Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Modules

· Home
· Downloads
· Recommend Us
· Stories Archive
· Top 30
· Topics
 

  Ricerca con Google


www

Comedonchisciotte
.org
.net
 

  IL MISTERO DELL'AEREO MALESE (English)

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  UOMO E ANIMALI: Guida alla lettura

 

  ALIMENTAZIONE: Guida alla lettura

 

  BILDERBERG CLUB

 

  FAME E TERRORE A GAZA

 

  ELLEN BROWN

Ellen Brown
 

  JOHN PILGER

Progressive Radio News Hour – John Pilger – 10/18/13
 

  MICHEL CHOSSUDOVSKY

michel_chossudovsky
 

  PEPE ESCOBAR

Pepe Escobar
 

  CHRIS HEDGES

 

  DMITRY ORLOV

 

  PAUL CRAIG ROBERTS

Paul Craig Roberts
 

  TEST

Map
 

 
 
BENVENUTI SU COMEDONCHISCIOTTE.NET

COMEDONCHISCIOTTE.NET DEVE ESSERE CONSIDERATO UN SITO DA CONSULTARE IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DI WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

E' POSSIBILE POSTARE NEL FORUM, SCRIVERE COMMENTI, INVIARE ARTICOLI, ED ALTRO SOLO SU: WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

comedonchisciotte@yahoo.it
 
 


 
  Russia LA RUSSIA NEL MIRINO

putinputinDI PAUL CRAIG ROBERTS
paulcraigroberts.org

L’attacco di Washington alla Russia è passato dal regno dell’assurdo a quello della follia.

Il nuovo capo del Consiglio dei Governatori delle Emissioni Radiotelevisive Statunitense (the U.S. Broadcasting Board of Governors) Andrew Lack, ha dichiarato che il servizio multilingue di stampa Russa RT va considerato come una vera e propria organizzazione terroristica al pari di Boko Haram e dello Stato Islamico, mentre Standard&Poor ha appena declassato il rating della Russia a livelli da “spazzatura”.

Oggi la RT mi ha intervistato su questi ultimi assurdi sviluppi internazionali.
 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2015 (136 letture)
(Leggi Tutto... | 17276 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia BEH, NON C'E' VOLUTO MOLTO

russia DI THE SAKER
vineyardsaker.blogspot.co.nz

La Grecia ha votato le sanzioni contro la Russia (la notizia qui)

Il sogno è stato bello finchĂ© è durato.

Ora dimentichiamoci pure di SYRIZA.



Commenti dal forum:

"Amen. C'era il 0,01 % di possibilità che cambiasse qualcosa, forse adesso secondo le loro strategie è troppo presto per impergnarsi su più fronti, estero + economia. Ma avrebbe potuto vendere un po' più cara la pelle per ottenere già qui qualcosa."
 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2015 (98 letture)
(Leggi Tutto... | 5355 bytes | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente THE NEXT WAR IN THE MIDDLE EAST HAS BEGUN

AND ISRAEL VOWS "TO ACT POWERFULLY ON ALL FRONTS"

Israeli Tank - Israel Defense ForcesBy Michael Snyder

Hezbollah is absolutely fuming over an airstrike earlier this month that killed six fighters and a prominent Iranian general.  And Israeli Prime Minister Benjamin Netanyahu says that Israel is “prepared to act powerfully on all fronts” in response to a Hezbollah ambush that killed two Israeli soldiers and wounded seven.  Just such an incident is what sparked the war between the two sides back in 2006.  But this time, a conflict between Israel and Hezbollah could spark a full-blown regional war.
 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2015 (38 letture)
(Leggi Tutto... | 11895 bytes | Voto: 0)
 

 
  Francia DOPO CHARLIE HEBDO I PRIMI AMARI FRUTTI DELL'UNITA' NAZIONALE

GUERRE, PAURE, UMILIAZIONI, E STATO DI POLIZIA

DI SAID BOUAMAMAS
bouamamas.wordpress.com

«Alla fine, non ricorderemo le parole dei nostri nemici, ma i silenzi dei nostri amici»
Martin Luther King

La grande manifestazione «Je suis Charlie» è stata celebrata dall’insieme dei nostri media, dal governo e dalla quasi totalità della classe politica come simbolo dell’«unità nazionale», vista come strumento necessario di fronte alla minaccia terroristica. È stata altresì presentata come l’esempio di un’unità internazionale contro quello stesso terrorismo.

