan-Eurasiatica, la quale implica strette relazioni commerciali ed affari sia con la Germania sia con la Russia.

La mossa tedesca svela la grande pressione dei settori più aggressivi del governo USA che mirano ad accerchiare la Russia. Nonostante tutto ciò che s’è detto sull’indignazione della Merkel per le intercettazioni birbone della NSA, la cancelliera va a braccetto con Washington. Del vero “sdegno” significherebbe che questa stoppi di sua iniziativa le sanzioni alla Russia. In assenza di una tale reazione da parte della Merkel, siamo nel regno della negoziazione sbirro buono – sbirro cattivo.
 
 
  Postato da cdcnet il 08/04/2015 (281 letture)
(Leggi Tutto... | 9114 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia GRECIA, IL FATTORE N(ATO)

L'ARTE DELLA GUERRA

Nato-GrèceBy Manlio Dinucci
Global Research, April 08, 2015
ilmanifesto.info

Tsipras incontra Putin a Mosca domani, nel momento stesso in cui Ue, Bce e Fmi tengono un nuovo vertice sulla Grecia, che il giorno dopo deve rimborsare una rata di 450 milioni di euro del prestito concesso dal Fondo monetario internazionale. I temi ufficiali, nel colloquio a Mosca, sono quelli del commercio e dell’energia, tra cui la possibilità che la Grecia diventi l’hub europeo del nuovo gasdotto, sostitutivo del South Stream bloccato dalla Bulgaria sotto pressione Usa, che attraverso la Turchia porterà il gas russo alle soglie della Ue. Si parlerà anche di un possibile allentamento delle controsanzioni russe, permettendo l’import di prodotti agricoli greci.

Secondo quanto ha dichiarato alla Tass (31 marzo), il premier Tsipras ha comunicato al presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e alla rappresentante della politica estera Ue, Federica Mogherini, che «non siamo d’accordo con le sanzioni alla Russia». E, al primo vertice Ue a cui ha partecipato il 19–20 marzo, ha ufficialmente sostenuto che «la nuova architettura della sicurezza europea deve includere la Russia». A conferma di tale posizione, Tsipras sarà di nuovo a Mosca il 9 maggio per il 70° anniversario della vittoria sulla Germania nazista, celebrazione boicottata dalla maggioranza dei leader occidentali (a partire da Obama, Merkel e Cameron).
 
 
  Postato da cdcnet il 08/04/2015 (202 letture)
(Leggi Tutto... | 5682 bytes | Voto: 4)
 

 
  Grecia LA VISITA DI TSIPRAS IN RUSSIA: UN'ALLEANZA A LUNGO TERMINE ?

la-fgFONTE: RT.COM

Il primo ministro greco Alexis Tsipras, arriverà a Mosca oggi 8 aprile per una visita ufficiale e incontrerà il presidente Vladimir Putin. Fin dall'arrivo al potere del governo di Tsipras, tra Mosca e Atene si è notato un riavvicinamento, e questa politica tra i due paesi inquieta Bruxelles.

Odori di "Primavera russa" ad Atene

Dal governo greco informano che "il primo ministro si recherà in visita al Cremlino accettando l'invito del presidente russo Vladimir Putin". Così, sembra che la visita a Mosca sia stata anticipata di un mese dalla data precedentemente concordata dal suo predecessore, Antonis Samaras.
E' evidente che la visita di Alexis Tsipras segna una nuova tappa nelle relazioni tra la Russia e la Grecia, che sono una parte della società europea.
 
 
  Postato da cdcnet il 08/04/2015 (284 letture)
(Leggi Tutto... | 7219 bytes | Voto: 0)
 

 
  Africa AL-SHABAAB AND KENYA: THE SOMALI FACTOR

Al-shabaabJason Mueller
Counterpunch, 6 April 2015

On April 2, 2015, al-Shabaab carried out a major attack on Garissa University College, Kenya, killing nearly 150 people—almost entirely students [1].
In response to this attack, Kenyan President Uhuru Kenyatta immediately called for the training of 10,000 new police officers and “urged Kenyans abroad to help attract tourists back [to Kenya]” after countries began issuing travel advisories that cautioned visiting the region [2].
Predictably, al-Shabaab’s deadliest attack inside of Kenya since its September 2013 assault on the Westgate Mall—killing 67—has dredged up the fraught question: “Is [Kenya’s] nation’s security strong enough?”[3]
At this point, we might stop for a second to consider whether the “strength” of Kenya’s national security is truly in need of bolstering, or if it is already one laden with extreme might—perhaps too much so. In fact, any serious analyses of political violence require us to move beyond the immediacy of events and dig through the social-historical contexts under which these events may have founds their roots. It doesn’t take much effort to acknowledge that an assault on a University that kills nearly 150 people is a tragic and unjustifiable event, but we must not stop there—as most news outlets do.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/04/2015 (98 letture)
(Leggi Tutto... | 9989 bytes | Voto: 0)
 

