Welcome to comeDonChisciotte.net
 
 

  Modules

· Home
· Downloads
· Recommend Us
· Stories Archive
· Top 30
· Topics
 

  Ricerca con Google


www

Comedonchisciotte
.org
.net
 

  IL MISTERO DELL'AEREO MALESE (English)

 

  11 settembre 2001: Guida alla lettura

 

  IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!

 

  LO STATO DI POLIZIA E IL MERAVIGLIOSO GRANDE FRATELLO

 

  UOMO E ANIMALI: Guida alla lettura

 

  ALIMENTAZIONE: Guida alla lettura

 

  BILDERBERG CLUB

 

  FAME E TERRORE A GAZA

 

  ELLEN BROWN

Ellen Brown
 

  JOHN PILGER

 

  MICHEL CHOSSUDOVSKY

michel_chossudovsky
 

  PEPE ESCOBAR

Pepe Escobar
 

  CHRIS HEDGES

 

  DMITRY ORLOV

 

  PAUL CRAIG ROBERTS

Paul Craig Roberts
 

  JAMES PETRAS

James Petras
 

  TEST

Map
 

 
 
BENVENUTI SU COMEDONCHISCIOTTE.NET

COMEDONCHISCIOTTE.NET DEVE ESSERE CONSIDERATO UN SITO DA CONSULTARE IN CASO DI MALFUNZIONAMENTO DI WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

E' POSSIBILE POSTARE NEL FORUM, SCRIVERE COMMENTI, INVIARE ARTICOLI, ED ALTRO SOLO SU: WWW.COMEDONCHISCIOTTE.ORG

comedonchisciotte@yahoo.it
 
 


 
  Europa SIAMO PRONTI ALLA GUERRA !

renaissance_of_the_FONTE: EUROACTIV.COM

PPE: L’UE DOVREBBE DIRE ALLA RUSSIA CHE SIAMO PRONTI PER LA GUERRA
  â€¨â€¨

Un vero tono da falchi è stato sentito nel corso di un'udienza organizzata dal gruppo politico PPE (Partito Popolare Europeo) di centro-destra nel Parlamento continentale Martedì 21 aprile, con i legislatori che andavano sostenendo che il miglior deterrente consisteva nell’essere pronti per la guerra.


Il deputato Tunne Kelam, che ha presieduto la riunione, ha detto che la Russia era diventata ormai un rivale dell'UE e che il suo prossimo obiettivo sarebbero stati i paesi baltici.
Quando questo accadesse, la credibilità dell'Occidente sarebbe stata  messa alla prova, ha avvertito.

 Kelam sembrava echeggiare osservazioni dal presidente estone Toomas Ilves, che di recente ha detto che la mancanza di impegno dalla NATO a difendere il suo paese potrebbe significare la morte dell'alleanza.

 Come ha osservato l'eurodeputato romeno Cristian Dan Preda, la maggioranza dei romeni crede che Putin non si fermerà fino a quando non si unisce la Russia con la Transnistria, in Moldavia, attraverso i territori meridionali dell'Ucraina. Dan Preda è il coordinatore politico per la commissione per gli affari esteri del gruppo PPE.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/04/2015 (19 letture)
(Leggi Tutto... | 8624 bytes | Voto: 0)
 

 
  Europa ECCO PERCHE' L'EUROPA PERMETTE CHE LE PERSONE ANNEGHINO

barcomDI RAUL ILARGI MEIJER
theautomaticearth.com

Che l'Europa lasci che quasi 1.000 persone muoiano nel Mediterraneo in una notte non dovrebbe essere una sorpresa per nessuno, almeno non per coloro che sono ancora svegli ogni tanto. La crisi dei migranti verso il Club Med sta andando avanti già da lungo tempo, e l'unica reazione dell'Unione Europea è stata di tagliare sul bilancio e sulle operazioni nella zona, non di aumentarli.

Così, quando il New York Times apre con "I leader europei si sono confrontati lunedì con una crisi umanitaria nel Mediterraneo..." , sono a un miglio e mezzo di distanza dall'essere onesti. Bruxelles sa benissimo cosa sta succedendo da anni, e ha deciso di fare meno di nulla.
 
 
  Postato da cdcnet il 25/04/2015 (10 letture)
(Leggi Tutto... | 13867 bytes | Voto: 0)
 

 
  Oceania IL PAESE SEGRETO E' DI NUOVO IN GUERRA CONTRO IL SUO STESSO POPOLO

australDI JOH PILGER
johnpilger.com

L'Australia ha nuovamente dichiarato guerra ai propri nativi, riproponendoci così le brutalità che portarono il Sudafrica dell'apartheid alla condanna universale. Gli Aborigeni saranno cacciati dalle terre dove le loro comunità hanno vissuto per migliaia di anni. Nell'Australia occidentale, dove le società minerarie accumulano miliardi di dollari in profitti sfruttando terreni aborigeni, il governo centrale afferma di non potersi più permettere il "sostegno" delle terre native.