Le poche voci discordanti che hanno chiesto di far luce sulle cause, sulle poste in gioco e sulle conseguenze prevedibili di quest’obbligazione all’unanimità emotiva, sono state bollate come «sostegno ai terroristi», secondo un ragionamento binario che martella tutto il giorno: se non «sei Charlie», vuol dire che sei per gli attentati. Il seme di questa «unità nazionale» comincia a dare i suoi frutti amari e avvelenati. È giunto il tempo di un primo bilancio.
 
 
  Postato da cdcnet il 30/01/2015 (37 letture)
(Leggi Tutto... | 26838 bytes | Voto: 0)
 

 
  Siria DEAR SYRIA

From One Refugee to Another

Syria: Assad regime launches new offensive against rebels as the UN talks by RAMZY BAROUD
counterpunch.org

Whenever the word ‘refugee’ is uttered, I think of my mother. When Zionist militias began their systematic onslaught and ‘cleansing’ of the Palestinian Arab population of historic Palestine in 1948, she, along with her family, ran away from the once peaceful village of Beit Daras.
Back then, Zarefah was six. Her father died in a refugee camp in a tent provided by the Quakers soon after he had been separated from his land. She collected scrap metal to survive.
My grandmother Mariam, would venture out to the ‘death zone’ that bordered the separated and newly established state of Israel from Gaza’s refugee camps to collect figs and oranges. She faced death every day. Her children were all refugees, living in shatat – the Diaspora.

 Photo: EPA (Syrian refugees at the Turkey- Syria border in Hatay
 
 
  Postato da cdcnet il 29/01/2015 (53 letture)
(Leggi Tutto... | 10022 bytes | Voto: 0)
 

 
  Africa UNRAVELING THE MYSTERY OF BOKO HARAM

boko haramby ERIC DRAITSER
counterpunch.org

The most entertaining mysteries are the ones with compelling protagonists, enigmatic and often surreptitious antagonists, and surprising or shocking conclusions.  Indeed, without these essential elements, one is unlikely to read the story at all.  However, when it comes to politics and geopolitics, somehow our mass media storytellers – the scores of journalists, military and counter-terrorism ‘experts,’ and establishment mouthpieces – fail to even point us in the right direction. Not only do they not follow the threads of the story, they prefer to pretend they simply aren’t there.

And so it is with the great ‘mystery’ of Boko Haram, a group that in just a few years has become one of the most recognizable terrorist entities in the world.  Having carried out heinous massacres of men, women, and children, abducted thousands of innocents, and destroyed whole towns, Boko Haram now symbolizes just that perfect blend of barbarism,
religious and ideological fundamentalism, and non-white skin, which come together to cast them, in the eyes of westerners especially, as the manifestation of evil – the devil incarnate that can only be destroyed by the forces of righteousness.  You know, the ‘good guys.’

 
 
  Postato da cdcnet il 29/01/2015 (70 letture)
(Leggi Tutto... | 27232 bytes | Voto: 0)
 

 
  Asia PAKISTAN AND INDIA: THE TENSION GROWS

P56464633333Natalya Zamarayeva
journal-neo.org

Islamabad and New Delhi marked the new year of 2015 with regular Pakistani-Indian cross-border skirmishes, both on the Line of Control, and in certain sectors of the Working Border. The clashes have intensified in late December 2014, and the confrontation only increases with time. There are casualties on both sides, both among border troops and civilians.

The Chief of Staff of the Pakistani Army in January 2015 has repeatedly stated that there was unprovoked firing by the Indian Border Security Force (BSF) using heavy weapons in various sectors of the LOC. It was stressed that the Pakistani Rangers opened fire strictly for defensive purposes.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/01/2015 (41 letture)
(Leggi Tutto... | 6761 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia GRECIA: SENZA BARRICATE, PARTONO LE RIFORME CONTRO L'AUSTERITA'

FONTE: ZEROHEDGE.COM

Non ci ha messo molto Syriza per cominciare a fare cambiamenti in Grecia. Certo queste prime mosse possono sembrare di basso profilo, minori rispetto al tema "debiti", come scrive KeepTalkingGreece, ma Alexis Tsipras e la sua squadra insieme a Panos Kammenos hanno subito spinto forte sul pulsante Fast Forward per ripristinare una serie di cosiddette “riforme”, le misure di austerity imposte al paese dagli usurai della Troika - tra le riforme della sinistra ci sono: rottamazione delle privatizzazioni programmate, rottamazione dei tickets per gli ospedali pubblici e per le ricette mediche, ripristino della “ TREDICESIMA per le pensioni” a basso reddito a altre azioni che SYRIZA aveva promesso prima delle elezioni.