 
  Europa Terrore e Guerre: UNA 'BUONA GIORNATA' PER LA NATO?

SEDICESIMO ANNIVERSARIO DELLA GUERRA CONTRO LA JUGOSLAVIA: SURDULICA

DI GREGORY ELICH
counterpunch.org

L'Organizzazione del Trattato Nord Atlantico (NATO) proclama il suo "impegno per il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale". I media mainstream raramente, o per meglio dire quasi mai, guardano al di là delle auto-giustificazioni e delle blande dichiarazioni di superiorità fornite dai media occidentali, e ben poco si pensa a ciò che le guerre di aggressione della Nato hanno significato per coloro che stavano dall’altra parte della barricata.

Durante le prime due settimane di agosto 1999, sono stato un membro di una delegazione in viaggio in tutta la Jugoslavia, che documentava i crimini di guerra della NATO. Una delle nostre fermate era a Surdulica, una piccola città che allora aveva una popolazione di circa 13.000 abitanti. Inizialmente ci incontrammo con il management di Zastava Pes, una fabbrica di parti elettriche per auto che un tempo aveva occupato fino a 500 lavoratori. In tempi migliori, le esportazioni annuali dello stabilimento erano pari a $ 8 milioni. Le sanzioni occidentali avevano fatto cessare i contratti di esportazione e impedito l'importazione di materiali, provocando una riduzione del 70% della forza lavoro e un declino dell’ economia locale.
 
 
  Postato da cdcnet il 07/04/2015 (233 letture)
(Leggi Tutto... | 14116 bytes | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Economia SOLDI GRATIS PER TUTTI ! A COSA STIAMO ARRIVANDO ?

grillo DI DANIEL RAVENTOS E JULIE WARK
counterpunch.org

L'idea di "reddito di cittadinanza" prende sempre più piede.

Dalla Liberia, a Tokyo, per la Nazione Cherokee fino alla vecchia Europa, sempre più persone stanno parlando di reddito di base o di cittadinanza in tutti i tipi di diversi forum. Se le crisi economiche e ambientali globali hanno avuto alcun effetto positivo allora è quello che le persone stanno reagendo in maniera combattiva. Come la storia ha spesso dimostrato, i più bisognosi sono quelli che meglio capiscono i diritti umani (che non ci sono).

Per più di tre millenni i tre principi fondamentali dei diritti umani, libertà, giustizia e dignità umana sono stati iscritti su argilla e pietra, pergamena, carta, di solito dopo grandi lotte, grida e scontri in tutto il mondo, in strade, piazze e una varietà di campi di battaglia, dal Vesuvio (Spartacus) alle navi negriere. Nessuno deve essere edotto su questi principi, perchĂ© tutti gli esseri umani li possono capire come loro diritti fondamentali. Nel concetto di "diritti umani universali", "universale" è parola superflua in quanto la qualifica di "umano" comprende tutti gli esseri umani.
 
 
  Postato da cdcnet il 06/04/2015 (450 letture)
(Leggi Tutto... | 26014 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA Cinema: THE DREAM AND THE END - UNA RADIOGRAFIA HOLLYWOODIANA DELLA STORIA

javier_bardem DI HS
comedonchisciotte.org

La fabbrica dei sogni e il "risveglio

Che l'American Dream of Life fosse un reperto di un passato piuttosto recente era chiaro fin dagli anni del conflitto in  Vietnam (1961 - 1975) mai chiamato realmente "guerra" da chi provocò la terribile escalation. Quando fu finalmente visibile e ben impresso neglio occhi degli americani e del mondo che una superpotenza imperialista e arrogantemente sprezzante stava bombardando popolazioni e civili inermi piuttosto che combattere la solita supposta minaccia "comunista", il sogno si spezzò o, meglio, cambiò repentinamente di segno.