Quelle popolazioni vulnerabili, a cui già sono negati i servizi di base che la maggioranza degli australiani da per scontati, sono sotto esproprio senza alcuna consultazione, e sotto sfratto a mano armata. Ancora una volta, i leader aborigeni hanno parlato di "una nuova generazione di sfollati" e di un altro "genocidio culturale".
 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2015 (103 letture)
(Leggi Tutto... | 19354 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo Geopolitica: CIAO CIAO BRZEZINSKI

FINISCE QUI IL TUO GRANDE SOGNO DELLO SCACCHIERE DEL POTERE

brezinskiDI PEPE ESCOBAR
counterpunch.org

L'Eurasia che conosciamo noi (e gli Usa) è morta

Andiamo avanti: Guerra Fredda 2.0. La storia di oggi e del prossimo futuro, nelle sue miriadi di declinazioni e a parte tutti i sobbalzi che certamente avrà lungo il percorso, è quella di una nuova Eurasia integrata.
L’ambiziosissimo progetto cinese di una Nuova Via della Seta continuerà a incrociarsi con l’ Unione Economica Eurasiatica (EEU) guidata dalla Russia.  E verrà il giorno in cui l’Europa si sveglierà e si ritroverà davanti un nuovo e prospero asse commerciale che va da San Pietroburgo fino a Shanghai.  E’ sempre opportuno ricordare che  Vladimir Putin paventò alla Germania uno scenario ancora più allargato, che da Lisbona arrivava fino a Vladivostok.
Ci vorrà tempo – e che tempo. Ma l’ascesa di una nuova Eurasia è inevitabile. E questo porterà con sé qualcosa di assolutamente eccezionale: l’egemonia degli USA sull’Eurasia, che fino all’inizio del millennio poteva ancora sembrare possibile, svanirà in poco tempo davanti agli occhi di tutti.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2015 (181 letture)
(Leggi Tutto... | 12428 bytes | Geopolitica | Voto: 0)
 

 
  Medio Oriente US-BACKED CRIMINAL SLAUGHTER IN YEMEN REVEALED

13940127000179_PhotoIBy Finian Cunningham
April 23, 2015 "ICH" - "SCF"

Former UN envoy to Yemen, Jamal Benomar, has given an undiplomatic assessment of the crisis in that country, in which he rhetorically explodes Saudi myths «justifying» the US-backed aerial bombing campaign. The Moroccan diplomat told media at the weekend that the ongoing conflict was a direct result of Houthi rebels having been excluded from the political process last year. 
Furthermore, Benomar went on to say unequivocally that during his tenure as UN envoy in Yemen he saw no evidence of Iranian involvement stirring the country’s strife. 
That testimony debunks the Western media-contrived whitewash of the continuing Saudi slaughter in Yemen – a slaughter that is being aided and abetted, politically and militarily, by Washington.
 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2015 (47 letture)
(Leggi Tutto... | 9548 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo HOW NATO KILLS AFRICANS IN THE CLUB MED

Dead immigrants on Italian shore, file photo [Reuters]By Pepe Escobar
April 23, 2015 "Information Clearing House" - "Sputnik"

You all remember that NATO/AFRICOM coalition of the willing, "led" by King Sarko the First, then President of France, with US President Barack Obama "leading from behind" and a former Secretary of State, now presidential candidate with a campaign chest of $2.5 billion, coining a gloating "We came, we saw, he died".

Well, this fabulous collection of humanitarian imperialists is still on the loose, now killing — by proxy — across the waters of the Mediterranean, aka Club Med, aka Mare Nostrum, after they destroyed a viable state — Libya, a secular Arab republic — under the pretext of preventing a "genocide".