POI hanno levato le barricate di ferro che erano state messe davanti al Parlamento.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/01/2015 (197 letture)
(Leggi Tutto... | 8021 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina WAR IS GOING BADLY FOR KIEV

WHICH MAKES IT ALL THE MORE DANGEROUS.

By The Saker
"ICH" - "Russia Insider"

I have been trying to wait as long as possible to get some facts confirmed, but at this point in time I am confident enough to say that there are numerous and convergent signs that things are going extremely badly for the regime in Kiev. Just look at the following recent headlines:

​Kiev urgently summons NATO-Ukraine meeting in Brussels
Junta officers get the right to shoot their man in case of insubordination
Kiev introduces state of emergency in Donbass, high alert across Ukraine
Resistance to New Wave of Ukraine Mobilization Has Already Begun
Panic in Kiev: Ukrainian forces surrender Donbass

Clearly, things are not going well *at all* for the Junta.
 
 
  Postato da cdcnet il 29/01/2015 (111 letture)
(Leggi Tutto... | 8086 bytes | Voto: 0)
 

 
  Gran Bretagna Storia: WINSTON CHURCHILL: THE IMPERIAL MONSTER

churchill Fear-Monger, War Criminal, Racist

by MICHAEL DICKINSON
counterpunch.org

This week Britain is commemorating the fiftieth anniversary of the death of Winston Churchill. Millions of people worldwide watched his state funeral on television in 1965, and thousands of people lined the streets of London to pay their last respects as his cortege slowly passed. But I somehow doubt that President Obama will be adding his own warm words of remembrance for the iconic British wartime leader.
After all, his own paternal grandfather, Hussein Onyango Obama, was one of 150.000 rebellious Kikuyu “blackamoors” forced into detention camps during Churchill’s postwar premiership, when the British governnment began its brutal campaign to suppress the alleged “Mau Mau” uprising in Kenya, in order to protect the privileges of the white settler population at the expense of the indigenous people. About 11,000 Kenyans were killed and 81,000 detained during the British government’s campaign to protect its imperialist heritage.

[Churchill statue in London. Photo: Getty Images.]
 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2015 (87 letture)
(Leggi Tutto... | 15566 bytes | Storia | Voto: 0)
 

 
  Grecia LA GRECIA COMINCIA A GUARDARE VERSO LA RUSSIA

FONTE: ZEROHEDGE.COM

Una decina di giorni fa, prima che Syriza, il partito Anti-Austerity riportasse il suo folgorante successo in Grecia, avevamo notato che la Russia aveva fatto una modesta proposta alla Grecia: voltate le spalle a quell'Europa, che tanto disprezzate, e noi assisteremo i vostri agricoltori eludendo il divieto di importare cibo.

E, sembra abbastanza sicuro, che Tsipras, il nuovo premier della Grecia abbia dato a vedere dalle sue prime azioni che la Grecia possa effettivamente ed aggressivamente voltare le spalle all’ Europa per guardare verso la Russia, in generale, e all'Unione economica eurasiatica in particolare (come proposto recentemente ”Sorprendente proposta russa all’Europa: Mollate gli USA, entrate nell’Unione Economica Eurasiatica").

Ecco qualche esempio recente di questo drammatico cambiamento di prospettiva :
 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2015 (197 letture)
(Leggi Tutto... | 10255 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA GLI STATI UNITI SONO RIDOTTI ALLA DISPERAZIONE

barack-obamaDI DMITRY ORLOV
cluborlov.blogspot.it

I leaders degli Stati Uniti sanno benissimo che i giorni del loro paese come “più grande produttore mondiale di petrolio” si misurano ormai in settimane o in mesi, e non in anni.

Nel corso del 2014 il prezzo del petrolio è caduto da oltre 125 a circa 45 dollari al barile, e potrebbe ulteriormente calare per poi risalire di nuovo, salvo cadere e risalire ancora. Questo tanto per rendere l’idea.

Il selvaggio saliscendi del mercato del petrolio, quello ancor più selvaggio dei mercati finanziari, la crisi valutaria, la bancarotta delle società energetiche e quella degli istituti che le hanno finanziate, il default dei paesi che le hanno sostenute … porteranno l’economia industriale al collasso.