Nonostante la già collaudata e mastodontica macchina bellica a stelle e strisce avesse dispiegato tutto l'enorme potenziale assassino e distruttivo – se si eccettuano le bombe nucleari – provocando un milione e mezzo di morti, un esercito di resistenti partigiani piuttosto male armato e peggio equipaggiato era riuscito ad avere la meglio infliggendo una sconfitta di proporzioni non indifferenti al potente nemico. Sotto lo sguardo di attoniti spettatori erano apparsi  i corpi nudi, disfatti e dolenti di donne e bambini che fuggivano dai bombardamenti incessanti dell'aviazione americana. Quella non era più l'America assurta al rango di baluardo del "mondo libero", dei liberatori dell'Europa dal giogo nazifascista e dei fieri oppositori e avversari del colosso totalitario sovietico. Gli USA precipitavano più in basso, al rango di potenza imperialista e dominata da pulsioni fascisteggianti.
 
 
  Postato da cdcnet il 06/04/2015 (295 letture)
(Leggi Tutto... | 67211 bytes | Cinema | Voto: 0)
 

 
  Italia Politica: MAURIZIO LANDINI, LOST IN BLU-RAY…

MatteoDI ROSANNA SPADINI
comedonchisciotte.org

Si apriva con un occhio che guardava nel vuoto. Ambientato su una misteriosa isola tropicale in cui si ritrovavano i sopravvissuti di un disastroso incidente aereo, a precipitare era il volo Oceanic Airlines 815 (senza vittime vere stavolta per fortuna), “Lost” è stato un evento unico nel panorama mediatico mondiale, una serie televisiva durata dal 2004 al 2010, per 114 episodi, 6 stagioni, capace di tenere incollati alla tv milioni di telespettatori, per la sua prodigiosa abilità di raccontare una realtà alternativa, più vera di quella reale.  Insieme a personaggi belli, giovani, muscolosi e attraenti, c’era un’isola misteriosa, abitata dagli “Altri” e sede enigmatica del “Dharma Initiative Recruiting Project”.
 
 
  Postato da cdcnet il 06/04/2015 (226 letture)
(Leggi Tutto... | 10452 bytes | Politica | Voto: 0)
 

  Argomenti

· AFRICA
· Egitto
· Libia
· Somalia

· AMERICHE
· Argentina
· Brasile
· Colombia
· Cuba
· Messico
· USA
· Venezuela

· ASIA-PACIFICO
· Afghanistan
· Cina
· Giappone
· India
· Oceania
· Pakistan

· EUROPA
· Francia
· Germania
· Gran Bretagna
· Grecia
· Islanda
· Italia
· Norvegia
· Spagna
· Russia
· Ucraina

· MEDIO ORIENTE
· Iran
· Iraq
· Libano
· Palestina
· Siria
· Turchia

· MONDO
· Animali e ambiente
· Economia
· Internet e controllo
· Propaganda
· Salute
· Storia
· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Tutte le Categorie
· Approfondimenti
· Associazioni
· Cinema
· Coercizione mentale
· Economia
· Filosofia
· Fumetti
· Galleria immagini
· Geopolitica
· Globalizzazione
· Imperialismo
· Interviste
· Libri
· Misteri
· Musica
· Opinioni
· Politica
· Psicologia
· Religione
· Repressione
· Servizi segreti
· Storia
· Terrore e carcere
· Terrore e Guerre
 

  Random Headlines


Iran
[ Iran ]

·RUSSIA'S MISSILE WALL IN IRAN
·DEAL WITH IRAN - MAJOR SIGN OF THE EMPIRE'S WEAKNESS
·IT IS TIME FOR IRAN TO TELL THE WEST 'GOODBAY'
·GUERRA PURA A TEHRAN
·L'ACCORDO SUL NUCLEARE CON L'IRAN PRELUDE A UNA GUERRA
·USA-IRAN: ECCO L'ACCORDO MA SI CONTINUA A TESSERE LA TELA
·ROUHANI ALL'ONU
·UNO SGUARDO DA TEHERAN
·WASHINGTON PARLA ALL'IRAN CON LINGUA BIFORCUTA
 

  NUOVE VISITE (test)

free counters
Free counters
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.