Photo:Reuters
VERSIONE IN ITALIANO
 
 
  Postato da cdcnet il 24/04/2015 (63 letture)
(Leggi Tutto... | 7094 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA Terrore e Guerre: US TERRORISM FROM THE SKIES

The Truth Behind Drone Strikes as the President’s Personal Choice of Warfare.

obama drones By Joachim Hagopian
Global Research, May 14, 2014

Imagine attending your son or daughter’s or brother or sister’s wedding, a family member’s funeral, or just relaxing with friends at a local restaurant. While you may be busily living the most exciting high point of your life to the lowest grieving the loss of a family loved one, to just attending an everyday social gathering, all of a sudden your world is abruptly shattered never to be the same. Out of the blue from out of nowhere, a bomb hits and you are either dead, or barely alive suffering from life threatening injuries, or traumatized for life, forever changed for the worse. You will never enjoy another wedding, attend another funeral, or experience another emotional high or joy without sudden flashback memories of that fateful day flooding your consciousness and invading your world. Intrusive fear and panic rule your daily life where your sense of normalcy and homeostasis is forever knocked out of whack. Destroying lives is what US predator drones do every day of the week, year in and year out for more than a dozen years to thousands of innocent people in the Middle East, Central Asia and Africa and no doubt other hidden places we do not even know.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/04/2015 (117 letture)
(Leggi Tutto... | 14016 bytes | Terrore e Guerre | Voto: 0)
 

 
  Iran Geopolitica: RUSSIA, CINA, IRAN: LA STRATEGIA IN SINCRONIA

rissDI PEPE ESCOBAR
rt.com

Negli scorsi decenni, il mito pre-costruito di una elusiva “bomba iraniana” non è stato mai il vero problema tra gli USA e l'Iran. Il vero problema è da ricercarsi nelle modalità per contenere o “isolare” una nazione potente e indipendente che rifiutava di accettare la teoria dell'eccezionalismo americano[1].

Adesso che la “riabilitazione” dell'Iran – almeno secondo quanto sostengono i difensori dell'eccezionalismo e i loro tirapiedi – sembra essere imminente, nell'attesa di un accordo nucleare che potrebbe essere finalizzato a giugno, diverse fazioni a Washington ancora non riescono a decidersi e agire di concerto.

Il Pentagono ha pressoché ammesso che l'intramontabile sogno proibito dei neo-conservatori e dei media corporativi rimane sul tavolo: l'opzione militare.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/04/2015 (237 letture)
(Leggi Tutto... | 14623 bytes | Geopolitica | Voto: 0)
 

 
  Salute NOT SO INDIPENDENT STUDY FINDING NO MMR AUTISM LINK

By Brandon Turbeville and Heather Callaghan
activistpost.com

For those who may be critical of the process of vaccination, particularly its safety and effectiveness, it is a known fact that there has never been a study proving safety or effectiveness that was not linked to a pharmaceutical firm or vaccine maker.[1] Indeed, if vaccines were so easy to prove safe and effective, then certainly an entirely government-funded or independent agency would have done so by now.

With the recent mainstream media hype, however, one would be tempted to believe that such an independent study has finally taken place proving that the MMR vaccine is not linked to autism. However, brief research into the allegedly independent "review panel" of the new darling of the month "MMR is not related to autism study" reveals that this is not the case.
 
 
  Postato da cdcnet il 23/04/2015 (52 letture)
(Leggi Tutto... | 9476 bytes | Voto: 0)
 

 
  Salute LA POLIO O QUALCOSA DI PIU' SINISTRO ?

polioDI WILLIAM ENGHDAL
journal-neo.org

La polio è una cosa di cui vanto una conoscenza più che passeggera. Due giorni prima del mio quinto compleanno un medico di Minneapolis mi diagnosticò la malattia (polio). Ho imparato solo decenni dopo che non era polio, o poliomielite o paralisi infantile com’è (stata) spesso chiamata. Tutto questo avveniva poco dopo la seconda guerra mondiale.

Poi, un paio di anni più tardi, ci presentarono Jonas Salk e il vaccino antipolio, e il mondo credette che con l’introduzione di tale vaccino e della variante “Sabin”, la poliomielite sarebbe stata eradicata completamente. La realtà è che la polio non era e non è un "virus" e, nonostante i vaccini di Salk e Sabin, la malattia non è scomparsa.
 
 
  Postato da cdcnet il 22/04/2015 (227 letture)
(Leggi Tutto... | 15399 bytes | Voto: 0)
 

 
  Libia HUNDREDS OF IMMIGRANTS DROWN TRYING TO ESCAPE WAR TORN LIBYA

JoanneM
libyanwarthetruth.com

The EU is having emergency meetings today to discuss how to address the flood of African immigrants passing through war torn Libya and attempting to make their way to the coast of Italy and Greece.

Yesterday more than 700 immigrants drown when the "fishing' vessel they were in capsized. This is not the first tragedy, there have been others in the past few years. Some of the dead bodies drifting up on the shores of Tripoli, Italy and Greece.