E senza un’economia industriale funzionante, il petrolio potrebbe essere riclassificato al livello di mero rifiuto tossico. Ma questo evento è da spostare in avanti di due o tre decenni.
 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2015 (205 letture)
(Leggi Tutto... | 19868 bytes | Voto: 0)
 

 
  Iran IT IS TIME FOR IRAN TO TELL THE WEST 'GOODBAY'

ayatollah kkhameneiBy Paul Craig Roberts
ICH

From all appearances, the Obama regime’s negotiations with Iran, overseen by Russia, were on the verge of ending the contrived nuclear issue. An end to the confrontation is unacceptable to the Zionist Israeli government and to their neocon agents in America. The Republicans, a political party owned lock, stock, and barrel by the Israel Lobby, hastily invited Netanyahu, the crazed ruler of both Israel and America, to quickly come to tell the Republican Congress, which the insouciant American voters put in place, how to prohibit any accommodation with Iran.

Observing the Israeli-controlled Republican Congress, a collection of warmongers, taking steps to prevent any peaceful resolution of a fabricated issue, Iran’s leader, Seyyed Ali Khamenei sent a letter to Western youth advising the youth of the Western world of the mischaracterization of Islam by Western propagandists. http://s15.khamenei.ir/ndata/news/28731/pdf/en.pdf
 
 
  Postato da cdcnet il 28/01/2015 (110 letture)
(Leggi Tutto... | 10137 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia LEZIONI DALLA GRECIA

DI GEORGIOS
comedonchisciotte.org

Com'è naturale e giusto, recentemente sono apparsi vari articoli che analizzano, interpretano, criticano o gioiscono con speranza dopo gli ultimi sviluppi in Grecia con la vittoria elettorale di SYRIZA. Com'è anche naturale e giusto, la maggior parte di questi articoli cercano di mettere in luce le probabili conseguenze e i probabili sviluppi che questa vittoria elettorale potrà avere in tutta l'Europa, specie in quella del sud, e in modo particolare, almeno a titolo di esempio da seguire, in Italia.

In tutte queste analisi si scrivono delle cose giuste sia quando si assume una posizione favorevole verso questo partito della sinistra greca sia quando lo si attacca senza pietà. La vita e la politica sono dei soggetti contraddittori e per questa ragione il miglior modo per affrontarli e' esaminarli in modo dialettico. La dialettica presuppone la risoluzione delle contraddizioni, tramite il processo della loro analisi e, in seguito, della loro sintesi.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2015 (182 letture)
(Leggi Tutto... | 6375 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina PERCHE' I SOLDATI AMERICANI A MARIUPOL ?

soldatousa
 FONTE: ZEROHEDGE.COM

In mezzo alla devastazione di Mariupol che è stata provocata ieri dai colpi di artiglieria che hanno ucciso e ferito decine di persone - devastazione che è stata prontamente addossata da entrambe le parti sull'"avversario" - e che a detta di entrambe le "parti" è stata la più violenta da quando da quando è stata interrotta la tregua - è emersa una 'strana' clip.

Questa clip sembra fornire tutte le 'prove' ufficiali che dovrebbero bastare ai servizi segreti degli Stati Uniti per supporre che gli stivali militari degli Stati Uniti stanno calcando la terra dell' Ucraina. Come mostra la clip, un giornalista ucraino si avvicina a quello che pensa sia un soldato ucraino (visto che indossa una uniforme militare ucraina e che ha in dotazoone un AK) e gli chiede - trovandosi in zona di guerra -  " Dimmi, cosa che sta succedendo qui? "La sua risposta, che non necessita di traduzione, parla da sĂ©.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2015 (290 letture)
(Leggi Tutto... | 5962 bytes | Voto: 0)
 

 
  Argentina UNA FALSE FLAG PER COMINCIARE UNA RIVOLUZIONE COLORATA IN ARGENTINA ?

nisman DI MARIO
informationclearinghouse.info

Presto in Argentina ci saranno le elezioni e Cristina de Kirchner non potrà essere rieletta. Malgrado i tanti candidati che contestano l'operato del suo mandato, i sondaggi dicono che Scioli, il suo candidato potrebbe vincere al secondo turno.