The EU, NATO, UN, US can all stand and raise their hands to take responsibility for this catastrophe. Before the illegal NATO false flag war against the sovereign nation of Libya, immigration from surrounding countries through Libya was held at a bare minimum and most of the immigrants came to find work in Libya and found themselves welcomed with a robust economy and a great deal of work. Libya was responsible for the providing work for over 2 million Africans.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/04/2015 (91 letture)
(Leggi Tutto... | 8539 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia 10 WAYS TO SCREW THE SYSTEM

screwThomas Dishaw
thomasdishaw.com

As most Americans become fed up with elected officials, economic conditions, scandals, taxes and lack of good paying jobs, finding ways to save money and stay off the grid have become basic ways of survival for most of us. Below is a list of 10 actions you can adopt to become more sufficient and screw the system.

Ditch Your Bank Account

Most Americans are fed up with the US banking system. High fees, no interest, poor customer service, bailouts and the loss of personal privacy have left most of us with bad taste in our mouths. If a majority of us would pull our money out the bank we could force change, and the creation of an alternative banking system, hopefully Bitcoin, can regroup and hold off banksters attempts to shut it down. Another great idea is getting behind alternative currencies in your area.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/04/2015 (144 letture)
(Leggi Tutto... | 5107 bytes | Voto: 0)
 

 
  Russia L’OPERAZIONE 'FUCK PUTIN' SBATTE CONTRO UN MURO

COME L'ECONOMIA RUSSA TORNA A CRESCERE

0,,1 DI MARK CHAPMAN
informationclearinghouse.info

Take me back won’t ya
Take me back won’t ya;
I’ll change my ways
Take me back won’t ya
Take me back won’t ya;
I’m not the same…
Bryan Adams, dalla canzone “Take Me Back”

Paul Robinson mi ha inviato un link ieri che mi ha fatto schiantare dalle risate. Ricordate quella scena di “Ritorno al futuro”  dove una macchina di bulli che sta inseguendo Michal J.Fox su uno skateboard improvvisato finisce per urtare un camion pieno di letame bovino fresco e tutti bulli saltano dalla capote aperta e finiscono catapultati dentro? Divertente! O la scena di “Racconto di Natale” dove Ralphie Parker, imprecando rosso di rabbia salta sul bullo Scut Farkus come un gatto selvatico fatto di peyote e lo riduce in lacrime? Giustizia poetica, che cosa fantastica.
 
 
  Postato da cdcnet il 21/04/2015 (266 letture)
(Leggi Tutto... | 14700 bytes | Voto: 5)
 

 
  Mondo DISEGUAGLIANZA ECONOMICA: PEGGIO DI QUANTO SI CREDA

277883DI NICOLAS FITZ
scientificamerican.com

La Diseguaglianza Economica: Molto Peggio di quello che pensi, L’immenso divario tra le nostri convinzioni, I nostri ideali e la realta’.

Il comico Chris Rock in una conversazione recente con Frank Rich lo scorso autunno, ha candidamente ammesso: “Oh, la gente non immagina nemmeno. Se I poveri sapessero effettivamente quanto ricchi sono I ricchi, ci sarebbero rivolte per le strade”. I risultati di tre studi pubblicati negli ultimi anni sul giornale Perspectives on Psychological Science suggeriscono che Rock abbia ragione. Non abbiamo idea di quanto diseguale ed ingiusta la nostra societa’ sia diventata.

Nel loro articolo del 2011 Michael NortonDan Ariely hanno analizzato le convinzioni della popolazione sulla diseguaglianza Hanno quindi chiesto a più di 5.000 americani di indovinare la percentuale di ricchezza (cioè, di risparmio, di proprietà, azioni, ecc, meno i debiti) di proprietà di ciascun quinto della popolazione. Successivamente hanno chiesto alle persone di costruire la loro distribuzione ideale. Immaginiamo che tutta la ricchezza degli Stati Uniti sia racchiusa in una pizza. Qual è la percentuale di quella pizza che appartiene al 20% degli americani ricchi? Quanto è grande la fetta che possiede il 40% piu povero? In un mondo ideale, quanto dovrebbero avere?

 
 
  Postato da cdcnet il 21/04/2015 (251 letture)
(Leggi Tutto... | 12505 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo Geopolitica: EURASIA AS WE (AND THE U.S.) KNEW IT IS DEAD

By Pepe Escobar
Global Research, April 19, 2015
Asia Times

Move over, Cold War 2.0. The real story, now and for the foreseeable future, in its myriad declinations, and of course, ruling out too many bumps in the road, is a new, integrated Eurasia forging ahead.

China’s immensely ambitious New Silk Road project will keep intersecting with the Russia-led Eurasia Economic Union (EEC). And that will be the day when the EU wakes up and finds a booming trade/commerce axis stretching from St. Petersburg to Shanghai. It’s always pertinent to remember that Vladimir Putin sold a similar, and even more encompassing, vision in Germany a few years ago – stretching from Lisbon to Vladivostok.

It will take time – and troubled times. But Eurasia’s radical face lift is inexorable. This implies an exceptionalist dream – the U.S. as Eurasia hegemon, something that still looked feasible at the turn of the millennium – fast dissolving right before anyone’s eyes.
VERSIONE IN ITALIANO
 
 
  Postato da cdcnet il 19/04/2015 (173 letture)
(Leggi Tutto... | 10259 bytes | Geopolitica | Voto: 0)
 

 
  Iran RUSSIA'S MISSILE WALL IN IRAN

159449154By Tony Cartalucci
journal-neo.org

The popular narrative surrounding the conflict between the West and Iran has always been one of a dangerous rogue state bent on obtaining nuclear weapons before triggering a nuclear-fueled Armageddon aimed at Israel. Underneath this elementary propaganda, lies a more complex truth underpinning a proxy conflict between East and West.

Just as had been the case during World War I and II, the strategic position, resources, and population of Iran constitute a necessary prerequisite to first overcome before containing and eventually overrunning the political order in Moscow. This time around, in addition to Moscow, the Western axis also seeks to eventually encircle and overrun Beijing as well.
 
 
  Postato da cdcnet il 18/04/2015 (196 letture)
(Leggi Tutto... | 12454 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina A US-RUSSIA WAR OVER UKRAINE?

russia-usa-bombBy Patrick J. Buchanan
antiwar.com

"Could a U.S. response to Russia’s action in Ukraine provoke a confrontation that leads to a U.S.-Russia War?"

This jolting question is raised by Graham Allison and Dimitri Simes in the cover article of The National Interest.

The answer the authors give, in "Countdown to War: The Coming U.S. Russia Conflict," is that the odds are shortening on a military collision between the world’s largest nuclear powers.
The cockpit of the conflict, should it come, will be Ukraine.
What makes the article timely is the report that Canada will be sending 200 soldiers to western Ukraine to join 800 Americans and 75 Brits on a yearlong assignment to train the Ukrainian army.

And train that army to fight whom? Pro-Russian rebels in Ukraine whom Vladimir Putin has said will not be crushed, even if it requires Russian intervention. Says Putin, "We won’t let it happen."
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (135 letture)
(Leggi Tutto... | 7726 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo THE NEW WORLD DISORDER

tariqaliextremeThey Knew Exactly What They Were Doing

by TARIQ ALI
counterpunch.org

Three decades ago, with the end of the Cold War and the dismantling of the South American dictatorships, many hoped that the much talked about ‘peace dividend’ promised by Bush senior and Thatcher would actually materialise. No such luck. Instead, we have experienced continuous wars, upheavals, intolerance and fundamentalisms of every sort – religious, ethnic and imperial. The exposure of the Western world’s surveillance networks has heightened the feeling that democratic institutions aren’t functioning as they should, that, like it or not, we are living in the twilight period of democracy itself.

The twilight began in the early 1990s with the implosion of the former Soviet Union
and the takeover of Russia, Central Asia and much of Eastern Europe by visionless former Communist Party bureaucrats, many of whom rapidly became billionaires. The oligarchs who bought up some of the most expensive property in the world, including in London, may once have been members of the Communist Party, but they were also opportunists with no commitment to anything other than power and lining their own pockets. The vacuum created by the collapse of the party system has been filled by different things in different parts of the world, among them religion – and not just Islam. The statistics on the growth of religion in the Western world are dramatic – just look at France. And we have also seen the rise of a global empire of unprecedented power. The United States is now unchallengeable militarily and it dominates global politics, even the politics of the countries it treats as its enemies.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (118 letture)
(Leggi Tutto... | 31305 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia IL FMI E LO 'SHOCK DI LIQUIDITA' GLOBALE

IMFDI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
telegraph.co.uk

Il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito che la liquidità [immessa sul mercato] ha ingannato i mercati finanziari di tutto il mondo, generando alcuni dei peggiori eccessi che si siano mai visti a Wall Street in tempi moderni.

Gli investitori stanno prendendo soldi in prestito per comprare azioni sul mercato azionario degli Stati Uniti ad un ritmo torrido, ricorrendo alle stesse tipologie d’ingegneria finanziaria che hanno preceduto le ultime due crisi della finanza globale.