Il (povero?) Giudice Nisman ha denunciato il comportamento della Kirchner nella gestione di un accordo con l'Iran - la sua denuncia non sarebbe rimasta in piedi a lungo - ma con la sua morte (che sia stato suicidio o che no, per la storia non cambia) lo ha elevato al rango di vittima di un complotto del governo, e tutti i media hanno subito cambiato il loro slogan da  "Je suis Charlie" a 'Yo soy Nisman'.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2015 (118 letture)
(Leggi Tutto... | 16424 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina PUTIN CALLS UKRAINIAN ARMY 'NATO LEGION'

Putin: Ukrainian army is a NATO legion. 54436.jpegsputniknews

Russian President Vladimir Putin said Monday that the Ukrainian army has been used by NATO as a deterrent against Russia.

"It is, in essence, […] not an army anymore but a foreign legion, a NATO-controlled foreign legion, which is not serving to protect Ukraine's national interests," Putin said at a meeting with university students in St. Petersburg.

"They are pursuing other goals linked with attaining geopolitical goals of deterring Russia contrary to the interests of the Ukrainian people," Putin said.

[American Soldiers Caught on Tape in Mariupol? (VIDEO 1, VIDEO 2)]

 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2015 (112 letture)
(Leggi Tutto... | 4348 bytes | Voto: 0)
 

 
  Francia CHARLIE HEBDO: SUICIDED OFFICER'S FAMILY DENIED ACCESS TO AUTOPSY

The mother of Helric Fredou, by Hicham Hamza
translated by Kevin Barrett
Veterans Today

Exclusive! Panamza has contacted the mother of Helric Fredou – the Police Commissioner charged with preparing a report on the family background of Charlie Hebdo – who was found dead with a bullet in the head just hours after the attack.

I asked for the autopsy report and was told: “You won’t get it.”

Friday, January 16, Panamza published the disturbing testimony of the sister of police officer Helric Fredou, whose mysterious “suicide” continues to be ignored by the national media. Nine days later, it was the mother’s turn to bring new revelations.
 
 
  Postato da cdcnet il 27/01/2015 (120 letture)
(Leggi Tutto... | 5082 bytes | Voto: 0)
 

 
  Europa UNO SCANDALO

ALeDI JACQUES SAPIR
russeurope.hypotheses.org

Dunque il governo polacco vuole organizzare la commemorazione della liberazione del campo di Auschwitz, il prossimo 27 gennaio, senza invitare Vladimir Putin. È un suo diritto. Vuole commemorarla con il governo ucraino, senza dubbio in memoria dei circa due-tre mila volontari ucraini che già solo ad Auschwitz aiutarono i nazisti (ed erano molti di più altrove). È un suo diritto. Ma in tal caso si assuma la responsabilità dell’enormità dell’atto. Sappiamo molto bene che non è il popolo polacco ad esprimersi per bocca di questo governo. Non provi a nasconderlo, accampando vari pretesti.

La giustificazione avanzata dal ministro degli esteri polacco è allo stesso tempo stupefacente e rivelatrice. Pretende che Auschwitz sia stata liberata da «truppe ucraine». Non saprei cosa sia più grave: l’enormità della menzogna o la faccia tosta con cui è stata pronunciata.
 
 
  Postato da cdcnet il 26/01/2015 (190 letture)
(Leggi Tutto... | 3930 bytes | Voto: 0)
 

 
  Russia PER LE ELITE RUSSE C'E' RISCHIO DI GUERRA CON GLI USA

usstratcom DI MIRIAM ELDER
informationclearinghouse.info

“Quando non ci sono relazioni bancarie, le nazioni si avvicinano ad una guerra.”

Venerdì scorso il capo di una delle più importanti banche di proprietà del Cremlino ha ammonito che ulteriori sanzioni bancarie potrebbero portare Russia e USA sull' "orlo di una guerra.”

“I russi appoggiano totalmente il loro Presidente" - ha detto Shuvalov  - “e se qualcuno che non lo capisce, vuol dire che non comprende il carattere dei russi e non conose la storia della Russia. Se dovessimo immaginare che qualcuno dall'esterno del nostro paese vuole far cadere il nostro leader e voglia agire contro la nostra volontà … saremo tutti uniti come mai è stato prima.”
 