"Il margin-debt [1], inteso come percentuale di capitalizzazione di mercato, è superiore a quello della bolla del mercato azionario di fine anni ‘90. Il suo crescente utilizzo sta avvenendo nel contesto di un calo della liquidità", ha sostenuto il FMI nel suo Global Financial Stability Report.
Ed inoltre: "… ridurre la liquidità del mercato e alzare il market-leverage [2] del sistema statunitense fa aumentare il rischio che shocks minori possano propagarsi fino a generare delle gravi correzioni di prezzo".
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (336 letture)
(Leggi Tutto... | 8546 bytes | Voto: 0)
 

 
  Ucraina 3 PROMINENT POROSHENKO CRITICS KILLED IN KIEV IN 3 DAYS

A prominent Ukrainian journalist, known for his critical views of Poroshenko's government was shot dead in Kiev on Thursdaysputniknews.com

A prominent Ukrainian journalist, known for his critical views of Poroshenko's government was shot dead in Kiev on Thursday, in the latest series of suspicious deaths of opposition supporters.

Oles Buzina, 45, a supporter of ex-president Viktor Yanukovych, was shot in the street. Buzina's body was found on the ground nearing his apartment building close to the city center. The head of Kiev’s police department Alexander Tereschuk said that a TT gun was allegedly used in the crime.

According to the neighbors, the journalist was probably shot while jogging. He was found wearing a sports outfit. The 45- year-old was shot by two men in masks who disappeared from the crime scene in a Ford Focus car with either Latvian or Belarusian number plate.
 
 
  Postato da cdcnet il 17/04/2015 (99 letture)
(Leggi Tutto... | 5256 bytes | Voto: 5)
 

 
  USA NO MATTER WHO WINS THE WHITE HOUSE

THE NEW BOSS WILL BE THE SAME AS THE OLD BOSS

No Matter Who Wins the White House By John W. Whitehead
April 13, 2015
rutherford.org

“What the government is good at is collecting taxes, taking away your freedoms and killing people. It’s not good at much else.”—Author Tom Clancy

The American people remain eager to be persuaded that a new president in the White House can solve the problems that plague us. Yet no matter who wins this next presidential election, you can rest assured that the new boss will be the same as the old boss, and we—the permanent underclass in America—will continue to be forced to march in lockstep with the police state in all matters, public and private.
 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2015 (123 letture)
(Leggi Tutto... | 14125 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA Terrore e carcere: A SLOW DEATH FOR MUMIA ABU-JAMAL

A SLOW DEATH FOR THOUSANDS OF PRISONERS IN AMERICA

by Heidi Boghosian and Johanna Fernandez
blackagendareport.com

Political prisoner Mumia Abu Jamal nearly died – and remains in grave danger – from a diabetic condition that the Pennsylvania prison system failed to diagnose in his decades behind bars. He is not alone. “The Bureau of Justice reported some 40% of prisoners and jail inmates in 2011-2012 reporting chronic medical condition such as asthma, cancer, heart disease, high blood pressure—and diabetes.”

Mumia’s condition highlights the systemic neglect and abuse of prisoners in our nation’s vast and ever growing system of mass incarceration.”

What does it mean for hundreds of thousands of prisoners in the United States when the world’s most famous prisoner faces possible death from medical neglect in a Pennsylvania prison? Often called the “Voice of the Voiceless” for his countless publications and broadcasts revealing the injustices of the criminal justice system, Mumia Abu-Jamal has seen his health slip away in a matter of months. Thousands of supporters worldwide and frequent visitors could not stop the burning black lesions that covered his entire body or the profound fatigue that, since January, has sucked him into trance-like sleeps, or guards who punished him with denial of calls, visitors and yard for sleeping through morning alarms and the morning count. What does it say that on March 30, Mumia Abu-Jamal fell unconscious with uncontrolled—and undiagnosed—diabetes?
 
 
  Postato da cdcnet il 16/04/2015 (119 letture)
(Leggi Tutto... | 5253 bytes | Terrore e carcere | Voto: 0)
 

 
  USA WILL WASHINGTON KILL US ALL?

commandcontrolby PAUL CRAIG ROBERTS
counterpunch.org

Did you know that Washington keeps 450 nuclear ICBMs on “hair-trigger alert”?  Washington thinks that this makes us “safe.”  The reasoning, if it can be called reason, is that by being able to launch in a few minutes, no one will try to attack the US with nuclear weapons.  US missiles are able to get on their way before the enemy’s missiles can reach the US to destroy ours.

If this makes you feel safe, you need to read Eric Schlosser’s book, Command and Control.

The trouble with hair-triggers is that they make mistaken, accidental, and unauthorized launch more likely. Schlosser provides a history of almost launches that would have brought armageddon to the world.

In Catalyst, a publication of the Union of Concerned Scientists, Elliott Negin tells the story of Soviet Lt. Col. Stanislav Petrov.  Just after midnight in 1983 the Soviet Union’s early warning satellite system set off the alarm that 5 US ICBMs were headed for the Soviet Union.