 
  Postato da cdcnet il 26/01/2015 (413 letture)
(Leggi Tutto... | 5836 bytes | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente E ADESSO A CHE GIOCO GIOCHERA' LA CASA DI SAUD ?

kingarabiadeadDI PEPE ESCOBAR
globalresearch.ca

La Casa di Saud si ritrova in un periodo di grande instabilità. Il prezzo del petrolio che impongono gli si potrebbe ritorcere contro. La successione del re Abdullah potrebbe risolversi in un bagno di sangue e i protettori statunitensi potrebbero dare luogo ad un voltafaccia.

Cominciamo con il petrolio – ed un po’ di storiografia. dato che la fornitura di petrolio USA cresce di un paio di milioni di barili al giorno, c’è abbastanza petrolio in Iran, a Kirkuk in Iraq, con la Libia e la Siria fuori dal mercato e il petrolio extra degli USA sul mercato. Di base l’economia globale – almeno per ora – non cerca più petrolio a causa della stagnazione/recessione europea e il rallentamento relativo della Cina sul mercato.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/01/2015 (280 letture)
(Leggi Tutto... | 13622 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA I DRONI-ZANZARA DEL GOVERNO PRELEVERANNO IL VOSTRO DNA

Mosquito_DroneDI PAUL JOSEPH WATSON
infowars.com

La Professoressa di Harvard Margo Seltzer ha avvertito che dei droni miniaturizzati a forma di zanzara potranno un giorno estrarre il vostro DNA per conto del governo e delle compagnie di assicurazione. Lo ha detto a Davos all’Ă©lite del World Economic Forum affermando che la privacy è morta.

La Seltzer, professoressa di informatica presso l'Università di Harvard, ha detto ai partecipanti, “La Privacy come la cono-scevamo in passato non è più fattibile... Ciò che convenzionalmente pensiamo della privacy è morto".

La Seltzer ha continuato prevedendo che, nel prossimo futuro, robot delle dimensioni di una zanzara non solo terranno perennemente sotto controllo gli individui, ma provvederanno alla raccolta del loro DNA e delle informazioni biometriche sia per i governi che per le imprese.

"Questo non sta per accadere, si sta già verificando", ha detto la Seltzer riguardo al problema della sorveglianza così tanto diffusa. "Già adesso tutti noi viviamo in uno stato di controllo totale".
 
 
  Postato da cdcnet il 25/01/2015 (332 letture)
(Leggi Tutto... | 2895 bytes | Voto: 0)
 

 
  Iraq IRAQ: LA DISTRUZIONE DELLA MEMORIA

iraqDI MARCELLA GUIDONI
Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Bombardamenti sulla storia, centinaia di scienziati deliberatamente assassinati, città devastate da attacchi con armi chimiche, esplosione improvvisa di mostruose malformazioni infantili, torture orrende e umilianti. Questa la realtà nascosta dell’Iraq di oggi, precipitato nel più nero abisso dell’umana miseria dall’ennesima “guerra di liberazione” statunitense. Intanto l’Occidente tace. E si prepara a celebrare la “Giornata della Memoria”.

L’Iraq è un Paese unico al mondo. Una miniera ricca di tesori della cultura universale. Le prime scuole, il primo codice di leggi, la prima cosmologia, i primi archivi, tutto ebbe inizio a Sumer.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/01/2015 (275 letture)
(Leggi Tutto... | 14325 bytes | Voto: 5)
 

 
  Russia PROVOCARE LA RUSSIA

putinDI ISRAEL SHAMIR
informationclearinghouse.info 

L’edificio dell’ordine mondiale post 1991 sta collassando proprio davanti ai nostri occhi. La decisione del Presidente Putin di annullare il pellegrinaggio ad Auschwitz, subito dopo la sua assenza a Parigi dalla manifestazione per Charlie, ha dato il colpo finale. Andava bene divertirsi a provocare la Russia, finchĂ© stava al gioco. Ora non più.

La Russia ha rotto le regole. Finora la Russia, come uno zoticone di Eton, ha cercato di assecondare. Ha partecipato agli incontri dei grandi, dove veniva ignorata, ha pagato le sue quote alle agenzie europee che la condannavano, ha sopportato con pazienza le infinite intimidazioni delle grandi potenze e anche le irritanti molestie dei piccoli paesi dell’Europa dell’est. Ma qualcosa si è inceppato. Il ragazzo non gioca più; ha preso le sue cose ed è andato a casa – proprio quando avevano bisogno che si inginocchiasse ad Auschwitz.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/01/2015 (584 letture)
(Leggi Tutto... | 16449 bytes | Voto: 5)
 