(TRADUZIONE IN ITALIANO)
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (184 letture)
(Leggi Tutto... | 12153 bytes | Voto: 0)
 

 
  Economia TTIP E TPP: CHI RACCOGLIERA' L'IRA POPOLARE ?

ImmagineDI THOMAS FAZI
opendemocracy e sinpermiso

Parallelamente all'accordo commerciale attualmente in discussione con l'Unione Europea (il TTIP), gli USA stanno negoziando un accordo analogo con 11 paesi dell'Asia e del Pacifico: l'accordo TransPacifico (Trans-Pacific Partnership, TPP). Walden Bello, uno dei critici più importanti della globalizzazione neoliberista delle multinazionali, identifica qual è la strategia globale che sostiene i due trattati. Il giornalista italiano Thomas Fazi l'ha intervistato per il sito web Open Democracy.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (252 letture)
(Leggi Tutto... | 12989 bytes | Voto: 0)
 

 
  Mondo EGEMONIA DEL DOLLARO E NUCLERAE IRANIANO: LA STORIA DIETRO LA STORIA

545DI PETER KOENIG
informationclearinghouse.info

"I trattati internazionali sono tenuti in ostaggio dall'Occidente. C'è stata una notevole interferenza all'interno dell'Iran da parte di Washington. La questione del nucleare è solo un pretesto per indebolire la Repubblica Islamica e non ha molto a che fare con qualcos'altro." - Intervista con RT International di Soraya Sepahpour-Ulrich,6 aprile 2015.

Questa affermazione esprime proprio il punto. La questione nucleare creata artificialmente - è solo un pretesto per ottenere un cambio di regime… forse sì. Ma c'è di più. Mentre le opinioni espresse su ciò che il recente "Accordo di Losanna" ha davvero significato per l'Iran e per i partecipanti del 5+1 possono variare ampiamente, non si può non sentire che vi è un'altra storia dietro la storia.
 
 
  Postato da cdcnet il 15/04/2015 (177 letture)
(Leggi Tutto... | 14466 bytes | Voto: 5)
 

 
  Medio Oriente BOMBARDARE L'IRAN? NON ORA: BOMBARDARE LO YEMEN

/7135DI PEPE ESCOBAR
informationclearinghouse.info

“Operazione tempesta decisiva” – la Casa di Saud che si fa bella in stile Pentagono per il suo orrendo spettacolo “Bombarda Yemen” – potrebbe essere raccontata in un solo paragrafo.

La più ricca nazione araba – la fattoria del petrolio Casa di Saud – sostenuta dal petro-racket del GCC e dal ricco “occidente” ha lanciato un ‘operazione – illegale –  di guerra, bombardamenti, movimento contro la nazione araba più povera nel nome della “democrazia”

L’assurdo è solo iniziato

Il capo della politica estera dell’UE, l’innocua come una teglia di cannoli Federica Mogherini, sembra moderatamente preoccupata. Ha rammentato che il bombardamento saudita di ospedali e “la scelta deliberata di prendere a bersaglio e distruggere abitazioni private, strutture educative e infrastrutture di prima necessità non è sostenibile”.
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2015 (316 letture)
(Leggi Tutto... | 14866 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA HILLARY CLINTON: THE INTERNATIONAL NEOCON WARMONGER

JPEG - 16.2 kb
 
 
  Postato da cdcnet il 14/04/2015 (121 letture)
(Leggi Tutto... | 11043 bytes | Voto: 0)
 

 
  USA LA ROULETTE RUSSA

I CONTRIBUENTI AMERICANI SARANNO SPENNATI PER SALVARE LE BANCHE ?

oil_pricesDI ELLE BROWN
occupy.com

L'improvviso e repentino crollo del prezzo del petrolio sembra essere un atto di guerra geopolitica contro la Russia. Il risultato potrebbe consistere in migliaia di miliardi di dollari di perdite sui derivati legati al petrolio, e la FDIC potrebbe essere responsabile a seguito della recente abrogazione di parti fondamentali della legge Dodd-Frank.