 
  Grecia GREEK ELECTIONS: ON VERGE OF VICTORY

EUROPE'S ASCENDANT LEFT DECLARES "SUBSERVIENCE IS OVER"

By John QueallyJoining together ahead of Greek elections, leaders of Syriza and Podemos signal their unified fight against austerity will extend beyond national borders

Greek opposition leader and head of radical leftist Syriza party, Alexis Tsipras (L) and Spanish Podemos party Secretary General Pablo Iglesias wave to supporters following a campaign rally in central Athens January 22, 2015. Greek leftist leader Tsipras told thousands of people gathered in Athens that an end to “national humiliation” was near after opinion polls on Thursday showed his Syriza party pulling ahead three days before an election. (Photo: Reuters/Yannis Behrakis)
‘History is knocking at our door,” declared Alexis Tsipras, the leader of the leftwing coalition party of Syriza in Greece, during a speech addressed to thousands of supporters in Athens on Thursday night as he stood next to his foreign compatriot Pablo Iglesias of the Spanish Podemos Party.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/01/2015 (110 letture)
(Leggi Tutto... | 10568 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia L'UNICA STRADA E L'UNICA VIA D'USCITA DA DAVOS

Renzi a Davos, per politica momento del 'carpe diem' © APDI RAUL ILARGI MEIJER
theautomaticearth.com

E' bene farsi concorrenza, quando si tratta di tecnologia o di moda, di gadget o di qualsiasi altro oggetto di lusso. Ma non è bene farsi concorrenza per il cibo e per l'acqua, generi di cui oggi e sempre si avrà bisogno per la sopravvivenza. Ma, a sentire quelli che si sono riuniti a Davos, questa è la strada per cui ci stiamo avviando. Questo significa che tutto quello che rappresenta gli interessi di quelli di Davos è esattamente all'opposto di quanto rappresenta il nostro interesse, quindi: qualsiasi cosa ci chiedano di fare queste persone - nel nostro interesse - facciamo esattamente il contrario.

Dopo più di SEI ANNI di povertà sempre più profonda e di mercati sempre più al rialzo, di finanza creativa, di QE e di tassi di interessi ultra-bassi, di una invasione delle menti perpetrata con una propaganda menzognera, che pretende di farci apprezzare tutti i risultati finora raggiunti ... ebbene tutto questo ci ha portato dove siamo oggi : in una situazione che deve ancora superare una serie di ostacoli che vengono, via via, creati da una crisi dagli aspetti molteplici. Semberebbe chiaro che questo modello, se non addirittura lo stampo di questo modello, si siano rotti. Ma per comprendere bene questo processo dobbiamo sapere esattamente che cos' è questo modello.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (190 letture)
(Leggi Tutto... | 23282 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo ANNULLATO IL CONCERTO JAZZ DI UN EBREO ANTISEMITA

atzmonFONTE: HAARETZ

La Lettera firmata da 13 abitanti di un sobborgo di Nottingham ha provocato un intervento contro Gilad Atzmon, per aver scritto cose come: "E' sempre il pessimo comportamento degli ebrei che provoca disastri agli ebrei."  

Le proteste di un gruppo di persone residenti in Inghilterra hanno portato alla cancellazione di una performance jazz di Gilad Atzmon, musicista ebreo di origine israeliana e scrittore noto per le sue denunce non solo contro Israele ma, in generale, contro gli ebrei, secondo quanto scrive il Nottingham Post.

Atzmon, un sassofonista, e la sua band The Whistle Blowers dovevano esibirsi al Bonington Thatre di Arnold, un sobborgo di Nottingham, il 15 gennaio scorso, ma 13 abitanti della cittadina hanno firmato una lettera di protesta e l'hanno inviata ai dirigenti del teatro, il Gedling Borough Council, per richiamare la loro attenzione sulle affermazioni di Atzmon.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (133 letture)
(Leggi Tutto... | 5811 bytes | Voto: 0)
 

 
  Grecia GRECIA: ULTIME PSEUDOLOGIE DELLA TROIKA A 2 GIORNI DAL VOTO

alexis.DI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

La speranza è in marcia. Per una volta tanto gli slogan esprimono la pura e semplice realtà. Il partito della sinistra radicale ha installato un bel manifesto al centro di Atene, colorato con i colori della speranza. L’immagine è forte: Alexis Tsipras, un sole radioso e… un senzatetto nell’angolo, seduto a testa bassa, così vicino alla via della speranza e allo stesso tempo così lontano. Praticamente l’immagine racchiude in sĂ© tutta la Grecia di questo periodo.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (135 letture)
(Leggi Tutto... | 19056 bytes | Voto: 0)
 

 
  Francia OPERAZIONE FALSE FLAG A CHARLIE HEBDO (15 SEGNALI)

copertina DI BRANDON TURBERVILLE
activist post

Probabilmente l’articolo più importante pubblicato fino da oggi sull’attentato a Charlie Hebdo.
Un’impressionante ricostruzione degli eventi, delle persone e della cronologia che hanno portato ai fatti di Parigi.