La senatrice Elizabeth Warren ha accusato Citigroup di "tenere in ostaggio il governo (impedendo di fatto l’approvazione della legge di bilancio) in modo da non far approvare le disposizioni di salvataggio meno congeniali ai suoi interessi." In questione c’era norma contenuta nel disegno di legge di bilancio omnibus che abrogava l’emendamento Lincoln alla legge Dodd-Frank, che protegge i depositanti richiedendo alle maggiori banche di stralciare la parte della loro attività svolta su derivati non-Fdic – vale a dire non coperti da assicurazione.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2015 (191 letture)
(Leggi Tutto... | 13574 bytes | Voto: 0)
 

 
  Afghanistan Associazioni: L'OPPIO AFGANO E GLI AFFARI DELLA BLACKWATER

blackwaterFONTE: RT.COM

Il grande fallimento: la produzione di oppio afgana è cresciuta di pari passo con i profitti della ex-Blackwater

La produzione di oppio ha visto una notevole crescita negli ultimi anni in Afghanistan nonostante gli sforzi della lotta al narcotraffico da parte degli Stati Uniti. Un infame marchio mercenario, precedentemente noto come Blackwater, ha trattenuto 569 milioni dal Pentagono in questa infruttuosa mossa.

Il denaro che la compagnia ha ricevuto dai contribuenti americani è stato usato per “addestramento, materiale e supporto logistico” per le forze afgane impegnate nelle operazioni contro il narcotraffico. Queste agenzie comprendono l’”Afghan National Interdiction Unit, il Ministero dell’Interno e la Polizia di Frontiera Afgana” afferma un report dell’Ispettore Generale Speciale per la Ricostruzione Afgana, cosiddetto SIGAR, citato dal Guardian.
 
 
  Postato da cdcnet il 13/04/2015 (193 letture)
(Leggi Tutto... | 5112 bytes | Associazioni | Voto: 0)
 

 
  Mondo LO STATO ISLAMICO E' IL CANCRO DEL CAPITALISMO MODERNO

6ac37DI NAFEEZ AHMED
middleeasteye.net

Il  brutale 'Stato islamico' è un sintomo di una crisi profonda della civiltà fondata sulla dipendenza dai combustibili fossili, che sta minando l'egemonia occidentale ed espandendo il potere dello Stato islamico in tutto il mondo musulmano.

Il dibattito sulle origini dello Stato Islamico (IS) ha fortemente oscillato tra due prospettive estreme. Da una parte si accusa l'Occidente. L’ IS non è altro che una prevedibile reazione all’occupazione dell'Iraq, l’ennesimo colpo sferrato dalla politica estera occidentale.  Dall’altra si attribuisce la sua nascita esclusivamente alle barberie storiche e culturali del mondo musulmano, i cui valori e credenze -  ferme all’epoca medievale -  sono un naturale incubatore di un estremismo violento.
 
 
  Postato da cdcnet il 12/04/2015 (254 letture)
(Leggi Tutto... | 37407 bytes | Voto: 0)
 

  Argomenti

· AFRICA
· Egitto
· Libia
· Somalia

· AMERICHE
· Argentina
· Brasile
· Colombia
· Cuba
· Messico
· USA
· Venezuela

· ASIA-PACIFICO
· Afghanistan
· Cina
· Giappone
· India
· Oceania
· Pakistan

· EUROPA
· Francia
· Germania
· Gran Bretagna
· Grecia
· Islanda
· Italia
· Norvegia
· Spagna
· Russia
· Ucraina

· MEDIO ORIENTE
· Iran
· Iraq
· Libano
· Palestina
· Siria
· Turchia

· MONDO
· Animali e ambiente
· Economia
· Internet e controllo
· Propaganda
· Salute
· Storia
· 11 settembre 2001

 

  Categorie

· Tutte le Categorie
· Approfondimenti
· Associazioni
· Cinema
· Coercizione mentale
· Economia
· Filosofia
· Fumetti
· Galleria immagini
· Geopolitica
· Globalizzazione
· Imperialismo
· Interviste
· Libri
· Misteri
· Musica
· Opinioni
· Politica
· Psicologia
· Religione
· Repressione
· Servizi segreti
· Storia
· Terrore e carcere
· Terrore e Guerre
 

  Random Headlines


Libia
[ Libia ]

·HUNDREDS OF IMMIGRANTS DROWN TRYING TO ESCAPE WAR TORN LIBYA
·ISIS VIDEO DEPICTING EGYPTIAN EXECUTION ‘FAKED’
· LE BUGIE LIBICHE – STUPRO COME ARMA DI GUERRA – MADE IN USA?
·OBAMA DESTROYED LIBYA
·LEGITIMATE TRIBES WINNING, BELAJ-McCAIN CORRUPTION CONTINUES
·LIBYA: A GROUND INVASION OF THE CAPITAL IS IMMINENT
·MISURATA ISLAMIST MAFIA RELOCATES WEAPONS
·LIBYAN NEO-COLONIALISM
·L'OCCIDENTE TACE MENTRE LA LIBIA SPROFONDA NELL'ABISSO
 

  NUOVE VISITE (test)

free counters
Free counters
 


 
  Disclaimer Il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.
Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software.