Dopo il massacro di Charlie Hebdo e a mano a mano che vengono alla luce maggiori informazioni sugli attacchi e sui legami tra i responsabili, i gruppi e le agenzie d’intelligence collegati alla NATO, si dimostra sempre più valida di ora in ora l’idea che la natura degli attacchi erano, in realtà dietro una false flag. (1)

Come è prevedibile, la destra xenofoba e pro-bellica sta usando l'attacco per dimostrare che tutti i musulmani sono terroristi e che l’unica soluzione è il loro totale annientamento e l'attuazione di adeguate misure di stato di polizia.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (412 letture)
(Leggi Tutto... | 66710 bytes | Voto: 0)
 

 
  Siria SYRIA: THE BATTLE FOR ALEPPO

With Aleppo encircled, West seeks wildcard to save their terror hordes.

By (Tony Cartalucci - NEO)

The Syrian Arab Army is reportedly close to completely encircling militants that have occupied the northern city of Aleppo since they invaded it from NATO territory in 2012. Once the encirclement is complete, analysts believe the the city will be finally liberated, in a process similar to the retaking of Homs further south.

The desperation of militants facing this final phase in the Battle for Aleppo is indicated by their Western sponsors' attempts to broker a ceasefire and arrange "aid" to reach them. Similar attempts were made in vain during the closing phases in the Battle for Homs in mid-2014 - with the city of Homs having been an epicenter of terrorist activity beginning in 2011, and now under the control of the Syrian government.  Small pockets of militants have been isolated within Homs, allowing order to be restored across the majority of the city and the surrounding region
 
 
  Postato da cdcnet il 23/01/2015 (83 letture)
(Leggi Tutto... | 8431 bytes | Voto: 0)
 

  Argomenti

· AFRICA
· Egitto
· Libia
· Somalia

· AMERICHE
· Argentina
· Brasile
· Colombia
· Cuba
· Messico
· USA
· Venezuela

· ASIA-PACIFICO
· Afghanistan
· Cina
· Giappone
· India
· Oceania
· Pakistan

· EUROPA
· Francia
· Germania
· Gran Bretagna
· Grecia
· Islanda
· Italia
· Norvegia
· Spagna
· Russia
· Ucraina

· MEDIO ORIENTE
· Iran
· Iraq
· Libano
· Palestina
· Siria
· Turchia

· MONDO
· Animali e ambiente
· Economia
· Internet e controllo
· Propaganda
· Salute
· Storia
· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Tutte le Categorie
· Approfondimenti
· Associazioni
· Cinema
· Coercizione mentale
· Economia
· Filosofia
· Fumetti
· Galleria immagini
· Geopolitica
· Globalizzazione
· Imperialismo
· Interviste
· Libri
· Misteri
· Musica
· Opinioni
· Politica
· Psicologia
· Religione
· Repressione
· Servizi segreti
· Storia
· Terrore e carcere
· Terrore e Guerre
 

  Random Headlines


11 settembre
[ 11 settembre ]

·11 SETTEMBRE 2001
·9/11 OFFICIAL SCENARIO: WHAT ABOUT THE POOLS OF MELTED METAL?
·9/11 - DOMANDE SENZA RISPOSTA
·GROUND ZERO REDUX
·11 SETTEMBRE: CHI DAVVERO NE HA BENEFICIATO ? (REALTA', NON STORIE)
·LE PROVE SCIENTIFICO-LEGALI CHE SMENTISCONO LE INDAGINI UFFICIALI SULL'11/9
·A NOVE ANNI DALL'11 SETTEMBRE
·L'IRAN COINVOLGE L'ONU SULL' UNDICI SETTEMBRE
·IL MISTERIOSO CROLLO DEL WTC7
 

  NUOVE VISITE (test)

free counters
Free counters
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.